printprintFacebook
Nuova Discussione
Rispondi
 
Stampa | Notifica email    
Autore
Facebook  

Vi riporto un articolo...

Ultimo Aggiornamento: 03/06/2010 17.06
13/01/2006 16.00
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 202
Registrato il: 03/07/2004
Utente Junior
Si, ora ci siam capiti!Cioè concordo sul fatto che ci sian quasi delle certezze su come sono andate le cose, cioè tipo g8 di Genova, è che ovviamente vorrei aspettare la perizia prima di dare un giudizio definitivo sulla vicenda.
Possum è ormai arrivato alla fine...Ipercaforum203 pt.18/08/2017 02.35 by c'eraunavodka
Chi passa di qui??? Oasi Forum102 pt.18/08/2017 02.28 by possum jenkins
Giorgia Rossi - Sport MediasetTELEGIORNALISTE FANS FORU...52 pt.17/08/2017 23.11 by J. Brunetzerg
Babilonia la grandeTestimoni di Geova Online...29 pt.17/08/2017 18.30 by barnabino
formula inserisci fascia costiExcel Forum27 pt.17/08/2017 19.38 by xam99
13/01/2006 16.06
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
Re:

Scritto da: astrodanzante 13/01/2006 15.48
non mi riferivo a quello, ma a cosa ha potuto provare.

Nel blog della madre si intuisce in che stato ha ritrovato il cadavere.

Guarda, di droghe ne conosco molte, ma nessuna che schiaccia lo scroto, che provoca ecchimosi, o che addirittura ti rende ASIMMETRICO.



Astro, sei il solito veterocomunista che se la prende sempre con i poveri poliziotti che fanno il loro mestiere...
è tutta una montatura, è risaputo che il testicolo sinistro è mediamente più grande di quello destro e il fatto che il ragazzo sia caduto dalla macchina (spontaneamente) e abbia schiacciato e sfregato proprio il sinitro nel voler aggredire i poliziotti, che si sono legittimamente difesi, spiega l'ecchimosi allo scroto: i poliziotti hanno avuto l'accortezza di conservare il ragazzo così com'era.... [SM=g27837] [SM=g27837] [SM=g27837]

[Modificato da sogniesintomi 13/01/2006 16.07]

13/01/2006 17.10
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 1.563
Registrato il: 13/12/2004
Utente Veteran
So che vi stupirà, ma sono d'accordo con Febit.Ho letto il blog della madre, ma essendo madre e, soprattutto, figlia di una madre che ha perso una figlia, so quanto sia difficile accettarne non solo la perdita, ma anche le circostanze in cui questa perdita avviene.
Cautamente, prima di esprimere giudizi di odio, aspetterei che la magistratura accerti la verità.






----------------------------------------
Membro degli Ascolti Deplorevoli
Federica la figlia del sindaco



13/01/2006 17.16
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 761
Registrato il: 14/05/2004
Utente Senior




chissa quanti ne hanno ucciso cosi..in silenzio!

non dico che sia il suo caso,ma sappiamo benissimo del comportamento troppo violento delle "autorità" in molti casi...

[Modificato da marlen984 13/01/2006 17.18]

13/01/2006 17.16
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
Re:

Scritto da: lemiemanisudite 13/01/2006 17.10
So che vi stupirà, ma sono d'accordo con Febit.Ho letto il blog della madre, ma essendo madre e, soprattutto, figlia di una madre che ha perso una figlia, so quanto sia difficile accettarne non solo la perdita, ma anche le circostanze in cui questa perdita avviene.
Cautamente, prima di esprimere giudizi di odio, aspetterei che la magistratura accerti la verità.




Luisa, capisco cosa intendi.

Ma non c'è solo la mamma che afferma certe cose.

C'è qualcuno che ha visto un poliziotto con il ginocchio sulla schiena e il manganello sotto la gola.

C'è un reperto del 118.

Ci sono molti elementi, non solo la disperazione di una mamma.

E l'autolesionismo, come sai, ha dei limiti ben precisi, ad esempio nessuno si autoprocura lesioni ai genitali...

Quello che non quadra è perchè a 3 mesi dall'accaduto non ci siano ancora, non dico il termine delle indagini preliminari, ma i referti dell'autopsia.

