Ci sono tantissime cose hanno sconfitto lo scorrere del tempo, vieni a parlarne su Award & Oscar.

viaggioastrale.it Forum Tutto Sul Viaggio Astrale OOBE Viaggi Fuori Dal Corpo

Ciao a tutti

  • Posts
  • OFFLINE
    Blackmamba1978
    Post: 1
    Registered in: 7/26/2017
    Gender: Female
    Obino
    Junior User
    00 7/26/2017 2:14 PM
    Ciao a tutti, mi presento, sono nuova di qui, questa è la prima volta che prendo coraggio e racconto la mia esperienza.
    Mi mette molto a disagio confrontarmi con voi, se devo dire la verità, perché mi definisco un "non-viaggiatore astrale" molto frustrato.
    Il mio problema è inverso a quello che hanno la maggior parte delle persone che fanno queste esperienze. Vi spiego meglio: io sono anni che "sto sulla porta" e vivo nel terrore. Non ho fatto mai nessuna pratica di rilassamento, non mi sono neppure mai interessate!
    Non sapevo minimamente (Fino a qualche mese fa)cosa fossero i viaggi astrali, gli obe e tutte queste cose.
    Mi succede questo: Come mi rilasso, anche seduta, avverto quelle che voi chiamate vibrazioni e il rumore della "motosega" che già da ragazzina definivo così! Non ho le benché minima difficoltà a provocarlo, anzi, il contrario.
    Risultato: curata per anni per attacchi di panico con benzodiazepine, che hanno ridotto notevolmente questi episodi giornalieri.
    Tutto tacque (abbastanza) fino a qualche mese fa, quando persi, in un incidente stradale il mio amato cagnolino. Hanno iniziato a ripresentarsi, ma io non ho dato molto peso...in quanto attacchi di panico, avevano anche ragione di manifestarsi in quel periodo brutto. Erano molto violenti, perché assieme ai tremori, al rumore assordante si è aggiunto anche un fortissimo senso di vertigine e di smarrimento. In preda alla paura mi sveglio e inizia l'attacco di panico vero e proprio. Classico, con batticuore e nodo in gola. Non ho dormito per due mesi di fila, ero depressa ed avevo pensieri bruttissimi. In questo periodo, parlando con una amica, mi ha consigliato un libro, Manuale su come sopravvivere alla morte.
    Credevo di leggere un libro di conforto (e mi ha confortato!) ma in realtà ho conosciuto cosa erano i viaggi astrali, accorgendomi delle similitudini con le mie esperienze.
    Ho contattato anche l'autore, al quale mi vergogno di confessare che sono una viaggiatrice mancata! L'ho solamente ringraziato perché il suo libro mi ha letteralmente salvato la vita, si è dimostrato una persona cordiale e gentile. Non ho avuto il coraggio di dirgli questo che sto dicendo qui adesso.
    Ho capito che questo forse potrebbe essere un bel dono, ma io ne ho il terrore.
    Ho il terrore di quelle scosse fortissime e quel frastuono, ma ora sono anche incuriosita di sapere cosa potrebbe succedere se solo mi impegnassi a sopportarle.
    Ogni santo giorno, mi trovo di fronte a due porte: una è nera e buia, l'altra mi porta all'attacco di panico. Scelgo sempre il panico e la paura, sentendomi codarda, prendo sempre la via di fuga. Tutto questo è frustrante.
    Scusate se mi sono dilungata ma ho provato a parlarne a mio marito che, dopo un po' di incredulità iniziale mi ha detto se andiamo assieme da uno psicologo. Non lo biasimo, anche io a volte mi credo pazza per questa cosa.
    Voi non avete paura di questo? Come fate a non avere paura di quel enorme senso di smarrimento e confusione che sembra fisico!
    Grazie a tutti voi.
    [Edited by Blackmamba1978 7/26/2017 2:34 PM]
  • OFFLINE
    cell in the hell
    Post: 33
    Registered in: 4/6/2017
    Location: VERCELLI
    Age: 39
    Gender: Male
    Obino
    Junior User
    10 7/29/2017 5:08 PM
    Ciao Blackmamba, benvenuta.

