[ Fotocamere digitali: guida all'acquisto ] [ Regolamento | Registrazione ]
 
Previous page | 1 2 3 | Next page
Print | Email Notification    
Author

[audio] Creare eccellenti MP3 col codec LAME 3.97 ed ExactAudioCopy

Last Update: 9/13/2007 6:24 PM
OFFLINE
Post: 16,422
Maestro
************************************************************************************
CREARE OTTIMI MP3 con il codec LAME ed il cd ripper ExactAudioCopy
Piccola guida pratica - by Paolo Mattiello (paolo1)
Pubblicazione: 03.06.2002
Revisioni: 22.03.2003 - 17.05.2003 - 18.10.2003 - 26.03.2004

Revisione attuale parziale (solo link corretti): 17.02.2010
************************************************************************************

Premessa: questa guida è un prodotto originale, basato sull'esperienza dell'autore e, per la configurazione raccomandata di lame, sul wiki del progetto lame su hydrogenaudio.org (si vedano i link). E' vietato copiarla integralmente o in parte senza citarne l'autore.

Lo scopo della guida, sin dalla sua prima pubblicazione (2002), è cercare di rendere familiare ad un sempre crescente numero di persone l'uso di programmi gratuiti di alta qualità, cioè il codec mp3 lame e il cd ripper per windows ExactAudioCopy, accoppiata che garantisce la produzione di mp3 allo stato dell'arte, per gli usi consentiti dalla legge.
LAME purtroppo non è un programma user friendly il cui uso può essere improvvisato senza una pur minima informazione sull'argomento; lo scopo della guida è chiarire i (pochi) punti base per utilizzare l'accoppiata EAC+LAME (e lame in generale) con facilità e produrre mp3 di alta qualità.

La guida si articola ora in due versioni


Naturalmente, si consiglia caldamente a chi è interessato a produrre buoni mp3 di riservarsi un quarto d'ora e proseguire nella lettura della guida vera e propria, ma l'esperienza di tanti anni ha ormai insegnato che molte persone non tollerano le lunghe guide e insistono per una procederura realmente terra-terra.
CLIC QUA per la procedura fortemente riassunta in un capitolo.


INDICE

1 - Link ai programmi e siti utilizzati nella guida

--------------
2 - Breve introduzione sull'argomento lame, mp3, ExactAudioCopy
--------------
3 - Guida minima ai parametri di un file mp3

--------------
4 - Come impostare i parametri di LAME: uso pratico generico

--------------
5 - Exact Audio Copy

--------------
6 - Comprimere gli mp3: usare LAME all'interno di Exact Audio Copy

--------------
7 - Procedura EAC+LAME semplificata all'osso - guida for dummies
--------------


1. Link ai programmi utilizzati in questa guida - aggiornato 14.04.2007

LAME - codec mp3 freeware e opensource


ExactAudioCopy (EAC) - cd ripper per Windows e interfaccia per lame mp3 codec
  • Sito ufficiale di ExactAudioCopy (EAC): http://www.exactaudiocopy.de
  • Sito di download di EAC: http://download.digital-world.de/public/EAC/eac-0.99pb5.exe
    • La versione attualmente è: Exact Audio Copy V 0.99 prebeta 5 - Si può scegliere la versione normale (sotto forma di installer windows: 1.2 MB; in archivio zip, senza installer: 1.6 MB) oppure la versione provvista del pacchetto CDRDAO per masterizzare con EAC (installer windows: 1.8 MB; in archivio zip, senza installer: 2.3 MB).
      Si consiglia di scaricare la versione Exact Audio Copy V 0.95 beta 4 with CDRDAO-Burning, per servirsi delle eccellenti capacità di masterizzazione audio di EAC. Quanto alla scelta del modo di presentazione del programma (installer windows o archivio zip), è indifferente, essendo legata all'abitudine dell'utente (i neofiti troveranno più facile l'utilizzo dell'installer per Windows).

  • Guida approfondita a ExactAudioCopy, in italiano : http://web.tiscali.it/eac_italiano/index.htm
    (aggiornata al 2003 ma ancora attuale)


Altri download utili
  • Foobar2000, player audio di qualità per windows - versione 1.0 - 3.2 MB
  • Burnatonce, ottimo programma di masterizzazione con supporto .cue - utilizza cdrdao.exe - freeware




2. Breve introduzione sull'argomento lame, mp3, ExactAudioCopy

Cos'è LAME? - LAME è un eccellente enCOder/DECoder mp3 (CoDec) gratuito e opensource, cioè è sviluppato da una comunità di programmatori e il codice è disponibile pubblicamente. E' compatibile con tutte le versioni di Windows, compreso Windows XP, ed è disponibile anche per Mac OS/X e Linux/BSD.

Cos'è un codec mp3? - Un codec mp3 serve per codificare (in pratica, creare) il file mp3 e decodificarlo (in pratica permetterne l'ascolto o comunque decomprimerlo in formato audio digitale). Qualsiasi applicazione che crea o riproduce mp3 si basa su un codec, che quindi è il vero "motore attivo" del procedimento. Le applicazioni che creano mp3 a partire da CD audio o che comprimono mp3 a partire da file già presenti sull'hard disk (es. EAC, Cdex e tantissime altre) non hanno di per sé capacità di compressione mp3 e, al momento di comprimere, si basano sul codec mp3, che spesso è un programma esterno, o un programma disponibile a livello di sistema e condiviso da molte applicazioni. LAME è attualmente usato da moltissimi software di creazione e gestione di mp3; spesso è fornito col programma stesso (per esempio CD-EX, magari non in ultimissima versione), altre volte è necessario procurarselo a parte (come nel caso di EAC)

Perché usare proprio LAME? - LAME, programma gratuito, risulta essere attualmente da seri test e ricerche l'encoder migliore (soprattutto per bitrate medio-alti) e il suo punto di forza è l'utilizzo in modalità VBR/ABR e l'utilizzo dei suoi eccellenti preset (preimpostazioni) e delle sue potenti possibilità di configurazione. Inoltre, gli mp3 da lui prodotti sono gapless (se riprodotti consecutivamente, non inducono un piccolo vuoto in coda ad ogni file), se vengono riprodotti con un player compatibile (per esempio, il sempre assolutamente consigliato
foobar2000).

Che tipo di file è lame? Come si presenta - LAME è utilizzabile in 2 versioni:
  • LAME.EXE, programma da console (cioè, senza interfaccia grafica) : si utilizza da prompt (prompt ms-dos in win98, prompt dei comandi nelle altre versioni) scrivendo una linea di comando (per fornirgli la configurazione) oppure, molto meglio, facendolo interagire come encoder esterno con un programma interfaccia (front-end), esempio, ExactAudioCopy, molto consigliato, CD-EX, RazorLame, foobar2000 e tanti altri.

  • LAME_ENC.DLL, libreria a caricamento dinamico: non è un file direttamente eseguibile ma, messo nella stessa cartella del programma con cui deve interagire (EAC (consigliato), CD-EX etc.) viene incorporato dal programma stesso.

Cos'è la linea/riga di comando? A cosa servono i programmi interfaccia (front-end)? - Per usare la versione eseguibile lame.exe è necessario indicare al programma una linea (o riga) di comando, cioè una stringa più o meno lunga e complessa che ne contiene la configurazione (bitrate, modalità, filtri, preset etc.). I programmi interfaccia (front-end) sono programmi che, comunicando con lame, offrono all'utente la possibilità di controllarlo in maniera più semplice e automatizzata rispetto allo scomodissimo uso diretto da prompt di comando. In effetti, lame si usa sempre integrato ad altri programmi, per questioni di semplicità e velocità.

Cosa bisogna sapere per impostare lame? - Per usare LAME e creare dei buoni mp3 è ovviamente necessario conoscere almeno i parametro fondamentali su questo formato. L'uso tecnico di tutte le opzioni di lame è riservato a pochi, quindi esistono delle comode preimpostazioni (preset), lungamente collaudati, che semplificano la scelta dei parametri, che si riduce al decidere due cose: che tipo di mp3 (abr? cbr? vbr?) e che bitrate.

