printprint
Nuova Discussione
Rispondi
 
Pagina precedente | 1 2 3 4 5 6 | Pagina successiva

Predicazione di giudizio

Ultimo Aggiornamento: 22/01/2019 04.04
Autore
Stampa | Notifica email    
30/04/2018 20.58
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
ONLINE
Post: 1.447
Età: 47
Predicazione di giudizio
Su quale base biblica si può affermare che ci sarà una predicazione di giudizio e in cosa consisterà ?
AUSTRALIAN OPEN 2019TUTTO TENNIS FORUM85 pt.22/01/2019 15.14 by failo.legendkiller
trinità o analisi di alcuni versetti67 pt.22/01/2019 16.16 by Aquila-58
PROSKUNEO53 pt.21/01/2019 19.49 by barnabino
01/05/2018 10.48
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
ONLINE
Post: 1.447
Età: 47
Lo chiedo perché se si intende una predicazione che non prevede nessuna possibilita' di conversione in extremis non ricordo episodi del passato in cui Geova abbia mandato qualche suo profeta ad annunciare una simile condanna.

Ad esempio , è vero che mandò Giona a Ninive ma in seguito al loro pentimento Geova perdonò. Oppure finché Geova utilizzò Geremia ci fu fino all' ultimo la possibilità di salvarsi fuggendo in Egitto.

Insomma finche Geova manda qualcuno è perché c'è ancora possibilità di pentirsi e salvarsi . Geova fa le cose con uno scopo e mandare qualcuno solo per dire ad un altro "buongiorno le annuncio che lei sarà giudicato negativamente e non può più salvarsi" mi sembra incompatibile con un Dio che fa ogni cosa con uno scopo , sopratutto misericordioso , oltre a non trovare esempi del passato che fecero una simile cosa.

Per cui penso che anche se in futuro la predicazione cambierà i toni finché ci sarà ci sarà anche la possibilità di salvarsi

Grazie per le risposte
01/05/2018 14.12
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 853
Re:
claudio2018, 01/05/2018 10.48:

Lo chiedo perché se si intende una predicazione che non prevede nessuna possibilita' di conversione in extremis non ricordo episodi del passato in cui Geova abbia mandato qualche suo profeta ad annunciare una simile condanna.

Ad esempio , è vero che mandò Giona a Ninive ma in seguito al loro pentimento Geova perdonò. Oppure finché Geova utilizzò Geremia ci fu fino all' ultimo la possibilità di salvarsi fuggendo in Egitto.

Insomma finche Geova manda qualcuno è perché c'è ancora possibilità di pentirsi e salvarsi . Geova fa le cose con uno scopo e mandare qualcuno solo per dire ad un altro "buongiorno le annuncio che lei sarà giudicato negativamente e non può più salvarsi" mi sembra incompatibile con un Dio che fa ogni cosa con uno scopo , sopratutto misericordioso , oltre a non trovare esempi del passato che fecero una simile cosa.

Per cui penso che anche se in futuro la predicazione cambierà i toni finché ci sarà ci sarà anche la possibilità di salvarsi

Grazie per le risposte



ciao ho letto adesso la tua domanda..
a me viene in mente così a caldo un episodio in cui un profeta pronunciò
un giudizio di morte
al banchetto di Baldassarre e benchè il re mantenne la promessa di promuovere
il profeta Daniele governante quella stessa notte morì secondo la parola che gli era stata annunciata



