Freeforumzone mobile

Il paradosso del "dare per ricevere"

  • Posts
  • Riccardo
    00 1/10/2019 2:50 PM
    Espressioni come "se volete essere i primi, dovete diventare gli ultimi" o in generale l'etica di abnegazione del cristianesimo con costante attenzione al "premio", come mai rivelano in fondo una prospettiva così materialistica e attaccata al vantaggio personale?

    Un conto è dire "Sii umile, anche se non ne ricaverai niente", altra cosa è dire "Guarda che uno stratagemma efficace per trarre vantaggio personale è far vedere che ti comporti bene e che sei umile: vedrai che in questo modo trarrai benefici", il che suona come "Se punti a guadagnare soldi, comportati bene col vecchietto, aiutalo a portare la spesa, salutalo e fermati a parlare con lui: vedrai che farai una buona impressione e ti lascerà qualcosa nel testamento".

    Possibile che Dio faccia leva su questi istinti così egoistici e sul vantaggio più grande?
    A che serve criticare chi si accontenta di 70 anni di vita tra alti e bassi, quando lo scopo per cui si serve Dio è il rifiuto di questi anni di vita perché si brama disperatamente un piacere infinito?

    Ci sono genitori che decidono di morire pur di salvare i propri figli, e magari sono atei e sanno che non ci sarà nessun premio: eppure lo fanno per amore puro.
    Non poteva Dio chiedere all'uomo sacrificio senza prospettare nulla e solo dopo fargli trovare la sorpresa? Questo sarebbe stato un metro esatto per valutare l'amore sincero degli uomini nei suoi confronti.

    3D anonimo convalidato. ELL/MOD

    [Edited by EverLastingLife 1/10/2019 3:48 PM]
  • ONLINE
    claudio2018
    Post: 3,333
    Location: BOCA
    Age: 49
    00 1/10/2019 4:35 PM
    Riccardo, 10/01/2019 14.50:

    Espressioni come "se volete essere i primi, dovete diventare gli ultimi" o in generale l'etica di abnegazione del cristianesimo con costante attenzione al "premio", come mai rivelano in fondo una prospettiva così materialistica e attaccata al vantaggio personale?

    Un conto è dire "Sii umile, anche se non ne ricaverai niente", altra cosa è dire "Guarda che uno stratagemma efficace per trarre vantaggio personale è far vedere che ti comporti bene e che sei umile: vedrai che in questo modo trarrai benefici", il che suona come "Se punti a guadagnare soldi, comportati bene col vecchietto, aiutalo a portare la spesa, salutalo e fermati a parlare con lui: vedrai che farai una buona impressione e ti lascerà qualcosa nel testamento".

    Possibile che Dio faccia leva su questi istinti così egoistici e sul vantaggio più grande?
    A che serve criticare chi si accontenta di 70 anni di vita tra alti e bassi, quando lo scopo per cui si serve Dio è il rifiuto di questi anni di vita perché si brama disperatamente un piacere infinito?

    Ci sono genitori che decidono di morire pur di salvare i propri figli, e magari sono atei e sanno che non ci sarà nessun premio: eppure lo fanno per amore puro.
    Non poteva Dio chiedere all'uomo sacrificio senza prospettare nulla e solo dopo fargli trovare la sorpresa? Questo sarebbe stato un metro esatto per valutare l'amore sincero degli uomini nei suoi confronti.

    3D anonimo convalidato. ELL/MOD


    Argomento interessante . Se ne è parlato un po' nel 3d aperto da Erevnitis "amare Dio per la salvezza?". Lo trovi nei recenti
  • ONLINE
    (SimonLeBon)
    Post: 40,339
    Location: PINEROLO
    Age: 50
    TdG
    00 1/10/2019 5:02 PM
    Re:
    Riccardo, 10/01/2019 14:50:

    ...
    Non poteva Dio chiedere all'uomo sacrificio senza prospettare nulla e solo dopo fargli trovare la sorpresa? Questo sarebbe stato un metro esatto per valutare l'amore sincero degli uomini nei suoi confronti.

    3D anonimo convalidato. ELL/MOD




    Beh, da un lato chi dona ne trae una certa qual soddisfazione personale già oggi.
    Se poi si realizzerà effettivamente la ricompensa, oggi bisogna avere fede per crederlo, non vedo perchè la "vita eterna" di una persona dovrebbe essere vista come un segno di "egoismo" (con o senza sorpresa).

    Simon
  • OFFLINE
    frida18
    Post: 1,381
    00 1/10/2019 7:50 PM
    Re:
    Riccardo, 10/01/2019 14.50:



    Possibile che Dio faccia leva su questi istinti così egoistici e sul vantaggio più grande?
    i.