Perchè nei giornali ci raccontano della rapina in villa e non di questo.
13/01/2006 17.18
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 2.591
Registrato il: 04/05/2004
Utente Veteran
Luisa, sono d'accordo sul non buttare fuori odio a casaccio. Però, oggettivamente e senza voler costruire nessun film attorno, la cosa non è per nulla chiara. L'atteggiamento della questura poi, mi sembra un po' troppo ambiguo e vago. E questo non è mai un buon segno.


*******************************************************************************************
«partigiano, come poeta, è parola assoluta, rigettante ogni gradualità»
(Beppe Fenoglio)


*******************************************************************************************

Dolores Ibarruri è orgogliosa di appartenere agli Ascolti Deplorevoli (sezione Ascolti Cervellotici)
"la presa della Bastiglia del nostro cuore bambino"
13/01/2006 17.23
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 2.591
Registrato il: 04/05/2004
Utente Veteran
Re: Re:

Scritto da: astrodanzante 13/01/2006 17.16

Perchè nei giornali ci raccontano della rapina in villa e non di questo.

O del delitto di Cogne... sul quale il mio unico interesse è sapere se e quando condannano Taormina...
E non perché non voglia giustizia per il piccolo ucciso, ovviamente.


*******************************************************************************************
«partigiano, come poeta, è parola assoluta, rigettante ogni gradualità»
(Beppe Fenoglio)


*******************************************************************************************

Dolores Ibarruri è orgogliosa di appartenere agli Ascolti Deplorevoli (sezione Ascolti Cervellotici)
"la presa della Bastiglia del nostro cuore bambino"
13/01/2006 17.25
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
articolo su Il Resto del Carlino


http://ilrestodelcarlino.quotidiano.net/chan/ferrara:5398198:/2006/01/11:
13/01/2006 17.32
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 2.341
Registrato il: 08/05/2004
Utente Veteran
Re: Re: Re:

Scritto da: pescetrombetta 13/01/2006 17.23

E non perché non voglia giustizia per il piccolo ucciso, ovviamente.




O del delitto di Cogne... sul quale il mio unico interesse è sapere se e quando condannano Taormina...



ho rimuginato tutto il giorno su sta storia
lasciando un pensiero alla madre ho letto che il 25 marzo ad Aversa è accaduto qualcosa di simile



B.

...sfuggo per un attimo al mondo della divisione ed entro nel mondo dell'unità,
dove una cosa, una creatura dice all'altra
"questo sei tu".



" Soltanto chi non ha bisogno nè di comandare nè di
ubbidire è davvero grande ".

J.W.Goethe
13/01/2006 17.35
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 1.563
Registrato il: 13/12/2004
Utente Veteran

Lo so che la vicenda è poco chiara, ma intanto il PM ha confermato la versione delle forze dell'ordine, e cioè che la morte di Federico non è avvenuta per trauma.
Quasi vorrei che le cose fossero andate come la madre pensa, perchè altrimenti il suo dolore sarà inumano,perchè perderebbe in un colpo solo il figlio e l'immagine che di lui aveva.
Ma ho forti dubbi.





----------------------------------------
Membro degli Ascolti Deplorevoli
Federica la figlia del sindaco



13/01/2006 17.40
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 202
Registrato il: 03/07/2004
Utente Junior
Re: Re: Re:

Scritto da: pescetrombetta 13/01/2006 17.23
O del delitto di Cogne... sul quale il mio unico interesse è sapere se e quando condannano Taormina...
E non perché non voglia giustizia per il piccolo ucciso, ovviamente.



Una frase come questa non può che commuovermi ahaha
13/01/2006 17.42
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 202
Registrato il: 03/07/2004
Utente Junior
Incollo un articolo tratto dalla Repubblica on line che contiene le dichiarazioni del procuratore Messina sul caso Aldrovandi.


Ferrara, dopo le accuse della madre del ragazzo morto alla polizia
interviene il procuratore Messina: "Faremo emergere la verità"
Caso Aldovrandi, il pm conferma
"Federico non è morto per trauma"

FERRARA - Non è stato un trauma ad uccidere Federico Aldovrandi, 18 anni, morto nella notte del 25 settembre scorso. La dichiarazione arriva dal procuratore della Repubblica di Ferrara, Severino Messina, a conferma della versione ufficiale fornita dalla questura sulle cause del decesso del giovane. Smentita quindi la mamma del ragzzo morto che in un blog di Kataweb aveva accusato le forze dell'ordine.