_________________________________________________
...le tue proprie consolazioni vezzeggiavano la mia anima
salmo 94:19
01/05/2018 15.04
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
ONLINE
Post: 1.447
Età: 47
Re: Re:
.
[Modificato da claudio2018 01/05/2018 15.10]
01/05/2018 15.06
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
ONLINE
Post: 1.447
Età: 47
Re: Re: Re:
Grazie , a Daniele non avevo pensato anche se in quel caso non fu Geova a mandarlo ma fu Baldassarre che lo chiamò a corte per farsi spiegare la scritta sul muro . Comunque devo dire che l' episodio è interessante perché la scritta fu Geova stesso a mandarla e non significava possibilità di ravvedimento ma condanna per la grave offesa del re . Bisogna vedere se fu un episodio isolato o se Geova ripeterà qualcosa del genere a livello collettivo nel futuro perché mi pare che in tutti gli altri casi in cui Geova mando i profeti , anche in extremis ,c'era la possibilità di avere salva la vita ( Diluvio , Babilonia , Assiria , Roma ) Quando poi le porte si chiusero i profeti non furono piu mandati , i giochi erano fatti.


01/05/2018 15.07
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
ONLINE
Post: 1.447
Età: 47
Re: Re:
Scusate ma col tablet faccio un po di confusione con i post
[Modificato da claudio2018 01/05/2018 15.12]
01/05/2018 15.34
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 853




é comunque un episodio che possiamo considerare emblematico perché contiene elementi importanti per i nostri giorni

la fine di autorità governative in opposizione a Geova

la liberazione del suo popolo per la restaurazione di Gerusalemme

è un libro quello di Daniele che contiene importanti informazioni per il tempo della fine Gesù stesso lo citò in merito alla fine e alla grande tribolazione

e chissà quante altre cose che adesso non mi vengono in mente

_________________________________________________
...le tue proprie consolazioni vezzeggiavano la mia anima
salmo 94:19
01/05/2018 17.03
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 26.763
TdG
Nota cosa dice la TG del 15Luglio 2015 dal Tema:"La vostra liberazione si avvicina.


Cosa accadrà dopo la distruzione delle organizzazioni della falsa religione? Sarà un periodo per dimostrare quello che abbiamo davvero nel cuore. La maggior parte dell’umanità cercherà rifugio nelle organizzazioni umane paragonate a “massi di roccia dei monti” (Riv. 6:15-17). In senso simbolico, però, il popolo di Dio fuggirà al rifugio che Geova provvederà. Durante la tregua che ci fu nel I secolo non si verificò alcuna conversione in massa di ebrei al cristianesimo. Quello fu un tempo in cui chi era già cristiano doveva agire con ubbidienza. In maniera simile, non c’è da aspettarsi che nel corso della futura tregua che ci sarà durante la grande tribolazione molte persone si convertiranno al vero cristianesimo. Sarà piuttosto un’occasione in cui tutti i veri cristiani potranno dimostrare il loro amore per Geova e dare il loro sostegno ai fratelli di Cristo (Matt. 25:34-40).

8 Anche se non comprendiamo pienamente tutto ciò che accadrà durante quel periodo di prova, possiamo aspettarci che, almeno in una certa misura, ci saranno dei sacrifici da fare. Nel I secolo i cristiani dovettero abbandonare i loro beni e sopportare disagi per sopravvivere (Mar. 13:15-18). Saremo disposti a subire delle perdite materiali pur di rimanere fedeli? Saremo pronti a fare tutto ciò che ci è richiesto per dimostrare la nostra lealtà a Geova? Pensate, in quel tempo saremo gli unici a imitare l’esempio dell’antico profeta Daniele continuando ad adorare Dio, costi quel che costi (Dan. 6:10, 11).

Quello non sarà il momento di predicare la “buona notizia del regno”. Il tempo per farlo sarà passato. Sarà invece il tempo in cui “verrà la fine”! (Matt. 24:14). Senza dubbio il popolo di Dio proclamerà un energico messaggio di giudizio, che potrebbe includere la dichiarazione dell’imminente e completa fine del malvagio mondo di Satana. La Bibbia paragona questo messaggio a grandine quando dice: “Una grossa grandine dai chicchi del peso di circa un talento cadde dal cielo sugli uomini, e gli uomini bestemmiarono Dio a motivo della piaga della grandine, perché la piaga d’essa era insolitamente grande” (Riv. 16:21).



Il pensiero positivo attrae persone e cose positive.

