printprintFacebook
Nuova Discussione
Rispondi
 
Stampa | Notifica email    
Autore
Facebook  

Vi riporto un articolo...

Ultimo Aggiornamento: 03/06/2010 17.06
27/05/2006 01.03
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 5.752
Registrato il: 29/04/2004
Utente Master
mah.........
.....


parto naturale senza dolore con anestesia epidurale





ma voi, dico donne, (vi) fareste una cosa del genere?
dico, lo fareste veramente?
Possum è ormai arrivato alla fine...Ipercaforum207 pt.17/08/2017 23.28 by possum jenkins
Chi passa di qui??? Oasi Forum108 pt.17/08/2017 22.23 by possum jenkins
Daiana Paoli (RaiNews, ex TGR-Veneto)TELEGIORNALISTE FANS FORU...34 pt.17/08/2017 17.46 by Albatros61
Babilonia la grandeTestimoni di Geova Online...29 pt.17/08/2017 18.30 by barnabino
formula inserisci fascia costiExcel Forum26 pt.17/08/2017 19.38 by xam99
27/05/2006 10.03
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 2.591
Registrato il: 04/05/2004
Utente Veteran
Re:

Scritto da: mant(r)a 27/05/2006 1.03
mah.........
.....


parto naturale senza dolore con anestesia epidurale





ma voi, dico donne, (vi) fareste una cosa del genere?
dico, lo fareste veramente?

Beh, Mattia, ci sono casi (molti) in cui l'epidurale non fa differenza, dal punto di vista del piccolo, per il buon esito del parto, mentre la fa per la puerpera, che magari ha già avuto un precedente parto molto doloroso.
In questi (e SOLO in questi) casi, dico io, perché no?


*******************************************************************************************
«partigiano, come poeta, è parola assoluta, rigettante ogni gradualità»
(Beppe Fenoglio)


*******************************************************************************************

Dolores Ibarruri è orgogliosa di appartenere agli Ascolti Deplorevoli (sezione Ascolti Cervellotici)
"la presa della Bastiglia del nostro cuore bambino"
27/05/2006 10.47
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 1.563
Registrato il: 13/12/2004
Utente Veteran
Da Repubblica di oggi.

"Garantiremo a tutte le donne italiane di partorire senza dolore".
Livia turco lo aveva annunciato lunedi scorso durante la sua visita al Policlinico Umberto I di Roma. Ed ora il provvedimento è tra quelli urgenti previsti dall'agenda Prodi. Evitare il dolore significa "epidurale". Un terzo delle donne lo richiedono, ma solo il 4 per cento riesce ad ottenere l'intervento gratuito in una struttura pubblica, a tutto beneficio dei parti cesarei che in Italia sono triplicati negli ultimi 20 anni, passando dall'11 al 33 per cento.
Un valore che supera di 15 punti percentuali la soglia massima raccomandata dall'OMS.
Quelle che non riescono a beneficiare dell'epidurale hanno due strade:pagare dai 500 ai 700 euro all'azienda sanitaria locale, oppure rivolgersi ad una struttura privata dove i costi salgono fino a 1500 euro. Fino ad oggi, in Italia, quasi il 70 per cento delle prestazioni d'anestesia viene fornito in regime di libero professionale, escludendo quindi le persone che non hanno i mezzi economici necessari.
I vantaggi di questo tipo d'anestesia sono anche strettamente medici. Il beneficio dell'assenza del dolore è diretto, la pressione del sangue non sale così i vasi sanguigni non si restringono, elemento molto importante soprattutto in presenza di disturbi come miopia, diabete, cardiopatie, insufficienza della placenta.
Mentre i vasi sanguigni aperti si riflettono positivamente sulla respirazione del bambino.
Se la legge passerà, rendendo gratuito l'intervento,l'Italia si allineerà con l'Europa, dove l'epidurale viene praticata su oltre il 50 per cento delle partorienti, garantendo margini più alti di sicurezza per le donne.


Non vedo proprio da dove possa nascere la contrarietà all'epidurale. E lo penso nonostante due parti naturali.