    Il mio problema è inverso a quello che hanno la maggior parte delle persone che fanno queste esperienze. Vi spiego meglio: io sono anni che "sto sulla porta" e vivo nel terrore. Non ho fatto mai nessuna pratica di rilassamento, non mi sono neppure mai interessate!


    Se può consolarti ho passato 10 anni in quelle condizioni, solo che dopo un po' le energie interne si sono stufate di aspettare, ha fatto che prendermi un forte mal di schiena, e sono moltiplicate le paralisi e le vibrazioni. Lo chiamano 'risveglio forzato della Kundalini', ma non l'avevo cercato io, nemmeno sapevo che esistesse. E appunto nemmeno io ci arrivavo tramite rilassamento, io pensavo a dormire, poi... capitava.


    Mi succede questo: Come mi rilasso, anche seduta, avverto quelle che voi chiamate vibrazioni e il rumore della "motosega" che già da ragazzina definivo così! Non ho le benché minima difficoltà a provocarlo, anzi, il contrario


    Non è una 'maledizione', non devi sentirti sfortunata di possederlo, è un tuo "dono", ho amici quasi disperati che vorrebbero provare, usano tecniche e non riescono ad avere nulla di tutto ciò.


    Risultato: curata per anni per attacchi di panico con benzodiazepine, che hanno ridotto notevolmente questi episodi giornalieri.


    Le sostanze calmanti tendono a bloccare qualsiasi tipo di esperienza, a differenza di quelle eccitanti che le accrescono ma possono fare parecchi danni. Purtroppo i medici non sanno, i medici pensano che siano disturbi, non sono cose che si imparano in università. Magari qualche psicologo inizia a conoscere gli argomenti, c'è chi diventa così bravo che sa fare regressioni in ipnosi.


    Hanno iniziato a ripresentarsi, ma io non ho dato molto peso...in quanto attacchi di panico, avevano anche ragione di manifestarsi in quel periodo brutto.


    Lo stress, per quanto sia l'opposto del rilassamento, tende a causare paralisi e vibrazioni. Purtroppo sono passato anche da quello, ho perso parenti, animali domestici e un po' tutto quello che basta per riportarmi nelle condizioni di rimanere bloccato nel letto. Lo capisco benissimo.


    Non ho dormito per due mesi di fila, ero depressa ed avevo pensieri bruttissimi.


    Ti capisco meglio di quanto tu possa immaginare, lo dico sinceramente. Sono arrivato a un punto in cui non volevo nemmeno più dormire la notte.


    in realtà ho conosciuto cosa erano i viaggi astrali, accorgendomi delle similitudini con le mie esperienze.
    Ho contattato anche l'autore, al quale mi vergogno di confessare che sono una viaggiatrice mancata! L'ho solamente ringraziato perché il suo libro mi ha letteralmente salvato la vita, si è dimostrato una persona cordiale e gentile.


    Non c'è nulla da vergognarsi, chi ci è passato e ha fatto 'il grande passo' spesso conosce questa paura. Paura del corpo, paura della mente, paura dell'ignoto. Paure primordiali che ci siamo portati dentro.
    Solo un pazzo si vanterebbe di andare per strada di notte con la macchina a fari spenti.


    Ho il terrore di quelle scosse fortissime e quel frastuono, ma ora sono anche incuriosita di sapere cosa potrebbe succedere se solo mi impegnassi a sopportarle.


    La paralisi è simile alla ipnosi, puoi scavare dentro le tue paure, e queste possono manifestarti. Ma... puoi scegliere di avere delle esperienze bellissime.
    Ti invito a leggere i diari di chi compie viaggi astrali, vedrai poche paure, pochi timori perché una volta vinti non tornano più.


