00 2/29/2012 2:40 PM
Tempo variabile
in una relazione invernale
Lacrime sul cuscino
che si fanno neve fuori la finestra
Aspetto l’alba
per vedere i primi raggi di sole
rimbalzare sul ghiaccio
e bruciare il mondo
in un rosso vivo e pieno di sfumature
Fioca luce al neon
in un vecchio bar sulla nazionale
Il solito vino della casa
in un bicchiere colmo di odio
che arrugginisce l’anima
Immagina una verde collina
dipinta con mille fiori colorati
Immagina il vento
che gli sfiora i petali in un dolce valzer
E poco più
di un metro sotto l’immaginazione
corpi putrefatti
di un vecchio cimitero nazista mai dichiarato
Quanto grande è il paradiso del vostro dio?
E secondo voi
ci sono ancora posti liberi?
Dal cielo le stelle ci guardano e ridono
Ci hanno già visto recitare queste vite
magari con facce diverse
da secoli
facciamo sempre
gli stessi errori!