printprintFacebook
Nuova Discussione
Rispondi
 
Pagina precedente | 1 2 | Pagina successiva
Stampa | Notifica email    
Autore
Facebook  

Lo sciopero dei minatori inglesi

Ultimo Aggiornamento: 29/01/2018 15.04
OFFLINE
Post: 4.790
Post: 4.706
Registrato il: 23/07/2005
Sesso: Maschile
Venerabile Conoscitore della Storia
08/01/2018 15.05
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota

stimolato da un post di GF ho voluto ricordare questa triste pagina di storia recente. una sconfitta non solo per i minatori inglesi ma per tutti i lvoratori. Una sconfita che ha dato il via libera al peggior liberismo le cui conseguenze paghiamo tutti noi tuttora. [SM=x875367]

 
Email
 
Scheda Utente
Stagione 2018/2019: creazione dei gironiblog1912dei18/06/2018 09.50 by TifosodaBG
estrazione dei datiExcel Forumdei18/06/2018 08.59 by SARAWEST81
proprieta' intellettuale dei postAssistenza FreeForumZonedei14/06/2018 14.36 by bafiett
OFFLINE
Post: 4.790
Post: 4.706
Registrato il: 23/07/2005
Sesso: Maschile
Venerabile Conoscitore della Storia
08/01/2018 15.08
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota

una breve nota tratta da wikipedia
Lo sciopero dei minatori britannici del 1984-1985 (in inglese UK miners' strike) fu un'azione di lotta sindacale condotta dall'Unione Nazionale dei Minatori (NUM) di Arthur Scargill tra il marzo 1984 e il marzo 1985.

La disputa iniziò quando il governo conservatore guidato da Margaret Thatcher annunciò la chiusura della miniera di carbone di Cortonwood, nello Yorkshire, come primo atto dello smantellamento di venti siti estrattivi, che avrebbe comportato la perdita di 20.000 posti di lavoro. A tale annuncio, il NUM rispose proclamando uno sciopero nazionale.

Lo sciopero coinvolse fino a 165.000 minatori, che furono appoggiati da gente di tutto il mondo. Il governo dispiegò ingenti forze di polizia intorno alle miniere di carbone, e numerosi furono gli scontri violenti.

Dopo oltre 51 settimane di lotta, durante le quali tra i lavoratori si registrarono due morti, 710 licenziamenti e 10.000 procedimenti giudiziari, un congresso straordinario del NUM votò a stretta maggioranza (98 a 91) la ripresa del lavoro. Il sindacato uscì fortemente indebolito dallo scontro, mentre Margaret Thatcher poté consolidare il proprio programma neoliberista

 
Email
 
Scheda Utente
OFFLINE
Post: 4.791
Post: 4.707
Registrato il: 23/07/2005
Sesso: Maschile
Venerabile Conoscitore della Storia
08/01/2018 15.11
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota

ecco invece un interessante approfondimento con traduzioni di numerosi articoli apparsi sulla stampa britannica

 
Email
 
Scheda Utente
OFFLINE
Post: 779
Post: 656
Registrato il: 16/07/2005
Sesso: Maschile
Fonte di saggezza
08/01/2018 15.42
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota

a proposito di sostegno
gran parte del mondo musicale inglese e non solo si schierò con i minatori.
Non sono sicuro che il testo della canzone sia attinente ma il video dei boomtown rats risale proprio a quel periodo e non credo che l'ambientazione sia casuale
[Modificato da Stand by me 08/01/2018 15.45]

 
Email
 
Scheda Utente
OFFLINE
Post: 838
Post: 719
Registrato il: 10/07/2005
Sesso: Maschile
Fonte di saggezza
08/01/2018 21.14
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota

Re:
jules maigret, 2018/01/08 15:05:

stimolato da un post di GF ho voluto ricordare questa triste pagina di storia recente. una sconfitta non solo per i minatori inglesi ma per tutti i lvoratori. Una sconfita che ha dato il via libera al peggior liberismo le cui conseguenze paghiamo tutti noi tuttora. [SM=x875367]


e te conta che in quell'anno, in Italia, perdemmo anche il referendum sulla scala mobile. TEMPACCI!!!


