Attuality and Society
printprintFacebook



GEMELLAGGI

BENVENUTI

SVC



Micronazione Repubblica Cisalpina



Pensieri, parole, frasi celebri....
<<...nessuno può colpire duro come fa la vita, perciò andando avanti non è importante come colpisci, l'importante è come sai resistere ai colpi, come incassi e se finisci al tappeto hai la forza di rialzarti... così sei un vincente!>>
STUDIO SPORT
STUDIO SPORT
La home page dello sport
MOTOMONDIALE
Con tanta MotoGp!
CALCIO
Lo sport più praticato nel mondo
WRESTLING
E' scoppiata la passione per il wrestling (WWE)
F1 E AUTO!
Dalle auto alla forumula uno
New Thread
Reply
 
Previous page | 1 | Next page
Vote | Print | Email Notification    
Author
Facebook  

Muscoli, doping e finta lotta è il baraccone del wrestling

Last Update: 5/2/2009 7:12 PM
OFFLINE
Post: 42,725
Post: 26,157
Registered in: 2/28/2004
Registered in: 4/14/2004
Age: 32
Gender: Male
Admin Unico
4/2/2009 2:25 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Muscoli, doping e finta lotta
è il baraccone del wrestling

Esce il film The Wrestler, con Mickey Rourke che dopo aver vinto il Leono d'oro a Venezia ha sfiorato l'Oscar. Sport o spettacolo? Storia di un fenomeno televisivo
di SAVERIO INTORCIA


IL FISICO è quello di un pugile che ha preso molti cazzotti ma è ancora in piedi. La storia, drammatica e commovente, racconta di un wrestler che cerca la sua rivincita con la vita ed assomiglia a quella dell'attore che lasciò il set all'apice della celebrità per inseguire il sogno di fare il boxeur. Mickey Rourke la sua rivincita se l'è presa con The Wrestler, il film che esce domani nelle sale italiane, dopo aver vinto il Leone d'Oro a Venezia e due Golden Globe e dopo due nomination a gli Oscar. Una pellicola che promette anche di restituire fascino e splendore al wrestling in Italia, dopo più di vent'anni di alterne fortune.

Quando i marziani sbarcarono su Italia Uno, a metà degli anni Ottanta, ai piccoli telespettatori brillarono gli occhi, mentre ai loro genitori per poco non venne un infarto. In tv erano spuntati omoni muscolosi che se le davano di santa ragione e, tra un cazzotto e una schienata, scaldavano l'arena con una mimica teatrale da attori consumati. Fu così che l'Italia del telecomando scoprì il wrestling, un incrocio diabolico fra la nobile e antica arte della lotta e il volgare intermezzo da fiera, un carosello di personaggi appassionanti, a metà fra eroi mitici e figuranti prezzolati. A introdurlo e spiegarlo, la voce inconfondibile di Dan Peterson. Nelle case entrarono i nuovi miti americani, senza bussare, portandosi dietro il contorno di gagdets (dai pupazzi all'album di figurine). Per ogni volto un costume, un rituale, una musica d'ingresso, una mossa brevettata. In cima al mondo Hulk Hogan, il Pelè delle legnate: indiscutibilmente, il più grande di sempre (all'anagrafe si chiamerebbe Terrence Gene Bollea, ma sul ring ha cambiato nome otto volte, chiudendo la carriera come Mister America). Nel momento d'oro, si presentava con una imbarazzante tutina gialla, che faceva pendant con i suoi capelli biondi e i baffetti, e scaldava il pubblico portandosi la mano all'orecchio (diffidate dalle imitazioni, l'ha inventato lui). Il suo rivale, Andre the Giant, era un bestione francese di 2 metri e 24 di altezza, con una storia avvolta nel mistero (si diceva fosse malato, e perciò cresciuto a dismisura): per una delle loro sfide, nel 1987, si radunarono 93 mila persone al Silverdome di Pontiac, Michigan. La morte l'ha raggiunto in un triste hotel francese, nel 1993, un anno dopo il suo ritiro. E poi gli altri, eccoli. Jake The Snake, che saliva sul ring con il pitone Damien e aveva come mossa finale la celebre DDT. Ha abusato di alcol e droghe, e la lega ha deciso di pagargli il trattamento di disintossicazione. John Tenta, ex lottatore di sumo canadese, noto come Earthquake, terremoto: ha commosso il mondo annunciando di avere il cancro, è morto nel 2006. Quindi The Undertaker, il 'becchino', vestito interamente di nero: per lui, un lento e tetro strip prima di ogni incontro. E' ancora in sella: è lui che ha inventato il casket match, quello in cui chi vince mette l'altro in una bara (vera).

La mania era così diffusa, negli States, che nell'82 Sylvester Stallone chiamò Hulk Hogan per Rocky III, ad impersonare un wrestler (Labbra Tonanti) contro cui "lo stallone italiano" combatte per beneficenza all'inizio del film. La particina diede ad Hulk gloria internazionale, ma gli causò anche il licenziamento dalla World Wrestling Federation. "I wrestler non sono attori", sentenziò allora il grande capo della federazione, Vince McMahon. Mica vero. Perché questo è un frullato di sport e spettacolo, che danza fra realtà e finzione. I match sono simulati, l'esito finale e i momenti-clou seguono un copione predeterminato: quando s'è capito anche da noi, per gli adolescenti italiani - che provavano a ripetere le mosse sul divano e spesso finivano al pronto soccorso - è stato come scoprire che Babbo Natale non esiste (lo sai da sempre, in fondo, ma non vuoi mai crederci). In gergo, i fans si dividono fra i mark (i creduloni, che ritengono sia tutto vero) e gli smart (i razionalisti: sanno tutto, ma vogliono solo godersi lo spettacolo), e il fatto che il dibattito sia ancora aperto spiega il successo del wrestling.