    3D anonimo convalidato. ELL/MOD





    Per la gioia che gli era stata messa davanti ha sopportato il palo di tortura*


    quindi secondo te è stato per noi un esempio di grande egoismo?

    [SM=g2037509]

    _________________________________________________
    ...le tue proprie consolazioni vezzeggiavano la mia anima
    salmo 94:19
  • Vostok1
    00 1/10/2019 8:12 PM
    Re: Re:
    frida18, 10/01/2019 19.50:




    Per la gioia che gli era stata messa davanti ha sopportato il palo di tortura*


    quindi secondo te è stato per noi un esempio di grande egoismo?

    [SM=g2037509]



    Spero che la Gioia si riferisse ad aver salvato l'umanità
    altrimenti suona male.
  • OFFLINE
    barnabino
    Post: 67,472
    Moderatore
    00 1/10/2019 9:15 PM
    Qualunque fosse la gioia che Gesù aveva davanti non cambia la sostanza del ragionamento...

    Shalom
    [Edited by barnabino 1/10/2019 9:15 PM]
    --------------------------------------------------------------------
    Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

    FORUM TESTIMONI DI GEOVA
  • Davide1919
    00 2/3/2019 1:06 PM
    Re: Re: Re:
    Vostok1, 10/01/2019 08:12 p. m.:



    Spero che la Gioia si riferisse ad aver salvato l'umanità
    altrimenti suona male.




    La personalita espressa da Cristo nel suo contesto lo esclude.
    Non ambiva a un trono per sentirsi esaltato, non era affatto una persona del genere, anzi era felice e si sentiva realizzato quando poteva la sua capacità di operare in senso buono per gli altri, questo facendo sia da un punto di vista materiale che spirituale.
    Un Cavaliere puo essere felice di acfrontare una missione pericolosa, per il bene della comunità, ma tiene anche paura, cosa giusta e non egoistica , poiché ama pure se stesso poiché lerrore sarebbe soltanto quello di anteporre lamore per se stesso a quello per gli altri..secondo giustizia e veritá. Anteporlo significherebbe che non siamo realmente identificabili con i valori dociali che vogliamo rappresentare, e che lamore per noi stessi e piu che altro oggettivo, propriamente egoistico. Ma non ce nessun egoismo nel vedere riconosciuto e glorificato il valore che io ho mostrato di amare e avere e che pertanto impersono come immagine del Dio perfetto in tal senso,, e per la quale mi sacrifico per il bene degli altri, poiché viceversa sarebbe alquanto ingiusto non dargliene merito.e non per soddisfare l io di Cristo ma per esprimergli il nostro amore per quanto ha voluto mostrarci, in nome di comuni o da lui offerti con lesempio, e che sono valori veri,che valgono eterni e immortali perché sono la unica vía per il quale lumanita puo avere un futuro duraturo
    Piuttosto fu satana che senza debito motivo comincio a dubitare di tutti perche lui stesso inizio a corrompersi perdendo fede e amore per tali valori, per gelosia.. Oggi si e cosi veloci a pensare sempre male degli altri, che non si riesce piu a distinguere la sincerita degli altri neppure a un palmo dal naso, lei stesso dubitaneo di Cristo con tal superficialita, non mostra di conoscere..neppure se stesso , forsr perche carente un po come tutti sotto questo profilo .
  • OFFLINE
    Hal.9000
    Post: 6,642
    TdG
    00 2/3/2019 1:25 PM
    Re: Re: Re:
    Vostok1, 10/01/2019 20.12:

    Spero che la Gioia si riferisse ad aver salvato l'umanità
    altrimenti suona male.


    Ti sbagli. La gioia principale fu quella di aver rivendicato il nome del Padre, morendo senza colpe dimostrò infatti l'infondatezza delle accuse del Diavolo.
    La salvezza dell'umanità ne è una naturale conseguenza, ma in nessun caso la causa prima.
    D'altra parte la salvezza non è automatica in quanto richiede l'esercizio della fede.
    [Edited by Hal.9000 2/3/2019 1:31 PM]




  • Davide1919
    00 2/3/2019 1:42 PM
    Re: Re: Re: Re:
    Hal.9000, 03/02/2019 01:25 p. m.:


    Ti sbagli. La gioia principale fu quella di aver rivendicato il nome del Padre, morendo senza colpe dimostrò infatti l'infondatezza delle accuse del Diavolo.
    La salvezza dell'umanità ne è una naturale conseguenza, ma in nessun caso la causa prima.



