printprintFacebook
Nuova Discussione
Rispondi
 
Stampa | Notifica email    
Autore
Facebook  

Vi riporto un articolo...

Ultimo Aggiornamento: 03/06/2010 17.06
03/03/2006 17.09
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
Pelle nuova creata in laboratorio
primo impianto al mondo in Italia

http://www.repubblica.it/2006/a/sezioni/scienza_e_tecnologia/staminali1/ricope/ricope.html
Lettera agli ebrei e deuteronomioTestimoni di Geova Online...76 pt.27/05/2017 23.39 by barnabino
Saluti e futilità varieIpercaforum59 pt.27/05/2017 23.54 by possum jenkins
Concateniamoci con le parole VOasi Forum49 pt.28/05/2017 00.15 by riccardo60
Shimano ultegra xsa NuoviCARPMERCATINO39 pt.27/05/2017 22.48 by bulldogvr
SuperGirl ANIME E MANGA FORUM - TOP...33 pt.28/05/2017 01.02 by mizar!
04/03/2006 10.54
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 0
Registrato il: 08/05/2004
Utente Junior
I Savoia hanno l'afta epizootica (Ecco perché non possono tornare in Italia)
Bruxelles, oggi
Le autorità veterinarie dell'Unione Europea hanno svelato finalmente il vero motivo per cui i Savoia non possono rientrare in Italia: sono affetti da una forma particolare di afta, la nota malattia del bestiame, molto contagiosa, che impedisce un loro inserimento nel tessuto sociale italiano e li costringe a rimanere confinati nel ghetto della loro villa in Svizzera.
Questa variante monarchica dell'afta epizootica colpisce solo i maschi, è trasmessa per via ereditaria, ma comunque può essere contagiosa per altri esseri umani, anche non sabaudi; l'obiezione che i Savoia non sono esseri umani è respinta dai ricercatori con la motivazione che è proprio la malattia a determinare in loro i ben noti comportamenti idioti, l'espressione ebete, l'incapacità ad esprimersi in modo coerente, l'emissione di bava (Beccaris) e l'impulso ad assassinare gli esseri umani.
Questo morbo affligge i Savoia da tempo immemorabile, come si può vedere nelle foto e nei ritratti degli antenati di Emanuele Filiberto e Vittorio Emanuele, tutti con l'espressione vivace e attenta di una teglia di castagnaccio, e molti sono stati i tentativi di curarlo, o comunque di impedire il contagio, come ad esempio quello di Gaetano Bresci nel 1900, che purtroppo non ha avuto successo, visto che fu soppresso solo Umberto I e non il futuro Vittorio Emanuele III, già infettato dal morbo, e comunque la carcassa del sovrano non fu ridotta in cenere, prassi necessaria a distruggere il virus.
Sembra poi che la lunga permanenza in Svizzera dei Savoia abbia già provocato casi di afta epimonarchica in diversi cittadini elvetici che avrebbero assunto i tipici comportamenti sintomatici della malattia, come fare la fonduta con la cioccolata o mettersi gli orologi a cucu al polso.
L'inquietante constatazione che alcuni cittadini italiani manifestano comportamenti maniacali, come affermare di essere unti dal Signore o di essere i migliori al mondo, può far sospettare che abbiano frequentato, seppure all'estero, ambienti comuni ai sabaudi infetti, come ad esempio la loggia P2.
Per evitare di trovarci in situazioni critiche come quella inglese riteniamo sia meglio sopprimere i capi che manifestino sintomi sospetti e distruggerne le carcasse.

Andrea G

fonte

05/03/2006 14.32
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
Web: scommettevano su morte Papa, 9 denunciati

AVOLA (Siracusa) - Nove persone, sette maggiorenni e due minori, sono state denunciate dalla polizia postale di Catania per "vilipendio della religione cattolica". Su un forum di Internet avevano scommesso sulla morte di Papa Giovanni Paolo II, durante la sua malattia, e insultavano vescovi e cardinali cattolici. La denuncia e' arrivata da don Fortunato di Noto, presidente dell'associazione Meter, che scruta la Rete a caccia di materiale pedopornografico. Secondo il sacerdote "erano messaggi di cattivo gusto, che non hanno niente a che vedere con la liberta' di pensiero". (Agr)


...
05/03/2006 20.23
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 3.055
Registrato il: 01/06/2004
Utente Master
Re:

Scritto da: astrodanzante 05/03/2006 14.32
Web: scommettevano su morte Papa, 9 denunciati

AVOLA (Siracusa) - Nove persone, sette maggiorenni e due minori, sono state denunciate dalla polizia postale di Catania per "vilipendio della religione cattolica". Su un forum di Internet avevano scommesso sulla morte di Papa Giovanni Paolo II, durante la sua malattia, e insultavano vescovi e cardinali cattolici. La denuncia e' arrivata da don Fortunato di Noto, presidente dell'associazione Meter, che scruta la Rete a caccia di materiale pedopornografico. Secondo il sacerdote "erano messaggi di cattivo gusto, che non hanno niente a che vedere con la liberta' di pensiero". (Agr)


...