E' importante usare un buon programma di estrazione audio da cd (cd ripper)? - E' cosa fondamentale, in quanto la qualità di un file audio mp3 dipende sia dalla qualità della compressione sia dalla qualità del materiale audio di partenza, che dev'essere privo di difetti dovuti ad una cattiva estrazione audio da cd. Quest'ultima è un procedimento abbastanza delicato a causa di limiti intrinseci del filesystem dei cd audio e dovrebbe essere condotta nel migliore dei modi, sia che si vogliano comprimere mp3 sia che - anzi, soprattutto - quando si masterizza un cd audio (l'estrazione audio dal cd fonte è il primo e fondamentale passo della masterizzazione audio). Usare un programma d'estrazione audio (cd ripper) di qualità eccellente come ExactAudioCopy garantisce una fedelissima e soprattutto sicura lettura dei dati audio da cd, contribuendo a creare degli ottimi mp3, privi di click e rumori vari introdotti da un'estrazione non perfetta e a velocità poco consigliabili.



3. Guida minima ai parametri di un file mp3

3.1. Cos'è "mp3"
MP3, ossia MPEG-1 Audio Layer 3, è un formato audio compresso di tipo lossy, cioè con perdita. Ciò significa che, durante la compressione, vengono persi dei dati audio, cosa necessaria per raggiungere l'alto grado di compressione (e quindi di piccole dimensioni di file) proprie di mp3. Il codec scarterà i dati audio superflui, cercando di utilizzare solo quelli realmente significativi per l'orecchio umano, guidato dal suo "modello psicoacustico". Un file mp3 quindi non è altro che un'approssimazione dell'audio originale da cui deriva (spesso molto riuscita e scarsamente distinguibile dall'originale), e la sua resa qualitativa dipende da alcuni parametri, tramite i quali è possibile creare mp3 sempre più fedeli all'originale (ma di grandi dimensioni), oppure meno fedeli ma di piccolissime dimensioni. In ogni caso, la perdita di informazione è connaturata al formato, e i dati così persi non possono essere mai più recuperati nel processo inverso, cioè durante la riproduzione o la riconversione in audio non compresso, tipicamente wav. E' importante infatti chiarire che il processo "audio non compresso"--->mp3 non è reversibile, quindi mp3-->"audio non compresso" non restituirà l'originale ma solo una "copia non compressa" del file mp3. Pertanto, il file .wav derivante dalla decompressione di un mp3 non è il file .wav originale ma è solo una grossa copia wav del file mp3 stesso.

3.2. Quali sono i parametri che è sempre necessario scegliere quando si crea un file mp3 con LAME?
La prima cosa da fare è chiarire a se stessi che tipo di mp3 si intende produrre, in base al suo scopo. Mp3 per lettore portatile? per ascolto da pc? Molto fedele all'originale? Meno fedele ma più piccolo in dimensioni? Il più fedele possibile? Una via di mezzo..?
A questo punto, in base alla qualità e al peso in MB che si intendono raggiungere, occorre decidere e impostare 2 parametri di capitale importanza: il bitrate e la modalità del bitrate (cbr, abr o vbr), due cose peraltro assai legate tra loro.

3.3. La prima cosa da conoscere: il BITRATE
Cos'è un file mp3? E' un bitstream (flusso di bit) suddiviso in frame, unità che durano circa 26ms (assimilabili in qualche modo ai fotogrammi di un film). E' quindi un flusso di dati, che scorre nel tempo. Il bitrate è la misura di questo flusso, cioè è il valore che indica quanti bit vengono usati per codificare un secondo di musica (per entrambi i canali destro e sinistro). Si esprime in kilobit per secondo (kbps) e in LAME varia da 8 kbps (il minimo) a 320 kbps (il massimo). Quindi, se un mp3 ha il bitrate a 128 kbps, significa che ogni secondo di questo mp3 viene rappresentato da 128 kilobit, ossia circa 15.6 KB (KiloByte). Ne consegue che un file mp3 della durata di 3 minuti (210 secondi) ha le dimensioni di circa 3.2 MB.

Evidentemente, maggiore sarà la quantità di bit utilizzati in ogni secondo, migliore sarà la resa qualitativa, perchè l'encoder avrà a sua disposizione più spazio per rappresentare digitalmente i dati musicali. In linea di massima la qualità in ascolto è proporzionale al bitrate, e bitrate alti garantiscono sicuramente qualità superiore.
In media il valore più utilizzato nel mondo è 128kbps (che, in tempi cui ci si accontentava maggiormente, era già ritentuto qualità-cd...), che garantisce un grosso tasso di compressione del file e qualità accettabile; fortunatamente da qualche anno la tendenza è di usare, se possibile, bitrate superiori (160, 192, 256, oppure ottimi vbr) privilegiando il più possibile la qualità, anche in virtù delle fortemente accresciute capacità di trasmissione della rete internet. La valutazione del bitrate migliore e delle altre modalità per creare un mp3 dipende da vari fattori (dimensioni file, tipo di musica, tipo di brano, standard di qualità che si vuole raggiungere etc.).

3.4. La seconda cosa da decidere: il modo in cui il bitrate si realizza nel file - CBR, ABR, VBR

Esistono attualmente 3 tipologie di implementazione del bitrate in mp3 :
  • CBR - Costant BitRate {bitrate costante} è la modalità più semplice, più usata e ormai meno efficace (tranne nel caso di bitrate massimo). Il bitrate rimane costante in ogni frame e questo significa che l'encoder utilizzerà sempre la stessa quantità di bit per codificare ogni passaggio musicale. In pratica, sia passaggi complessi acusticamente sia passaggi semplici da comprimere useranno il medesimo numero di bit, con una scarsa ottimizzazione (perchè i passaggi "facili" sprecano bit, mentre i passaggi più "difficili" da rappresentare utilizzano troppo pochi bit). Un vantaggio di questa modalità è che la dimensione del file risultante è sempre proporzionale alla durata del pezzo e facilemente valutabile a priori.


  • ABR - Average BitRate {bitrate medio} è una modalità che ha una resa qualitativa sempre superiore ad un pari CBR e consiste in un tipo vincolato di bitrate "variabile". Impostato un valore medio finale di bitrate (per esempio, 192 kbps), l'encoder non codificherà ogni frame a questo valore (come farebbe nella modalità cbr) ma userà bitrate leggermente superiori o inferiori (a seconda delle necessità, dovute alla complessità dell'audio che via via incontra durante la codifica), in modo che nel complesso il valore medio dell'intero file si attesti intorno a 192 kbps. Quindi, alcuni passaggi musicali (più semplici acusticamente) saranno codificati con bitrate inferiore e i bit risparmiati saranno usati per codificare passaggi musicali più complessi a bitrate superiore, sempre oscillando intorno al valore medio di 192kbps. In questo modo la dimensione del file sarà sempre prevedibile e proporzionale alla durata (così come cbr) ma questa relativa variabilità (comunque vincolata al rispetto finale di una media prestabilita) incrementa la qualità, perchè i bit sono ripartiti in maniera più funzionale, più dove più servono e meno dove ce n'è meno bisogno. Un file ABR è generalmente migliore di un file CBR di pari bitrate, a parità quindi di occupazione in MB.

  • VBR - Variable BitRate {bitrate variabile} è una modalità dove c'è un bitrate realmente variabile. Mentre in ABR la relativa variabilità era strettamente vincolata ad una media precisa, in VBR l'encoder dispone di una più ampia possibilità di usare bitrate molto alti o bassi laddove è reso necessario dal contenuto musicale più o meno complesso e dispone di un algoritmo migliore. In questo modo si raggiunge un'alta ottimizzazione del rapporto qualità/dimensioni e una qualità generalmente superiore ad abr (a parità di zona di bitrate), a fronte di una minore prevedibilità delle dimensioni del file, che non sono più vincolate da una media rigidamente prestabilita (come in abr). Un indice qualitativo (che va da 0 a 9, dai valori massimi verso i minimi) decide la zona di bitrate entro cui si attestano i file vbr (e, con esso, altri parametri, per esempio la frequenza di taglio del filtro passa-basso etc.), cioè se il bitrate dovrà variare intorno a valori molto elevati (qualità alta) o via via sempre più bassi. Un indice qualitativo -V0 produce file vbr dal bitrate molto alto (intorno ai 240 kbps), mentre un indice -V2 produce file vbr intorno ai 190kbps, di qualità comunque ottima, e così via. Per i dettagli, si veda oltre.


