***Annunci del Mega Forum***
Vuoi sapere tutto sul MegaForum? Vai sulla MegaPedia, l'enciclopedia ufficiale del MF!
Non riesci a postare? Clicca qui e consulta le nostre linee guida.
New Thread
Reply
 

Genova - 20 anni dopo

Last Update: 7/28/2021 1:42 PM
Author
Print | Email Notification    
OFFLINE
Email User Profile
Post: 22,454
Post: 15,550
Registered in: 4/13/2011
Location: CHAMPORCHER
Age: 41
Gender: Male
7/22/2021 9:13 AM
 
Quote

Re: Re: Re:
captainkeane, 21/07/2021 23:44:



Senza considerare che un altro tema é quello dello sfruttamento intensivo e pervasivo delle risorse naturali, ampiamente previsto e ovviamente ignorato.
Quindi sì, il liberismo.
Potevi risparmiarci la tua solita cantonata, mi sorprende un pò di più cap, ma va bene così.





beh, con il post pensavo non all'economia globale, ma a quella Italiana. Per quella globale è un dato di fatto: liberalizzando i mercati abbiamo accresciuto le disuguaglianze, ma anche drasticamente abbassato il numero di persone che vivono in povertà assoluta.


Mentre la mia tesi è che in Italia si è per un ventennio parlato di liberismo senza farlo. Ed il motivo per il quale l'Italia ha stagnato per tutto il berlusconismo e poi è crollata è proprio questo qua.

Berlusconi cianciava di liberismo assieme a confindustria, ma Tremonti è stato il ministro più antiliberista degli ultimi 10 governi, tanto è vero che ora le sue idee sono in quota lega. La sua soluzione è sempre stata quella di proteggerci dai mercati più competitivi aumentando i dazi e tirando su muri, contemporaneamente ha sempre difeso i vari feudi di confindustria.

A memoria le uniche due riforme liberali fatte in Italia prima della crisi sono state ambedue fatte dai governi Prodi:

- Liberalizzazione del sistema ferroviario
- Liberalizzazione delle assicurazioni



tutte e due hanno portato grossissimi vantaggi sia ai consumatori che alle imprese.




OFFLINE
Email User Profile
Post: 12,688
Post: 7,588
Registered in: 4/17/2011
Location: DESIO
Age: 40
Gender: Male
Job/occupation: studente/lavora
7/22/2021 10:32 AM
 
Quote

Re: Re: Re: Re:
The REAL Capt.Spaulding, 22/07/2021 09:13:




beh, con il post pensavo non all'economia globale, ma a quella Italiana. Per quella globale è un dato di fatto: liberalizzando i mercati abbiamo accresciuto le disuguaglianze, ma anche drasticamente abbassato il numero di persone che vivono in povertà assoluta.


Mentre la mia tesi è che in Italia si è per un ventennio parlato di liberismo senza farlo. Ed il motivo per il quale l'Italia ha stagnato per tutto il berlusconismo e poi è crollata è proprio questo qua.

Berlusconi cianciava di liberismo assieme a confindustria, ma Tremonti è stato il ministro più antiliberista degli ultimi 10 governi, tanto è vero che ora le sue idee sono in quota lega. La sua soluzione è sempre stata quella di proteggerci dai mercati più competitivi aumentando i dazi e tirando su muri, contemporaneamente ha sempre difeso i vari feudi di confindustria.

A memoria le uniche due riforme liberali fatte in Italia prima della crisi sono state ambedue fatte dai governi Prodi:

- Liberalizzazione del sistema ferroviario
- Liberalizzazione delle assicurazioni



tutte e due hanno portato grossissimi vantaggi sia ai consumatori che alle imprese.