O_____O


alcuni mesi orsono"frequentavo"un forum dove erano state fatte scommesse di questo tipo...però il topic non aveva avuto molto peso...poi il forum fu chiuso,senza troppe spiegazioni
vuoi vedere che son loro? [SM=g27828]
08/03/2006 11.11
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
In realtà non vi riporto nulla.

Ieri sera, mentre Porta a Porta era già iniziato, alla conclusione di Primo Piano, dedicato alla scomparsa del bambino Tommaso, raitre ha mandato in onda un servizio-reportage sull'uranio impoverito. (guerre e bugie, inchiesta di Sigfrido Ranucci)

In estrema sintesi,
in Iraq - dove l'uso di penetratori all'uranio impoverito è stato massiccio - l'incidenza di nati con deformità gravi è aumentata significativamente (con annesse immagini agghiaccianti) così come l'incidenza di tumori.
Nell'ex jugoslavia la stessa cosa, addirittura in un paese della bosnia erzegovina pesantemente bombardato, nessuno da allora è morto di vecchiaia.
Il reporter portava con se un contatore geiger il quale mostrava inequivocabilmente la radiattività dei bossoli.
Il servizio si conclude nei laboratori di una società francese non governativa nata dopo l'incidente di Chernobyl (perdonate ma non ricordo il nome) con dimostrazioni e affermazioni sulla certezza della radiottività dell'uranio impoverito (usato anche in maioliche e alcuni pigmenti per colorare destinati anche all'uso scolastico).

[Modificato da astrodanzante 08/03/2006 11.23]

08/03/2006 11.15
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 2.361
Registrato il: 06/07/2004
Utente Veteran
In Sardegna abbiamo denunciato casi di militari malati di cancro
e in alcuni casi morti
subito dopo il rientro dalle missioni nell'ex jugoslavia.

08/03/2006 11.21
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
Re:

Scritto da: Giusitta 08/03/2006 11.15
In Sardegna abbiamo denunciato casi di militari malati di cancro
e in alcuni casi morti
subito dopo il rientro dalle missioni nell'ex jugoslavia.




Nel servizio c'era anche la storia di un soldato americano.

Senza voler sminuire - ci mancherebbe - i casi di leucemia tra i militari che hanno lavorato a contatto con le munizioni, quello che "di nuovo" emergeva nel servizio è che in prossimità di Bagdad, ad appena 2 anni dai bombardamenti, ci sono casistiche e incidenze di deformazioni tra i nuovi nati paragonabili solo a quelle di Hiroshima...

08/03/2006 11.21
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 4.151
Registrato il: 30/05/2004
Utente Master


grazie marco, ci ricordi la bellezza della guerra, oh quanto è bella.
per non parlare delle mine antiuomo.l'ex yugoslavia ne è ancora piena.
italiani brava ggente, ricordate.

io volevo segnalare non un'articolo, ma una foto che riguarda una famiglia turca, che cammina a 4 zampe.

[IMG]http://www.repubblica.it/2003/e/gallerie/scienzaetecnologia/4zampe/ansa77338370703174803_big.jpg[/IMG]

non ci sono articoli, ma questa è la prima foto di una serie di foto a mio parere assurde, che testimonierebbero un'anello mancante verso la postura eretta.

sull'homepage di repubblica, in basso a destra, il link alla serie di foto.


---------------------------------------------

Georg Buchner, nella Morte di Danton , atto quarto: "Il Nulla è il Dio mondiale nascituro".
08/03/2006 11.23
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 4.151
Registrato il: 30/05/2004
Utente Master


ah no, trovato il mini articolo


---------------------------------------------

Georg Buchner, nella Morte di Danton , atto quarto: "Il Nulla è il Dio mondiale nascituro".
08/03/2006 11.26
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 3.442
Registrato il: 28/04/2004
Utente Master
Re:

Scritto da: ongii 08/03/2006 11.23


ah no, trovato il mini articolo


[SM=g27831] è assurdo...