    Cosa significa rivendicare il nome del Padre ? Il nome significa la persona, la persona che impersona determinati valori.
    Il Diavolo mise in dubbio la onniveggenza di Dio, ( no esistono viaggi nel tempo in questa ottica).
    La sua fiducia negli uomini e indirectamente in ogni creatura che sia uomo o Angelo. Giobbe celeste e/o terreno
    Che il peccato era una cosa naturale poiché luomo e immagine dei celesti e Di Dio, se satana riusciva a dimostrare le sue accuse si sarebbe salvata la sua di pelle, ma Cristo dimostro che la responsabilita e únicamente del peccatore voluntario e non del suo Creatore, in tal modo Cristo schiaccio la testa il pensiero malvagio calunniatore del serpente, e quindi pote rendere eseguibile la condanna per ogni creatura ribelle , prr tal motivo prevedeva che il dragone terreno celeste veniva scagliato via dai cieli dove a rva dettato legge come oppositore, come re dei re della bestia

  • OFFLINE
    Hal.9000
    Post: 6,642
    TdG
    00 2/3/2019 3:55 PM
    Re: Re: Re: Re: Re:
    Davide1919, 03/02/2019 13.42:

    Cosa significa rivendicare il nome del Padre ?


    Dal minuto 1:32"
    tv.jw.org/#it/mediaitems/VODPgmEvtAnnMtg/pub-jwb_201801...

    Se preferisci puoi selezionare un'altra lingua dal menu in altro a destra, siccome mi sembra di intuire che tu sia di madrelingua inglese puoi vedere a quest'altro link:
    tv.jw.org/#en/mediaitems/VODPgmEvtAnnMtg/pub-jwb_201801...

    Hai mai pensato di iscriverti? potremmo discutere più largamente in altre sezioni del forum

    [Edited by Hal.9000 2/3/2019 3:56 PM]




  • Davide1919
    00 2/3/2019 5:53 PM
    Re: Re: Re: Re: Re: Re:
    Hal.9000, 03/02/2019 03:55 p. m.:


    Dal minuto 1:32"
    https://tv.jw.org/#it/mediaitems/VODPgmEvtAnnMtg/pub-jwb_201801_1_VIDEO

    Se preferisci puoi selezionare un'altra lingua dal menu in altro a destra, siccome mi sembra di intuire che tu sia di madrelingua inglese puoi vedere a quest'altro link:
    https://tv.jw.org/#en/mediaitems/VODPgmEvtAnnMtg/pub-jwb_201801_1_VIDEO

    Hai mai pensato di iscriverti? potremmo discutere più largamente in altre sezioni del forum




    Ti ringrazio, in realtà e la lingua del mio cellulare a non essere italiana. In quanto alla offerta per iscrivermi ci penseró su in seguito.

    Comunque spero si sia compreso il concetto che volevo esprimere.

    Accusare l'uomo di essere incapace di essere leale alle regole, prevalendo il proprio personale oggettivo amor proprio, equivale a dubitare di tutti e tutto, e di Dio stesso,in quanto che sia l'uomo che gli angeli sono immagine di Dio, e pertanto si poteva credere che tale Padre tali i figli. Ció spiega tutto lo sforzo di Satana per provare che ogni creatura é corruttibile se posta in tentazione, come una inevitabile fatalitá determinata dalle circostanze o dalle possibili tentazioni. In questo modo egli provava a declinare la responsabilitá della sua posizione r relativa condotta illegale rispetyo al Padre, e pertanto potendo costui evitarsi la relativa condanna di morte eterna.
    Da distinguere dalla morte temporanea..in pratica Adamo muore definitivamente eternamente solo nel momento che il secondo Adamo muore per la fedeltá dimostrata dinanzi al suo Dio. Il primo Adamo in Eden come figlio del serpente gli furono figurativamente spezzate le gambe in rispetto al suo cammino terreno,e con lui tutta la sua discendenza, ma non la testa o pensiero umano celeste come questione aperta sugli inevitabili interrogativi avviati da quella scelta, e a cui si doveva dare una sposta o conferma come errore provandolo malvagio. Una volta provato, la morte di Adamo si trasforma da temporanea a Eterna.

    Il signor Riccardo si pone delle questioni irreali, poiché Adamo aveva davanti a se aveva il regalo della vita eterna, e ci rinunció. Il regalo di per se stesso non comporta che gli uomini si comportano bene per avere la caramella. . Nessuno puó sfuggire a se stesso , e diversi ingannano semplicemente se stessi riempendosi la mente della parola di Dio, ma solo come vuoto formalismo, perche mancano di cuore.
    Non tutti sono atei per la stessa motivazione, perdere la fede a volte e solo una conseguenza irrazionale determinata dal dolore o altro di negativo,, ma questo non significa perdere il tuo cuore, secondo quella legge naturale scritta nel cuore di ciascuno e che comunque rimane viva in te, anche se al momento ha perso o smarrito il suo Dio con la mente.