Lo stesso questore Elio Graziano ribadisce che, quella notte, "l'intervento della volante della polizia si rese necessario per le ripetute chiamate al 113 che segnalavano la presenza di un giovane in preda ad una crisi di autolesionismo e in stato di agitazione, nei pressi dell'Ippodromo". Federico, hanno riferito i testimoni agli agenti, stava sbattendo la testa contro i pali della luce. Ma, dicono i familiari del giovane, gli uomini della volante, invece di calmarlo, lo avrebbero picchiato.

Il procuratore Messina, però, respinge le accuse mosse dalla madre di Federico, che sul blog aveva denunciato la polizia di averlo ucciso: non riusciva a dare una spiegazione alle contusioni ed ecchimosi rilevate sul corpo del figlio, alla ferita lacero-contusa sul cuoio capelluto, al sangue presente sui vestiti.

"L'autopsia ha escluso che la morte di Federico sia stata provocata da un trauma: qualunque fosse l'origine di quelle contusioni, non erano di per sè sufficienti a causare il decesso del ragazzo". E prosegue: "La consulenza tossicologica ha accertato la presenza nel sangue di sostanze stupefacenti, ma i livelli non consentono di stabilire un nesso di di causalità inequvocabile: spetta ora al perito la valutazione globale del caso".

Intanto si attende il responso del medico legale, al quale sono stati richiesti accertamenti su vari tessuti e indagini particolari. "Va detto, inoltre - precisa Messina - che soltanto il giubbotto del giovane era intriso di sangue, all'altezza della ferita al capo. Ribadisco comunque il mio impegno perché le indagini accertino la verità".

(13 gennaio 2006)
13/01/2006 17.53
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
Ora capisco perchè non c'è la perizia autoptica.

-Il giovane non è morto per cause traumatiche (qualunque sia l'origine)
-Il tossicologico non rileva un quadro di intossicamento.


Povero anatomopatologo! E che ci scrive sopra, questo ha 18...
13/01/2006 18.03
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 1.070
Registrato il: 17/02/2005
Utente Veteran
Storia di sofferenza, non di indignazione (così mi pare).


Ho letto i post, non avevo risposto…
In privato ad Ongii avevo scritto che comunque c’era troppa nebbia, in un avvenimento di per sé allucinante.

Mi trovo d’accordo nella posizione di equilibrio e ponderazione espressa da Luisa.
Non propendo per una o l altra verità, si spera che la verità dei fatti alla fine coincida con la verità appurata. (sai che speranza)

Rimane la verità della storia, del dolore della madre e dei cari, rimane la verità degli eccessi.

Quante morti in autostrada, quanto alcool nelle strade, la chetamine non ai cavalli, gli spinelli quasi in bagno con i professori, tutto normale se non si procede con i paraocchi…tutto normale?

Questo anche avevo pensato…
Nell impossibilità di sapere la verità.


____________________________________________

Una mia considerazione personale, di pochissimo conto:

non riesco a vedere i poliziotti o i carabinieri come categorie di infami, sono uomini come noi, a volte ligi a volte meno, chi buono chi no, a volte rischiano la vita per tutelare la nostra libertà.

Bastardi!!!
si, ma gli indegni, tutti.


__w lory del santo______________
13/01/2006 18.13
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
Guardate, non sono uno di quelli ai quali piace sparare a zero sulle forze dell'ordine, anzi, mi rendo benissimo conto che sono una categoria al quanto sottovalutata nel nostro paese, la cui stragrande maggioranza è formata da individui sani, sanissimi, che spesso rischiano anche la loro vita per uno stipendio miserevole e si vedono spesso ricambiare con barzellette, quando van bene, e spesso con odio.

Per gli stessi motivi però, mi rendo conto che in alcuni la frustazione può essere grande e può capitare, magari anche una sola volta nell'intera vita, di sfogarla in modi non proprio ortodossi.


Nel caso specifico, scusate, ma non immagino proprio la scena.

