printprintFacebook
IperCaforum il forum degli ipercafoni
 
Facebook  

argomento del giorno

Last Update: 4/1/2020 1:39 AM
Author
Vote | Print | Email Notification    
OFFLINE
Post: 1,928
Registered in: 12/28/2005
Gender: Male

Utente Power



3/18/2020 7:43 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re: Re: Re: Re: Re:
pliskiss, 16/03/2020 02:03:




ho cercato questa che l'avevo ma non la trovo più




Quella maschera mi sembra che si possa attaccare alle bombole di ossigeno... dovrebbe costare parecchio, ma non è necessaria per questo Coronavirus
OFFLINE
Post: 6,010
Registered in: 3/26/2019
Gender: Male

Utente Power



3/21/2020 10:45 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

... coronavirus, coronavirus, coronavirus ...
Coronavirus, la strage dei medici. Almeno 14 morti dall’inizio dell’epidemia


OFFLINE
Post: 6,025
Registered in: 3/26/2019
Gender: Male

Utente Power



3/22/2020 11:17 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

... coronavirus, coronavirus, coronavirus ...
davvero in italia ci sono più morti causati dal cinavirus, piuttosto che in cina o in altre nazioni europee e d'oltreoceano?



OFFLINE
Post: 6,063
Registered in: 3/26/2019
Gender: Male

Utente Power



3/23/2020 3:36 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

... coronavirus, coronavirus, coronavirus ...
Boccia (Confindustria): "Perderemo 100 mld al mese" ...
OFFLINE
Post: 6,073
Registered in: 3/26/2019
Gender: Male

Utente Power



3/23/2020 6:20 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

... coronavirus, coronavirus, coronavirus ...
... epur ghe xè calcossa de fondo che no riessso a capir, ma me sfuge cosssa! [SM=x44467] ...

OFFLINE
Post: 1,859
Registered in: 4/8/2013
Gender: Female

Utente Power +



3/23/2020 6:36 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Lucia bose' [SM=x44469]

_________________



OFFLINE
Post: 6,100
Registered in: 3/26/2019
Gender: Male

Utente Power



3/24/2020 1:13 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

... coronavirus, coronavirus, coronavirus ...
... sulla morte per cinavirus dell'attrice Bosè, il "forse" è d'uopo, vista la sua veneranda età per cui anche una normale polmonite potrebbe esserle stata fatale ...

OFFLINE
Post: 6,130
Registered in: 3/26/2019
Gender: Male

Utente Power



3/24/2020 1:23 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

... coronavirus, coronavirus, coronavirus ...
OFFLINE
Post: 6,192
Registered in: 3/26/2019
Gender: Male

Utente Power



3/26/2020 12:39 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re: ... coronavirus, coronavirus, coronavirus ...
... in Lombardia aumentano i guariti e diminuiscono i morti ...


OFFLINE
Post: 6,203
Registered in: 3/26/2019
Gender: Male

Utente Power



3/26/2020 11:58 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

... coronavirus, coronavirus, coronavirus ...
Morti altri tre medici: sono tutti di Bergamo





OFFLINE
Post: 6,240
Registered in: 3/26/2019
Gender: Male

Utente Power



3/27/2020 11:15 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

... coronavirus, coronavirus, coronavirus ...
"... è online il nuovo modulo per l'autocertificazione degli spostamenti ..."


OFFLINE
Post: 6,347
Registered in: 3/26/2019
Gender: Male

Utente Power



3/27/2020 8:46 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

... coronavirus, coronavirus, coronavirus ...


Papa Francesco in diretta da Piazza San Pietro


per la benedizione “Urbi et Orbi”






... grazie, Papa Francesco! ...


[SM=x44477] [SM=x44477] [SM=x44477]




OFFLINE
Post: 6,348
Registered in: 3/26/2019
Gender: Male

Utente Power



3/27/2020 9:24 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

... coronavirus, coronavirus, coronavirus ...