3.5. Come scegliere la modalità del bitrate. Abr, cbr o vbr?
La scelta dipende da molti fattori: quelle che seguono sono considerazioni generiche e non definitive.
  • Lame rende al meglio usando la modalità VBR di qualità alta. Quindi, bitrate variabili mediamente alti (intorno ai 200-250 kbps). Un VBR di qualità altissima (-VO) è solitamente poco o niente distinguibile dall'originale, anche se dipende da molti fattori (tipo di musica, modalità d'ascolto, sensibilità individuale).
  • VBR anche più bassi (-V2) rimangono di qualità notevole e di dimensioni in MB assai ottimizzate.
  • VBR non è consigliabile a bitrate bassi (intorno ai 120-100), essendo consigliato usare ABR in questi casi.
  • ABR è sempre meglio di un pari CBR, salvo il caso di CRB 320kbps (la massima qualità possibile in un mp3, a fronte di un file molto grosso).
  • CBR quindi è generalmente sconsigliato, e se non si vuole usare VBR, la soluzione migliore è ABR.
  • CBR è consigliabile quando i file mp3 dovranno essere usati all'interno di file video .AVI, in quanto il bitrate variabile (sia abr che soprattutto vbr) spesso crea grossi problemi di sincronizzazione, quando usato come traccia audio di un file video.




4. Come impostare i parametri di LAME: uso pratico
Lame è disponibile, come già ricordato, in due versioni:
  • lame.exe, programma eseguibile da console, direttamente eseguibile o eseguibile tramite altre applicazioni come applicazione esterna.

  • lame_enc.dll, libreria a caricamento dinamico (dll), non direttamente eseguibile ma integrabile all'interno di altre applicazioni.

Le considerazioni circa la linea di comando valgono sia per lame.exe che per lame_enc.dll.
La differenza è che per lame.exe dovranno essere scritte esplicitamente a mano (nella configurazione del programma), mentre per lame_enc.dll dovranno essere selezionate da un'elenco.

4.1. Un esempio didattico: semplice uso dal prompt dei comandi del sistema operativo
Lame.exe, come già detto, è un programma da console, a linea di comando, cioè privo di finestre e degli apparati grafici tipici dei sistemi operativi moderni.
Si può dunque usare "a mano", aprendo un prompt di comando del sistema operativo e digitando a mano il suo nome, i parametri, il nome/posizione del file di partenza (wav) e nome/posizione del file mp3 che risulterà.
A titolo di informazione, si veda questo esempio: per comprimere il file track01.wav in mp3 a bitrate fisso 160, occorre mettere tale file nella stessa cartella di lame.exe (per comodità, per non dover indicare il percorso completo), aprire un prompt di comando del sistema operativo (la cosiddetta finestra ms-dos, anche se in reatà non è propriamente ms-dos ma windows 32bit), digitare
lame -b 160 track01.wav track01.mp3
dove la sintassi è: lame parametri nomefile_wav nomefile_mp3.
Per la lista completa dei parametri, si veda la documentazione di lame.

4.2 La linea di comando di lame: come dire a LAME che tipo di mp3 deve fare...
Sia che si intenda usare lame da prompt (poco probabile, vista la scomodità) sia che lame.exe debba essere gestito attraverso un programma interfaccia (EAC, foobar2000 etc.), occorre impostare una stringa alfanumerica, nota come linea di comando.
La linea di comando è un'insieme di caratteri che dà a lame i parametri della compressione, cioè in pratica dice a lame.exe che tipo di mp3 deve creare (comunicando quindi le scelte dell'utente in merito a modalità, bitrate etc.).
Ognuno dei parametri tecnici della compressione mp3 è controllabile attraverso la linea di comando, ma per evitare all'utente complesse combinazioni di impostazioni tecniche (lasciandole allo studio di sviluppatori, tester o utenti avanzati), sono state elaborate delle preimpostazioni, ossia dei preset, semplici da ricordare e da gestire, che richiamano complesse (e collaudate) combinazioni di parametri.
Nell'esempio precedente, la linea di comando consisteva nel solo: -b 160 (comando che indica a lame di creare un mp3 cbr 160, mantendo tutto il resto sottointeso, con le impostazioni automatiche).

La lista completa cui fare sempre riferimento è contenuta nella pagina wiki del forum hydrogenaudio:
http://wiki.hydrogenaudio.org/index.php?title=LAME e rappresenta la fonte definitiva sull'argomento.


4.3. Si vuole comprimere un mp3 usando la modalità ABR?
Se si intende produrre mp3 di tipo ABR (bitrate medio), la linea di comando da fornire a lame è molto semplice:

--preset bitrate

dove in luogo di bitrate occorre indicare il valore numerico del bitrate medio che si vuole impostare, che dev'essere compreso tra 320 e 80.
Per esempio, nel caso si voglia ottenere un file mp3 abr a 192 kbps il comando per lame sarà:
--preset 192

nel caso invece di un bitrate medio intorno ai 143
--preset 143

e così via.

4.4. Si vuole comprimere un mp3 usando la modalità VBR?
La modalità VBR sfrutta al meglio le caratteristiche di lame e, se si usa qualità alta, produce gli mp3 migliori possibili (salvo il caso di cbr 320).
In luogo di un bitrate ben preciso (come avviene per abr o cbr) si deve indicare un indice di qualità, che tiene conto di tutto (bitrate etc.)
  • L'indice di qualità è un numero che va da 0 a 9. 0 è qualità massima, bitrate altissimo, con picchi di 260kbps. 9 è qualità molto bassa, con bitrate compresi tra 40 e 85kbps (e non è consigliabile in ogni caso). Valori di 0, 1, 2, 3, 4 rappresentano comunque qualità alta e via via decrescente.

  • Esiste inoltre un'opzione, da indicare dopo l'indice di qualità, che indica all'encoder quale modello di algoritmo vbr usare. Se non si indica niente, l'encoder userà l'algoritmo vecchio, più lento ma più sicuro sul versante dei possibili difetti (artefatti mp3), altrimenti, indicando esplicitamente l'opzione --vbr-new, lame userà il nuovo algoritmo, che è più veloce e produce risultati qualitativi leggermente migliori del vecchio, a fronte però di maggiore rischio di difetti. Secondo la linea di pensiero dominante, l'uso dell'algoritmo nuovo, seppure più rischioso, vale la pena, a fronte dell'accresciuta velocità e qualità.

La riga di comando per VBR sarà dunque di questo tipo:

-Vindice algoritmo
dove indice è un numero che va da 0 a 9 e dove algoritmo non si indica nel caso si voglia usare l'algoritmo vbr vecchio oppure si indica con --vbr-new nel caso si intenda usare quello nuovo.
  • Esempi:
    -V0
    produce un mp3 vbr con la massima qualità possibile (bitrate che oscilla tra i 220 e 260kbps), usando il vecchio algoritmo

    -V0 --vbr-new
    produce lo stesso mp3 di prima (massima qualità) ma usando l'algoritmo nuovo

    -V2
    produce un ottimo mp3 vbr di qualità alta (bitrate compreso tra 210 e 170)

    -V6 --vbr-new
    produce un mp3 variabile di qualità mediocre (bitrate tra 135 e 95), con l'uso del nuovo algoritmo. Per qualità inferiore, è consigliabile servirsi di abr, anzichè di vbr.



4.5. Si vuole comprimere un mp3 usando la modalità CBR? (non consigliato, salvo il caso di 320kbps)
La linea di comando per usare il bitrate costante (cbr) è :

-b bitrate
dove al posto di bitrate si deve indicare un valore numerico, scelto tra queste opzioni:
320, 256, 224, 192, 160, 128, 112, 96, 80, 64, 48, 40, 32, 24, 16, 8
(contrariamente ad ABR, le opzioni di bitrate costante sono numeri fissi, da scegliere tra quest'elenco)

E' importante notare che CBR è sconsigliato, essendo consigliato l'uso di ABR. Un uso consigliato di CBR è il già citato bitrate massimo, -b 320, che genera mp3 della massima qualità possibile, a discapito ovviamente delle dimensioni, impostazione che può essere utile per archiviazioni di cd (anche se, per quest'uso, è consigliabile usare altri formati migliori di mp3, specie i formati lossless, senza perdita di qualità, che restituiscono l'audio originale quando decompressi).


6.6. I preset (preimpostazioni) di LAME
Si è visto come sia possibile decidere che tipo di mp3 comprimere indicando --preset bitrate (per gli abr), --Vindice qualitativo (per vbr) e -b bitrate (per cbr). Alcune formule fisse già preimpostate (i preset) possono richiamare automaticamente le impostazioni migliori e più usate.