Una signora chiama all'alba il 113 avvertendo che un ragazzo "fa cose strane". Supponiamo che il ragazzo sia in preda a una crisi autolesionista.

Arriva la volante, il ragazzo si spaventa, tenta la fuga e dopo aggredisce i poliziotti intervenuti.
Nel frattempo i poliziotti hanno chiamato i rinforzi, arriva prima una seconda volante, poi una terza.
Sono in 6, il ragazzo è una veria furia tanto da mandarne in ospedale 4 (il ragazzo fa karate, non dimentichiamolo).

Ad un certo punto, il ragazzo s'accascia e muore, ma non per trauma, e neanche per intossicazione.
Muore, dopo aver avuto energie per resistere a 6 poliziotti.
16/01/2006 22.23
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 2.591
Registrato il: 04/05/2004
Utente Veteran
Re:

Scritto da: astrodanzante 13/01/2006 14.01
quando eventi di questo calibro smettono di sdegnarci...

[Modificato da astrodanzante 13/01/2006 14.01]


Beh, già dimenticato tutto?

Kataweb ha aperto uno speciale, il caso è approdato sul tavolo di Pisanu, via Rifondazione, nonché su quello di Amnesty.


*******************************************************************************************
«partigiano, come poeta, è parola assoluta, rigettante ogni gradualità»
(Beppe Fenoglio)


*******************************************************************************************

Dolores Ibarruri è orgogliosa di appartenere agli Ascolti Deplorevoli (sezione Ascolti Cervellotici)
"la presa della Bastiglia del nostro cuore bambino"
24/01/2006 10.29
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 3.106
Registrato il: 21/01/2005
Utente Master
Re: Re:

Scritto da: pescetrombetta 16/01/2006 22.23
Beh, già dimenticato tutto?



qui una intervista alla madre






_________________________________
come puttana fragile in cerca d'occasioni
24/01/2006 13.27
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 3.790
Registrato il: 27/08/2004
Utente Master
La vergogna infinita



Il Cavaliere e l'ultima trincea
(di Massimo Giannini)


SI AVVICINA l'epilogo della temeraria avventura berlusconiana. E in un misto di arditismo e di dannunzianesimo, il Cavaliere lancia la sua ultima sfida. La più estrema, la più dissoluta. La lancia contro l'uomo che, in questa legislatura vissuta pericolosamente, ha saputo arginare con la sua popolarità indiscussa il discutibile populismo del premier. La lancia contro l'istituzione che, con una sapiente strategia di contenimento, è riuscita ad attenuare le spallate del "monarca repubblicano" di Arcore. Con la sua minaccia sul possibile rinvio a maggio della data delle elezioni, Berlusconi sfida a viso aperto il capo dello Stato. Ciampi, il garante della Costituzione e il simbolo dell'unità nazionale. Il "presidente di tutti", del quale si sono fidati i due Poli e nel quale si riconoscono gli italiani.

Dunque, a poche settimane da un voto colpevolmente declinato come "scontro di civiltà", il capo del governo porta l'attacco al cuore delle istituzioni. Un conflitto di questa portata non ha precedenti. Non solo in questo tormentato quinquennio, ma nell'intero arco della storia italiana del dopoguerra. In un crescendo di falsità e di forzature, il premier pretende che il suo governo, e il Parlamento in cui domina la maggioranza che lo sostiene, sopravvivano a se stessi. A dispetto dell'inconcludenza degli organismi e dell'intelligenza delle persone. "Ormai le riunioni del Consiglio dei ministri - confessa uno dei membri più autorevoli dell'esecutivo - sembrano sedute spiritiche...".

Ancora una settimana. Meglio ancora due. Quella del presidente del Consiglio è una pretesa inaccettabile, perché basata sul tradimento di un patto e politico e istituzionale.

Era stato lui stesso, alla conferenza di fine d'anno, ad annunciare ufficialmente che la data di scioglimento delle Camere era fissata al 29 gennaio. Era stato lui stesso, nell'incontro al Quirinale di domenica sera, a garantire al capo dello Stato che "la data delle elezioni non è in discussione". È stato lui stesso, ieri mattina ai microfoni di Radio 24, a ripetere che il governo "mantiene la data del voto al 9 aprile". Poi, in serata, mentre era già in corso la riunione dei capigruppo della Camera e Casini si accingeva a salire sul Colle, è partito l'affondo. O slitta al 15 febbraio lo scioglimento delle Camere, o slitta a maggio la data delle elezioni. Un finto revolver puntato alla tempia degli alleati. Un vero ricatto recapitato sulla scrivania di Ciampi.

