printprintFacebook
Nuova Discussione
Rispondi
 
Stampa | Notifica email    
Autore
Facebook  

Vi riporto un articolo...

Ultimo Aggiornamento: 03/06/2010 17.06
13/02/2006 22.40
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 2.570
Registrato il: 28/06/2004
Utente Veteran
Psycopathia Sexualis
Chi passa di qui??? Oasi Forum92 pt.17/10/2017 07.21 by possum jenkins
Domenica 15 ottobre: Prato - MONZAblog191277 pt.17/10/2017 12.46 by campo_mauro
JW BROADCASTINGTestimoni di Geova Online...69 pt.16/10/2017 18.46 by barnabino
Io ci stoAWARD & OSCAR FFZ...t...47 pt.17/10/2017 09.18 by Gino Daniele
ATP Masters 1000: SHANGHAITUTTO TENNIS FORUM39 pt.17/10/2017 00.15 by Bobby realdeal
13/02/2006 23.53
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 4.151
Registrato il: 30/05/2004
Utente Master


Ri prendendo dall'articolo postato da pesciolina.....

che dire?

E' abbastanza lucida la visione di Scalfari, picchia duro picchia sodo. Non sapevo dei finanziamenti dalla moglie di silvio.

Pero' l'effetto che mi fa e' questo: sembra che scalfari voglia far scendere ferrara dall'olimpo dei puri per portarlo sulla terra dove abitano i radical chic. Apparte che Ferrara non e' un puro e non si vanta di esserlo, e anzi, procede sempre dicendo che la politica e' fatta di impurezze e di affari concatenati, pero' insomma, secondo me Ferrara andrebbe battuto sui contenuti.

Scalfari e' stato un repubblichino, se la mettiamo sui trasformismi.

Stasera Ferrara ha ospitato nel suo programma, un giornalista di repubblica, paolo rumiz, che ha scritto un bel libro di ritorno da un viaggio nei luoghi del vicino oriente dove il cristianesimo non e' maggioritario
e se ne e' tornato con una visione, con un pensiero, che sono uno schiaffo ai teocon ufficiali e ufficiosi.

Bisognerebbe dare atto, all'impuro ferrara, che in tivvu' non e' come sul suo libello (che rimane una cooperativa come il manifesto)e che ospita idee diverse dalle sue.

ma e' lungherrimo il discorso, e preferirei farlo vis a vis.





---------------------------------------------

Georg Buchner, nella Morte di Danton , atto quarto: "Il Nulla è il Dio mondiale nascituro".
13/02/2006 23.54
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 2.341
Registrato il: 08/05/2004
Utente Veteran
una matita nel pene per mantenere l'arto rigido.


L'arto??????????????????????
[SM=g27829]


B.

...sfuggo per un attimo al mondo della divisione ed entro nel mondo dell'unità,
dove una cosa, una creatura dice all'altra
"questo sei tu".



" Soltanto chi non ha bisogno nè di comandare nè di
ubbidire è davvero grande ".

J.W.Goethe
14/02/2006 02.15
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
Voglio articolare meglio ciò che prima ho sintetizzato con una battuta.

L'articolo di Scafari è l'ennesima conferma di un qualcosa che sappiamo tutti e fingiamo di ignorare, ossia che c'è un progressivo scollamento tra il popolo e gli intellettuali, e del conseguente fenomeno parallelo, che gli intelletuali non se ne curano e continuano a giocare tra di loro.

Sono perfettamente cosciente delle difficoltà intrinseche che ci sono nel cercare di instaurare un dialogo tra i due.

Io stesso, che intellettuale non sono, avrei delle difficoltà a discutere anche una mezz'ora con un cultore dei reality show.

D'altro canto avrei serie difficoltà anche nel discutere con questi personaggi "patinati" che evidentemente hanno tutte le loro bollette domiciliate sul conto corrente e non se ne curano.

Ma anche quando argomenti popolari vengono trattati da intellettuali (e politici ahimè) - come ad esempio "l'arrivare a fine del mese" che è diventato slogan - vengono trattati con profondo distacco, e non perchè giustamente (e dico giustamente senza ironia) questo problema non li riguarda da vicino, ma perchè non è argomento intellettualmente stimolante.
E questo atteggiamento va a tutto vantaggio di chi vuol fare del facile populismo.

