Nuova Discussione
Rispondi
 
Stampa | Notifica email    
Autore
Facebook  

Abduction... "lettera aperta" di Giulia d'Ambrosio

Ultimo Aggiornamento: 13/01/2007 19.46
24/12/2006 11.57
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
Post: 134
Registrato il: 11/03/2003
Utente Junior
OFFLINE
Salve a tutti,
vi posto di seguito la "lettera aperta" inviatami dalla Dott.ssa Giulia d'Ambrosio.
Buona lettura
Ciao Carlo
-----------------------------------------------------------------------

Carissimo Carlo, scrivo a te che hai la pazienza di seguire forum e pubblicazioni, pregandoti di diramare queste righe. Non sono né arrabbiata né amareggiata dalle cose che si scrivono in giro di me, quando chiaramente e quando velatamente. In quanto psichiatra, e poi psicanalista, fin da giovane sono stata abituata a essere bersaglio di proiezioni da parte delle persone che non stavano bene. E’ una situazione frequente per chi fa il mio lavoro, e quindi niente di strano che accada anche in ufologia. Ma forse è bene spiegare a lettori più giovani che le roboanti parole di taluni possono nascondere un’estrema inconsistenza e una fragilità personale, in modo che abbiano strumenti per difendersi, e soprattutto per difendere il loro cervello dall’attacco di volgarità, che in ufologia è molto diffusa. A volte sembra di stare davanti alla televisione, dove si discute per ore di eventi calcistici del tutto irrilevanti o inventati, utilizzando sempre le stesse cento parole per esprimersi e l’invadenza per farsi notare. Ma se gli eventi calcistici in sé non richiedono, per essere commentati, l’uso di un’intelligenza particolarmente raffinata, sarebbe auspicabile che gli eventi ufologici vedessero in campo persone più concrete, meno polemiche, più colte e più inclini al rispetto. Insomma, esseri umani di spessore.
La tua insistenza nel voler far rilevare, nei tuoi scritti, la presenza del lavoro mio e di Cigada come uno dei pochi lavori accolti in campo scientifico sembra faccia saltare i nervi ai più. Invece di farsi saltare i nervi potrebbero produrre altri lavori. In fondo sono passati 7 anni dal Congresso di Ipnosi di Monaco, e tutti questi signori, a parte dormire sugli allori, cos’hanno combinato? Escludo dai miei discorsi il dottor Pattera, sulla cui serietà di scienziato e sulla cui cultura non ho dubbi.
Ieri un conoscente mi leggeva al telefono le parole dedicate alla mia persona apparse su un giornalino di settore, all’interno di un articolo sulle donne in ufologia, a firma di una signora che mi pare di conoscere. L’articolo sembrerebbe condito di quella misoginia che ha sempre caratterizzato una certa ufologia italiana, è curioso quindi che l’articolo sia firmato da una donna, non trovi? Oltre a tutto, vi sono, se pur senza citare i nomi, inoppugnabili riferimenti degni di una bella causa per diffamazione a mezzo stampa, ed è curioso che l’intestataria dei beni di famiglia si esponga in tal modo, condividi? Del resto, l’inesprimibile finezza nello stile, nel quale si può percepire sfumatura su sfumatura, basterebbe a farci guardare a quelle parole con incredulità. Dietro queste operazioni scappa sempre fuori il corto cervello che dirige le operazioni, e la mancanza di dignità delle persone che gli stanno intorno, che sembrano inabili nel fermare la fonte di tante maldicenze gratuite, di insulti all’intelligenza e al lavoro degli altri. Si insulta chi lavora quando non si ha un lavoro serio, evidentemente; si insulta chi studia quando si pensa di sapere tutto; si insulta chi sceglie di stare in un punto di osservazione senza gridare quando ci si sente a proprio agio nei panni del pescivendolo dell’ufologia. Chi non ha nulla di nuovo da dire o sta zitto o getta discredito su chi invece qualche proposta ce l’ha. Sono due modi di vivere, in senso generale e non solo ufologico, che qualificano il valore di una persona.
Ciò va esteso non a una sola voce dell’ufologia, ma a parecchie: sono parecchi, questi pescivendoli, che se solo potessero guardare in modo disincantato il loro lavoro dall’esterno capirebbero perché non vengono a capo di alcun mistero né vengono interpellati da quei pochi che sono realmente addentro alle complicate questioni che popolano il mondo ufologico. Non hanno mai un dubbio sulla giustezza di ciò che fanno, sempre avanti a tutta velocità, a testa bassa, finché, s’intende, le loro imprese sono tutte di dimensioni colossali e di prodigiosa prosperità. Ma quando l’inconsistenza si svela, solo alla calunnia sanno fare appello. Forse la radice di tutto questo sta nell’adulazione degli ignoranti? O nel facile dominio sopra la povertà di spirito e di risorse della gente? Che vergogna.
Che vergogna accettare anche che le persone che ti seguono coltivino l’odio, il rancore e il disprezzo per qualcuno che non conoscono, come fanno per esempio i cinquanta lettori di un altro forum molto noto – ma non solo loro. Cosa accade, nell’animo umano, perché si possano provare sentimenti negativi verso qualcuno con cui non si è mai parlato? Io stessa ricordo di aver fatto questo errore nei tuoi confronti, per esempio, fidandomi del detentore di un magazine ufologico che ti identificava, a mo’ di minestrone, con altri gruppi. Così, quando a me scappò una parola di troppo in pubblico, tu avesti la pazienza di contattarmi, e reciprocamente abbiamo compreso di essere molto diversi da come venivamo dipinti. Ma a me scappò una parola di troppo, non anni di insulti. Tutta questa gente pensa veramente che a Milano si aggiri un mostro in forma di psicanalista, che passa il tempo a chiacchierare inutilmente o a esprimere malevolenza verso gli altri? Il fatto è – e valga per ognuno di questi pescivendoli – che quando si scopre di stare esagerando, o ci si ferma e si chiede scusa, o si prosegue, per coprire con sparate sempre più grosse le sparate del passato.
Voglio specificare, e poi chiudo, che tra i pescivendoli non comprendo il professor Malanga, che considero un uomo di indubbia intelligenza. Il mio rammarico è che se si fosse appoggiato a persone di rango nel portare avanti al sua passione ufologica non sarebbe incorso in tanti errori e inesattezze, e non avrebbe considerato archetipi molto noti negli studi alchimistici come i punti d’arrivo della sua divisione in parti dell’essere umano. Penso che la sua intenzione fosse ottima, il suo carattere pessimo. La mia opinione è che si trovi ora in un vicolo cieco, e non se lo meritava. Molte delle cose che pensava avrebbero potuto essere un bagaglio prezioso per professionisti di vero calibro. Così invece questo aspetto dell’ufologia è rimasto monco e i suoi studi praticamente sconosciuti e inutilizzabili. Quanto al fatto, che lui ama riferire, che io vada in giro dicendo particolari non veri riguardo i suoi primi studi, ho avuto più volte modo di spiegare che dei disturbi di sonno il suo primo abdotto si lamentò col mio primo abdotto, e che il fatto che il suo primo abdotto avesse spesso necessità di cure psichiatriche mi fu riferito da uno studioso molto conosciuto e allora suo compagno di cordata. A entrambe le notizie ho sempre guardato con un punto interrogativo e non le ho mai spacciate per mie osservazioni personali né le ho mai riportate per iscritto. Ho invece cara una telefonata con il dottor Moretti, che per ora non posso divulgare, in quanto il dottor Moretti prima me ne diede il permesso e poi lo ritirò. E, al contrario di quanto avrebbe fatto qualsiasi pescivendolo dell’ufologia, tale telefonata è rimasta tra il mio materiale privato, nonostante siano passati molti anni. Il dottor Malanga non può vantare una tale pulizia d’animo nei miei confronti, e ben ne è al corrente.
Il vero guaio, caro Carlo, si configura però per le persone che oltre all’ufologia non hanno altre vere passioni nella vita. E io certamente questo guaio non ce l’ho. I pescivendoli e le varie coorti certamente sì. Siccome è Natale, mi spiace per loro, ma penso che a Santo Stefano già non mi spiacerà più.
Spero che queste righe consentano alle persone che per natura non sono corruttibili di continuare a pensare e credere che l’ufologia si può fare anche in un altro modo: persino studiando, persino quasi in silenzio. Ciò porta a risultati insperati, a contatti che altrimenti non si attivano. E che gli altri lo sappiano o non lo sappiano è marginale, ed è anche una questione di stile.
Un caro abbraccio a te e ai Camelot. Giulia d’Ambrosio