----------------------------------------
Membro degli Ascolti Deplorevoli
Federica la figlia del sindaco



27/05/2006 13.50
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 5.752
Registrato il: 29/04/2004
Utente Master
senti, se io fossi una donna mi sentirei un'imbecille a voler partorire senza dolore.
oh, poi è solo una sensazione mia, ognuno è libero di fare e decidere come vuole; se è possibile benvenga.
poi, non sono una donna né madre, dunque questa cosa non la potrò mai conoscere a fondo; quel che penso è che vorrei, probabilmente, vivere la mia maternità con tutto ciò che implica naturalmente. anche il dolore dà quel che può di valore alle cose.
27/05/2006 14.24
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
Certo che preferiscono partorire con gran dolore, come disse il buon Dio, come ti vengono certi dubbi? Se lo dicono le scritture...
27/05/2006 14.27
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 5.752
Registrato il: 29/04/2004
Utente Master
ma che c'entra, no.....
dico solo che quella delle contrazioni è una parte del parto come la gioia d'avere un bimbo fra le braccia, di portarlo dentro 9 mesi e via dicendo, e, se fosse per me su me stesso, non vedo perché dovrei drogarmi/anestetizzarmi per non sentire (anche) il dolore del nascere.

è un fatto d'esperienza


[Modificato da mant(r)a 27/05/2006 14.28]

27/05/2006 14.33
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 0
Registrato il: 05/10/2005
Utente Junior
Re:

Scritto da: mant(r)a 27/05/2006 14.27
ma che c'entra, no.....
dico solo che quella delle contrazioni è una parte del parto come la gioia d'avere un bimbo fra le braccia, di portarlo dentro 9 mesi e via dicendo, e, se fosse per me su me stesso, non vedo perché dovrei drogarmi/anestetizzarmi per non sentire (anche) il dolore del nascere.

è un fatto d'esperienza


[Modificato da mant(r)a 27/05/2006 14.28]




mattia, anche io penso che per una donna l'esperienza totale del parto in tutte le sue sensazioni ed emozioni sia da vivere sino in fondo. dico "sia" fino a che il dolore è sopportabile. ovviamente la medicina è li proprio per poter aiutare in alcuni casi particolari. (ps. prova a chiedere ad azzu se farebbe l'anestesia.. [SM=g27838] )
27/05/2006 14.44
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 5.752
Registrato il: 29/04/2004
Utente Master
è certo che ci sono casi e cose al limite, non lo nego mica:
dico di principio.
la nonna di mia madre, che non pesava neanche 50kg, mise oltre 24ore per far nascre mio nonno, nel '29, che ne pesava 5,5. credo che, certo, avrebbe gradito qualche alleviamento, ma vedo anche che è campata fino ad oltre novant'anni e pure sorridente.
non vorrei mai togliere la possibilità a chi lo desiderasse di poter usufruire di un tale servizio, dico solo che se io fossi donna vorrei sentire tutto fino in fondo, perché nel dolore del parto non ci trovo niente che non vada, finché è sopportabile perlomeno. quel che non vorrei è che tale pratica possa diventare una sorta di sfogo alle proprie lagnanze "ficose".
penso questo, senza assolutismi, riguardo al parto, e non, ad esempio, chessò, nei confronti di un malato di cancro diffuso allo stadio terminale.....
se mia moglie decidesse di partorire con epidurale non avrei nulla in contrario, perché sarebbe lei a deciderlo con tutta la mia fiducia - altrimenti non sarebbe mia moglie -
quel che dico lo dico solo per me, pensando al se io fossi donna, e chiedendomi se, casomai e soprattutto, ci possa essere qualche donna a pensarla così
27/05/2006 14.50
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 0
Registrato il: 05/10/2005
Utente Junior
Re:

Scritto da: mant(r)a 27/05/2006 14.44
- altrimenti non sarebbe mia moglie -



[SM=g27823]

vabbè, comunque per ora non ho intenzione di mettere al mondo nessuno
si vedrà
27/05/2006 15.05
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 3.106
Registrato il: 21/01/2005
Utente Master
Re:

Scritto da: mant(r)a 27/05/2006 13.50
senti, se io fossi una don na mi sentirei un'imbecille a voler partorire senza dolore.



l'affermazione è un po' forte, ma ho capito cosa vuoi dire.
anche io la penso come te, per quanto riguarda il vivere appieno l'esperienza del parto e della nascita, che comprende anche il dolore. ma trovo giusto, ed è a questo che si riferisce l'articolo, che chi vuole evitare il dolore possa farlo senza sborsare 1000 euro.
[e come dici tu tutto questo in linea di principio...perchè una volta lì voglio proprio vedere chi non ci fa almeno un pensiero ad alleviare quel dolore...]

[Modificato da Agrumica 27/05/2006 15.05]






_________________________________
come puttana fragile in cerca d'occasioni
27/05/2006 17.36
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 5.752
Registrato il: 29/04/2004
Utente Master
ne ho parlato prima con mia madre.
quel che ha detto è che non rinuncerebbe mai e per nulla al mondo a tutto ciò che due parti hanno in lei e per lei comportato, sia con me, nato in 15 minuti, sia con mio fratello che ha portato in dono, coi suoi 1200 grammi di peso, 12 ore di travaglio a dilatazione manuale

ha detto che le sembra una cretinata, che niente, perlomeno per lei, potrà mai sostituire la gioia che quel dolore porta e che, pensando, col senno di poi, a non averlo potuto provare, si sentirebbe non solo donna, ma anche madre a metà

-
il primo pensiero che ho avuto dopo aver letto l'articolo di repubblica salute la settimana scorsa è che questa dell'epidurale fosse una pratica perversa, una prostituzione della carne e dell'essere umano. poi, in una settimana circa, mi sono ammorbidito un po', arrivando a quello che penso adesso:
penso lo stesso, come mia madre, che sia una cretinata da pagliacci, ché se una donna debba aver paura degli effetti su di sé di un parto sarebbe meglio non rimanesse incinta: per come la posso concepire mettere alla luce un figlio non è solo atto d'amore, ma anche di fede/fiducia estrema, e non ci vedo niente d'amorevole nel pensare prima a se stessi e al proprio dolore (che, comunque, scomparirà in neanche troppo tempo) che al sentire completamente la nascita del proprio figlio, carne della carne. se poi penso che un'anestesia del genere possa comportare, con maggiore probabilità, l'utilizzo della ventosa per "cavare" il figlio come si cava un dente malandato allora sarei convintissimo di non farla mai, innanzitutto per amore e per rispetto della vita che porterei dentro.
29/05/2006 10.15
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 1.563
Registrato il: 13/12/2004
Utente Veteran
Re:

Scritto da: mant(r)a 27/05/2006 17.36


...la gioia di quel dolore..... a non averlo potuto provare, si sentirebbe non solo donna, ma anche madre a metà



Si, ma andateglielo a dire a tutte le madri che hanno avuto un cesareo con anestesia totale o a tutte quelle madri che non hanno mai partorito.....

Non capisco proprio dove stia scritto(a parte nella Bibbia) che parto e dolore siano due esperienze imprescindibili e perchè una deve essere una cretina se decide di usare una tecnica moderna ed ormai praticamente priva di rischi, per soffrire di meno.Di meno perchè una buona parte di doglie si fanno lo stesso.
Chiunque abbia fatto l'epidurale parla del suo parto come di un'esperienza bellissima, di cui ricorda ogni momento, vissuto appieno, persino con allegria.

Davvero non capisco tutta questa demonizzazione e questi giudizi trancianti quando ormai ci si anestesizza persino per farsi i buchi alle orecchie.



[Modificato da lemiemanisudite 29/05/2006 10.26]



----------------------------------------
Membro degli Ascolti Deplorevoli
Federica la figlia del sindaco



29/05/2006 17.20
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
Re: Re:

Scritto da: lemiemanisudite 29/05/2006 10.15


Si, ma andateglielo a dire a tutte le madri che hanno avuto un cesareo con anestesia totale o a tutte quelle madri che non hanno mai partorito.....