Non che io pretenda che Eugenio Scalfari scriva un articolo dove consigli l'utilitaria con miglior rapporto qualità/prezzo - speriamo che non accada mai - ma per lo meno ci risparmi articoli completamente senza sostanza.

Non diamo sempre ed esclusivamente la colpa alla TV.
Se gli intelletuali tutti, non solo giornalisti, ma anche musicisti, pittori, registi e quant'altro se la "tirassero di meno", se fossero meno autoreferenziali, forse avremo teatri meno vuoti, un cinema italiano non perennemente in crisi (tranne l'eccezione De Sica-Boldi s'intende) si venderebbe qualche libro in più (senza dover trasformare le librerie in sale caffè come sta facendo la mondatori) e magari la gente avrebbe meno tempo per l'Isola dei Famosi.


14/02/2006 10.30
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 2.591
Registrato il: 04/05/2004
Utente Veteran
Ieri, quando ho postato l'articolo, sapevo già che avremmo finito col parlare delle affinità e divergenze fra gli intellettuali e noi...

In realtà quando ho letto quel pezzo ho alimentato (non me ne vanto) la vivace (è un eufemismo) antipatia che nutro per Ferrara, ho pensato alle fiz e chiacchierate con Ongii sull'argomento, e ho copincollato senza pensarci tanto. Non per polemica, ovviamente. Per quella ci sarebbe gusto, nel senso alto e costruttivo del termine, solo se egli in persona ci leggesse.

Entrando nel merito, ho trovato in Scalfari, normalmente posato, il mio stesso senso di "fastidio" nei confronti di Giulianone, questo senza voler dare ad Eugenio patenti di coerenza o infallibilità. Lo leggo con piacere, a volte condivido, a volte meno, e non è l'editorialista(-giornalista) che preferisco.
Ferrara non si definisce un puro, ma uno spirito libero e coerente con se stesso. E su questo mi permetto molti dubbi e sospetti di furfanteria.

D'accordo sul vis a vis, in ogni caso. Anche se spero che avremo migliori argomenti di cui chiacchierare. Anzi, ne sono sicura!

[Modificato da pescetrombetta 14/02/2006 10.34]



*******************************************************************************************
«partigiano, come poeta, è parola assoluta, rigettante ogni gradualità»
(Beppe Fenoglio)


*******************************************************************************************

Dolores Ibarruri è orgogliosa di appartenere agli Ascolti Deplorevoli (sezione Ascolti Cervellotici)
"la presa della Bastiglia del nostro cuore bambino"
15/02/2006 13.53
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
Quando Silvio era socio dei comunisti

Anticipazione dal Diario in uscita. Oggi sono nemici, peggio del diavolo. Nel 1988 erano partner d'affari in Unione Sovietica. Quanto alle coop rosse, la Movicoop da due decenni lavora per Berlusconi

di Gianni Barbacetto

Il marchio Publitalia, con tanto di Biscione, accanto alla bandiera rossa, con tanto di falce e martello: è il manifesto della Progress Informacjia Reklama, (Progresso Informazione Pubblicità), la partnership realizzata nel 1988 tra Silvio Berlusconi e la tv di Stato dell'Unione Sovietica.

[IMG]http://img.freeforumzone.it/upload/703543_Senza nome.jpg[/IMG]


Oggi i «comunisti» e le «cooperative rosse» sono il diavolo, per Berlusconi. Negli anni Ottanta erano invece ottimi soci d'affari. Publitalia, grazie alla mediazione di alcuni dirigenti del Pci, nel 1988 ottenne l'esclusiva della raccolta pubblicitaria degli enti e aziende dell'Europa occidentale che volevano piazzare i loro spot in Urss.

Sulla rivista italiana Millecanali, il manager Fininvest Dario Rivolta (oggi responsabile esteri di Forza Italia) dichiarò nel 1990 che Berlusconi aveva realizzato in Urss un fatturato di 4 miliardi di lire, 16 l'anno successivo (con budget Pepsi, Samsung, Renault...).

Negli anni precedenti si era sviluppata la collaborazione tra Fininvest e Movicoop, una cooperativa guidata dal cossuttiano Ruggero Parisio. Movicoop assume via via la gestione dei magazzini Fininvest e le fornisce manodopera nel settore della produzione televisiva (specializzati di ripresa, elettricisti eccetera).