 
Email
 
Scheda Utente
OFFLINE
Post: 15.045
Post: 13.736
Registrato il: 03/09/2004
Sesso: Maschile
Storia Pura
09/01/2018 06.34
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota

Re: Re:
Jetro mano di ferro, 2018/01/08 21:14:


e te conta che in quell'anno, in Italia, perdemmo anche il referendum sulla scala mobile. TEMPACCI!!!


on me ne parlare. ci rimasi malissimo. fu una sconfitta drammatica, paragonabile a quella dei minatori inglesi, da allora in poi pensioni sanita' e sicurezza sul e del posto di lavoro sono diventate chimere.



 
Email
 
Scheda Utente
OFFLINE
Post: 1.597
Post: 1.588
Registrato il: 10/02/2007
Sesso: Maschile
Certezza Assoluta
09/01/2018 19.10
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota

sulle conseguenze di quella sconfitta
ossia della politica della Lady di ferro sulle miniere, vale la pena di guardare un bel film di alcuni anni fa: Grazie, signora Thatcher

 
Email
 
Scheda Utente
OFFLINE
Post: 15.046
Post: 13.737
Registrato il: 03/09/2004
Sesso: Maschile
Storia Pura
10/01/2018 11.52
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota

Re: sulle conseguenze di quella sconfitta
cari@tide, 2018/01/09 19:10:

ossia della politica della Lady di ferro sulle miniere, vale la pena di guardare un bel film di alcuni anni fa: Grazie, signora Thatcher


se non sbaglio parla di una banda musicale di minatori destinata a chiudere assieme alla loro miniera. molto bello e molto triste.

 
Email
 
Scheda Utente
OFFLINE
Post: 328
Post: 326
Registrato il: 07/02/2006
Sesso: Maschile
Scrigno del sapere
10/01/2018 23.12
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota

Della sconfitta dei minatori.

A quanto pare il forum è ripartito. E ripartono i commenti su questo o quel fatto. Ottimo.
Vediamo dunque di non lasciar passare questo momento favorevole e semmai stimolare la ripresa, dopo anni di esistenza vegetativa. Torneremo ad essere un forum di dibattito e confronto? Riusciremo ad attrarre nuova linfa vitale che ci tenga in moto? Sarà l'inizio di una nuova stagione? Ai posteri eccetera eccetera.
Per quel che mi riguarda, inizierò questa nuova epoca con due parole sullo sciopero dei minatori inglesi del 1984/85, che diversi commenti ha già, chissà perché, generato. Si trattava di un post di molti anni fa ma evidentemente il soggetto è sentito tra gli utenti e sarà quindi d'uopo parteciparvi in qualche modo.
Delle ragioni della sconfitta epocale dei minatori tanto è già stato detto. Il rifiuto di tenere una votazione preliminare, che permise al governo di dichiarare lo sciopero illegale e sequestrare i beni del sindacato minatori. La scarsa combattività del Trade Union Council (centrale sindacale britannica), la già avviata “blairizzazione”, con Neil Kinnock, del Labour Party, la militarizzazione della polizia (non più i simpatetici “bobbies” di quartiere ma braccio armato dell'esecutivo), il ruolo destabilizzante e provocatorio dei servizi segreti, la rivoltante parzialità (per una volta) della BBC e tante altre.
Epperò il fattore decisivo, a mio modesto avviso, fu la divisione operata (astutamente ed efficacemente) dal governo tra i minatori stessi. Il governo conservatore, deciso a risolvere una volta per tutte il conflitto con quei sindacati forti che già in passato avevano sconfitto i Tories, applicò con successo la verbo del divide et impera. La creazione del sindacato scissionisti UDM (Union of Democratic Mineworkers) nel Nottinghamshire tramite aiuti e pressioni governative, spezzò in due il fronte dei minatori generando frizioni e lotte fratricide nel momento di maggior difficoltà del conflitto. I crumiri dell'UDM tennero aperti i pozzi che la NUM (National Union of Miners, rappresentante della maggioranza) cercava presidiare, lanciando una fune di salvataggio al governo. I dirigenti del sindacato “giallo” davano persino suggerimenti ai ministri su come battere le tattiche degli scioperanti. Fu una grande tragedia fratricida, dalla quale tutti uscirono sconfitti. Anche gli scissionisti, ai quali erano stati promessi aumenti salariali e la sicurezza del posto di lavoro, ricevettero la giusta paga anni dopo quando, nel 1991/1992, il governo conservatore procedette alla definitiva svendita e chiusura degli ultimi pozzi. Spero i crumiri si stiano ancora mangiando le mani dalla rabbia.
Aveva ragione Jules Maigret quando, aprendo il post, che allora mi sfuggì, dichiarava testualmente “Una sconfita che ha dato il via libera al peggior liberismo le cui conseguenze paghiamo tutti noi tuttora”. Una sintesi ineccepibile. Dopo, con Tony Blair, il Labour Party diventò il miglior sostenitore del liberismo e del “Washington consensus” che portò a compimento la rivoluzione neo-liberista sotto la quale, nonostante crisi, ineguaglianze, povertà ed esclusione, ancora stiamo vivendo. Spero il nuovo Labour Party di Jeremy Corbin vada presto al potere per spostare il pendolo di nuovo a sinistra. Ma questo, purtroppo, è argomento OT ...