Normalmente la sintassi --preset bitrate, come si è già visto, richiama la modalità abr.
Se al posto del bitrate si usano alcune parole chiave, il preset non richiamerà più ABR ma richiamerà altre preimpostazioni particolari (vbr e cbr), le più usate e consigliabili. Una sorta di comoda scorciatoia, insomma. Queste parole chiave sono:
insane, extreme, fast extreme, standard, fast standard, medium, fast medium, voice (in ordine decrescente di prestazioni)

--preset insane
genera un cbr 320kbps (quindi, equivale a -b 320 e al vecchio preset delle vecchie versioni --alt-preset insane)

--preset extreme
equivale a -V0 (vbr di qualità massima con vecchio algoritmo - equivale al vecchio --alt-preset extreme)

--preset fast extreme
equivale a -V0 --vrb-new (vbr di qualità massima con nuovo algoritmo)

--preset standard
equivale a -V2 (vbr di qualità ottima con vecchio algoritmo - - equivale al vecchio --alt-preset standard)

--preset fast standard
equivale a -V2 --vrb-new (vbr di qualità ottima con nuovo algoritmo)

--preset medium
equivale a -V4 (vbr di qualità buona con vecchio algoritmo)

--preset fast medium
equivale a -V4 --vrb-new (vbr di qualità buona con nuovo algoritmo)

--preset voice
equivale a --abr 56 -mm e produce un mp3 abr mono 56kbps, utile per comprimere mp3 a bassi bitrate.
(N.B: questo preset è disponibile solo usando lame.exe e non con lame_enc.dll)



4.7. Note
  • Nota importante sui vecchi preset delle versioni precedenti (--alt-preset): chi conosce già i vecchi preset delle versioni precedenti, che sono stati utilizzati per tanti anni, ossia --alt-preset può, se vuole, continuare ad usarli, perchè saranno accettati da lame 3.97 ed equivalgono agli attuali --preset, quindi --alt-preset insane è uguale a --preset insane, --alt-preset standard a --preset standard etc.

  • il parametro --verbose, da aggiungere in coda alla linea di comando, fornisce informazioni dettagliate sulla compressoine, nella finestra del prompt.






Exact Audio Copy (EAC)

5.1. Introduzione al programma e al suo utilizzo con lame
Exact Audio Copy, abbreviato EAC, è il miglior programma in ambito windows per estrarre l'audio digitale da cd in maniera realmente sicura. E' freeware (per la precisione, cardware: l'autore desidera ricevere una cartolina, come pagamento).
La sua finalità è leggere in maniera più accurata possibile i dati audio digitali contenuti dentro i cd audio, quindi fissarli sull'hard disk in file WAV oppure comprimerli al volo nei più svariati formati compressi (tra cui, appunto, mp3) servendosi di codec esterni (esempio, lame).

E' quindi utilissimo sia per creare mp3, mpc, ape, flac, wv (file compressi) sia per masterizzare cd audio. Infatti, se estrarre correttamente l'audio da cd è importante per ottenere dei buoni file compressi, non lo è certamente meno per duplicare cd audio. EAC inoltre gestisce la creazione di immagini disco (grossi file audio contenenti l'intero cd) e file .cue (cuesheet, un file di testo contenente le indicazioni per la disivisione in tracce di tale file immagine), diffuso standard nel campo della masterizzazione sicura, dell'archiviazione di cd audio e del file sharing.

L'estrazione audio da CD è processo delicato e fondamentale. Infatti, i rumori (click, pop, distorsioni) talvolta presenti in cd audio masterizzati, in mp3 etc. sono dovuti sempre alla cattiva estrazione audio da CD, processo particolarmente delicato a causa di limiti strutturali del formato cd audio e di cui si occupa il drive cd o dvd del computer. EAC dispone di eccellenti sistemi per un'estrazione sicura e correzione degli errori mediante ripetute letture, doppio controllo su ogni settore letto, elaborazione di CRC e altro. E' appunto capace di leggere anche da cd difettosi, rovinati o comunque critici.

E' consigliatissimo sia per comprimere mp3 tramite lame (come si vedrà ora) sia per masterizzare cd audio (o, comunque, per estrarre in maniera ottima l'audio dal cd fonte, a prescindere dal programma di masterizzazione che si userà poi per masterizzare su cd il file audio wav così ottenuto).

EAC può servirsi della compressione mp3 di lame in due modi diversi (impostabili entrambi):
  • usando il file eseguibile lame.exe; EAC comunicherà dunque con lame.exe come "programma esterno".

  • usando il file dll lame_enc.dll; in questo caso, EAC "incorporerà" il codec lame al suo interno, acquisendone le funzionalità


A prescindere dal sistema che si preferisce, la configurazione che segue è comune ed è assolutamente fondamentale per il corretto utilizzo di EAC. Usare EAC dopo averlo semplicemente installato e senza impartire la minima configurazione di base equivale a rinunciare alle sue caratteristiche di sicurezza, cioè il motivo per cui è consigliato usarlo!
La configurazione basilare di EAC è assolutamente semplicissima e va effettuata, una volta per tutte, anche per usare EAC come programma di masterizzazione o estrazione di immagini WAV+CUE (ad uso masterizzazione). Infatti, tali impostazioni di base sono rivolte alle sue funzionalità come programma d'estrazione audio, non come compressione mp3 o altro.


5.2. Configurazione minima di base di Exact Audio Copy (EAC) - molto importante!
  • A. Installazione - Scaricare ExactAudioCopy 0.95 beta 4. Si consiglia di scaricare la versione "with CDRDAO-Burning". Se si sceglie la versione con l'installer per windows, seguire la mormale procedura d'installazione dei programmi per windows; se si scarica la versione .zip, decomprimerne il contenuto in una cartella e disporala nel proprio hard disk (magari nella cartella C:\Programmi\), facendo un collegamento a eac.exe, per comodità d'uso. Nelle ultime versioni di EAC non è presente la lingua italiana, per cui occorre adattarsi all'inglese. Il programma, dopo l'inserimento di un cd audio, si presenterà così:

    EAC dopo l'inserimento di un cd audio


    E' importante sottolineare che, nel caso il pc disponga di più unità ottiche (per esempio, lettore dvd e masterizzatore dvd etc.), occorre selezionare quella giusta dalla casella in alto a sinistra, e ricordare che la configurazione di EAC dipende dall'unità che si seleziona, per cui occorre ripetere gli stessi passaggi della configurazione per ogni unità che si intende utilizzare.

  • B. Il supporto ASPI - EAC ha bisogno di un'interfaccia ASPI installata nel sistema (l'interfaccia ASPI è un driver che consente a programmi come EAC di comunicare con il drive ottico), altrimenti occorre utilizzare il proprio supporto ASPI interno (la cosiddetta Native win32 interface for winNT/2000/Xp. Occorre andare nel menu EAC->eac options->Interface e vedere se sono disponibili varie scelte, altrimenti la scelta obbligata è Native win32 interface for winNT/2000/Xp, che normalmente funziona senza problemi. Nel caso di windows98, è tassativamente necessario installare un supporto ASPI esterno (per esempio, quello di Adaptec).

    Selezione del supporto ASPI



  • C. Modalità d'estrazione audio - impostazione fondamentale - E' la cosa più importante. Si raggiunge da menu EAC-->Drive options-->Extraction method.
    La modalità impostata automaticamente, cioè burst mode (la comune modalità di lettura da cd), deve essere assolutamente tolta.
    La modalità in cui EAC dà garanzie e per cui è consigliato e utilizzto è e deve essere: Secure mode with following drive features (recommended).

    Finestra della modalità di estrazione audio da cd


    L'impostazione indicata nella finestra è generica e conservativa, cioè è la più cauta possibile e comunque valida, anche se può essere raffinata.
    E' quindi necessario selezionare (spuntare le relative caselle), sotto secure mode:
    • a) accurate stream
    • b) drive caches audio data

    e di non selezionare invece
    • C) drive is capable of retrieving C2 error information


    Quest'impostazione è, come detto prima, generica e quasi sempre valida a prescindere dal proprio drive. Si può impostare a priori senza problemi, perchè nella peggiore della ipotesi si avrà più lentezza nell'estrazione audio (cosa forse evitabile se si raffina l'impostazione).
    A questo punto si può proseguire nella lettura della guida al prossimo capitolo, oppure proseguire nel piccolo approfondimento che segue.

    Approfondimento
    Infatti, se si ha un po' di pazienza in più, si può affinare la configurazione appena elencata, per adeguarla alle caratteristiche precise del proprio drive e per capire il significato di questi tre punti. Premendo il tasto detect read features... mentre un cd audio è all'interno del drive, EAC esaminerà le carateristiche del drive, in una finestra come quella di lato.