S'espande anche nella Cuba dell'irriducibile comunista Fidel Castro: Roberto Di Fede, nel suo libro Il Rosso & il Nero (Kaos, 1998) racconta che Movicoop aveva progettato, insieme alle aziende di Stato cubane, una grande lottizzazione turistica al Cayo Paredon Grande, di fronte alle Bahamas, e un centro di produzione televisivo da realizzare in collaborazione con Telecinco, la tv spagnola di Berlusconi, che voleva espandersi nel mercato latinoamericano. Ma oggi, dimenticati i tanti progetti comuni, per Berlusconi i «rossi» sono tornati nemici.



18/02/2006 20.06
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 2.341
Registrato il: 08/05/2004
Utente Veteran
Re:

Scritto da: ivich 13/01/2006 15.10
ASSASSINI



LA PERIZIA: E' MORTO PER ASFISSIA


B.

...sfuggo per un attimo al mondo della divisione ed entro nel mondo dell'unità,
dove una cosa, una creatura dice all'altra
"questo sei tu".



" Soltanto chi non ha bisogno nè di comandare nè di
ubbidire è davvero grande ".

J.W.Goethe
18/02/2006 20.30
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 0
Registrato il: 08/05/2004
Utente Junior
Re: stanotte non dormirò,e se dormirò sognerò che mi accada ciò.

Scritto da: ittidu 13/02/2006 22.30
Viagra fai da te: matita nel pene



Che meraviglia! Come dice Bacco: "Psicopathia Sexualis", dove c'è una storia simile. Ma anche in "Sesso estremo II".
Comunque c'è una frangia della pornografia che si occupa di numeri come questo.

[Modificato da amboy 18/02/2006 20.30]

20/02/2006 15.17
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
20/02/2006 15.20
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 0
Registrato il: 05/10/2005
Utente Junior
Re:

Scritto da: astrodanzante 20/02/2006 15.17
E' morto Luca Coscioni



letto or ora su repubblica.it
22/02/2006 10.18
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota

Brutte nuove dall'iraq

Una forte esplosione ha distrutto all'alba la cupola dorata di uno dei più importanti santuari sciiti
22/02/2006 12.12
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
http://punto-informatico.it/p.asp?i=57991

eMule, Razorback è stato sequestrato
Da tempo nel mirino dei produttori di film e musica, da alcune ore il più celebre e utilizzato server di riferimento per gli utenti eDonkey/eMule è sotto sequestro



Roma - Milioni di utilizzatori tutti i giorni, innumerevoli file scambiati grazie al suo supporto: Razorback, server di riferimento per l'intera comunità di eMule/eDonkey, tra le più utilizzate soluzioni peer-to-peer, è inagibile. Nelle scorse ore la polizia belga ha infatti provveduto al suo sequestro.

La notizia è apparsa ieri inizialmente su alcuni forum e non tutti i particolari sono ancora noti; di certo è un annuncio destinato a scuotere l'intero ambiente: Razorback aveva da anni acquisito una popolarità senza eguali per la disponibilità di indici di milioni di file. Come sempre, vista la particolarità della tecnologia eDonkey, nessun file era effettivamente conservato sulle sue macchine: Razorback si limitava cioè a indicizzare i file che circolavano sulla rete.

In sé il sequestro dei server Razorback, collocati in Belgio sebbene gestiti da un'associazione svizzera, non giunge come un fulmine a ciel sereno: già da tempo, da almeno due anni, le autorità investigative avevano iniziato a monitorare le attività del server, considerandolo responsabile per la disseminazione di moltissimi film, brani musicali ed altre opere protette dal diritto d'autore. Le indiscrezioni fin qui trapelate affermano che anche l'amministratore principale di Razorback sarebbe in stato di fermo.

Slyck.com segnala come ora sulla rete P2P siano presenti solo "Razorback fasulli", ovvero server realizzati dalle forze dell'ordine per monitorare e raccogliere dati sul traffico. Anche per questo, e per la continua attività di monitoraggio delle reti, la notizia del sequestro ha suscitato anche un certo allarme negli utenti. Ma va detto che, come riporta tra gli altri anche Zeropaid, nessun dato personale era archiviato sui server Razorback, e questo perché, vista la quantità di utenti che vi accedono, conservare un log con gli IP degli accessi si sarebbe rivelata un'impresa titanica, oltreché costosa.