Giulia Maria d'Ambrosio è medico, neuropsichiatra infantile e psicoterapeuta. Formatasi come ricercatore in neurofisiologia presso l'Università di Milano, ha approfondito l'esperienza in campi diversi sia come terapeuta che come consulente. Si occupa di Incontri Ravvicinati del IV tipo dal 1996. Nell'ottobre 2000 - in collaborazione con il dott. Mario Cigada, vice-presidente dell'AMISI - ha presentato un lavoro scientifico al Congresso Mondiale della Società Internazionale di Ipnosi tenutosi a Monaco (Germania), "Alcune raccomandazioni circa l'uso dell'ipnosi in soggetti che riferiscono esperienze denominate Incontri Ravvicinati di IV tipo". Si tratta del primo lavoro circa gli Incontri Ravvicinati che sia stato presentato ufficialmente in ambito professionale. Componente dell'organizzazione scientifica "Saber Enterprises-F.I.R.S.T." di Derrel Sims, si è occupata anche di Crop Circles. Altre informazioni sono reperibili qui: www.primocontatto.net

"Non tutti capiscono che l'esistenza stessa del Cun ci tutela un po' dal Sabadin".
ANONIMO webbatore lomellino.... appartenente ad associazioni NON riconosciute ma.... dotato di multiple personalità" ;-)))))))

BARCAMP:
http://fabri58.altervista.org/Manifestazioni/2007/gen25_milanoBCC.html

TuttoRIMINI:
http://fabri58.altervista.org/Manifestazioni/2006/apr0809.html

Camelot Chronicast... Il PRIMO podcast ufologico italiano:
http://www.camelotchronicles.com/Altro/chronicast.htm

