00 1/25/2009 10:14 AM
Intervista a Spezialmente
Il cantautore spezzino è tra i 90 selezionati dalla giuria tecnica per il concorso on line che porterà il vincitore sul palco dell'Ariston. Conosciamo Jacopo e la sua canzone, poi sarete anche voi a scegliere se dargli una mano per arrivare al Festival.Libertà: questo è la musica per Jacopo Bettinotti, “uno strumento per andare al di là dei pesi che ti opprimono e sentirti finalmente libero”. Ed allora le note ed i testi del cantautore spezzino non possono che essere sensazioni, immagini e scene di vita, vista o vissuta, tradotte in musica. Le canzoni di Jacopo nascono da emozioni e sentimenti forti, e le stesse vibrazioni dell’animo suscitano in chi le ascolta.
Musica e parole si completano a vicenda, scindibili ma indivisibili : proprio perché nascono dal profondo dell’artista, anzi dell’uomo Jacopo, le sue canzoni sono da sentire, ma anche da ascoltare, da lasciare fluire dentro di sé, nella propria parte irrazionale, ma poi rewind e di nuovo play, perché tutti i testi hanno un senso profondo, comprensibile immediatamente, al primo ascolto, ma che poi ad ogni ascolto svela una nuova sfumatura.
Due lati di una stessa medaglia: questo sono musica e parole, ma anche cuore e ragione; ogni lato della medaglia ha una propria fisionomia ed un proprio significato, ma senza l’uno l’altro non ha senso, o almeno non lo ha appieno. La canzone nasce dall’unione e dall’armonia tra musica e parole, così come una persona è fatta di una parte razionale ed una irrazionale, non raramente in lotta tra loro, alla ricerca di un compromesso.
Spesso è la vita ad imporli, spesso sono le stesse emozioni ad imporre alla ragione una mediazione. È proprio un “incontro a metà strada” quello di cui parla Jacopo in “Certezze d’asfalto”, la canzone con la quale sta tentando l’avventura sanremese. Il brano del cantautore spezzino, infatti, è tra i 90 selezionati dalla giuria tecnica, tra i 470 pervenuti, per partecipare al concorso on line che porterà il vincitore ad esibirsi nella città dei fiori. Spetta ora al pubblico decidere a chi assegnare l’ultimo posto disponibile sul treno che porta all’Ariston. Tutte le canzoni si possono ascoltare sul sito www.sanremo.rai.it e votare chiamando il numero 16477 o inviando un SMS al 48444. Il concorso, infatti è on line, ma la votazione on line non è prevista: troppo facile, immediata e, soprattutto, gratuita?Il sospetto c’è, comunque tant’è, per votare bisogna prendere telefono o telefonino e digitare il codice legato all’artista: quello di Jacopo è W111. La sua canzone, come detto “Certezze d’asfalto”, ed è lui stesso a raccontarcene il significato ed i retroscena.

Cosa sono e quali sono le “Certezze d’asfalto”?
Sono le convinzioni che tutti noi abbiamo, che ci sembrano solide come l’asfalto, ma che si possono in realtà sgretolare e diventare polvere. Le nostre idee, i nostri modi di vivere, le nostre convinzioni si devono smussare quando nella nostra vita entra un’altra persona.

“Certezze d’asfalto” è una canzone d’amore, ma parla d’amore da un punto di vista particolare, diverso dal solito…Sì, parla di una sfaccettatura dell’amore, dell’impegno nell’amare profondamente, soprattutto nelle difficoltà: è proprio allora che le nostre certezze si possono tramutare in polvere per vedere la vita da un altro punto di vista, quello della coppia

Insomma, due persone che diventano una sola, senza però annullarsi, ma completandosi:
RIFLESSO DI UNO SPECCHIO
ASCOLTERAI GOCCE DI VERITà
TI STRAPPERAI DA QUELL OMBRA
E TROVERAI MINUTI DI ME
COME IN UN RESPIRO VIVO IN TE …..
Questi alcuni versi della canzone che Jacopo vorrebbe cantare all’Ariston, perché proprio questa?
L’abbiamo scelta perché crediamo in questa canzone che tra l’altro si avvicina ai brani sanremesi, anche se non è propriamente una canzone sanremese, e non abbiamo voluto farne una: abbiamo creato una canzone, non una canzone per San Remo, non era giusto “snaturarci” per comporre un testo ed una musica ad hoc per il Festival.

Come è nata “Certezze d’asfalto”?
La musica c’era già, lasciata, come a volte succede, in un cassetto. Il testo è nato ora, sulla scia delle emozioni, come sempre: non parto mai dall’idea di dover scrivere su un determinato argomento, sono le sensazioni del momento a scegliere per me. Il testo perfettamente si adatta a quella musica, così è nata “Certezze d’asfalto”.

Ed hai deciso di provare a portarla a San Remo, ma facciamo un ulteriore passo indietro, perché provare a partecipare a San Remo?
Perché al di là di tutte le critiche che lo hanno subissato negli ultimi anni, il Festiva resta un palcoscenico importante e garantisce una straordinaria visibilità. È una pubblicità incredibile, praticamente impossibile in altri modi, e permette di farsi conoscere davvero. Per i giovani è una grandissima occasione visto che gli spazi riservati a loro sono davvero pochi.

Comunque il tuo spazio tu te lo sei già ritagliato: due album “Seduto ai piedi del mio cielo” e “Pensa Piano”, ed ora il nuovo singolo “Gira Voce”, frutto di una collaborazione con un grande della musica, insomma qualche soddisfazione te la sei già tolta….Sì, “Gira voce”, che parla delle emozioni che si vivono quando finisce un amore, è nato dall’incontro con Saverio Grandi, uno degli autori più apprezzati del panorama musicale italiano, che ha collaborato con artisti del calibro di Raf, Vasco, Laura Pausini. Prima, per il video di “Pensa piano” ho lavorato con Eugenio Cappuccio, grande regista, e con Anna Falchi. Nomi importanti.

Tutti video girati nello spezzino. Qual è il rapporto con la tua città?
È vero, molti dei video delle mie canzoni sono girati nello spezzino, da Portovenere protagonista di “Gira Voce”, a Corniglia, sino al “mio” Beverino, ed anche attraverso queste immagini penso emerga l’amore che ho per la mia terra. Ho deciso di vivere qui e sono molto legato alla Spezia.

Ed ora gli spezzini possono dargli una mano per arrivare sul palcoscenico di San Remo. Dopo la selezione della giuria tecnica, infatti, la canzone di Jacopo deve passare l’esame del pubblico chiamato a scegliere, entro la mezzanotte di domenica 25, i 50 brani che passeranno al turno successivo.
Per ascoltare la canzone di Jacopo basta andare su www.sanremo.rai.it, per votarlo, poi, è sufficiente chiamare il 16477 o inviare un SMS al 48444, con il codice W111. Jacopo ha bisogno del sostegno di tutti, di chi già ama la sua musica e di chi può cogliere l’occasione per conoscerla.
Perché se è vero che a Sanremo l’importante è partecipare, come hanno dimostrato le scorse edizioni dalle quali sono a volte usciti vincitori che hanno poi riscosso poco successo e perdenti che hanno trionfato tra il pubblico, ora bisogna vincere. Altrimenti dal treno che porta a SanRemo si scende prima dell’ultima fermata.


[Edited by cister53 1/25/2009 10:18 AM]

"Voglio quei sogni che sento che sono miei... io correrò senza fermarmi mai... Voglio riuscire a credere" JB.