Attuality and Society
printprintFacebook



GEMELLAGGI

BENVENUTI

SVC



Micronazione Repubblica Cisalpina



Pensieri, parole, frasi celebri....
<<...nessuno può colpire duro come fa la vita, perciò andando avanti non è importante come colpisci, l'importante è come sai resistere ai colpi, come incassi e se finisci al tappeto hai la forza di rialzarti... così sei un vincente!>>
New Thread
Reply
 
Previous page | 1 | Next page
Print | Email Notification    
Author
Facebook  

I meccanismi cerebrali dietro le decisioni semplici sono meno complessi di quanto si pensasse

Last Update: 11/20/2008 10:53 AM
OFFLINE
Post: 42,725
Post: 26,157
Registered in: 2/28/2004
Registered in: 4/14/2004
Age: 32
Gender: Male
Admin Unico
11/20/2008 10:53 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

I meccanismi cerebrali dietro le decisioni semplici sono meno complessi di quanto si pensasse

L'attività legata alle decisioni semplici avviene nelle regioni del cervello che ricevono i relativi stimoli e ne controllano la risposta del corpo

Secondo una nuova ricerca finanziata dall'UE, l'attività legata alle decisioni semplici non avviene nella parte del cervello responsabile degli aspetti più avanzati della cognizione, quali l'autocoscienza, come si pensava in precedenza. Avvengono invece nelle regioni del cervello che ricevono i relativi stimoli e ne controllano la risposta del corpo.

Il lavoro, pubblicato online dalla rivista Nature Neuroscience, è stato in parte finanziato attraverso il progetto finanziato dall'UE "Investigations in Brain Sciences Education Network", sostenuto attraverso lo schema Marie Curie nell'ambito del Sesto programma quadro (6° PQ).

"È importante capire come il cervello prende le decisioni in condizioni normali per acquisire conoscenze su malattie come il morbo di Alzheimer, le lesioni cerebrali traumatiche o gli ictus, nelle quali la capacità di prendere decisioni viene compromessa," ha spiegato il professor Maurizio Corbetta della facoltà di medicina della Washington University negli Stati Uniti. "Ci piace pensare alle nostre decisioni come se si trattasse di atti volontari, ma ciò potrebbe rivelarsi un'illusione. Molte decisioni potrebbero essere prese molto più direttamente e automaticamente da ciò che il nostro cervello percepisce."

Per molto tempo i ricercatori hanno pensato che gli uomini avessero una specie di modulo delle decisioni nel cervello che coinvolgesse il lobo frontale, la parte del cervello responsabile di processi cognitivi più avanzati.

La ricerca ha però recentemente rivelato che nelle scimmie le attività semplici sono mediate da meccanismi relativamente semplici contenuti nelle regioni del cervello sensoriali-motorie. In quest'ultimo studio, scienziati provenienti daItalia e USA si sono impegnati per vedere se lo stesso valeva per gli uomini.

Hanno insegnato a volontari a svolgere un compito che prevedeva la distinzione tra una fotografia di un viso e quella di un edificio. Se vedevano un viso, i volontari dovevano muovere gli occhi in una determinata direzione; se vedevano un edificio, dovevano tendere la mano verso la stessa direzione.

"Tale decisione non è automatica. Richiede attenzione verso lo stimolo e controllo della reazione," ha detto il professor Corbetta.

Variazioni nel livello di rumore confondevano le figure per il poco tempo in cui erano visibili. Mentre i volontari svolgevano il compito, il loro cervello veniva esaminato con una risonanza magnetica funzionale per immagini (fMRI).

Gli esami hanno rivelato che l'attività nella parte del cervello responsabile della progettazione di attività come il movimento degli occhi o delle mani aumentava a seconda del tipo di figura che veniva mostrata (un viso o un edificio) e il tipo di reazione che il cervello stava progettando (movimento degli occhi o della mano). Quando la figura era associata a meno rumore, rendendo la decisione più facile, l'attività cerebrale nella relativa area del cervello aumentava in proporzione.

"Questo suggerisce che tali regioni del lobo parietale elaboravano tutti i segnali sensoriali, decisionali e motori necessari per prendere e mettere in atto la decisione," ha commentato l'autrice principale dello studio Annalisa Tosoni, specializzanda presso l'Università di Chieti, inItalia . "Al contrario, nessuna area del lobo frontale, che si pensava fosse coinvolta nella decisionalità, ha aumentato significativamente la propria attività al momento della decisione."

"Anche per decisioni visive arbitrarie e in qualche modo complesse, sembra che sia una questione di quantità di informazioni sensoriali che spinge il cervello verso una scelta piuttosto che un'altra," ha aggiunto il professor Corbetta.

Secondo i ricercatori, i risultati sostengono l'idea di una "cognizione incorporata", in cui funzioni cognitive astratte sono basate su semplici meccanismi di elaborazione sensoriali-motori. Più semplicemente, "vedere e decidere consiste, in effetti, nel pianificare una risposta motoria," hanno scritto gli scienziati.

Il team ha adesso in programma di studiare se le decisioni più complesse sono elaborate dallo stesso meccanismo sensoriale-motorio, e se le decisioni sono influenzate dalla quantità di ricompensa che il soggetto si aspetta quando prende decisioni semplici e complesse.

Fonte: Cordis (18/11/2008)
molecularlab.it
Secondo stint su WoW e taciti accordiAnkie & Friends - L&#...14 pt.10/21/2019 11:49 PM by Inklings
Il Lago dei CigniEFP13 pt.10/21/2019 10:08 PM by molang
Sara Benci di Sky SportTELEGIORNALISTE FANS FORU...11 pt.10/21/2019 10:31 PM by giovannantonio.p@tiscali.
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply
Cerca nel forum
... GEMELLAGGI ...
FORUMANDO
+Tutti Siti+
Guglielmotell BLOG
UFOOUTLINE
giuggyna.it

 

Utenti online

Home Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 8:54 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com