Non capisco proprio dove stia scritto(a parte nella Bibbia) che parto e dolore siano due esperienze imprescindibili e perchè una deve essere una cretina se decide di usare una tecnica moderna ed ormai praticamente priva di rischi, per soffrire di meno.Di meno perchè una buona parte di doglie si fanno lo stesso.
Chiunque abbia fatto l'epidurale parla del suo parto come di un'esperienza bellissima, di cui ricorda ogni momento, vissuto appieno, persino con allegria.

Davvero non capisco tutta questa demonizzazione e questi giudizi trancianti quando ormai ci si anestesizza persino per farsi i buchi alle orecchie.



[Modificato da lemiemanisudite 29/05/2006 10.26]




Perchè "abbiamo perso la memoria del XV secolo".


(perdonate se intervengo con "battute" che nulla aggiungono alla discussione, ma non sono in vena dialettica...)
29/05/2006 18.06
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 180
Registrato il: 02/12/2004
Utente Junior
scusa mattia ma chi vieta a chi voglia di partorire con dolore?..allora chi adotta un bambino si sente madre a 1/10?
29/05/2006 19.16
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 1.422
Registrato il: 09/06/2004
Utente Veteran
No vabbe ma che c'entra.
Io penso che Matte abbia detto la sua in modo coraggioso su un argomento verso il quale molti uomini non sono in grado di utilizzare una sensibilità del genere. Quanti uomini mai nella loro vita (onestamente) si prendono la briga di interrogare se stessi sul dolore del parto? Tanta parte di essi se ne sbatte allegramente perché tanto a loro non tocca. Questo io lo apprezzo.
Mattia difende la naturalità della nascita. Penso che, con il mestiere che andrà a fare, di medicina e chirurgia ne vedrà un bel po'. Fermo restando che ci possono essere problemi particolari, nessuno dice che chi utilizza anestesie o ha parti cesarei sia una madre parziale. Semplicemente è probabile che il dolore estremo che una donna prova nel mettere al mondo un figlio sia parte della nascita stessa. Questo non toglie che se una donna sceglie diversamente per qualsiasi ragione valga meno come madre. Però è chiaro che non ha vissuto questa esperienza completamente, questo bisogna di certo riconoscerlo. Detto questo, la mamma è sempre la mamma. [SM=g27823]

e poi la traduzione della bibbia è sbagliata: diceva "tu partorirai con sforzo". ri-traduzione di erri de luca.


****

my blog is dead.

****
29/05/2006 19.33
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 1.563
Registrato il: 13/12/2004
Utente Veteran
Re:

Scritto da: dianne 29/05/2006 19.16
nessuno dice che chi utilizza anestesie o ha parti cesarei sia una madre parziale.




Ma voi leggete tutti i post o parlate solo per difendere questo o quello?
Mattia ha detto che una donna che non prova dolore durante il parto è una donna a metà. Lo ha detto chiaro,tondo e convinto.

E tra l'altro io rispetto questo suo giudizio,ma non lo condivido e lo trovo aberrante per svariate ragioni, e,soprattutto non lo capisco.







----------------------------------------
Membro degli Ascolti Deplorevoli
Federica la figlia del sindaco



30/05/2006 12.46
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 913
Registrato il: 14/04/2005
Utente Senior
In Sardegna siamo sempre troooppo avanti!!!
UNIONI CIVILI: SARDEGNA, PROPOSTA LEGGE PER REGISTRO