Botte da orbi e danze tribali, sangue verissimo che sgorga da ferite minuscole procurate ad arte. Storie di faide infinite, di rivalità e alleanze, persino di arbitri corrotti e accordi sotto banco per rovesciare l'esito del match, e rendere più finta la finzione. E, in mezzo, anche uno scandalo doping, in cui Hogan fu principale accusato e accusatore (1994): da due anni, è partito un programma di controlli sulla salute dei lottatori. Nel 2002, tra l'altro, la WWF ha cambiato nome, ora si chiama World Wide Entertainment, un po' per ricordare che questo è uno spettacolo, un po' per la causa legale intentata dal WWF più famoso, quello col panda, che tutela le bestioline in via d'estinzione e non i bestioni a caccia di contratto. All'interno della lega, adesso, ci sono tre roster, tre marchi, tre circuiti diversi di lottatori-attori, anzi, di "lottattori" (SmackDown!, Raw e ECW le sigle).

Da noi, il wrestling è passato in continuazione dalla polvere all'altare. Dalla tv in chiaro è sparito dal 2006, dopo il clamore per l'omicidio-suicidio di Chris Benoit, il 'tagliagolè del ring: si è impiccato nella sua casa in Georgia dopo aver ucciso la moglie Nancy e il figlioletto Daniel. Pochi mesi prima, il circus era stato scosso dalla scomparsa del messicano Eddie Guerrero, trovato morto in una stanza d'albergo a Minneapolis. Perché, come nei film, dietro le maschere finte, ci sono i drammi veri, di chi finisce al tappeto, di chi prova a ricominciare.

5 marzo 2009
Repubblica.it






ADMIN UNICO diAttuality and Society


Vice Amministratore di FORUMANDO


Moderatore sez.ForumGiornale di FORUMANDO



E' giusto adorare Gesù?Testimoni di Geova Online...93 pt.6/19/2019 8:14 AM by (SimonLeBon)
carte da culSenza Padroni Quindi Roma...52 pt.6/18/2019 7:59 PM by er.principe77
Calciomercato estivo - Stagione 2019/2020blog191240 pt.6/19/2019 7:55 AM by Bauscia_Dal_1912
OFFLINE
Post: 76,903
Post: 2,126
Registered in: 10/15/2007
Registered in: 1/19/2008
Gender: Male
Admin
4/25/2009 2:48 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

C'è sicuramente una buona dose di finzione e scenicita',anche perche' devono fare spettacolo,pero' se non sei piu' che allenato e "rodato" facilmente ti rompono la schiena e ti mettono su una sedia a rotelle!






ELIMINATO L'IMPOSSIBILE,CIO' CHE RESTA,PER IMPROBABILE CHE SIA,DEVE ESSERE LA VERITA'!

OFFLINE
Post: 6,789
Post: 91
Registered in: 3/22/2008
Registered in: 9/1/2008
Location: TORINO
Age: 41
Gender: Male
*Lettore*
5/2/2009 4:32 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Il wrestling è una disciplina di tutto rispetto. Nel tempo è diventato puro spettacolo la cui forza è la stessa delle telenovele: bene contro male, ingiustizie contro la giustizia...
Avrete notato che spesso si creano alleanza tra lottatori, sfide, l'arbitro si distrae e qualcuno prende la sedia per spaccare la testa a qualcun'altro...
Tutto un gioco dove raramente si fa male.
Ma in quanto disciplina sportiva e di difesa il wrestling è tremendamente efficace e spesso utile in un confronto corpo a corpo.
Un vero lottatore è tremenamente resistente alle cadute(la prima cosa che viene insegnata in ogni disciplina di lotta) perché ha il fisico e soprattutto sa come cadere. Sa incassare i colpi ma, la cosa più efficace, è veloce nelle prese e nell'intrappolamento, nonché nello sbalzare l'avversario, il tutto nella corta e cortissima distanza.

Insomma se non stanno facendo scena e si devono difendere sul serio... sono c***i amari!
OFFLINE
Post: 76,903
Post: 2,126
Registered in: 10/15/2007
Registered in: 1/19/2008
Gender: Male
Admin
5/2/2009 7:12 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re:
misterx78, 02/05/2009 16.32:

Il wrestling è una disciplina di tutto rispetto. Nel tempo è diventato puro spettacolo la cui forza è la stessa delle telenovele: bene contro male, ingiustizie contro la giustizia...
Avrete notato che spesso si creano alleanza tra lottatori, sfide, l'arbitro si distrae e qualcuno prende la sedia per spaccare la testa a qualcun'altro...
Tutto un gioco dove raramente si fa male.
Ma in quanto disciplina sportiva e di difesa il wrestling è tremendamente efficace e spesso utile in un confronto corpo a corpo.
Un vero lottatore è tremenamente resistente alle cadute(la prima cosa che viene insegnata in ogni disciplina di lotta) perché ha il fisico e soprattutto sa come cadere. Sa incassare i colpi ma, la cosa più efficace, è veloce nelle prese e nell'intrappolamento, nonché nello sbalzare l'avversario, il tutto nella corta e cortissima distanza.

Insomma se non stanno facendo scena e si devono difendere sul serio... sono c***i amari!



...infatti [SM=g27811]








ELIMINATO L'IMPOSSIBILE,CIO' CHE RESTA,PER IMPROBABILE CHE SIA,DEVE ESSERE LA VERITA'!

Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply
Cerca nel forum
... GEMELLAGGI ...
FORUMANDO
+Tutti Siti+
Guglielmotell BLOG
UFOOUTLINE
giuggyna.it

 

Utenti online

Home Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 8:14 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com