-----------------------------------
Ma io sopravviverò
-----------------------------------
08/03/2006 11.29
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 2.865
Registrato il: 29/11/2004
Utente Veteran
Re:

Scritto da: ongii 08/03/2006 11.23


ah no, trovato il mini articolo



CEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!


----------------------------------------
Il destrosio è uno zucchero un pò amaro
----------------------------------------
il riscaldamento centralizzato più riscalda e più conviene
08/03/2006 11.41
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
questo l'Abstract dall'International Journal of Neuroscience:

The author has discovered a new syndrome with quadrupedal gait, flexed head and body, primitive speech, severe mental retardation, and mild cerebellar signs with a disturbed conscious experience. This syndrome was exhibited by 5 of 19 children from a consanguineous family. The pedigree demonstrated a typical autosomal-recessive inheritance. The genetic nature of this syndrome suggests a backward stage in human evolution, which is most probably caused by a genetic mutation, rendering, in turn, the transition from quadrupedality to bipedality. This would then be consistent with theories of punctuated evolution. On the other hand, the extensor motor system causing a resistance of the body against the gravity may actually be subjected to evolutionary forces. This new syndrome may be used as a live model for human evolution.

C'è un articolo anche sul Corriere

Al di là di ciò che posso pensare al primo impatto sul caso,
non mi piace questo speculare sulla pelle di queste persone.
Mi pare il circo dei Freak moderno...
08/03/2006 11.55
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 4.151
Registrato il: 30/05/2004
Utente Master


a me questa notizia fa sorridere, non lo nego.
In realtà, credo che sul nostro pianeta, di modalità di comportamento dovute a geni recessivi (tipo la postura non eretta)ce ne stanno eccome, mi vengono in mente le abitudini alimentari, le scelte di organizzazione collettiva quando si tratta di tribù...etc etc...

spero anch'io che non si sbeffeggi questa famiglia.custodisce memoria del mondo.


---------------------------------------------

Georg Buchner, nella Morte di Danton , atto quarto: "Il Nulla è il Dio mondiale nascituro".
08/03/2006 12.06
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 3.442
Registrato il: 28/04/2004
Utente Master
Re:

Scritto da: ongii 08/03/2006 11.55


a me questa notizia fa sorridere, non lo nego.
In realtà, credo che sul nostro pianeta, di modalità di comportamento dovute a geni recessivi (tipo la postura non eretta)ce ne stanno eccome, mi vengono in mente le abitudini alimentari, le scelte di organizzazione collettiva quando si tratta di tribù...etc etc...

spero anch'io che non si sbeffeggi questa famiglia.custodisce memoria del mondo.


secondo me si rischia davvero di farla diventare un fenomeno da circo e non una interessante scoperta scientifica, i voyeur ci sono e ci saranno sempre, spero non si degeneri.








-----------------------------------
Ma io sopravviverò
-----------------------------------
08/03/2006 12.31
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 2.570
Registrato il: 28/06/2004
Utente Veteran
edito ho sbagliato reply :-P


cmq roba assurda...

[Modificato da :Bacco: 08/03/2006 12.32]

10/03/2006 09.47
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 2.591
Registrato il: 04/05/2004
Utente Veteran
Non avevo mai letto un pezzo sull'argomento scritto con tanta semplicità e chiarezza.

IL CASO. Il giornalista racconta perché sceglie
"la buona morte": voglio restare padrone di me
"Ho preso il kit dell'eutanasia"
di CORRADO AUGIAS

CARO direttore, qualche giorno fa nel mio programma Le Storie su Raitre ho dato la notizia che sto per acquistare il kit della "buona morte" in vendita a Bruxelles e credo anche in Olanda. Il prezzo è contenuto, meno di cento euro, possono comprarlo i medici sotto la loro responsabilità per un uso professionale deontologicamente appropriato. Come sai, sono stato a Bruxelles cinque anni e conservo parecchie conoscenze. Vedo ora che la notizia ha avuto qualche eco e credo di dover spiegare meglio che cosa intendessi e le ragioni di questa scelta indubbiamente grave.

Prima però di scrivere devo fare una doppia premessa. So bene che l'eutanasia, comunque motivata, è nel nostro paese un reato. Sono anche consapevole che non solo nel paese ma nella stessa comunità di Repubblica coesistono sull'argomento sensibilità diverse. D'altronde si tratta della decisione più grave che un essere umano possa essere chiamato a prendere e dunque dubbi personali, conflitti di tipo religioso, tentazioni di opposta natura, sono giustificati e più che comprensibili. Perché, dunque?