Di interesse il fatto che i promotori di Razorback si siano distinti nel tempo per il loro tentativo di conciliare l'attività di condivisione con la distribuzione legale di opere, tanto che in più di un'occasione il server è stato utilizzato per distribuire file protetti con tecnologie DRM dai rispettivi produttori. Non solo, l'associazione Razorback aveva già dichiarato di voler realizzare una sorta di "lista nera" dei contenuti, per poter filtrare quelli protetti da diritto d'autore e affermare dunque l'utilizzo delle tecnologie peer-to-peer per finalità legali.

Sebbene la chiusura di quei server sia destinata ad impattare sul traffico eMule/eDonkey, gli utenti di questi sistemi, come fa notare P2Pforum.it, già da tempo e sempre più frequentemente ricorrono alla rete Kad, network decentralizzato basato sul protocollo P2P Kademlia.

[Modificato da astrodanzante 22/02/2006 12.13]

22/02/2006 12.17
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 2.570
Registrato il: 28/06/2004
Utente Veteran
No comment...
22/02/2006 12.29
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
No, comment eccome.

Stanno nascendo una serie di problemi.
La stragrande maggioranza dei server che ci sono nella lista di emule sono i cosidetti "server spia", ovvero server che sono messi su da mayor et simili per controllare i file che sono in condivisione (l'edk2 permette ai server si sapere cosa c'è in condivisione e quali trasferimenti sono in atto, il kad no invece).

Esistono una serie di accorgimenti da prendere, (che non vi elenco per ignoranza e per lungaggine, trovate tutto spiegato per benino in vari server).

Comunque, se condividete/scaricate materiale protetto da copyright, state rischiando di grosso.
22/02/2006 13.14
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 2.570
Registrato il: 28/06/2004
Utente Veteran
Re:

Scritto da: astrodanzante 22/02/2006 12.29
No, comment eccome.

Stanno nascendo una serie di problemi.
La stragrande maggioranza dei server che ci sono nella lista di emule sono i cosidetti "server spia", ovvero server che sono messi su da mayor et simili per controllare i file che sono in condivisione (l'edk2 permette ai server si sapere cosa c'è in condivisione e quali trasferimenti sono in atto, il kad no invece).

Esistono una serie di accorgimenti da prendere, (che non vi elenco per ignoranza e per lungaggine, trovate tutto spiegato per benino in vari server).

Comunque, se condividete/scaricate materiale protetto da copyright, state rischiando di grosso.



un duro colpo alla cosa state compilescion [SM=g27829]
22/02/2006 13.19
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 3.106
Registrato il: 21/01/2005
Utente Master
da emule.it
I fatti: Oggi 21 Febbraio 2006 i server Razorback sono stati chiusi dalla Polizia Belga, senza ulteriori spiegazioni
Conseguenze: Tutti gli utenti dei Razorback si sono riversati sugli altri server causando un po' di intasamento. Altri amministratori potrebbero chiudere i loro server come misura precauzionale.
Come comportarsi: Continuate ad aggiornare la lista server, collegate anche Kad, effettuate le ricerche scegliendo Metodo di ricerca: "Kad Rete" (invece di globale server) se non ottenete abbastanza risultati.

Nel dettaglio:
Con più di un milione di utenti nel mondo, i server eDonkey/eMule Razorback sono stati sequestrati questa mattina dalla polizia federale belga alle ore 10:00 e uno degli amministratori è stato arrestato nella sua residenza Svizzera.
Benché la società proprietaria dei server Razorback sia Svizzera, è in Belgio che il cuore del sistema era installato. Razorback, come tutti i server per la rete edonkey, non ospitava alcun contenuto illegale. Tutti i server infatti non fanno altro che comportarsi come elenchi telefonici, limitandosi a tenere traccia di chi possiede i file condivisi in rete senza alcuna distinzione.
E' ovvio perciò che vengano indicizzati anche file illegali posseduti dagli utenti.
Razorback tentava di conciliare legalità e P2P partecipando a molti progetti legali, fornendo statistiche preziose per gli studi di marketing e diffondendo archivi a pagamento protetti da DRM per conto di diverse aziende.

Secondo Dan Glickman capo della Motion Picture Association (equivalente europeo della SIAE): "E' una grande vittoria nella nostra lotta per eliminare l'offerta di materiali illegali in circolazione su internet grazie alle reti peer-to-peer"."Eliminando il traffico illegale di materiale protetto da diritti d'autore, facilitato da razorback 2, stiamo togliendo ad altri network illegali la loro capacità di rifornire i pirati su Internet con materiali protetti da copyright, e ciò è un passo in avanti nel combattere la pirateria a livello internazionale".