Di seguito il testo integrale dell'omelia pronunciata

da Papa Francesco al momento di preghiera straordinario

in tempo di epidemia


«Venuta la sera» (Mc 4,35). Così inizia il Vangelo che abbiamo ascoltato. Da settimane sembra che sia scesa la sera. Fitte tenebre si sono addensate sulle nostre piazze, strade e città; si sono impadronite delle nostre vite riempiendo tutto di un silenzio assordante e di un vuoto desolante, che paralizza ogni cosa al suo passaggio: si sente nell’aria, si avverte nei gesti, lo dicono gli sguardi. Ci siamo ritrovati impauriti e smarriti. Come i discepoli del Vangelo siamo stati presi alla sprovvista da una tempesta inaspettata e furiosa. Ci siamo resi conto di trovarci sulla stessa barca, tutti fragili e disorientati, ma nello stesso tempo importanti e necessari, tutti chiamati a remare insieme, tutti bisognosi di confortarci a vicenda. Su questa barca… ci siamo tutti. Come quei discepoli, che parlano a una sola voce e nell’angoscia dicono: «Siamo perduti» (v. 38), così anche noi ci siamo accorti che non possiamo andare avanti ciascuno per conto suo, ma solo insieme.

È facile ritrovarci in questo racconto. Quello che risulta difficile è capire l’atteggiamento di Gesù. Mentre i discepoli sono naturalmente allarmati e disperati, Egli sta a poppa, proprio nella parte della barca che per prima va a fondo. E che cosa fa? Nonostante il trambusto, dorme sereno, fiducioso nel Padre – è l’unica volta in cui nel Vangelo vediamo Gesù che dorme –. Quando poi viene svegliato, dopo aver calmato il vento e le acque, si rivolge ai discepoli in tono di rimprovero: «Perché avete paura? Non avete ancora fede?» (v. 40).

Cerchiamo di comprendere. In che cosa consiste la mancanza di fede dei discepoli, che si contrappone alla fiducia di Gesù? Essi non avevano smesso di credere in Lui, infatti lo invocano. Ma vediamo come lo invocano: «Maestro, non t’importa che siamo perduti?» (v. 38). Non t’importa: pensano che Gesù si disinteressi di loro, che non si curi di loro. Tra di noi, nelle nostre famiglie, una delle cose che fa più male è quando ci sentiamo dire: “Non t’importa di me?”. È una frase che ferisce e scatena tempeste nel cuore. Avrà scosso anche Gesù. Perché a nessuno più che a Lui importa di noi. Infatti, una volta invocato, salva i suoi discepoli sfiduciati.

La tempesta smaschera la nostra vulnerabilità e lascia scoperte quelle false e superflue sicurezze con cui abbiamo costruito le nostre agende, i nostri progetti, le nostre abitudini e priorità. Ci dimostra come abbiamo lasciato addormentato e abbandonato ciò che alimenta, sostiene e dà forza alla nostra vita e alla nostra comunità. La tempesta pone allo scoperto tutti i propositi di “imballare” e dimenticare ciò che ha nutrito l’anima dei nostri popoli; tutti quei tentativi di anestetizzare con abitudini apparentemente “salvatrici”, incapaci di fare appello alle nostre radici e di evocare la memoria dei nostri anziani, privandoci così dell’immunità necessaria per far fronte all’avversità.

Con la tempesta, è caduto il trucco di quegli stereotipi con cui mascheravamo i nostri “ego” sempre preoccupati della propria immagine; ed è rimasta scoperta, ancora una volta, quella (benedetta) appartenenza comune alla quale non possiamo sottrarci: l’appartenenza come fratelli.

«Perché avete paura? Non avete ancora fede?». Signore, la tua Parola stasera ci colpisce e ci riguarda, tutti. In questo nostro mondo, che Tu ami più di noi, siamo andati avanti a tutta velocità, sentendoci forti e capaci in tutto. Avidi di guadagno, ci siamo lasciati assorbire dalle cose e frastornare dalla fretta. Non ci siamo fermati davanti ai tuoi richiami, non ci siamo ridestati di fronte a guerre e ingiustizie planetarie, non abbiamo ascoltato il grido dei poveri, e del nostro pianeta gravemente malato. Abbiamo proseguito imperterriti, pensando di rimanere sempre sani in un mondo malato. Ora, mentre stiamo in mare agitato, ti imploriamo: “Svegliati Signore!”.