[Modificato da Il garfagnin fuggiasco 10/01/2018 23.12]

 
Email
 
Scheda Utente
OFFLINE
Post: 15.048
Post: 13.739
Registrato il: 03/09/2004
Sesso: Maschile
Storia Pura
11/01/2018 10.51
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota

Re: Della sconfitta dei minatori.
Il garfagnin fuggiasco, 2018/01/10 23:12:

...
Epperò il fattore decisivo, a mio modesto avviso, fu la divisione operata (astutamente ed efficacemente) dal governo tra i minatori stessi. Il governo conservatore, deciso a risolvere una volta per tutte il conflitto con quei sindacati forti che già in passato avevano sconfitto i Tories, applicò con successo la verbo del divide et impera. La creazione del sindacato scissionisti UDM (Union of Democratic Mineworkers) nel Nottinghamshire tramite aiuti e pressioni governative, spezzò in due il fronte dei minatori generando frizioni e lotte fratricide nel momento di maggior difficoltà del conflitto. I crumiri dell'UDM tennero aperti i pozzi che la NUM (National Union of Miners, rappresentante della maggioranza) cercava presidiare, lanciando una fune di salvataggio al governo. I dirigenti del sindacato “giallo” davano persino suggerimenti ai ministri su come battere le tattiche degli scioperanti. Fu una grande tragedia fratricida, dalla quale tutti uscirono sconfitti. Anche gli scissionisti, ai quali erano stati promessi aumenti salariali e la sicurezza del posto di lavoro, ricevettero la giusta paga anni dopo quando, nel 1991/1992, il governo conservatore procedette alla definitiva svendita e chiusura degli ultimi pozzi....



il fattore della divisione sindacale fu decisivo anche per la sconfitta del referendum sulla scala mobile. CGIL contro CISL e UIL.

 
Email
 
Scheda Utente
OFFLINE
Post: 1.598
Post: 1.589
Registrato il: 10/02/2007
Sesso: Maschile
Certezza Assoluta
11/01/2018 14.25
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota

Re: Re: Della sconfitta dei minatori.
ugo.p, 2018/01/11 10:51:


il fattore della divisione sindacale fu decisivo anche per la sconfitta del referendum sulla scala mobile. CGIL contro CISL e UIL.


Sono sicuro che anche i "sindacalisti gialli" nostrali si siano poi mangiati le mani come i sindacalistti gialli inglesi.


 
Email
 
Scheda Utente
OFFLINE
Post: 841
Post: 722
Registrato il: 10/07/2005
Sesso: Maschile
Fonte di saggezza
11/01/2018 15.05
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota

il mi' zio
diceva sempre che il partito socialdemocratico e la UIL li aveva creati la CIA per indebolire i lavoratori italiani "troppo rossi" [SM=x875378]

 
Email
 
Scheda Utente
OFFLINE
Post: 330
Post: 328
Registrato il: 07/02/2006
Sesso: Maschile
Scrigno del sapere
11/01/2018 16.11
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota

Perche' siamo bischeri ...