Ok, capisco il tuo punto di vista e sono in parte concorde.
Però il liberismo non é solo liberalizzazioni, anzi non é la sua prerogativa principale.
Il liberismo é deregulation, decentramento amministrativo, snellimento dell'apparato statale.
Da questo punto di vista l'Italia é un paese estremamente liberista, stante i pochi dipendenti statali, l'impoverimento del ruolo dello stato, lo smantellamento sistematico dei diritti dei lavoratori e del welfare dal pacchetto Treu in poi.
Il protezionismo di facciata non é nient'altro che la faccia politica del liberismo stesso
OFFLINE
Email User Profile
Post: 40,952
Post: 15,981
Registered in: 4/13/2011
Location: LECCE
Age: 33
Gender: Male
7/22/2021 10:41 AM
 
Quote

Diciamo che è un liberismo fatto a uso e consumo dei soliti noti.

L’Italia è anche il paese delle corporazioni, dele professioni chiuse, della regolamentazione selvaggia che non consente di fare business a tutti ma solo a qualcuno.
Anche per questo l’Italia è in una stagnazione da decenni, ma una stagnazione calcolata.
OFFLINE
Email User Profile
Post: 12,690
Post: 7,590
Registered in: 4/17/2011
Location: DESIO
Age: 40
Gender: Male
Job/occupation: studente/lavora
7/22/2021 10:46 AM
 
Quote

Effettivamente esistono tutta una serie di caste riconosciute anche dalla dottrina quali avvocati, notai ecc.
OFFLINE
Email User Profile
Post: 22,458
Post: 15,554
Registered in: 4/13/2011
Location: CHAMPORCHER
Age: 41
Gender: Male
7/22/2021 10:47 AM
 
Quote

Re:
captainkeane, 22/07/2021 10:46:

Effettivamente esistono tutta una serie di caste riconosciute anche dalla dottrina quali avvocati, notai ecc.




tassisti, messi comunali, guardie forestali..
OFFLINE
Email User Profile
Post: 12,691
Post: 7,591
Registered in: 4/17/2011
Location: DESIO
Age: 40
Gender: Male
Job/occupation: studente/lavora
7/22/2021 11:07 AM
 
Quote

Assolutamente.
La storia dei tassisti sotto certi punti di vista é incredibile
OFFLINE
Email User Profile
Post: 40,953
Post: 15,982
Registered in: 4/13/2011
Location: LECCE
Age: 33
Gender: Male
7/22/2021 11:47 AM
 
Quote

captainkeane, 22/07/2021 11:07:

Assolutamente.
La storia dei tassisti sotto certi punti di vista é incredibile

I tassisti legittimano i notai, è semplice bacino elettorale.
OFFLINE
Email User Profile
Post: 12,693
Post: 7,593
Registered in: 4/17/2011
Location: DESIO
Age: 40
Gender: Male
Job/occupation: studente/lavora
7/22/2021 12:03 PM
 
Quote

Megablast, 22/07/2021 11:47:

I tassisti legittimano i notai, è semplice bacino elettorale.

La differenza però é che le corporazioni professionali siedono in parlamento e sono chiamate a legiferare.
Quelle che rappresentano i tassisti invece cercano uno che li rappresenti
OFFLINE
Email User Profile
Post: 40,956
Post: 15,985
Registered in: 4/13/2011
Location: LECCE
Age: 33
Gender: Male
7/22/2021 1:31 PM
 
Quote

captainkeane, 22/07/2021 12:03:

La differenza però é che le corporazioni professionali siedono in parlamento e sono chiamate a legiferare.
Quelle che rappresentano i tassisti invece cercano uno che li rappresenti

Ovvio, ma il tassista rappresenta voti e la sua presenza, come quella di altre professioni/classi chiuse senza peso politico o economico, giustifica anche quella di altre, come i notai, che invece ce l’hanno.

Il problema è che praticamente qualsiasi schieramento punta a quei voti, che contano più di tutti quelli che non sono notai, tassisti, etc.
ONLINE
Email User Profile
Post: 6,472
Post: 6,370
Registered in: 7/10/2011
Gender: Male
7/22/2021 2:11 PM
 
Quote

La sperequazione della ricchezza è dovuta anche all'attività delle Banche Centrali, che con il Quantitative Easing ha facilitato le imprese con più alto valore aggiunto e tasso di crescita, quasi tutte statunitensi ormai, nel raggiungere capitalizzazioni impensabili fino al decennio scorso.