«Perché avete paura? Non avete ancora fede?». Signore, ci rivolgi un appello, un appello alla fede. Che non è tanto credere che Tu esista, ma venire a Te e fidarsi di Te. In questa Quaresima risuona il tuo appello urgente: “Convertitevi”, «ritornate a me con tutto il cuore» (Gl 2,12). Ci chiami a cogliere questo tempo di prova come un tempo di scelta. Non è il tempo del tuo giudizio, ma del nostro giudizio: il tempo di scegliere che cosa conta e che cosa passa, di separare ciò che è necessario da ciò che non lo è. È il tempo di reimpostare la rotta della vita verso di Te, Signore, e verso gli altri. E possiamo guardare a tanti compagni di viaggio esemplari, che, nella paura, hanno reagito donando la propria vita. È la forza operante dello Spirito riversata e plasmata in coraggiose e generose dedizioni. È la vita dello Spirito capace di riscattare, di valorizzare e di mostrare come le nostre vite sono tessute e sostenute da persone comuni – solitamente dimenticate – che non compaiono nei titoli dei giornali e delle riviste né nelle grandi passerelle dell’ultimo show ma, senza dubbio, stanno scrivendo oggi gli avvenimenti decisivi della nostra storia: medici, infermiere e infermieri, addetti dei supermercati, addetti alle pulizie, badanti, trasportatori, forze dell’ordine, volontari, sacerdoti, religiose e tanti ma tanti altri che hanno compreso che nessuno si salva da solo. Davanti alla sofferenza, dove si misura il vero sviluppo dei nostri popoli, scopriamo e sperimentiamo la preghiera sacerdotale di Gesù: «che tutti siano una cosa sola» (Gv 17,21). Quanta gente esercita ogni giorno pazienza e infonde speranza, avendo cura di non seminare panico ma corresponsabilità. Quanti padri, madri, nonni e nonne, insegnanti mostrano ai nostri bambini, con gesti piccoli e quotidiani, come affrontare e attraversare una crisi riadattando abitudini, alzando gli sguardi e stimolando la preghiera. Quante persone pregano, offrono e intercedono per il bene di tutti. La preghiera e il servizio silenzioso: sono le nostre armi vincenti.

«Perché avete paura? Non avete ancora fede?». L’inizio della fede è saperci bisognosi di salvezza. Non siamo autosufficienti, da soli; da soli affondiamo: abbiamo bisogno del Signore come gli antichi naviganti delle stelle. Invitiamo Gesù nelle barche delle nostre vite. Consegniamogli le nostre paure, perché Lui le vinca. Come i discepoli sperimenteremo che, con Lui a bordo, non si fa naufragio. Perché questa è la forza di Dio: volgere al bene tutto quello che ci capita, anche le cose brutte. Egli porta il sereno nelle nostre tempeste, perché con Dio la vita non muore mai.

Il Signore ci interpella e, in mezzo alla nostra tempesta, ci invita a risvegliare e attivare la solidarietà e la speranza capaci di dare solidità, sostegno e significato a queste ore in cui tutto sembra naufragare. Il Signore si risveglia per risvegliare e ravvivare la nostra fede pasquale. Abbiamo un’ancora: nella sua croce siamo stati salvati. Abbiamo un timone: nella sua croce siamo stati riscattati. Abbiamo una speranza: nella sua croce siamo stati risanati e abbracciati affinché niente e nessuno ci separi dal suo amore redentore. In mezzo all’isolamento nel quale stiamo patendo la mancanza degli affetti e degli incontri, sperimentando la mancanza di tante cose, ascoltiamo ancora una volta l’annuncio che ci salva: è risorto e vive accanto a noi. Il Signore ci interpella dalla sua croce a ritrovare la vita che ci attende, a guardare verso coloro che ci reclamano, a rafforzare, riconoscere e incentivare la grazia che ci abita. Non spegniamo la fiammella smorta (cfr Is 42,3), che mai si ammala, e lasciamo che riaccenda la speranza.