Recenti esperienze che non esito a definire tragiche di persone a me vicine mi hanno messo a contatto diretto con l'infamia di una morte troppo a lungo rimandata. In quel povero corpo straziato nulla era più rimasto di umano, se per umanità intendiamo il controllo di sé, la consapevolezza del proprio essere, la possibilità di comunicare con i nostri simili, quell'attività cerebrale, anche minima, che sola ci distingue dagli altri esseri viventi. La povera creatura aveva di tanto in tanto intermittenti pause di lucidità durante le quali capiva il baratro nel quale era precipitata e piangeva dirottamente, in silenzio, senza singhiozzi. Ho immaginato che potendo ci avrebbe chiesto perché non interrompevamo il suo strazio, quale ferocia, quale viltà ci impedisse di farlo.

Aveva ragione Epicuro quando esortava a non temere la morte perché, scriveva: "Quando c'è lei non ci sei tu, quando ci sei tu non c'è lei". Infatti non è della morte che dobbiamo preoccuparci, una condizione inevitabile la sola certezza che abbiamo; l'abbandono della vita, lì s'annida il problema. Non inquieta l'oltretomba, l'Ade, il Purgatorio o comunque si voglia immaginare (sperare) un'esistenza oltre la morte, la questione è la soglia, la linea di confine che separa questo da quello e che può diventare intollerabile e spaventosa.

Caro direttore, per farla breve, vorrei essere sicuro di poter morire con dignità. Si racconta che la sera prima delle fatali idi di marzo, Cesare fosse andato a cena da Decimo Albino. A un certo punto il padrone di casa gli chiese con aria di sfida: "Qual è per te la morte migliore, Cesare?". Nel gelo improvviso della sala si udì la voce di Cesare, ferma, pacata, già lontana: "Non vorrei una morte lenta. La morte migliore è la meno attesa".

C'è nel suicidio consapevole responsabilmente esercitato (perché anche il suicidio può diventare una futilità) una traccia della virtù romana antica. Il desiderio di restare padroni di sé, di congedarsi dalla vita senza doversi vergognare.

(10 marzo 2006)


*******************************************************************************************
«partigiano, come poeta, è parola assoluta, rigettante ogni gradualità»
(Beppe Fenoglio)


*******************************************************************************************

Dolores Ibarruri è orgogliosa di appartenere agli Ascolti Deplorevoli (sezione Ascolti Cervellotici)
"la presa della Bastiglia del nostro cuore bambino"
13/03/2006 11.47
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 2.591
Registrato il: 04/05/2004
Utente Veteran
Contiene Tutti noi sardi

Voli Cia anche in Sardegna
Un aereo Casa 235, registrato con la sigla N168D sarebbe decollato da Cagliari Elmas il 13 gennaio 2005 con a bordo uomini dell'intelligence Usa e uno o più prigionieri alla volta di Amman. Da lì i prigionieri sarebbero stati smistati verso le carceri segrete della Cia. Lo scriveva ieri mattina il Giornale di Sardegna. «Il governo italiano non poteva non sapere», ha commentato Mauro Bulgarelli, parlamentare dei Verdi. Chiedendo che il governo «riferisca immediatamente su questa gravissima vicenda». La destra preferisce non rispondere. Ma intanto dal Consiglio d'Europa, che ha aperto una indagine sui voli Cia in Italia, arriva una richiesta di ulteriori informazioni a 37 dei 46 stati membri. Che fin ora hanno collaborato ben poco.
il manifesto, 10 marzo 2006


*******************************************************************************************
«partigiano, come poeta, è parola assoluta, rigettante ogni gradualità»
(Beppe Fenoglio)


*******************************************************************************************

Dolores Ibarruri è orgogliosa di appartenere agli Ascolti Deplorevoli (sezione Ascolti Cervellotici)
"la presa della Bastiglia del nostro cuore bambino"
13/03/2006 16.44
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 1.070
Registrato il: 02/03/2005
Utente Veteran
13/03/2006 17.11
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 1.473
Registrato il: 18/05/2004
Utente Veteran

Scritto da: pescetrombetta 10/03/2006 9.47
Non avevo mai letto un pezzo sull'argomento scritto con tanta semplicità e chiarezza.