    La pressione di APPLY imposterà EAC come indicato dal suo test.
    A questo punto occorre valutare i risultati del test (e la relativa applicazione nella finestra principale) uno per uno:
    a) caching: se il test dà YES è fondamentale spuntare l'opzione drive caches audio data. Se il test dà NO, si può lasciare deselezionata quest'opzione. E' questa una delle opzioni fondamentali e occorre porci molta attenzione; selezionarla autorizza EAC a cancellare la cache di lettura dell'unità ottica dopo ogni lettura di settore, cosa necessaria al corretto funzionamento del sistema di lettura sicura di EAC. Se il drive infatti dispone delle caretteristiche di caching (la maggior parte dei drive le ha), è tassativo spuntare l'opzione e permettere a EAC di ripulire la cache continuamente. Se infatti il test dà YES e nonostante questo non si seleziona l'opzione drive caches audio data, il secure mode di EAC diventa inutile.
    Nel caso in cui il test dia NO, si può non spuntarla (per accelerare il processo d'estrazione, che risulterebbe a quel punto inutilmente rallentato, in quanto la pulizia della cache rallenta l'estrazione); è dunque importante spuntare l'opzione se il test dà YES, mentre se dà NO si può non spuntarla (meglio) o spuntarla ugualmente (non procura danno, ma solo un rallentamento non necessario).
    Per questo motivo, spuntare comunque l'opzione a priori, come prima indicato, è un'impostazione di sicurezza, nel dubbio.

    b) accurate stream: la risposta sarà praticamente sempre yes

    c) C2 error info: se la risposta del test è NO, tanto meglio (l'opzione non era stata spuntata già da prima). Se il test dà YES come risultato, è comunque preferibile deselezionare l'opzione dalla finestra principale, lasciando quindi non selezionata l'opzione drive is capable of retrieving C2 error information. Questo perché, anche se il drive dispone di un sistema C2 di correzione d'errore, è ritenuto preferibile non servirsene ed affidarsi al meccanismo di correzione d'errore di EAC stesso (spuntare l'opzione sarebbe un invito ad EAC di servirsi del supporto C2 e non del suo).

    In definitiva, il test è utile solo per chiarire la posizione in merito al caching audio, per deselezionare l'apposita opzione (già selezionata a priori) nel caso si rivelasse superflua.
    Altrimenti, l'impostazione più cauta e sicura rimane comunque quella già indicata all'inizio:
    a) accurate stream = OK
    b) drive caches audio data = OK
    c) drive is capable of retrieving C2 error information = NO


  • D. Qualità del recupero errori - nel menu Eac-->EAC options-->Extraction impostare la error recovery quality su high. Questa impostazione fa sì che EAC, in caso di anomalie di lettura, insista a leggere per un numero di volte superiore.

    Qualità del recupero errori

  • E. Schema di rinominazione dei file - menu EAC-->EAC options-->Filename : non è fondamentale ma è consigliato impostare una piccola stringa come quella che si vede nella figura, che consente ad EAC di rinominare i file estratti sfruttando i titoli di cd e tracce impostate o a mano o ricevute dalla rete tramite supporto freedb (archivi online di cd). In questo caso, questa stringa fa in modo che le tracce estratte vengano rinominate da EAC come segue:
    nomeartista - titoloalbum - numerotraccia - titolotraccia, che è un apprezzato diffuso e apprezzato formato standard dei nomi dei file musicali. Evidentemente, la stringa è personalizzabile come meglio si crede, seguendo quando indicato nelle istruzioni immediatamente sotto la casella della stringa.

    Schema di rinomina dei file in base al materiale tratto da freedb.org o impostato nella tracklist


A questo punto, EAC è pronto per l'uso minimo (estrazione di WAV etc.).
Una configurazione più raffinata di altri parametri tecnici (offset in lettura, modalità dell'individuazione dei gap tra le tracce etc.) può essere condotta, se interessa, seguendo una guida specifica a EAC.

Nome delle tracce - Premendo il tasto indicato da un'icona di cd, in alto al centro (oppure, menu database-->get cd information from -->remote freedb) mentre si è online permetterà a EAC di comunicare col noto database http:www.freedb.org e, in base alla lunghezza del disco e delle tracce, ottenerne autore, titolo, nome traccia etc., come si può vedere nella finestra:

Tracklist di un cd audio con i dati prelevati da freedb.org



5.3. Esempio di estrazione audio da cd con EAC (wav)
Esempio di utilizzo per estrarre tracce da cd (o cd interi) salvandole in file .wav:
  • Per estrarre in WAV una singola traccia, è sufficiente selezionarla e premere il primo tasto (WAV) dei 4 tasti laterali di sinistra (oppure, dal menu action, scegliere copy selected track-->uncompressed.

  • Per estrarre un'intera immagine disco .WAV (contenente l'interdo disco) dotata di file .cue (per la divisione in tracce durante l'ascolto con foobar2000 o la masterizzazione), premere il tasto IMG (il terzo, dall'alto, nella colonna di 4 tasti a sinistra), oppure menu action-->copy Image & create cuesheet-->uncompressed (il cuesheet conterrà anche i titoli e i dettagli delle tracce)

  • Confermare la cartella di destinazione che viene proposta, oppure cambiarla

  • Attendere la fine del procedimento. Alla fine è possibile salvare il resoconto dell'estrazione (LOG) in file di testo



5.4. Consigli vari per l'utilizzo di ExactAudioCopy
  1. EAC è abbastanza lento nell'estrarre l'audio da CD (almeno, se paragonato alla velocità folle della modalità burst usata da altri programmi, pochissimo sicura). Velocità nell'ordine di 5X-7X sono da considerarsi assolutamente normali. E' il prezzo da pagare per la sua accuratezza.

  2. Se la velocità scende tuttavia a valori inaccettabili (sotto i 2X o peggio), è segno che il cd audio è problematico, difficile da gestire, oppure rovinato (o difettoso di fabbrica, cosa non infrequente). Se la velocità scende a valori inferiori a 1X, è conveniente provare a cambiare modalità. I passi da fare sono questi:
    • a) provare a impostare la modalità Paranoid mode (dal solito EAC-->Drive options-->Extraction method), che solitamente risolve il problema. E' una modalità "non raccomandata" (per l'uso normale) perchè lenta e stressante per il drive, ma è utile nel caso di cd problematici.
    • b) se non si risolve nel modo precedentemente indicato, provare le modalità normalmente sconsigliate (synchronized mode-->fast mode e burst), avendo però almeno cura di estrarre le tracce con Action-->TEST AND COPY selected tracks, che estrae ogni traccia interamente due volte (cercandone la rispondenza logica), riducendo quindi le possibilità di errori. In ogni caso, queste modalità presentano un resoconto dei punti "difficili" o di sospetti errori.
      Dopo l'estrazione del cd problematico, è opportuno ricordarsi subito di riselezionare la modalità giusta (secure mode)..!

  3. Ogni impostazione di EAC sulle modalità d'estrazione è riferita al drive ottico indicato dalla casella in alto a sinistra. Se si dispone di più unità ottiche, occorre impostarle una per una. Inoltre, EAC può salvare "profili d'utilizzo" (Eac-->profiles, oppure i tasti load e save in basso), che permettono di salvare diverse configurazioni, riferite a tutte le sue funzionalità, comprese quelle di compressione che si vedranno più avanti.

  4. EAC è un ottimo programma di masterizzazione. La parte dell'estrazione audio (fondamentale) è realizzata da lui, mentre la parte della masterizzazione vera e propria è affidata all'ottimo programma di mastrizzazione da console CDRDAO.exe, fornito assieme a lui e utilizzato da EAC.

  5. Per configurare a fondo EAC nei dettagli più tecnici (offset di lettura, scrittura etc.) è necessario seguire la guida in italiano nei link quassù.





6. Comprimere gli mp3: usare LAME all'interno di Exact Audio Copy

Dopo l'impostazione di base di EAC (non farlo lo renderebbe un programma come gli altri..), occorre far interagire EAC e LAME, per comprimere in MP3 l'audio che EAC legge dai cd, oppure per comprimere i file .wav già salvati sull'hard disk (usando EAC come pura e semplice interfaccia, quindi).
LAME esiste in due forme: lame.exe e lame_enc.dll. Sono indipendenti e si possono configurare entrambe e usare la forma che si preferisce.


6.1. Configurare LAME.EXE all'interno di Exact Audio Copy
  • a) predisporre lame.exe in una cartella sul disco rigido (anche quella stessa di EAC)

  • b) menu EAC-->compression options-->External compression. Si aprirà la seguente finestra:

    Finestra per impostare un codec esterno (in questo caso, lame)

    1. spuntare use external program for compression (infatti si deve usare un programma esterno, lame.exe..)