... e ci lasciamo dividere dai potenti e dai ricchi. Lo sciopero dei minatori di rame e dei camionisti apri' le porte al caos economico ed al golpe di Pinochet. Quante volte e' successo!

 
Email
 
Scheda Utente
OFFLINE
Post: 1.651
Post: 1.137
Registrato il: 11/09/2004
Sesso: Maschile
Certezza Assoluta
11/01/2018 19.49
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota

e quante volte è successo
che Ugo chiudesse un topic per "deriva" politica.
mi sorprendo che non l'abbia ancora fatto. [SM=x875378]
dello sciopero dei minatori ricordo poco, mi pare di ricordare che quell'anno gli spandau salirono sul palco del festival di Sanremo con il pugno chiuso per solidarietà con i minatori.......o forse mi confondo?

 
Email
 
Scheda Utente
OFFLINE
Post: 332
Post: 330
Registrato il: 07/02/2006
Sesso: Maschile
Scrigno del sapere
12/01/2018 10.51
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota

Re: e quante volte è successo
grognard, 11/01/2018 19:49:

che Ugo chiudesse un topic per "deriva" politica.
mi sorprendo che non l'abbia ancora fatto




Non osera'!

 
Email
 
Scheda Utente
OFFLINE
Post: 780
Post: 657
Registrato il: 16/07/2005
Sesso: Maschile
Fonte di saggezza
12/01/2018 11.21
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota

Re: Re: e quante volte è successo
Il garfagnin fuggiasco, 2018/01/12 10:51:


Non osera'!


un tempo non avrebbe avuto remore. [SM=x875378]


[Modificato da Stand by me 12/01/2018 11.22]

 
Email
 
Scheda Utente
OFFLINE
Post: 333
Post: 331
Registrato il: 07/02/2006
Sesso: Maschile
Scrigno del sapere
12/01/2018 12.05
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota

Re: Re: Re: e quante volte è successo
Stand by me, 12/01/2018 11:21:


un tempo non avrebbe avuto remore. [SM=x875378]






Ma ormai e' vecchio ...

 
Email
 
Scheda Utente
OFFLINE
Post: 15.049
Post: 13.740
Registrato il: 03/09/2004
Sesso: Maschile
Storia Pura
12/01/2018 15.16
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota

Re: Re: Re: Re: e quante volte è successo
Il garfagnin fuggiasco, 2018/01/12 12:05:




Ma ormai e' vecchio ...


se continuate lo chiudo per OT



 
Email
 
Scheda Utente
OFFLINE
Post: 334
Post: 332
Registrato il: 07/02/2006
Sesso: Maschile
Scrigno del sapere
12/01/2018 15.20
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota

Re: Re: Re: Re: Re: e quante volte è successo
ugo.p, 12/01/2018 15:16:


se continuate lo chiudo per OT






OOPS! Se n'e' accorto...

 
Email
 
Scheda Utente
OFFLINE
Post: 15.086
Post: 13.775
Registrato il: 03/09/2004
Sesso: Maschile
Storia Pura
28/01/2018 11.13
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota

Re: a proposito di sostegno
Stand by me, 2018/01/08 15:42:

gran parte del mondo musicale inglese e non solo si schierò con i minatori.
Non sono sicuro che il testo della canzone sia attinente ma il video dei boomtown rats risale proprio a quel periodo e non credo che l'ambientazione sia casuale


l'ho notato solo oggi postandolo nel gioco dei video.
guardate le immagini nel murales alle spalle dei cantanti




 
Email
 
Scheda Utente
Amministra Discussione: | Chiudi | Sposta | Cancella | Modifica | Notifica email Pagina precedente | 1 2 | Pagina successiva
Nuova Discussione
Rispondi
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]
Home Forum | Album | Utenti | Cerca | Login | Registrati | Amministra
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 20.49. Versione: Stampabile | Mobile | Regolamento Privacy
FreeForumZone [v.4.4.2] - Copyright © 2000-2018 FFZ srl - www.freeforumzone.com