New Thread
Reply
 
Print | Email Notification    
Author
Facebook  

SLEEP DEPRAVED di Gabriele Toresani

Last Update: 12/18/2016 1:50 PM
6/22/2015 10:49 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 7,156
Registered in: 10/12/2004
Master User
OFFLINE
TITOLO CORTOMETRAGGIO: Sleep Depraved
LOCANDINA DEL CORTOMETRAGGIO:

DURATA: 13'10''
REGIA: Gabriele Toresani
ATTORI PRINCIPALI: Davide Umiliata, Lorenza Pisano
SCENEGGIATURA: Stefano Lazzati
MUSICHE: Simone Olivari, Claudio Smussi
FOTOGRAFIA: Stefano Ruffinoni
MONTAGGIO: Marco Circosta Garcia
BREVE SINOSSI: Dario non dorme da 127 giorni e la sua vita gli sta sfuggendo di mano pezzo dopo pezzo. Ormai incapace di dare dei contorni definiti alla realtà, Dario comincia a considerare una terribile via di fuga dall'ossessione che lo sta consumando: il figlio recentemente venuto al mondo.
BREVE BIOGRAFIA DEL REGISTA: Nato a Brescia nel 1983 si è laureato nella facoltà di Lettere e Filosofia e, in questo periodo, gira i suoi primi cortometraggi ricevendo recensioni positive e premi in festival. Dopodiché si iscrive nella sezione regia della Scuola Civica di Milano, diplomandosi con il massimo dei voti. Tra i tanti lavori spiccano il documentario Comic-Men ed il cortometraggio Sleep Depraved, selezionato in numerosi festival internazionali dove ha ricevuto ottime recensioni. Inoltre è autore del soggetto di Nigh, scritto da Luca Vassalini e Stefano Lazzati e finalista al concorso Emerging Screenwriters Competition 2012 ed è sceneggiatore di Visions, sceneggiatura scritta insieme a Luca Vassalini e Stefano Lazzati e finalista al Chicago Screenplay Contest 2014.
FINESTRA player DOVE VISUALIZZARE IL CORTO O EVENTUALE LINK UTILE DOVE POTER VISIONARE IL CORTO:

Mostra Evento 1:6 MODELLISMO IN GRANDE MEZZI GRANDI modellismo d...15 pt.10/22/2019 9:46 PM by elefant169
Qual'è il nome di Dio?Testimoni di Geova Online...10 pt.10/23/2019 8:18 AM by I-gua
Wanda Nara ( Tiki Taka )TELEGIORNALISTE FANS FORU...9 pt.10/22/2019 9:17 PM by checcocanto
6/23/2015 12:32 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 2,356
Registered in: 1/26/2010
Veteran User
OFFLINE
Davvero piacevole e di indubbio spessore questo Sleep Depraved di Gabriele Toresani.

Con un gioco in inglese nel titolo tra privazione/depravazione il regista affronta una tematica interessante, quella della privazione del sonno nei giovani genitori.
La nascita di un bambino è sicuramente un evento felice, ma i primi mesi rischiano davvero in alcuni casi di portare vicini alla soglia dell’esaurimento nervoso. Quelle piccole macchine dal pianto infernale non si fermano un attimo, hanno bisogno di mangiare ogni ora o due, e di essere cambiati altrettanto spesso, inoltre dormono a singhiozzo.
Ma almeno dormono, i bastardi, invece Dario afferma di non riuscire a chiudere occhio da 127 giorni. Lui ama quel bambino, l’ha visto nascere, ma a cosa può portare la privazione prolungata del sonno? Fino a quali infausti pensieri può essere in grado di condurre una mente stremata?
Non a caso era usata anche come tortura, perché di tortura si tratta.