    2. su parameter passing scheme scegliere user definied encoder n.b. non scegliere Lame Mp3 encoder..!!

    3. su Use file extension mettere: .mp3

    4. su Program, including path, used for compression indicare la posizione di lame.exe nel proprio disco (punto a)

    5. su addictional command line options scrivere lina di comando scelta in base alle proprie intenzioni, seguita da uno spazio e da %s %d.


    Ecco alcuni esempi:

    --preset extreme %s %d

    produce mp3 vrb di altissima qualità ed equivale a -V0



    --V2 --verbose %s %d

    produce mp3 vrb di qualità alta (equivale a --preset standard). --verbose aggiunge informazioni dettagliate sulla compressione nella finestra di lame



    --preset 192 %s %d

    produce mp3 abr di 192kbps di media



    --preset insane %s %d

    produce mp3 cbr 320kbps, qualità massima (e grande peso in MB). Equivale a -b 320


    E' importante notare che, qualsiasi stringa si inserisca, deve essere seguita da %s %d.
    %s %d sono due variabili di EAC (non sono di lame) e verranno sostituite, nel momento del passaggio dei parametri a lame, con il nome del file sorgente (%s, source) e il nome del file mp3 risultante (%d, destination)


  • N.B. In ogni caso è sempre possibile aggiungere --verbose prima di %s %d

  • c) Il controllo Bitrate, high e low quality (la zona ombrggiata in grigio nell'immagine) in questo caso non sono attivi e sevono essere ignorati. Il controllo di lame.exe avviene unicamente tramite la riga di comando indicata poco su.

  • d) I 4 parametri a sinistra (delete wav after compression etc.) sono del tutto opzionali.

  • e) A questo punto, è conveniente salvare questo profilo (EAC-->profile-->save profile) nella cartella di EAC, in modo che tali impostazioni vengano richiamate istantaneamente (eac-->profile-->load profile) nel caso che vengano sostituite da altre. E' infatti buona idea impostare a priori alcuni profili, uno per ogni riga di comando si intenda utilizzare (uno per --preset extreme, uno per un abr a 160...a seconda delle proprie abitudini), in modo da caricarli a seconda dell'occasione, oppure per richiamarli dopo che si è compiuta qualche modifica.

  • f) Dopo aver salvato e confermato con OK, è tutto pronto per la compressione mp3.




6.2. Configurare LAME_ENC.DLL all'interno di Exact Audio Copy
  • a) Copiare lame_enc.dll (estraendolo dal file .zip) nella cartella d'installazione di EAC sul disco rigido, mentre il programma è chiuso

  • b) Lanciare il programma. lame_enc.dll verrà incorporato da EAC e ne farà parte integrante

  • c) Assicurarsi che menu EAC-->compression options-->External compression sia deselezionato. In questo modo si sbloccherà la finestra menu EAC-->compression options-->Waveform, altrimenti ombreggiata e inutilizzabile.

  • d) In questa finestra:

    Finestra della compressione tramite dll e codec di sistema

    1. su wave format selezionare, dalle varie opzioni, lame mpeg layer-3 encoder v3.97 DLL v1.32 (cioè, la dll in questione..)

    2. su sample format, tra tutte le opzioni disponibili (sono le ben note linee di comando di lame, questa volta già inserite nella dll), scegliere quella adeguata alla proprie esigenze

      lista di linee di comando disponibili all'interno della DLL

    3. poco sotto, spuntare [add ID3 tag (opzionale), do no write WAV HEADER to file (importante) e indicare l'estensione .mp3 nella casella file extension for headerless files. Le voci "high quality" e "low quality" sono irrilevanti in questo caso

  • e) confermare con OK. A questo punto, il programma è pronto



6.3. Comprimere un file MP3 con l'accoppiata EAC+LAME (dopo che tutto è stato adeguatamente configurato)

Come si è visto, quando si estrae una traccia EAC dispone delle opzioni uncompressed (oppure, tasto WAV) e compressed (oppure, tasto MP3)
Quando si selezionerà una traccia dal cd o da file locale (tools-->compress wavs..) e si sceglierà "compressed", EAC lo comprimerà a seconda delle impostazioni presenti in quel momento. Quindi, se è configurato un codec mp3 (lame), sia esso in forma lame.exe oppure in forma lame_enc.dll, produrrà mp3, ma stesso discorso si può fare con qualsiasi altro codec che si imposti (monkey's audio, musepack, .ogg Vorbis, FLAC etc.).

Se si deve creare un mp3 a partire da una traccia di CD audio:
  1. selezionarla dalla tracklist di EAC

  2. premere il tasto MP3 (il secondo dall'alto, a sinistra), oppure menu action-->copy selected track-->COMPRESSED

  3. confermare la cartella di destinazione che viene proposta, oppure cambiarla

  4. EAC estrarrà il file .wav sull'hard disk e poi lancerà il programma esterno lame.exe (in una finestra separata) se si sta usando lame.exe, altrimenti non aprirà finestre esterne e comprimerà "al volo" (la dll è integrata al programma stesso). Nel caso di lame.exe si tratta di due fasi distinte e consecutive, nel caso della dll la compressione avviene man mano che l'estrazione procede.


Se si deve comprimere un file wav già presente sull'hard disk:
  1. menu tools-->compress WAVs..

  2. selezionare il file .wav dal proprio hard disk

  3. confermare la cartella di destinazione che viene proposta, oppure cambiarla

  4. attendere la fine della compressione



  5. finestra di lame.exe durante la compressione





    7. SINTESI della guida: procedura EAC+LAME ridotta all'osso - guida for dummies

    1. Scaricare [url=http://download.digital-world.de/public/EAC/eac-0.99pb5.exe, file zip, 2.5 MB, freeware

    2. Decomprimere il contenuto del file zip in una cartella, rinominarla EAC e disporla nell'hard disk (esempio, C:\Programmi\EAC\

    3. Scaricare lame 3.98.2, file zip, 563 KB, freeware

    4. Decomprimere il contenuto del file zip all'interno della cartella di EAC (es. C:\Programmi\EAC\)

    5. Lanciare EAC (doppio clic sul file eac.exe della sua cartella)

    6. Meu EAC-->EAC options-->Interface: selezionare Native Win32 interface..

    7. Se si dispone di più unità ottiche nel proprio pc (lettori, masterizzatori), selezionare quella che si intende usare nella casella in alto a sinistra

    8. Menu EAC-->Drive Options (oppure, premere F10): si apre la finestra Extraction Method


    9. In questa finestra selezionare:
      • a)Secure mode with following drive features (recommended)
      • b)Drive has 'accurate stream' feature
      • c)Drive caches audio data

      e niente altro, dopodiché confermare con OK

    10. Menu EAC-->Compression Options (oppure, premere F11): si apre la finestra Waveform

    11. In questa finestra selezionare:
      • a) in Wave format: Lame MPEG Layer-3 encoder v3.97 DLL v1.32
      • in Sample format: selezionare il tipo di mp3 (bitrate, modalità etc.) che si intende comprimere (per informazioni, si veda la guida quassù)
      • selezionare do no write WAV header to file
      • nella casella file extensione for headerless files inserire: .mp3

      e niente altro, dopodiché confermare con OK

    12. Inserire un CD audio dentro l'unità ottica e attendere che le tracce compaiano nella finestra di EAC

    13. Se si desiderano i titoli, premere il tasto con l'icona di cd (accanto all'icona della casella postale), mentre si è online (attenzione alla presenza di un eventuale firewall); se il cd è presente nell'archivio freedb.org, appariranno subito i titoli etc.

    14. Selezionare una o più tracce dal cd e premere il tasto MP3 a sinistra (oppure: menu Action-->Copy selected tracks-->compressed), confermando la cartella di destinazione che viene proposta (o cambiandola)

    15. Attendere la fine dell'estrazione/compressione mp3






    [Modificato da Paolo1 20/04/2007 17.24]

    [Edited by Paolo1 2/19/2010 2:36 AM]
6/3/2002 1:00 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,226
Maestro
OK
Ottimo Paolo,
ora guai a chi chiede ancora come usare il lame! [SM=x53912]



...So go ahead and label me an asshole cause I can accept responsibility for what
I have done but not for who I am...