Abbracciare la sua croce significa trovare il coraggio di abbracciare tutte le contrarietà del tempo presente, abbandonando per un momento il nostro affanno di onnipotenza e di possesso per dare spazio alla creatività che solo lo Spirito è capace di suscitare. Significa trovare il coraggio di aprire spazi dove tutti possano sentirsi chiamati e permettere nuove forme di ospitalità, di fraternità, e di solidarietà. Nella sua croce siamo stati salvati per accogliere la speranza e lasciare che sia essa a rafforzare e sostenere tutte le misure e le strade possibili che ci possono aiutare a custodirci e custodire. Abbracciare il Signore per abbracciare la speranza: ecco la forza della fede, che libera dalla paura e dà speranza.

«Perché avete paura? Non avete ancora fede?». Cari fratelli e sorelle, da questo luogo, che racconta la fede rocciosa di Pietro, stasera vorrei affidarvi tutti al Signore, per l’intercessione della Madonna, salute del suo popolo, stella del mare in tempesta. Da questo colonnato che abbraccia Roma e il mondo scenda su di voi, come un abbraccio consolante, la benedizione di Dio. Signore, benedici il mondo, dona salute ai corpi e conforto ai cuori. Ci chiedi di non avere paura. Ma la nostra fede è debole e siamo timorosi. Però Tu, Signore, non lasciarci in balia della tempesta. Ripeti ancora: «Voi non abbiate paura» (Mt 28,5). E noi, insieme a Pietro, “gettiamo in Te ogni preoccupazione, perché Tu hai cura di noi” (cfr 1 Pt 5,7).









OFFLINE
Post: 6,353
Registered in: 3/26/2019
Gender: Male

Utente Power



3/28/2020 12:27 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

... coronavirus, coronavirus, coronavirus ...
Il Covid-19 era in Italia da gennaio, prima che emergessero i casi di Codogno
OFFLINE
Post: 6,368
Registered in: 3/26/2019
Gender: Male

Utente Power



3/28/2020 6:32 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

... coronavirus, coronavirus, coronavirus ...
Macron: “La Francia è a fianco dell’Italia. L’Europa sia solidale, non egoista e divisa. Draghi ha ragione: si agisca senza limiti”


... macaron, personaggio ipocrita e malvagio!

OFFLINE
Post: 18,372
Registered in: 8/3/2014
Location: MONZA
Age: 55
Gender: Male

STAFF IPERCAFORUM



Vincitore del Concorso:
Iper Spettegules 2015
IperUtente 2015
3/28/2020 11:19 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re: ... coronavirus, coronavirus, coronavirus ...
AlcibiadeR, 28/03/2020 18:32:

Macron: “La Francia è a fianco dell’Italia. L’Europa sia solidale, non egoista e divisa. Draghi ha ragione: si agisca senza limiti”


... macaron, personaggio ipocrita e malvagio!





beh Alci

potrebbe essere l'alleato per far saltare questa Europa Unita di merda

Almenoche si prende la sua parte e tutto come prima

A questa difficoltà fantascientifica c'era da testare il valore dell'Unione

testato si vede chiaramente che di Unione non c'è un cazzo

fosse per me

Spartita e ognuno per i cazzi propri come 20 anni fa

quando io produco a meno, vedi il crucco come arriva

nella tua Germania di merda a costo più alto non ci vengo, tu però mi dai i soldi per campare e quando vieni qui a fare le ferie perchè tu il mare non ce l'hai io ti spenno

Anni 80 nessuno svaligiava supermarket e nessuno picchiava contro le porte di una banca

chi in nero chi no lavoravano tutti e guadagnavano tutti


non si viaggiava sul filo del rasoio come oggi


un virus e tutti in ginocchio
[Edited by pliskiss 3/28/2020 11:23 PM]
OFFLINE
Post: 4,207
Registered in: 1/4/2013
Location: LA SPEZIA
Age: 54
Gender: Male

STAFF IPERCAFORUM



3/28/2020 11:53 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re: Re: ... coronavirus, coronavirus, coronavirus ...
pliskiss, 28/03/2020 23:19:




beh Alci

potrebbe essere l'alleato per far saltare questa Europa Unita di merda

Almenoche si prende la sua parte e tutto come prima

A questa difficoltà fantascientifica c'era da testare il valore dell'Unione

testato si vede chiaramente che di Unione non c'è un cazzo

fosse per me

Spartita e ognuno per i cazzi propri come 20 anni fa

quando io produco a meno, vedi il crucco come arriva

nella tua Germania di merda a costo più alto non ci vengo, tu però mi dai i soldi per campare e quando vieni qui a fare le ferie perchè tu il mare non ce l'hai io ti spenno