IL CASO. Il giornalista racconta perché sceglie
"la buona morte": voglio restare padrone di me
"Ho preso il kit dell'eutanasia"
di CORRADO AUGIAS

CARO direttore, qualche giorno fa nel mio programma Le Storie su Raitre ho dato la notizia che sto per acquistare il kit della "buona morte" in vendita a Bruxelles e credo anche in Olanda. Il prezzo è contenuto, meno di cento euro, possono comprarlo i medici sotto la loro responsabilità per un uso professionale deontologicamente appropriato. Come sai, sono stato a Bruxelles cinque anni e conservo parecchie conoscenze. Vedo ora che la notizia ha avuto qualche eco e credo di dover spiegare meglio che cosa intendessi e le ragioni di questa scelta indubbiamente grave.

Prima però di scrivere devo fare una doppia premessa. So bene che l'eutanasia, comunque motivata, è nel nostro paese un reato. Sono anche consapevole che non solo nel paese ma nella stessa comunità di Repubblica coesistono sull'argomento sensibilità diverse. D'altronde si tratta della decisione più grave che un essere umano possa essere chiamato a prendere e dunque dubbi personali, conflitti di tipo religioso, tentazioni di opposta natura, sono giustificati e più che comprensibili. Perché, dunque?

Recenti esperienze che non esito a definire tragiche di persone a me vicine mi hanno messo a contatto diretto con l'infamia di una morte troppo a lungo rimandata. In quel povero corpo straziato nulla era più rimasto di umano, se per umanità intendiamo il controllo di sé, la consapevolezza del proprio essere, la possibilità di comunicare con i nostri simili, quell'attività cerebrale, anche minima, che sola ci distingue dagli altri esseri viventi. La povera creatura aveva di tanto in tanto intermittenti pause di lucidità durante le quali capiva il baratro nel quale era precipitata e piangeva dirottamente, in silenzio, senza singhiozzi. Ho immaginato che potendo ci avrebbe chiesto perché non interrompevamo il suo strazio, quale ferocia, quale viltà ci impedisse di farlo.

Aveva ragione Epicuro quando esortava a non temere la morte perché, scriveva: "Quando c'è lei non ci sei tu, quando ci sei tu non c'è lei". Infatti non è della morte che dobbiamo preoccuparci, una condizione inevitabile la sola certezza che abbiamo; l'abbandono della vita, lì s'annida il problema. Non inquieta l'oltretomba, l'Ade, il Purgatorio o comunque si voglia immaginare (sperare) un'esistenza oltre la morte, la questione è la soglia, la linea di confine che separa questo da quello e che può diventare intollerabile e spaventosa.

Caro direttore, per farla breve, vorrei essere sicuro di poter morire con dignità. Si racconta che la sera prima delle fatali idi di marzo, Cesare fosse andato a cena da Decimo Albino. A un certo punto il padrone di casa gli chiese con aria di sfida: "Qual è per te la morte migliore, Cesare?". Nel gelo improvviso della sala si udì la voce di Cesare, ferma, pacata, già lontana: "Non vorrei una morte lenta. La morte migliore è la meno attesa".

C'è nel suicidio consapevole responsabilmente esercitato (perché anche il suicidio può diventare una futilità) una traccia della virtù romana antica. Il desiderio di restare padroni di sé, di congedarsi dalla vita senza doversi vergognare.

(10 marzo 2006)



Un pensiero logico e lineare.

Perché vietare la "dolce morte"???
A mio parere l'eutanasia andrebbe legalizzata. Se qualcuno/a dovesse ritenerla contronatura è libero/a di non ricorrervi.
Sic et sempliciter...
13/03/2006 17.25
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 2.591
Registrato il: 04/05/2004
Utente Veteran
Re:


Kitaj, un piccolo avviso ai naviganti, magari...

Non che voglia riaprire il dibattito immagini si immagini no, però credo sia giusto che chi clicca sappia che si troverà davanti a qualcosa di forte.


*******************************************************************************************
«partigiano, come poeta, è parola assoluta, rigettante ogni gradualità»
(Beppe Fenoglio)


*******************************************************************************************

Dolores Ibarruri è orgogliosa di appartenere agli Ascolti Deplorevoli (sezione Ascolti Cervellotici)
"la presa della Bastiglia del nostro cuore bambino"
Nuova Discussione
Rispondi
Cerca nel forum

Home Forum | Bacheca | Album | Utenti | Cerca | Login | Registrati | Amministra
Crea forum gratis, gestisci la tua comunità! Iscriviti a FreeForumZone
FreeForumZone [v.4.4.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 03.07. Versione: Stampabile | Mobile
Copyright © 2000-2017 FFZ srl - www.freeforumzone.com