LucaFX



[Modificato da Paolo1 14/04/2007 1.53]

6/3/2002 2:21 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 16,422
Maestro
Aggiunti link, corretti url nel frattempo cambiati, aggiunto riferimento al fatto che è consigliata la versione 3.90.2 in quanto TESTATISSIMA da mille prove , nonostante la 3.92 funzioni benissimo. Questioni di scelte, quindi.
ciao
Paolo


[Modificato da Paolo1 14/04/2007 2.57]

10/31/2002 11:23 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,600
Veterano
Per oettenre un normale mp3 con qualità vicina al cd a cui lo si estrae non basta un semplice 128kbps costante? Capisco che dici che dare un bitrate più alto migliora il suono ma ho letto che per un qualità vicina al normale cd basta un 128kbps. Sei d’accordo? Mi consiglieresti di mettere un abr sempre a 128 piuttosto che un cbr a 128? (io dico di mettere un cbr 128, te che dici?). il jstereo mi consigli di metterlo sempre a qualsiasi qualità?
Ho notato che tramite connessione a internet eac si scarica i titoli delle canzoni, il nome dell'artista e dell'album. Però nel momento in cui converto le tracce in mp3 e le leggo con winamp qui compare solo il titolo del brano. Non è possibile far comparire anche il antante? (ho notato che è possibile farlo traccia traccia con winamp, non si può farlo fare in maniera automatica nel momento i cui converte?). grazie.
Complimenti per la guida, completa e utile.

11/22/2002 10:13 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 16,422
Maestro
>ma ho letto che per un qualità vicina al normale cd basta un 128kbps. Sei d’accordo?

Sino a qualche anno fa 128 era considerato qualità CD, ora siamo LONTANI e la qualità CD è salita di un bel po'....
Dipende da cosa si intende per "vicina", poi. Cioè, concetto molto relativo. Per qualità cd, da divesi anni, si intende minimoi 192Kbit con encoder buono.Piu' o meno.


>Mi consiglieresti di mettere un abr sempre a 128 piuttosto che un cbr a 128? (io dico di mettere un cbr 128, te che dici?).

Dipende dal brano. E' controverso. Lame non è ottimizzato per bitrate simili, lo è solo quando si usano le stringhe apposite (cioè --alt-preset che stai sperimentando).
Io proverei ABR 128, ma non faccio mai mp3 simili, ti avverto... [SM=x53912]



>il jstereo mi consigli di metterlo sempre a qualsiasi qualità?

J-Stereo è ritenuto fondamentale tant'è che è incorporato in tutti i preset. L'algoritmo js attuale è molto buono e fa risparmiare un sacco di bit, bit che vanno ad incrementare altre cose, poi i brani js non sono TUTTI js, l'encoder valuta quando usarlo e quando NO.
Comunque, dovresti usare SOLO i preset (non sperimentare stringhe fatte in casa, ci perdi e basta) e nei preset si specifica poco. Giusto il bitrate...
I preset contengono di per se' un sacco di cose, sono solo il riassunto di una lunga stringa (testata migliaia di volte su migliaia di brani musicali)


>Non è possibile far comparire anche il antante?

Bisogna lavorare sui settaggi i EAC riguardo a ID3 tag.
I puristi sconsigliano id3v2 (quello esteso, che ti fa mettere tante cose) e optano SEMPRE per idev1, che ha campi piu' ristretti.
Prova a configurare meglio questi fattori, in questo momento non ho tempo di elencare cosa fare



>Complimenti per la guida, completa e utile.

Grazie mille, si fa quello che si puo' per diffondere mp3 OTTIMI, contrariamente a quello che pensa qualcuno (perchè perder tanto tempo quando ci sono programmi in ita che fanno tutto in 2 clic etc....).
Queste info non le ho inventate io, basta andare nei forum in inglese che ho scritto lassu', dove si discute VERAMENTE su mp3 e nessuno dice "io uso AudioCathalyst, è buono?" altrimenti lo KILLANO ( [SM=x53912] ), io ho solo cercato di mettere tutto insieme , in italiano comprensibile e con tanti particolari e qualche tocco personale.
DOvrei fare anche una miniguida su :
come fare mp3 dozzinali (Se va bene) o pessimi (se va male) usando un programma qualsiasi , inserendo un cd e schiacciando un tasto....Boh...? [SM=x53912][SM=x53911]
[SM=x53912][SM=x53911]
ciao
PAolo

[Modificato da Paolo1 24/11/2002 16.03]

11/24/2002 3:57 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,600
Veterano
creare ID3Tag
Ci posso aggiungere un ampliamento della tua guida paolo? Vorrei spiegare come funzionano gli ID3Tag.
Allora, per quel che ho capito io questi ID3Tag sono delle informazioni di testo (che riguardano il titolo del cd, il nome dell'artita, il nome della singola traccia, l'anno di rilascio) che vengono aggiunte dentro la creazione degli mp3.
Quando si inserisce un cd nel pc e si apre eac, questo si collega automaticamente a un databse su internet e scarica tutte le informazioni riguardanti il cd inserito (nome artista, nome cd, ecc ecc)e le visualizza sullo schermo. Ora si possono sfruttare queste informazioni due modi:
1) possiamo sfruttare queste informazioni per creare in automatico il nome stesso del file: inserendo alcune impostazioni, infatti, possiamo dire a eac di creare il nome del file in modo che contenga solo il nome della traccia o il nome della traccia e quella del cantante o ancora il nome della traccia e/o del cantante e/o del cd. Possiamo anche dirgli l'ordine in cui mettere queste informazioni nel nome del file che stiamo creando (di qualsiasi formato esso sia). Per impostare le caratteristiche del nome del file entriamo nel menu "EAC" e selezioniamo "eac options". Entriamo nella scheda "filename". Nella parte sinistra troviamo "naming scheme". Si può notare che c'è una piccola legenda in basso. %T, %N, ecc.con a fianco il significato di ognuna di queste lettere. Bene, dobbiamo semplicemnte inserie il simbolo che ci serve (% e la lettera) in base alle informazioni che vogliamo mettere nel titolo dei file che stiamo per copiare o comprimere in mp3, seprando ciascun segno da uno spazio. Ad es.: se vogliamo che il nome del file contenga il titolo della canzone e il nome del cantante, inseriamo nella casella di testo qunato segue: %T %A
in questo modo tutti le tracce che andremo a copiare sul nostro hard disk (o su altro) conterrano il titolo della traccia e il nome dell'artista. Va precisato che l'ordine in cui vengono inseriti tali simboli fa cambiare anche l'ordine nel nome della traccia che andremo a creare. Cioè, se %T %A crea un nome del file contenente il tutolo della traccia e poi il nome dell'artista, %A %T crearà al contrario il nome del file con prima il nome dell'artista e poi il titolo della canzone.
2) possiamo usare le informazioni che eac si scarica da internet sulle caratteristiche del cd (nome, artista, anno ecc) per creare l' ID3Tag vero e proprio. Si usa un metodo simile a quello descritto in precedenza, solo che stavolta le informazioni non sono memorizzate sul titolo del file ma all'interno del file mp3 che andremo a creare. Una volta creato ad esempio il file mp3 con dati id3tag e lo andiamo a leggere con wianmp, cliccando col tasto destro sul titolo e selezionando "file info" vedremo tutte le informazioni id3tag: nome artista, titolo cd, nome traccia, anno rilascio, genere musicale e anche eventuali commenti.
Per creare stavolta l'ID3Tag andiamo di nuovo nel menu "eac" e selezioniamo "compression options" ed antriamo poi nella scheda "ID3Tag". Troviamo una schermata simile a quella in cui abbiamo operato al punto 1. inseriamo le informazioni nello stesso modo che abbiamo usato in precedenza tenendo sott'occhio la lgenda e separando ciascun simbolo da uno spazio. Io consiglio di metterle quasi tutte: %T %A %Y %L %I in questo modo avremo tutte le informazioni relative al cd per ogni singola traccia.
Per quanto riguarda le diverse opzioni in altro alla scheda ID3Tag su quale tipo di tag usare, io consiglo di spuntare solamente "use id3 v1.1 tags……." In quanto lo supportano un po tutti i tipi di lettori, in particolare i lettori mp3 da tavolo e mp3 da auto J (si dirà così? Insomma gli sterei che leggono mp3). Ora premete "ok" e potete iniziare a creare i volstri file mp3.

Se non sono stato chiaro vorrei specificare la differenza tra il punto 1 e il punto 2. col punto 1 noi andiamo impostare il nome del file che andiamo a creare. Col punto 2, invece, memorizziamo informazioni all'interno stesso del file.Informazioni che potremmo visualizzare solo andandole a cercare nel lettore mp3 (sia esso winamp (file info) o lettore mp3 da tavolo).

