Attuality and Society
printprintFacebook



GEMELLAGGI

BENVENUTI

SVC



Micronazione Repubblica Cisalpina



Pensieri, parole, frasi celebri....
<<...nessuno può colpire duro come fa la vita, perciò andando avanti non è importante come colpisci, l'importante è come sai resistere ai colpi, come incassi e se finisci al tappeto hai la forza di rialzarti... così sei un vincente!>>
New Thread
Reply
 
Previous page | 1 | Next page
Print | Email Notification    
Author
Facebook  

Niente storia, si studia Internet cambia scuola primaria britannica

Last Update: 3/26/2009 11:18 PM
OFFLINE
Post: 42,725
Post: 26,157
Registered in: 2/28/2004
Registered in: 4/14/2004
Age: 32
Gender: Male
Admin Unico
3/26/2009 11:18 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Il piano contenente la rivoluzionaria riforma anticipato da The Guardian
Critici i primi commenti: "Manca l'impegno per una maggiore alfabetizzazione"

Niente storia, si studia Internet
cambia scuola primaria britannica

Il passato del Regno Unito viene relegato a due soli periodi a scelta dell'insegnante dal nostro corrispondente ENRICO FRANCESCHINI

Niente storia, si studia Internet cambia scuola primaria britannica
LONDRA - Basta con lo studio dell'era vittoriana o della seconda guerra mondiale: nelle scuole elementari britanniche, d'ora in avanti, verranno studiati piuttosto i blog, Facebook, Twitter e Wikipedia, insomma l'abc di Internet. Il cambiamento fa parte di una rivoluzionaria riforma della scuola di primo grado, contenuta in un piano che sarà presentato formalmente il mese prossimo dal ministero dell'Istruzione. Il nuovo curriculm di studi per le elementari, preparato da una commissione di specialisti incaricati dal ministero, è stato però anticipato da una "talpa" ministeriale al quotidiano Guardian di Londra, che stamane lo pubblica con ampio rilievo in prima pagina. E già fioccano le reazioni, non tutte positive.

Il nuovo programma di studi afferma che i bambini devono uscire dalle elementari in possesso di una familiarità sufficiente con le nuove forme di comunicazione digitale: dunque devono saper usare un computer e navigare su Internet, sapere cosa sono un blog e un podcast, conoscere Facebook, Twitter e Wikipedia. La fluidità nell'uso scritto e parlato della lingua inglese deve avanzare di pari passo con quella dell'uso del web. Per esempio, i bambini dovranno sapere come utilizzare i programmi automatici di correzione di errori di "spelling" che esistono online, così come dovranno imparare a fare lo "spelling" da soli.

Lo studio della storia, viceversa, sarà ridotto, nell'arco di tutta la scuola elementare, a due periodi del passato britannico, a scelta dell'insegnante. Si potrà così decidere di studiare o l'era vittoriana o quella della seconda guerra mondiale, o al limite nessuna delle due, optando per altri periodi. La ragione è che la storia patria, e quella mondiale, vengono poi ripetute alla scuola media inferiore e di nuovo in quella superiore, e gli ispettori ministeriali ritengono che non sia necessaria una duplicazione di tale studio.

Più in generale, il piano riduce dalle attuali 13 a soltanto sei le materie di studio, raggruppandole in aree di interesse: comprensione dell'inglese, delle comunicazioni e dei linguaggi; comprensione della matematica; comprensione scientifica e tecnologica; comprensione umana, sociale e ambientale; comprensione della salute fisica e dell'esercizio; comprensione delle arti e del disegno. L'obiettivo di fondo è aumentare la flessibilità, dare agli insegnanti più libertà di scelta su cosa insegnare e su come farlo. Coordinatore del nuovo curriculum è sir Jim Rose, ex direttore degli ispettori del ministero dell'Istruzione, nominato dal governo come esperto qualificato per la più radicale riforma della scuola elementare britannica in due generazioni.

I primi commenti sono tuttavia piuttosto critici. Dice John Bangs, capo del dipartimento istruzione della National Union of Teachers: "E' una riforma che sembra preoccupata di saltare sul treno degli ultimi trend alla moda, come Twitter e Wikipedia. La capacità di usare il computer e navigare su Internet è certamente importante nel mondo di oggi, ma non mi pare una buona idea puntare su di questo a scapito della capacità di leggere e scrivere secondo i metodi tradizionali". Concorda Teresa Cremin, presidente della United Kingdom Literacy Association: "Siamo preoccupati dall'assenza nel nuovo programma di un impegno per una maggiore alfabetizzazione". E Mary Bousted, segretario generale della Association of Teachers and Lecturers, lamenta che i sindacati degli insegnanti non siano stati sufficientemente consultati: "Sono i nostri membri che dovranno insegnare questo curriculum, è inaccettabile che non venga ascoltato il nostro punto di vista", afferma, pur lodando l'intenzione di dare agli insegnanti più flessibilità, con programmi meno rigidi e più vari.

(25 marzo 2009)
Repubblica.it






ADMIN UNICO diAttuality and Society


Vice Amministratore di FORUMANDO


Moderatore sez.ForumGiornale di FORUMANDO



E' giusto adorare Gesù?Testimoni di Geova Online...244 pt.7/17/2019 5:17 PM by (SimonLeBon)
Motore rotto Honda Dominator37 pt.7/17/2019 3:18 PM by rpaul
Sondaggi Elettorali di Ankie & FriendsAnkie & Friends - L&#...31 pt.7/17/2019 5:10 PM by Gag Lee Hano
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply
Cerca nel forum
... GEMELLAGGI ...
FORUMANDO
+Tutti Siti+
Guglielmotell BLOG
UFOOUTLINE
giuggyna.it

 

Utenti online

Home Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 5:23 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com