E con la pandemia questo fenomeno è stato portato all'eccesso, vedremo quali conseguenze creerà tra qualche tempo.
OFFLINE
Email User Profile
Post: 23,770
Post: 13,144
Registered in: 4/13/2011
Location: REGGIO EMILIA
Age: 31
Gender: Male
Montenegro è sinonimo di qualità e vittoria.
7/22/2021 2:18 PM
 
Quote

L'Italia paese ESTREMAMENTE liberista mi fa ridere a crepapelle, praticamente il 75% del PIL italiano è generato dallo stato o da controllate dello stato (ENEL, ferrovie, Poste, etc.)

ESTREMAMENTE liberista
ONLINE
Email User Profile
Post: 6,473
Post: 6,371
Registered in: 7/10/2011
Gender: Male
7/22/2021 2:23 PM
 
Quote

Re:
Angle 4ever, 22/07/2021 14:18:

L'Italia paese ESTREMAMENTE liberista mi fa ridere a crepapelle, praticamente il 75% del PIL italiano è generato dallo stato o da controllate dello stato (ENEL, ferrovie, Poste, etc.)

ESTREMAMENTE liberista


Con aziende come Alitalia che sarebbero dovute fallire più di un decennio fa [SM=g5608793]
OFFLINE
Email User Profile
Post: 12,694
Post: 7,594
Registered in: 4/17/2011
Location: DESIO
Age: 40
Gender: Male
Job/occupation: studente/lavora
7/23/2021 11:19 AM
 
Quote

Angle 4ever, 22/07/2021 14:18:

L'Italia paese ESTREMAMENTE liberista mi fa ridere a crepapelle, praticamente il 75% del PIL italiano è generato dallo stato o da controllate dello stato (ENEL, ferrovie, Poste, etc.)

ESTREMAMENTE liberista

A me fa invece ridere a crepapelle che non conosci o fingi di non conoscere il meccanismo degli appalti.
Che questo paese abbia un disperato bisogno di investimenti é palese, ma anche un aumento del PIL avrebbe cmq un effetto ovattato, a queste condizioni.
Che poi, parliamo male dello stato per partito preso, tuttavia poste italiane ma anche Italgas, A2A ecc. sono grandi aziende che performanti bene.
Vai a darti un'occhiata al bilancio A2A (anche quello sociale, con il piano di investimenti al 2030) e poi ne riparliamo
OFFLINE
Email User Profile
Post: 22,478
Post: 15,574
Registered in: 4/13/2011
Location: CHAMPORCHER
Age: 41
Gender: Male
7/23/2021 11:31 AM
 
Quote

su poste italiane c'è da fare tutta una considerazione sulla trasparenza della loro gestione del risparmio.

ma in linea di massima sì, ci sono tantissime statali che funzionano bene, purtroppo però è decisamente più alto il numero delle statali o partecipate che sono letteralmente un cancro per l'economia del paese.

lo sapete tutti come vengono gestiti gli autobus e l'immondizia a Roma no?
con i video dei dipendenti che rubano la benzina dai mezzi per rivendersela ed i sindacati che denunciano il municipio perchè utilizza le telecamere nascoste..

OFFLINE
Email User Profile
Post: 12,695
Post: 7,595
Registered in: 4/17/2011
Location: DESIO
Age: 40
Gender: Male
Job/occupation: studente/lavora
7/23/2021 12:32 PM
 
Quote

Ah ovviamente su poste italiane hai ragione, per me non dovrebbero poter gestire il risparmio.
Però non possiamo guardare ai numeri dei privati e dirgli bravi mentre sul pubblico dire "bravi, però".
Sulla situazione ATAC non mi pronuncio poiché non la conosco adeguatamente
New Thread
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Feed | Forum | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 3:13 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com