Ottimo argomento, mi ripeto, ed ottima l’esecuzione nell’esplorarlo.
Ho trovato molto ben gestite tutte le parti onirico-immaginarie vissute dal personaggio, che vede e sente commenti e risposte inesistenti, dormendo ad occhi aperti (probabilmente quei micro sonni ventilati dal medico). Non è un corto che ci giuda per mano a tutte le risposte, ma lascia allo spettatore la libertà di decidere cosa sia vero e cosa no. In fondo, se la storia è vista dagli occhi di Dario, nemmeno lui forse saprebbe indicarci cosa è successo davvero e cosa no.
Alcune circostanze si posso intuire, il Baby monitor che a volte strilla ma non si illumina, ci fa capire che il pianto del neonato in quello specifico caso è stato solo nella sua testa, ma la farmacista per esempio? Avrebbe voluto spaccarle la faccia per toglierle quel sorriso accondiscendente di dosso, o lo ha fatto davvero?
Oppure, caso dei casi, e se tutto quello che abbiamo visto nel corto non fosse stato altro che un enorme colpo di sonno, magari Dario è finalmente stato in grado di appoggiare la testa da qualche parte, dopo 4 mesi di insonnia!
Non ci vengono date tutte le risposte, ma non serve.

Il corto, per come è stato fatto, esplora intelligentemente l’argomento che vuole trattare e lo fa senza far necessitare allo spettatore di voler assistere all’unione di tutti i puntini, e il sottoscritto è rimasto soddisfatto.
Reputo inoltre molto ben dosata la durata, ci sono corti che nel doppio del tempo non sono in grado di dire quello che qui è stato detto in 13 minuti.
Spesso mi dilungo poi in osservazioni di carattere tecnico, ma in questo caso credo che la cosa sia superflua perché siamo di fronte a quello che mi sembra essere un livello davvero professionale, per qualità e tecnica. La regia è veramente ottima, così come pure la fotografia. Lo score musicale ti rimane in testa, oltre ad essere più che adatto allo scopo, e mi sono veramente piaciuti tutti gli attori.

Non trovo difetti in questo Sleep Depraved, e non posso fare altro che augurare a Gabriele Toresani tanta fortuna in questo contest, in primis, ma anche nel suo futuro di film maker.
6/23/2015 7:19 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 1
Registered in: 5/19/2015
Junior User
OFFLINE
Grazie per le belle parole...mi hanno fatto molto piacere!
6/23/2015 11:28 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 7,184
Registered in: 10/12/2004
Master User
OFFLINE
Tecnicamente e visivamente eccellente questo cortometraggio, firmato da Gabriele Toresani, che esplora la mente di un padre privato del "sonno" dal suo primogenito. Il nenonato piange a tutte le ore e anche quando non lo fa "realmente" , l'uomo sente echeggiare il pianto nella propria testa. La cosa lo spinge, ovviamente, verso un limbo di follia e la mancanza di riposo crea allucinazioni. Fina dalla resa visiva , con bianchi accecanti ed una grana diffusa (che da un senso di strana ovattazione e sospensione) "Sleep Depraved" ci trascina nella quotidianità distorta e sempre più opprimente del protagonista che scivola lentamente verso il pericoloso baratro della follia.
Più che la storia e la narrazione, ciò che colpisce del corto in questione è la resa visiva che solletica efficacemente e subdolamente la resa "sensoriale" durante la visione. Più volte sono stato colpito dalla luce, dai continui dettagli degli occhi assonnati del protagonista, dall'aspetto trasandato e della barba incolta, dalla stanchezza e pesantezza dei movimenti stessi degli attori e mi sono sentito addosso tutto il peso della mancanza di sonno. Tutta la sensazione sgardevole della sporcizia dell'organismo stanco, tutti i nervi a fior di pelle. Decisamente un ottimo lavoro, oltretutto, con un cast di volti che bucano lo schermo.
[Edited by The Reign of Horror 6/23/2015 11:29 PM]
6/26/2015 6:35 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 17,130
Registered in: 10/21/2005
Gold User
OFFLINE
Messa in scena ottima, con l' attore protagonista che ci regala una grande prova. Notti insonne per "colpa" del figlio appena nato e paranoia che inizia a montare nei genitori fino al tragico epilogo. La narrazione ci mostra bene la spirale in cui finisce il padre, stressato sul lavoro fino alle allucinazioni in cui si convincerà a fare il fatidico passo. Tutto accennato, anche la violenza è lasciata all'immaginazione, volutamente, ma in film di questo tipo un po' di violenza grafica ci sta più che bene. Forse il punto debole del corto è proprio il non vedere alcune cose, accennare, lasciare all' immaginazione. Già la storia è semplicissima, privarla di alcuni aspetti la rende meno interessante, e non parlo solo della violenza più spicciola. Per questo la vicenda non mi ha preso più di tanto.