La Sardegna potrebbe istituire un registro regionale delle unioni civili a tutela delle coppie etero e omosessuali che convivono stabilmente da almeno un anno. La proposta e' contenuta in un testo di legge che il consigliere regionale Maria Grazia Caligaris (Rnp), segretario della commissione consiliare Diritti civili, ha depositato nei giorni scorsi. "E' un primo passo verso il riconoscimento delle coppie di fatto, nel rispetto degli articoli 2 e 3 della Costituzione", ha sottolineato l'esponente socialista in una conferenza stampa, alla quale hanno partecipato anche Michele Demontis e Tonino Mereu, segretario cittadino di Cagliari della Rosa nel pugno. "L'iscrizione sara' gratuita e facoltativa e riconscera' lo status senza alcuna valutazione o illazione di carattere etico o moralistico". Ci si potra' iscrivere anche agli eventuali registri comunali sulle unioni civili, ma in Sardegna pero' ne e' stato istituito uno soltanto su 377 Comuni, nel piccolo centro di Atzara, nel Nuorese. Se la proposta di nove articoli, aperta alla firma di altri consiglieri regionali, diventasse legge, persone maggiorenni anche dello stesso sesso legate da vincoli affettivi, di assistenza e solidarieta' umana e materiale coabitanti da almeno un anno non per matrimonio, parentela, affinita', adozione e tutela potrebbero ufficializzare la loro unione e accedere a benefici e opportunita' amministrative di varia natura. Secondo Caligaris, nella fattispecie potrebbero rientrare giovani in precarie condizioni di lavoro che non sono in grado di affrontare le spese di un matrimonio ("e' diventato un business"), coniugi che attendono la sentenza di divorzio, vedove e/o anziani che temono di perdere la pensione di reversibilita'.

Repubblica.it


_____________________________________
Piccoli di statura, scuri di pelle, abituati a pensare, ragionare, contare, mai concordi fra noi. Cosi siamo tuttora, fatti salvi gli imbecilli che non mancano e nessuna legge potra mai limitare...
----------------------------------------
30/05/2006 12.54
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 2.361
Registrato il: 06/07/2004
Utente Veteran
dal blog beppegrillo.it: Chiacciere e distintivo
Romano Prodi, il nostro dipendente al governo più alto in carica, ha nominato i ministri. Queste persone determineranno la politica dell’Italia dei prossimi anni. Mi sembra quindi opportuno chiedere le motivazioni delle nomine. Sono incarichi pubblici, di dipendenti che paghiamo noi, che potranno cambiare il nostro futuro.
Mastella alla Giustizia, perchè? Di Pietro alle Infrastrutture, perchè? D’Alema agli Esteri, perchè? Vorrei sapere il perchè delle scelte. Essere confortato che ci sia una ragione di competenza, di tutela del Paese, di esperienza dietro ad ogni persona. Non vorrei che ci fossero valutazioni politiche, di rappresentanza, di spartizione del potere. Non voglio neppure pensarlo. Non ci credo.

Però, un piccolo tarlo mi rode. I soliti cattivi pensieri. E se un ministro, anche solo uno, non fosse lì per effettive capacità, ma per qualche ricattino, per una sua voglia di protagonismo?
Per sicurezza vorrei le motivazioni, le credenziali.
Invito i ministri che lo ritengono ad esporle con una lettera al blog insieme agli obiettivi che si propongono di ottenere in questa legislatura.
Sarò felice di pubblicarle insieme ai commenti.

Forse mi sono montato la testa. Forse il blog ha un tasso alcolico troppo elevato. Ma credo che sarebbe un bel gesto se alcuni ministri si mettessero in gioco in rete, in modo diretto con le persone da loro rappresentate.
Un segnale che le cose stanno cambiando.




e a tal proposito leggetevi l'articolo su mastella che vuole concedere la grazia a sofri,
ma proprio lui doveva andarci alla giustizia??

31/05/2006 08.21
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 2.361
Registrato il: 06/07/2004
Utente Veteran
31/05/2006 11.50
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 1.563
Registrato il: 13/12/2004
Utente Veteran
Re:

Scritto da: Giusitta 31/05/2006 8.21
un nuovo partito




Non ci sono parole.





----------------------------------------
Membro degli Ascolti Deplorevoli
Federica la figlia del sindaco



Nuova Discussione
Rispondi
Cerca nel forum

Home Forum | Bacheca | Album | Utenti | Cerca | Login | Registrati | Amministra
Crea forum gratis, gestisci la tua comunità! Iscriviti a FreeForumZone
FreeForumZone [v.4.4.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 23.31. Versione: Stampabile | Mobile
Copyright © 2000-2017 FFZ srl - www.freeforumzone.com