Anni 80 nessuno svaligiava supermarket e nessuno picchiava contro le porte di una banca

chi in nero chi no lavoravano tutti e guadagnavano tutti


non si viaggiava sul filo del rasoio come oggi


un virus e tutti in ginocchio




Questo virus ci offre l'occasione per mettere alla prova questa UE e fare molte utili riflessioni [SM=x44458]
OFFLINE
Post: 6,391
Registered in: 3/26/2019
Gender: Male

Utente Power



3/29/2020 3:59 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

[SM=x44499] ... coronavirus, coronavirus, coronavirus ...


… mmm … anzichè "riflettere" sull’andazzo di un’europa inefficiente e inutile poiché diventata fasulla a causa della prepotenza egemonica di germania e francia, c’è solo da prendere atto che, spariti ufficialmente dalla scena pubblica i due energumeni, ma tuttora attivissimi dalle loro occulte quinte,



ora sono subentrate queste due squallidissime maranteghe … o meglio ... queste due maligne fattucchiere



(più questi due servili italioti sinistroidi)


le quali, oltre a sparare continue cazzate contro l'Italia e ad essa stanziare vergognose elemosine, sono diventate le uniche e vere corresponsabili dell'espansione del coronavirus in tutti i paesi - compresa l'inghilterra - di questa fantomatica unione europa gestita, appunto, da loschi individui fautori dei poteri forti per gli interessi delle solite lobby capitalistiche e dalla vasta casta di burocrati magna-magna …


OFFLINE
Post: 6,397
Registered in: 3/26/2019
Gender: Male

Utente Power



3/29/2020 8:44 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

... coronavirus, coronavirus, coronavirus ...
la stampa europea e mondiale denuncia il totale fallimento dei vertici dell’unione europea ai tempi del coronavirus
OFFLINE
Post: 3,135
Registered in: 10/11/2013
Gender: Female

STAFF IPERCAFORUM



3/30/2020 12:24 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re: Re: ... coronavirus, coronavirus, coronavirus ...
pliskiss, 28/03/2020 23:19:




beh Alci

potrebbe essere l'alleato per far saltare questa Europa Unita di merda

Almenoche si prende la sua parte e tutto come prima

A questa difficoltà fantascientifica c'era da testare il valore dell'Unione

testato si vede chiaramente che di Unione non c'è un cazzo

fosse per me

Spartita e ognuno per i cazzi propri come 20 anni fa

quando io produco a meno, vedi il crucco come arriva

nella tua Germania di merda a costo più alto non ci vengo, tu però mi dai i soldi per campare e quando vieni qui a fare le ferie perchè tu il mare non ce l'hai io ti spenno

Anni 80 nessuno svaligiava supermarket e nessuno picchiava contro le porte di una banca

chi in nero chi no lavoravano tutti e guadagnavano tutti


non si viaggiava sul filo del rasoio come oggi


un virus e tutti in ginocchio




Dagli anni '80 a questa parte troppe cose sono cambiate,
prima anche chi non aveva un lavoro fisso o a tempo determinato riusciva a far prosperare la sua famiglia, con la moglie casalinga e i figli riuscivano anche a laurearsi,
oggi via via sono venute meno tante cose, dal potere d'acquisto dei salari, alle tutele sindacali, ai diritti dei lavoratori...
così basta una pandemia come questa, che cosa piccola non è, a dare il colpo di grazia e farci aprire gli occhi.
Quando tutto sarà finito dovremo cambiare e tornare al passato su tante cose
New Thread
 | 
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]
La bufala del giorno (3 posts, agg.: 5/3/2018 12:05 AM)
Almanacco del giorno (8 posts, agg.: 12/21/2019 2:46 AM)

Home Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.1] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 1:02 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com

IperCaforum il forum degli ipercafoni e delle ipercafone