Forum Testimoni di Geova
01/05/2018 18.14
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 1.028
Re: Predicazione di giudizio
claudio2018, 30/04/2018 20.58:

Su quale base biblica si può affermare che ci sarà una predicazione di giudizio e in cosa consisterà ?




Per me la predicazione attuale comporta un giudizio.. é incluso.(Isaia 61:2) Fin da quando si predica che Gesù regna dal 1914, questa è una minaccia per le nazioni (Daniele 2:44)
01/05/2018 18.51
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
ONLINE
Post: 1.447
Età: 47
Amalia 52, 01/05/2018 17.03:

Nota cosa dice la TG del 15Luglio 2015 dal Tema:"La vostra liberazione si avvicina.


Cosa accadrà dopo la distruzione delle organizzazioni della falsa religione? Sarà un periodo per dimostrare quello che abbiamo davvero nel cuore. La maggior parte dell’umanità cercherà rifugio nelle organizzazioni umane paragonate a “massi di roccia dei monti” (Riv. 6:15-17). In senso simbolico, però, il popolo di Dio fuggirà al rifugio che Geova provvederà. Durante la tregua che ci fu nel I secolo non si verificò alcuna conversione in massa di ebrei al cristianesimo. Quello fu un tempo in cui chi era già cristiano doveva agire con ubbidienza. In maniera simile, non c’è da aspettarsi che nel corso della futura tregua che ci sarà durante la grande tribolazione molte persone si convertiranno al vero cristianesimo. Sarà piuttosto un’occasione in cui tutti i veri cristiani potranno dimostrare il loro amore per Geova e dare il loro sostegno ai fratelli di Cristo (Matt. 25:34-40).

8 Anche se non comprendiamo pienamente tutto ciò che accadrà durante quel periodo di prova, possiamo aspettarci che, almeno in una certa misura, ci saranno dei sacrifici da fare. Nel I secolo i cristiani dovettero abbandonare i loro beni e sopportare disagi per sopravvivere (Mar. 13:15-18). Saremo disposti a subire delle perdite materiali pur di rimanere fedeli? Saremo pronti a fare tutto ciò che ci è richiesto per dimostrare la nostra lealtà a Geova? Pensate, in quel tempo saremo gli unici a imitare l’esempio dell’antico profeta Daniele continuando ad adorare Dio, costi quel che costi (Dan. 6:10, 11).

Quello non sarà il momento di predicare la “buona notizia del regno”. Il tempo per farlo sarà passato. Sarà invece il tempo in cui “verrà la fine”! (Matt. 24:14). Senza dubbio il popolo di Dio proclamerà un energico messaggio di giudizio, che potrebbe includere la dichiarazione dell’imminente e completa fine del malvagio mondo di Satana. La Bibbia paragona questo messaggio a grandine quando dice: “Una grossa grandine dai chicchi del peso di circa un talento cadde dal cielo sugli uomini, e gli uomini bestemmiarono Dio a motivo della piaga della grandine, perché la piaga d’essa era insolitamente grande” (Riv. 16:21).



Cara Amalia che non ci sarà una conversione di massa sono d'accordo ma quello che mi interessava capire è se la predicazione del giudizio sarà una specie di ultimatum come lo fu per gli ebrei ostinati che ricevettero la predicazione di Geremia che in sostanza diceva : Geova ha giudicato Israele ma se volete potete ancora salvarvi ma non dovete fuggire in Egitto . Cioè mi sembra che Geova fino all' ultimo ha sempre dato una possibilità di scampo come ad es lo fece con Sedechia . Che poi quasi nessuno accetti quella possibilità e ,come dice Rivelazione bestemmia Dio , questo è un altro discorso ma che la possibilità venga data fino all' ultimo , anche con toni forti mi sembra in armonia con il modo in cui Geova ha solitamente agito in passato
01/05/2018 19.26
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
ONLINE
Post: 1.447
Età: 47
Re: Re: Predicazione di giudizio
verderame.1958, 01/05/2018 18.14:




Per me la predicazione attuale comporta un giudizio.. é incluso.(Isaia 61:2) Fin da quando si predica che Gesù regna dal 1914, questa è una minaccia per le nazioni (Daniele 2:44)



Infatti anchi'io tendo a pensarla cosi' : Gia' l'attuale messaggio e' duplice sia di salvezza che di giudizio , un messaggio dolce e amaro e comporta la possibilita' di conversione , per cui penso che i riferimenti dello schiavo e di Rivelazione sebbene indichino un'inasprimento di toni e una concentrazione sul tema del giudizio non escludano la possibilita' in extremis di afferrare la salvezza



01/05/2018 23.41
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 918

Gesù paragona il giudizio anche al diluvio, sette giorni prima del diluvio, Noè secondo il comando di Geova entra nell'arca assieme alla sua famiglia e gli animali poi Geova chiude le porte.
Solo dopo sette giorni, si aprono le cataratte dei cieli e le sorgenti delle acque degli abissi si aprirono e inizia a piovere...
themegasabry
02/05/2018 05.58
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
ONLINE
Post: 1.447
Età: 47
sabrina.valenti, 01/05/2018 23.41:


Gesù paragona il giudizio anche al diluvio, sette giorni prima del diluvio, Noè secondo il comando di Geova entra nell'arca assieme alla sua famiglia e gli animali poi Geova chiude le porte.
Solo dopo sette giorni, si aprono le cataratte dei cieli e le sorgenti delle acque degli abissi si aprirono e inizia a piovere...



Bene ma finché Noè stava fuori e predicava c'era ancora l' opportunità di entrare nell'arca
02/05/2018 07.56
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 1.028
Re:
sabrina.valenti, 01/05/2018 23.41:


Gesù paragona il giudizio anche al diluvio, sette giorni prima del diluvio, Noè secondo il comando di Geova entra nell'arca assieme alla sua famiglia e gli animali poi Geova chiude le porte.
Solo dopo sette giorni, si aprono le cataratte dei cieli e le sorgenti delle acque degli abissi si aprirono e inizia a piovere...




Scusate l' OT, ma il sembrerebbe che ci siano 2 racconti paralleli in Genesi 7.

Se leggiamo Genesi 7:11-16 è indicato esattamente il giorno in cui Dio fa piovere e sembrerebbe che tutto accada lo stesso giorno, sia l'entrata di Noé con la sua famiglia, e l'entrata degli animali, sia la chiusura della porta dell'arca, sia l'inizio della pioggia. Tutto nel medesimo giorno.Dunque la porta non fu chiusa 7 giorni prima, lasciando fino all'ultimo per chi ne avesse voglia la possibilità di salire a bordo.
02/05/2018 09.03
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
ONLINE
Post: 1.447
Età: 47
Non sappiamo quanti giorni ci vollero per far salire tutti gli animali ma finché salirono come dici tu la porta rimase aperta e finché Geova la lasciò aperta c'era la possibilità di rispondere positivamente a Noè il predicatore di giustizia.
[Modificato da claudio2018 02/05/2018 09.05]
02/05/2018 09.33
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 2.737
Città: PASIAN DI PRATO
Età: 71
Giusto per chiarire... (sempre di passaggio) ...
verderame.1958, 02/05/2018 07.56:




Scusate l' OT, ma il sembrerebbe che ci siano 2 racconti paralleli in Genesi 7.

Se leggiamo Genesi 7:11-16 è indicato esattamente il giorno in cui Dio fa piovere e sembrerebbe che tutto accada lo stesso giorno, sia l'entrata di Noé con la sua famiglia, e l'entrata degli animali, sia la chiusura della porta dell'arca, sia l'inizio della pioggia. Tutto nel medesimo giorno.Dunque la porta non fu chiusa 7 giorni prima, lasciando fino all'ultimo per chi ne avesse voglia la possibilità di salire a bordo.