Consigli: se stiamo creando dei file mp3 per poi masterizzarli per poterli leggere con lettore mp3 da tavolo non diamo ai file nomi troppi lunghi. Cioè nella scheda "filename" di "eac options" non mettiamo molte informzioni (molti simboli). Consiglio questo perché quando si masterizza, i nomi dei file vengono troncati alla 31esima lettera se non sbaglio (compresa l'estensione). E cmq anche i lettori mp3 da tavolo non leggono il nome del file oltre la 32esima lettera. Io personalmente nella scheda "filename" metto solo %T in modo mettere al nome del file il titolo della traccia. Difficilmente il solo titolo supera le 31 lettere.
Per quanto rigaurda invece gli id3tag possiamo mettere tutto quelle che ci pare. Per visualizzare le informazioni id3tag di una traccia usiamo o "file info" di winamp o con gli appositi pulsanti dei lettori mp3 da tavolo che visualizzeranno il nome del disco, il nome del cantante, il titolo della traccia, l'anno di rilascio, genere musicale…..sempre se abbiamo messo queste informzioni nell'id3tag.
Spero di essere stato chiaro.

11/27/2002 4:21 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 16,422
Maestro
ID3 TAG v1.1 è un sistema di tag che viene messo alla fine del file (e per questo è consigliato , nonostante sia "piccolo" e i suoi campi non possano contenere molti caratteri) e occupa solo 128 bytes.

ID3 TAG v2 viene posto all'inizio del file (per essere "subito" fruibile in uno stream, durante un download etc) ma proprio per questo (e per il fatto che è molto grande, diversi KB) puo' snaturare un mp3 rispetto a certi lettori, lettori portatili etc. e dev'essere aggiunto *alla fine* della codifica mp3.
Puo' essere grande diversi KB, contenere addirittura una piccola foto jpg, contiene molti campi con tanti caratteri disponibili e molto spazio per commenti.

Altre versioni piu' recenti sono scarsamente supportate.
Informazioni dettagliatissime su :
http://www.id3.org/
oppure in un mare di siti (google)

Con EAC e dati del cd impostati (o a mano o tramite freeDB (personalizzabile, tra l'altro, se non si è soddisfatti):

- se si vuole che il proprio file estratto da cd (wav, mp3 o quello che si vuole) abbia un preciso nome:
* impostare EAC OPTIONS->FILENAME , usando opportunamente i simboli che corrispondono a traccia ( %T ), artista, titolo, anno etc.

- se si vuole che il proprio file compresso (mp3) abbia ID3TAG compilato correttamente:
* scegliere nella finestra ID3 TAG di eac->compression options l'opportuno tipo di tag e l'opportuna stringa (come quella per i nomi dei file)


ciao
Paolo
12/4/2002 6:12 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 16,422
Maestro
Corretti link e precisato qualche dettaglio, grazie a [proxima] per i consigli [SM=x53912]
Paolo
1/13/2003 1:02 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 7,591
Maestro
[OT]
ooo ciao Paolo
ben tornato[SM=x53911]




Dervis
1/13/2003 1:20 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,226
Maestro
Re: [OT]
Mi associo...ciao!
1/13/2003 2:13 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 16,422
Maestro
Ciao a tutti e due, grazie, sono tornato (si spera) [SM=x53911][SM=x53911]
Paolo

p.s. a proposito... ho modificato di nuovo la guida qua sopra (in attesa di metterla anche nella sezione guide del sito), corretta in un dettaglio ancora grazie a [proxima] [SM=x53912]

[Modificato da Paolo1 08/02/2003 23.32]

1/14/2003 12:12 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 16,422
Maestro
Corretto link a LAME 3.90.2 (quello che c'era prima non funzionava più)
Paolo
2/8/2003 11:36 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 16,422
Maestro
Aggiornata, modificata, aggiunte immagini etc.
ciao a tutti
Paolo
3/24/2003 2:04 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 16,422
Maestro
Aggiunta opzione -Z a --alt-preset extreme e --alt-preset standard (come da settaggi consigliati su HydrogenAudio) per la versione 3.90.2 di lame (che è TUTTORA quella consigliata, per quanto vecchia)
Aggiunto qualche link
Ciao
Paolo
5/7/2003 11:23 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 16,422
Maestro
3.90.3
Aggiornata versione consigliata:

3.90.3 (che differisce dalla 3.90.2 per un solo dettaglio).
E' possibile continuare ad usare la 3.90.2 avendo cura di precisare l'opzione -Z, come spiegato nella guida.
(Opzione che non è comunque indispendabile al massimo grado).

Aggiunti link a file zip sul mio spazio web.

ciao
Paolo
5/17/2003 3:28 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 1
Utente Junior
stringhe comandi lame 3.90.3
salve a tutti volevo sapere se la stringa di comando ke inserisco è giusta per il lame.exe 3.90.3 e se nn lo è ke cosa ho sbagliato, grazie

%l--alt-preset 160%l%h--alt-preset cbr192%h %s %d

vorrei avere un mp3 cn bitrate costante a 192 ke nn scenda sotto questa soglia o max a 160, xkè cn la stringa impostata da eac mi esce un mp3 variabile.

Un'altra cosa sapete cosa posso fare cn un cd live di ozzy ke nn riesco a rippare (ha una protezione ke impedisce al pc di leggerlo) posso ripparlo oppure è impossibile??
10/9/2003 12:14 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 16,422
Maestro

> %l--alt-preset 160%l%h--alt-preset cbr192%h %s %d

> vorrei avere un mp3 cn bitrate costante a 192 ke nn scenda sotto questa soglia
> o max a 160, xkè cn la stringa impostata da eac mi esce un mp3 variabile.

--alt-preset 160 è ABR, cioè un tipo di bitrate variabile (leggi sopra)

--alt-preset cbr 192 (con lo spazio in mezzo) è bitrate costante, quindi non scende sotto nessuna soglia, essendo costante.

Quella stringa (che non hai preso qui) è una stringa "doppia", contiene cioè due impostazioni indipendenti, da usarsi a seconda che con EAC scegli "high quality" (e verrà preso in considerazione solo quanto è compreso tra i segni di %h) o "low quality" (ovviamente, %l). Solo una di quelle impostazioni funziona, di volta in volta. Non è un minimo e un massimo, come potrebbe sembrare..
Leggiti bene la guida (questa, intendo), per capire con cosa hai a che fare (lame, stringhe, abr, vbr..).
Comunque, se vuoi un bitrate COSTANTE devi usare --alt-preset cbr bitrate (e qua lo indichi) e basta.
Se non è vitale che sia costante (per esempio, è meglio costante per l'audio dei dvix..) è preferibile ABR (ovvero, --alt-preset bitrate, senza precisare altro).
Ciao
Paolo
10/10/2003 12:27 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
non trovoquesto: inserire un cd audio originale e premere il tasto evidenziato DETECT READ FEATURES...
Si apre una finestra come questa:..... uso la versione v.095
10/18/2003 1:54 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 16,422
Maestro
A causa di un problema col mio spazio web (ero stato costretto a cambiare il nome di alcune immagini) l'immagine che veniva mostrata sotto quella scritta non era quella giusta (era un doppione di un'immagine successiva, quella della finstra di configurazione della compressione).
ORA è quella giusta, comunque avresti dovuto trovare lo stesso l'opzione, perchè comunque il testo diceva:

menu EAC->drive options->extraction method

ed era evidente che l'immagine sottostante non c'entrava... [SM=x53912]
Occorreva andare a cercare quel tasto dove indicato dal testo, ovviamente.

Comunque, mi scuso dell'errore nelle immagini, spero che non abbia causato troppi problemi.
ciao [SM=x53911]
Paolo
10/18/2003 2:28 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 16,422
Maestro
Ne ho approfittato per togliere i riferimenti alla vecchia versione 3.90.2 (che continuavano ad esserci), per non generare equivoci.
La versione da usare è 3.90.3.
In ogni caso, la versione 3.90.2 differiva dalla 3.90.3 per il fatto che occorreva specificare l'opzione -Z in alcuni settaggi, opzione che nell'attuale 3.90.3 è incorporata.
Nella guida le due cose erano comunque già separate, e in primo piano c'era la 3.90.3 da tempo.
ciao a tutti
Paolo
10/18/2003 2:31 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 2 3 | Next page
New Thread
 | 
Reply

Feed | Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.1] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 12:38 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2022 FFZ srl - www.freeforumzone.com

TopPiste ciclabili milano