Io Sono Leggenda







7/1/2015 12:39 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 282
Registered in: 5/23/2011
Junior User
OFFLINE
Corto estremamente professionale, che pur trattando un argomento non nuovo riesce a farlo con buona sicurezza e sufficiente personalità al punto da risultare davvero convincente.
Attori, dialoghi, struttura narrativa, la realtà e le visioni, i continui sbalzi temporali, ogni cosa è al punto giusto nel momento giusto, e tutto quello che la storia non dice serve solo a renderla più interessante.

La caduta nell’abisso di Dario, il protagonista, vittima di una terribile mancanza di sonno, è narrata con precisione, con pochi, validi elementi, e mantenuta sempre in bilico tra il reale e l’immaginato, senza troppo clamore, effettacci granguignoleschi o trovate mirabolanti, bensì con un’efficace riproposizione sfiancante di pochi, identici temi portati via via all’estremo.
E’ la rappresentazione del “perturbante”, l’elemento esterno che si inserisce in una routine risultando fuori posto non tanto perché esso è la creatura dall’oltretomba, lo zombie in CGI, l’alieno tentacolato o il vampiro assetato, ma solo perché è un qualcosa di molto più vicino a noi e molto più inquietante, che non ci aspetterebbe di trovare in quel luogo e in quel tempo. Oppure un elemento di normalità esasperato fino ad assumere proporzioni gigantesche, che si insinua nella nostra realtà un passo alla volta, nascostamente, senza farsene accorgere, per poi prendere il controllo. E tale rappresentazione è sempre vincente (quando sorretta da una tecnica all’altezza); in quanto a mio parere è quella che permette maggiormente allo spettatore di immedesimarsi, di provare maggiore empatia; sicuramente in modo molto superiore rispetto a quando sullo schermo arriva un mostrone in CGI, ma che è del tutto esterno alla nostra realtà di tutti i giorni, alle esperienze che abbiamo vissuto (tutto questo riferito al fatto di riuscire a suscitare angoscia e terrore – i mostroni vanno comunque bene per ALTRI obiettivi)

In breve – e questa è la parte più convincente – diventa impossibile capire cosa Dario sta vedendo (e facendo!) davvero, e cosa sia soltanto immaginando; tutto questo grazie anche a una valida interpretazione dell’attore protagonista. L’ho detto: è facile immedesimarsi in lui, seguendo il suo percorso tormentato, e questo è l’elemento che rende ancora migliore la pellicola.

Sleep Depraved è un prodotto a proposito del quale è difficile trovare difetti, opera di un regista dal talento forse “scolastico” (ma in senso buono, e riferendosi all’uso sapiente di tecniche da esperto come i continui stacchi) ma di sicuro solido e promettente. Si guarda con piacere, trasmette sottile inquietudine e ci porta a un finale pieno di tensione, sapientemente costruita scena dopo scena.
Spero solo che il pubblico superficiale e distratto di youtube non stacchi prima di aver lasciato scorrere i titoli di coda, ma credo che così non sarà.