Forse ti è sfuggito questo riferimento....

(Genesi 7:6-10) 6 E Noè aveva seicento anni quando il diluvio di acque venne sulla terra. 7 Entrò dunque Noè, e i suoi figli e sua moglie e le mogli dei suoi figli con lui, nell’arca davanti alle acque del diluvio. 8 Di ogni bestia pura e di ogni bestia che non è pura e delle creature volatili e di ogni cosa che si muove sul suolo, 9 vennero a due a due a Noè dentro l’arca, maschio e femmina, proprio come Dio aveva comandato a Noè. 10 E sette giorni dopo accadde che le acque del diluvio vennero sulla terra.

Dicendo "nel giorno", che riferisci, è inteso come periodo dei sette giorni prima delle effettive piogge.

Il "motivo" di tale "pausa", era forse per dare modo a quelli che osservano l'arca pronta, di evidenziare le loro inclinazioni per le quali era appunto stato decretato il giudizio.

Non ci sono riferimenti a pentimenti o richieste di "perdono".. piuttosto, e più facilmente, fuori dell'arca, mentre ancora non pioveva, si sbellicavano dalle risa prendendo in giro Noè e la sua famiglia... "e sta pioggia.... dove la andiamo a prendere?...."

ma sette giorni dopo, la pioggia schiarì bene le loro idee...

se ci possa essere un parallelo scatologico, non lo so.... Ma io, vedendo sempre più vicino il "Regno" effettivo, comincerei a pensarci seriamente (di trovarmi dentro l'arca)... [SM=x1408447]

ciao...

monseppe2
[Modificato da monseppe2 02/05/2018 09.40]

--------------------------------------------------------------
Ricercatore indipendente.
--------------------------------------------------------------
La verità completa e più preziosa si trova sotto la punta
dell'Iceberg che facilmente si vede solo in superficie.
02/05/2018 11.31
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
ONLINE
Post: 1.447
Età: 47
Re: Giusto per chiarire... (sempre di passaggio) ...



se ci possa essere un parallelo scatologico, non lo so.... Ma io, vedendo sempre più vicino il "Regno" effettivo, comincerei a pensarci seriamente (di trovarmi dentro l'arca)... [SM=x1408447]

ciao...

monseppe2



Il parallelo sta nella reazione della maggioranza a chi predica il messaggio di salvezza che viene visto come "strano" o "non normale" rispetto al resto delle persone. Era così che venivano considerati profeti come Noè , Geremia , Isaia , i primi Cristiani ecc...
La storia si ripete in ogni tempo e presenta lo stesso parallelo : una minoranza considerata "strana" e "malvista" che predica da una parte e una maggioranza che la ignora e se ne fa beffe. Tuttavia Dio si serve di questi disprezzati per cercare di indurre gli altri al pentimento fino all'ultimo
02/05/2018 12.00
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 1.028
Re: Giusto per chiarire... (sempre di passaggio) ...
monseppe2, 02/05/2018 09.33:



Forse ti è sfuggito questo riferimento....

(Genesi 7:6-10) 6 E Noè aveva seicento anni quando il diluvio di acque venne sulla terra. 7 Entrò dunque Noè, e i suoi figli e sua moglie e le mogli dei suoi figli con lui, nell’arca davanti alle acque del diluvio. 8 Di ogni bestia pura e di ogni bestia che non è pura e delle creature volatili e di ogni cosa che si muove sul suolo, 9 vennero a due a due a Noè dentro l’arca, maschio e femmina, proprio come Dio aveva comandato a Noè. 10 E sette giorni dopo accadde che le acque del diluvio vennero sulla terra.

Dicendo "nel giorno", che riferisci, è inteso come periodo dei sette giorni prima delle effettive piogge.


monseppe2



No, non mi é sfuggito. Ho scritto che "sembrerebbe" che ci siano 2 racconti paralleli.