Secondo John G. Malcolm, vice presidente e direttore della Worldwide Anti-Piracy: "Razorback2 era non solo un enorme indice per gli utenti Internet coinvolti in scambi di file illegali, era una minaccia per la società"."Applaudo le autorità belghe e svizzere per le loro azioni che aiutano a contrastare la pirateria in tutto il mondo."
(Fonti delle informazioni: ratiatum.com e slyck.com)

La scomparsa di Razorback non cambierà assolutamente nulla per i milioni di utenti di eMule, che beneficiano già da numerosi mesi di una rete senza server interamente decentralizzata battezzata "Kad".

Non c'è alcun pericolo per gli utenti che abbiano utilizzato in passato i server oggi sequetrati in quanto non venivano conservati sul server i log delle connessioni. Con un milione di utenti sempre connessi e centinaia di milioni di archivi indicizzati Razorback non avrebbe potuto tenere traccia dei collegamenti con tutti gli indirizzi IP degli utenti (a meno di costi esorbitanti).
Tutti i dati necessari al funzionamento regolare di Razorback erano conservati in memoria RAM, e sono stati dunque persi in occasione dello spegnimento.

Tutti i server Razorback che troverete in futuro saranno solo dei falsi, probabilmente dei server spia, quindi non aggiungeteli alle vostre liste.






_________________________________
come puttana fragile in cerca d'occasioni
22/02/2006 14.11
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
il server http://www.gruk.org/ (dal quale si poteva scaricare la lista ritenuta sicura di server http://www.gruk.org/server.met.gz) è giù da qualche ora.
Si vocifera sia stato sequestrato anch'esso, in quanto connesso con Razorback.
23/02/2006 17.23
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
da http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2006/02_Febbraio/20/cuff.shtml

Cuffaro:
«In Sicilia ci sono anche amministrazioni di centrosinistra. La mafia cambia colore a seconda degli affari che deve portare avanti. O la mafia non ha avuto in tanti anni rapporti con chi ha vinto le gare, oppure ha avuto anche rapporti con chi non è nè bianco, nè nero ma è rosso. C'è poco da fare: la mafia preferisce chi governa, a prescindere dal colore, perchè ci sono più possibilità di fare affari»


Come dire... la cosa più normale del mondo.

E' ovvio che la mafia influenzi la politica, che "ce voi fa?"

Dico, neanche un po' di ipocrisia ormai...

Del resto, Andreotti è innocente, è stato mafioso solo fino al '79, come dire, solo 5 governi su 7! Che volete che sia...

Non ci capisco più un cazzo... ma in che paese vivo?

[Modificato da astrodanzante 23/02/2006 17.31]

23/02/2006 17.30
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 2.568
Registrato il: 10/11/2004
Utente Veteran
viva viva la praticità
Meno male.
Ero seriamente preoccupata che con le e-mail i francobolli andassero a scomparire. Ora ci si scambierà i cd masterizzati via posta prioritaria. [SM=g27828]

[Modificato da zaren1 23/02/2006 17.30]



______________________________________________________________________________________________
lasciando perdere attese e ritorni, ho aperto gli occhi dall'orlo increspato, ho visto un'alba blu, ho visto un'alba blu

l'intelligenza sta nel chiedersi sempre serenamente se c'è la propria vita in allarme rosso e non fare finta di ridere, con autoironia non mentire mai.

Ma soprattutto: sono in intimo allineamento con il palpitante ronzio del Divino Wow
23/02/2006 17.35
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 3.055
Registrato il: 01/06/2004
Utente Master
Re: viva viva la praticità

Scritto da: zaren1 23/02/2006 17.30
Meno male.
Ero seriamente preoccupata che con le e-mail i francobolli andassero a scomparire. Ora ci si scambierà i cd masterizzati via posta prioritaria. [SM=g27828]

[Modificato da zaren1 23/02/2006 17.30]



esattamente il motivo per cui scrivo dal computer più vecchio,chè solo quello nuovo è in grado di masterizzare [SM=g27830]
Nuova Discussione
Rispondi
Cerca nel forum

Home Forum | Bacheca | Album | Utenti | Cerca | Login | Registrati | Amministra
Crea forum gratis, gestisci la tua comunità! Iscriviti a FreeForumZone
FreeForumZone [v.4.4.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 13.10. Versione: Stampabile | Mobile
Copyright © 2000-2017 FFZ srl - www.freeforumzone.com