Sentinel ITALIA (www.sentinelitalia.org) - Gruppo Camelot (www.gruppocamelot.too.it)
CalciomercatoSenza Padroni Quindi Roma...94 pt.24/06/2017 13.24 by Sound72
Chiarimenti...Testimoni di Geova Online...76 pt.24/06/2017 13.34 by verderame.1958
Calciomercato 2017-18blog191269 pt.24/06/2017 12.29 by Bauscia_Dal_1912
06/01/2007 08.17
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
Post: 139
Registrato il: 11/03/2003
Utente Junior
OFFLINE
Video intervista a Giulia d'Ambrosio
INTERVISTA ALLLA DOTT.SSA GIULIA D'AMBROSIO

( Rimini 08 04 2006 )
Dal Sito di Sentinel ITALIA - www.sentinelitalia.org

Domanda n°1 "Perchè uno psicoterapeuta si occupa di abduction? "

http://www.sentinelitalia.org/video/interv%20dambrosio/int%20dambrosio1.html

Ciao Carlo

"Non tutti capiscono che l'esistenza stessa del Cun ci tutela un po' dal Sabadin".
ANONIMO webbatore lomellino.... appartenente ad associazioni NON riconosciute ma.... dotato di multiple personalità" ;-)))))))

BARCAMP:
http://fabri58.altervista.org/Manifestazioni/2007/gen25_milanoBCC.html

TuttoRIMINI:
http://fabri58.altervista.org/Manifestazioni/2006/apr0809.html

Camelot Chronicast... Il PRIMO podcast ufologico italiano:
http://www.camelotchronicles.com/Altro/chronicast.htm

Sentinel ITALIA (www.sentinelitalia.org) - Gruppo Camelot (www.gruppocamelot.too.it)
09/01/2007 02.53
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
Post: 140
Registrato il: 11/03/2003
Utente Junior
OFFLINE
Altre domande...
Prosegue la divulgazione dell'intervista fatta alla Dott.ssa Giulia d'Ambrosio:

Domanda n°1 "Perchè uno psicoterapeuta si occupa di abduction? "

Domanda n°2 " Tra i casi che ha avuto ce n'è stato qualcuno che l'ha colpita particolarmente?"

Domana n°3 " Parlando del fenomeno, vogliamo vederla sotto un punto di vista di realtà del fenomeno, o è meglio una lettura su altri piani ? "


http://www.sentinelitalia.org

Ciao Carlo

"Non tutti capiscono che l'esistenza stessa del Cun ci tutela un po' dal Sabadin".
ANONIMO webbatore lomellino.... appartenente ad associazioni NON riconosciute ma.... dotato di multiple personalità" ;-)))))))

BARCAMP:
http://fabri58.altervista.org/Manifestazioni/2007/gen25_milanoBCC.html

TuttoRIMINI:
http://fabri58.altervista.org/Manifestazioni/2006/apr0809.html

Camelot Chronicast... Il PRIMO podcast ufologico italiano:
http://www.camelotchronicles.com/Altro/chronicast.htm

Sentinel ITALIA (www.sentinelitalia.org) - Gruppo Camelot (www.gruppocamelot.too.it)
13/01/2007 19.46
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
Post: 145
Registrato il: 11/03/2003
Utente Junior
OFFLINE
Termina l'intervista alla Dott.ssa d'Ambrosio con l'ultima domanda "Quali sono i tuoi progetti futuri ?" interessantissima la sua risposta.

E si continua con l'intervista a Filiberto Caponi,con la prima risposta alla domanda "Chi è Filiberto Caponi e qual è la tua storia "

Sempre e solo esclusivamente nel sito della Sentinel Italia http://www.sentinelitalia.org
Ciao Carlo

"Non tutti capiscono che l'esistenza stessa del Cun ci tutela un po' dal Sabadin".
ANONIMO webbatore lomellino.... appartenente ad associazioni NON riconosciute ma.... dotato di multiple personalità" ;-)))))))

BARCAMP:
http://fabri58.altervista.org/Manifestazioni/2007/gen25_milanoBCC.html

TuttoRIMINI:
http://fabri58.altervista.org/Manifestazioni/2006/apr0809.html

Camelot Chronicast... Il PRIMO podcast ufologico italiano:
http://www.camelotchronicles.com/Altro/chronicast.htm

Sentinel ITALIA (www.sentinelitalia.org) - Gruppo Camelot (www.gruppocamelot.too.it)
Amministra Discussione: | Chiudi | Sposta | Cancella | Modifica | Notifica email Pagina precedente | 1 | Pagina successiva
Nuova Discussione
Rispondi
Cerca nel forum

Home Forum | Bacheca | Album | Utenti | Cerca | Login | Registrati | Amministra
Crea forum gratis, gestisci la tua comunità! Iscriviti a FreeForumZone
FreeForumZone [v.4.4.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 14.04. Versione: Stampabile | Mobile
Copyright © 2000-2017 FFZ srl - www.freeforumzone.com