Ottimo lavoro.
11/8/2015 12:37 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 1,548
Registered in: 11/20/2003
Veteran User
OFFLINE
Dopo averlo visto ho sentito il bisogno di dormire.

No, non è la peggiore delle critiche, ma un grande complimento.
Infatti, non ti sto dicendo che questo corto è talmente soporifero da addormentarmi in 10 minuti, ma che è riuscito a trasferirmi tutte le sensazioni provate dal protagonista.

Quando il medico strappa il foglio della ricetta ho sentito direttamente l'urto sui miei nervi.

Ps: io già non sarei riuscito a sopportare la moglie.

La perfezione esiste
12/18/2015 9:21 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 3,132
Registered in: 11/24/2006
Master User
OFFLINE
Secondo me perfect commentò qst topic xke grazie alle proprie facoltà medianiche preconizzò che tra un po' avresti compiuto gli anni... augurissimi, caro G.Toresani aka Gabriele.T !!!
[Edited by MD-MAniak 12/18/2015 9:22 AM]


*****************************

"Quanta benzina abbiamo?"

"Non molta."

"Okay..."


12/18/2015 10:04 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 1,865
Registered in: 11/20/2003
Veteran User
OFFLINE
In verità credo di averlo visto perchè forse ha vinto o comunque è arrivato tra i migliori e avevo dimenticato di portarmi la "Gazzetta dello Sport" al cesso.

La perfezione esiste
12/18/2015 10:20 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 3,134
Registered in: 11/24/2006
Master User
OFFLINE
Re:
Mr.Perfect, 18/12/2015 10:04:

avevo dimenticato di portarmi la "Gazzetta dello Sport" al cesso.





LOOOOOOOOOOL!

Ecco, prezzo o nn prezzo, vedi cosa intendo quando dico ke nn ci puoi abbandonare?

P.S.
quali sport segui?




*****************************

"Quanta benzina abbiamo?"

"Non molta."

"Okay..."


12/18/2015 10:51 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 1,866
Registered in: 11/20/2003
Veteran User
OFFLINE
In realtà non leggo la Gazzetta e non credo che parlino degli sport che seguo io.
Una volta da buon italiano seguivo il calcio.

Al momento solo NFL (Football Americano).
La perfezione esiste
12/18/2015 6:40 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 3
Registered in: 5/19/2015
Junior User
OFFLINE
Grazie per gli auguri!
12/18/2015 9:10 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 2,372
Registered in: 5/28/2005
Veteran User
OFFLINE
auguri [SM=g27811]
12/20/2015 5:10 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 4
Registered in: 5/19/2015
Junior User
OFFLINE
Noto con piacere che il sito Through the Black Hole ha nominato il mio Sleep Depraved come miglior film indipendente italiano del 2015. Se volete dedicare trenta secondi del vostro tempo per votare il sottoscritto ve ne sarò grato in eterno. Ditelo anche ad amici, fidanzati, parenti e animali domestici. In cambio prometto un milione di posti di lavoro e l'abolizione dell' ICI. www.throughtheblackhole.com/poll-2015-i-migliori-film-libri-e-cd-del-2015-votati-dai-...
12/21/2015 12:28 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 1,875
Registered in: 11/20/2003
Veteran User
OFFLINE
Tu prima votami sul sito "Trough The Glory Hole", parlane ad amici, fidanzate, parenti e conoscenti, magari spammami pure su FB.
Ecco il link: www.troughthegloryhole.it/bestperformance2015/vota

NON È' UNO SCHERZO!

La perfezione esiste
12/18/2016 1:50 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 3,848
Registered in: 11/24/2006
Master User
OFFLINE
Pronti per festeggiare l' anniversario della perla del glory hole?

Chissà come fece a sfuggirmi l' anno scorso...


*****************************

"Quanta benzina abbiamo?"

"Non molta."

"Okay..."


Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply

Home Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 10:31 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com