È una pretesa irresponsabile, perché basata sulla politica ad personam che contraddistingue l'intera parabola berlusconiana. Nella visione disperata del Cavaliere, due settimane in più di durata in carica del Parlamento significano due settimane in meno di vigenza dell'odiata par condicio. Cioè di quella "legge liberticida" senza la quale - come sta avvenendo in queste giornate surreali - il premier può mandare quotidianamente in onda il suo Truman show, dagli studi di Biscardi e Bonolis ai microfoni di Isoradio e Radioanch'io. Sa che questa offensiva mediatica non produce effetti sul piano dei consensi. Non lo schioda nei sondaggi. Ma è "l'arte" che gli è sempre piaciuta di più, e che gli riesce meglio. Da uomo di governo ha fatto l'unico errore che da uomo di azienda non avrebbe mai commesso: ha provato a spacciare gli obiettivi per risultati. Ha fallito. E dunque la manipolazione radiotelevisiva è ormai anche l'unica arma che ha a disposizione. Se non per sovvertire il risultato elettorale, quanto meno per ridurne il danno.

Ma nella visione distorta del Cavaliere, due settimane in più di durata in carica del Parlamento significano anche la possibilità di imporre al potere legislativo e a quello giudiziario l'ultimo colpo di spugna sui suoi guai processuali. Con altri quindici giorni a disposizione, diventa possibile ripresentare il provvedimento sull'inappellabilità delle sentenze, che proprio il Quirinale gli ha appena respinto per "palese incostituzionalità". Diventa possibile applicare alla legge Pecorella il "metodo" già collaudato con la legge Gasparri: un intervento formale di window dressing, che fa finta di recepire i rilievi del Colle ma lascia invariato l'impianto sostanziale delle norme. E che obbliga il capo dello Stato a promulgare, inchiodato ai suoi doveri dall'articolo 74 della Costituzione. Così, se non può ottenere dal popolo il rinnovo definitivo del suo "contratto" da premier, il Cavaliere può almeno estorcere al Parlamento la cancellazione preventiva delle sue sentenze di condanna.

Se c'è ancora una trincea, che può respingere l'assedio, questa è di nuovo sul Colle. La resistenza di Ciampi, in un momento così delicato della transizione italiana, è la resistenza di tutti i cittadini che hanno ancora a cuore i destini del Paese. La gravità di questa "balcanizzazione" dei rapporti politico-istituzionali, anche se non si materializza nell'attentato alla Costituzione formale e ai suoi dettami, rappresenta l'ultimo sfregio alla costituzione materiale e alle sue regole. Scioglimento delle Camere, decreto di indizione dei comizi elettorali e data del voto sono un tutt'uno, che serve a dare garanzie ai partiti e certezze agli elettori. Spezzare l'unità di questo circuito, per puro tornaconto personale o processuale, è quasi un atto sedizioso. Lo è sotto il profilo "tecnico", anche se non giuridico. Le norme e le consuetudini costituzionali, per poter innervare la vita democratica, presuppongono la "leale collaborazione" tra le istituzioni. Sono proprio questi i presupposti che Berlusconi ha sistematicamente manomesso in questi cinque anni, e che oggi si dichiara pronto a far saltare definitivamente. "Le combattent supreme... maschera gioiosa in situazione disperata, trucco pesante, sguardo volitivo... si moltiplica sugli schermi come una serigrafia di Andy Warhol. Chapeau, onorevole presidente...". È l'epitaffio che gli ha dedicato Giuliano Ferrara sul Foglio di venerdì scorso. Chi vuole bene a questo Paese, come Ciampi e come tutti noi, non trova una sola ragione al mondo per condividerlo.


__________________________________________________________________________________________________
BERLINOOOOOOOOOOOOOOOOO AAAAHHHHHH
(MA ANCHE DUBLINOOOOOOOOOO VA BENE!!!)
messaggio subliminale





www.volinellanotte.splinder.com

24/01/2006 13.44
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 4.151
Registrato il: 30/05/2004
Utente Master
vomito di balena, vale na cifra.