Che sia inteso come un "periodo" di 7 giorni questo non lo leggo.

"Nel 600o anno della vita di Noè, nel 2o mese, il 17o giorno del mese, proprio in quel giorno, tutte le sorgenti delle acque degli abissi si aprirono e le cateratte dei cieli si spalancarono.+ 12 E sulla terra piovve a dirotto per 40 giorni e 40 notti. 13 In quello stesso giorno Noè entrò nell’arca insieme ai suoi figli — Sem, Cam e Iàfet+ — a sua moglie e alle tre mogli dei suoi figli.+ 14 Entrarono insieme a tutti gli animali selvatici secondo le loro specie,* a tutti gli animali domestici secondo le loro specie, a tutti gli animali che strisciano sul suolo secondo le loro specie e a tutti i volatili secondo le loro specie, uccelli e creature alate. 15 Tutti gli esseri viventi* che avevano l’alito* della vita continuarono ad andare nell’arca da Noè a due a due. 16 Entrarono, il maschio e la femmina di tutti gli esseri viventi, proprio come Dio aveva comandato a Noè. Poi Geova chiuse la porta dietro di lui.
02/05/2018 12.18
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 978
Città: ZAGAROLO
Età: 27
Scusa claudio il tuo ultimo messaggio non riesco a leggerlo si sono mescolate le frasi....

Il messaggio di giudizio io sapevo che era un vero e proprio predicare la distruzione della bestia selvagia ovvero la vaduta dei governi quindi il messaggop che stiamo dando è unicamente "buona notizia"... [SM=g2037509]

Per quanto amaro per i governi il vedere un regnante al di sopra (cristo) non mi sembra si sia predicata ancora la venuta della guerra che segna la loro fine ...
Cioè il messaggio finora è sempre stato piu un prossimamente .
E il messaggio di giudizio dovrebbe essere "ora accade" .

Scusate ho scritto di fretta
02/05/2018 13.53
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
ONLINE
Post: 1.447
Età: 47
Anthony.Sidra, 02/05/2018 12.18:

Scusa claudio il tuo ultimo messaggio non riesco a leggerlo si sono mescolate le frasi....

Il messaggio di giudizio io sapevo che era un vero e proprio predicare la distruzione della bestia selvagia ovvero la vaduta dei governi quindi il messaggop che stiamo dando è unicamente "buona notizia"... [SM=g2037509]

Per quanto amaro per i governi il vedere un regnante al di sopra (cristo) non mi sembra si sia predicata ancora la venuta della guerra che segna la loro fine ...
Cioè il messaggio finora è sempre stato piu un prossimamente .
E il messaggio di giudizio dovrebbe essere "ora accade" .

Scusate ho scritto di fretta



È perché non ho ancora capito col tablet come quotare i messaggi correttamente.

Sono daccordo che ora è un "prossimamente accadrà" e che in futuro sarà un "ora accade". Quindi come dice lo schiavo cambieranno i toni. Ma anche allora penso che se per assurdo qualcuno volesse pentirsi lo potrà fare proprio come quando gli ebrei andarono in esilio a Babilonia . In quel caso era addirittura " è accaduto" ma chi avesse seguito le istruzioni di Geova date tramite Geremia di non fuggire in Egitto poteva salvarsi . Idem per Sedechia : Geremia gli disse : "hai visto ? È accaduto ma se ti arrendi a Nabucodonosor ti andrà bene" Cioè cambiamento di toni sicuro ma siccome non c' è piu ulteriore tempo questa è la tua ultima possibilità di salvarti. Ma l' opportunità c'è è questo che sto dicendo e che mi sembra in armonia con lo scopo della misericordia di Geova.
Pagina precedente | 1 2 3 4 5 6 | Pagina successiva
Nuova Discussione
Rispondi

Home Forum | Album | Utenti | Cerca | Login | Registrati | Amministra
Crea forum gratis, gestisci la tua comunità! Iscriviti a FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 16.31. Versione: Stampabile | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com