Sydney, 13:36

AUSTRALIA: VOMITO DI BALENA SU SPIAGGIA, VALE UNA FORTUNA
Non potra' non dirsi fortunata quella famiglia australiana che, passeggiando su una spiaggia isolata, ha trovato una quantita' enorme di vomito di balena: era ambra grigia, la sostanza che si forma nell'intestino dei capodogli e che trova un ottimo impiego per la produzione dei profumi. Considerata un prezioso fissativo nell'industria cosmetica, l'ambra grigia e' venduta sul mercato a 20 dollari il grammo. Il pezzo ritrovato sulla spiaggia australiana pesa 14,75 chili e vale 295.000 dollari (oltre 240.000 euro). Leon Wright e sua moglie Loralee si sono imbattuti nel tesoro casualmente, passeggiando su una spiaggia vicino Streaky Bay (in Australia meridionale). Da brava donna di casa, Loralee si e' in primo momento opposta all'idea del marito di caricare, all'interno del loro fuoristrada, la strana sostanza dall'aspetto unticcio; e cosi' i due hanno lasciato la misteriosa massa sulla spiaggia. Ma due settimane piu' tardi, ripassando sullo stesso luogo, hanno notato che era ancora li' e se la sono portata a casa, scoprendo quanto valesse. L'ambra grigia - ricercatissima anche dalle baleniere del 'Moby Dick' di Hermann Meville - e' la secrezione prodotta dalle balene per inglobare i corpi estranei (per es., il becco corneo dei calamari) ed evitare che irritino le loro mucose intestinali. Quando e' fresca e' nera e maleodorante; lasciata essiccare al sole, diventa grigia, assume la consistenza della cera e un delicato profumo di tabacco.



---------------------------------------------

Georg Buchner, nella Morte di Danton , atto quarto: "Il Nulla è il Dio mondiale nascituro".
30/01/2006 11.22
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 2.341
Registrato il: 08/05/2004
Utente Veteran
Germania. Il cervello si auto-protegge con una sostanza simile alla marijuana

notizia - europa - Aduc - - Canapa e Scienza - [09/01/06]


Una ricerca, apparsa sulla rivista “Neuron”, rivela che una sostanza naturale, somigliante all'ingrediente attivo della marijuana, e’ usata dal sistema immunitario del cervello per proteggere i neuroni -le cellule che trasmettono le informazioni fra il cervello ed il corpo- dalle infiammazioni causate dalle ferite.

La ricerca, condotta dal professor Oliver Ullrich e dal suo team presso la Otto-von-Guericke University Magdeburg, potrebbe portare alla produzione di medicinali per curare le infiammazioni del cervello e per combattere la degenerazione della sclerosi multipla.

I ricercatori hanno analizzato il tessuto del cervello di alcuni malati con la sclerosi multipla, rilevando alti livelli di anandamide, sostanze simile alla marijuana. Essi hanno, inoltre provocato danni cerebrali in alcune cavie, notando un aumento del livello di anandamide. Impedendo all’anandamide di raggiungere le cellule hanno notato una riduzione delle infiammazioni.

Hanno dichiarato i ricercatori: “Come risulta nei cambiamenti comportamentali associati all’uso della droga, il ruolo che la sostanza (l’anandamide) svolge nel sistema immunitario del cervello e’ differente dagli effetti dei cannabinoidi (ingredienti attivi della marijuana) sui neuroni”.



B.

...sfuggo per un attimo al mondo della divisione ed entro nel mondo dell'unità,
dove una cosa, una creatura dice all'altra
"questo sei tu".



" Soltanto chi non ha bisogno nè di comandare nè di
ubbidire è davvero grande ".

J.W.Goethe
Nuova Discussione
Rispondi
Cerca nel forum

Home Forum | Bacheca | Album | Utenti | Cerca | Login | Registrati | Amministra
Crea forum gratis, gestisci la tua comunità! Iscriviti a FreeForumZone
FreeForumZone [v.4.4.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 05.12. Versione: Stampabile | Mobile
Copyright © 2000-2017 FFZ srl - www.freeforumzone.com