    Quel rumore forte e metallico in futuro diventerà leggero e piacevole, quelle sono vibrazioni a bassa frequenza, alimentate dalla paura. Ma non sarà sempre così.
    Prima di uscire sentiti protetta, sai che nulla potrà mai farti del male se tu non glielo permetterai. Se sei credente puoi chiedere aiuto a Dio, se non lo sei, puoi chiedere aiuto a te stessa.
    Tieni gli occhi chiusi, lasciati trasportare da quei suoni e pensa 'io sono protetta'. Male che vada finiranno e ti sveglierai, bene che vada uscirai e vedrai che attorno a te c'è una dimenisone che poche persone hanno avuto il piacere di vedere. Che c'è vita oltre il tuo corpo fisico, ed è la ragione per cui il tuo corpo ha così tanta paura. Perché pensa di essere abbandonato, ma non è così.
    Sarai dentro al tuo corpo, e sarai fuori da esso.
    La paura svanirà, perché con il senso di protezione sarai invincibile, per molti la prima uscita è paragonabile a un'estasi, una scarica di energia che pervade il corpo per diverse ore dal risveglio. Un'esperienza che ti fa sentire viva, più di quanto tu lo sia mai stata (non è una critica di alcun tipo, vuol solo dire che sarà come vivere una seconda volta mentre sei viva già la prima).
    Corpo addormentato e mente viva, una bellissima combinazione.

    Spero che questo possa aiutarti a trovare il tuo ingresso. Mi ci sono voluti dieci anni per superare la paura, invece di rimpiangere il tempo perso preferisco pensare che sia stato quanto mi servisse per fare il grande passo.
    Pensa a questo scenario: mai più paura delle vibrazioni, mai più paura di quel suono. Quello ti connette a un Universo che mai avresti pensato che potesse esistere.
    [Edited by cell in the hell 7/29/2017 5:10 PM]
  • OFFLINE
    Blackmamba1978
    Post: 5
    Registered in: 7/26/2017
    Gender: Female
    Obino
    Junior User
    00 7/29/2017 6:02 PM
    Grazie mille per la risposta. Mi sento abbastanza confortata. Non sono sicura se supererò o meno le mie paure, ma almeno so che non sono sola e soprattutto ho capito che non sono pazza. Per anni ho creduto di esserlo.
    Grazie mille ancora. Sto leggendo pian piano tutte le vostre esperienze qui sul forum e trovo incredibile di come sia tutto simile e quello che provo io.
  • OFFLINE
    cell in the hell
    Post: 34
    Registered in: 4/6/2017
    Location: VERCELLI
    Age: 39
    Gender: Male
    Obino
    Junior User
    00 7/29/2017 7:43 PM
    Re:
    Blackmamba1978, 29/07/2017 18.02:

    Grazie mille per la risposta. Mi sento abbastanza confortata. Non sono sicura se supererò o meno le mie paure, ma almeno so che non sono sola e soprattutto ho capito che non sono pazza. Per anni ho creduto di esserlo.
    Grazie mille ancora. Sto leggendo pian piano tutte le vostre esperienze qui sul forum e trovo incredibile di come sia tutto simile e quello che provo io.




    Non sei pazza, i disturbi di mente sono tutt'altra cosa, conflitti della psiche ben peggiori di un'esperienza fuori dall'ordinario. Sono contento che esistano libri sui viaggi astrali perché hanno aiutato tantissime persone, me compreso, personalmente ti consiglio 'Avventure fuori dal corpo' di William Buhlman 'perché non solo dà spiegazioni tecniche e racconta le sue avventure e ne parla con una profonda analisi, ma va anche alla ricerca di fantastiche basi scientifiche, negli ultimi decenni la fisica ha fatto passi da gigante iniziando ad accettare sempre di più la presenza di multi-dimensioni. Voglio dire, quando sai che c'è dietro una solida base scientifica non si può parlare di pazzia.

    Poi certo, io penso e spero che nessuno ti dica "devi uscire!" Perché non sarebbe giusto nei tuoi confronti, ognuno ha bisogno di tempo e ha il pieno diritto di rifiutare. Ma se cadi in paralisi sentendo i rumori forti ci sono comunque dei metodi per risvegliarsi, e per quanto possa sembrare strano il metodo migliore è di rilassarsi e non pensare a quello che c'è fuori.
    Alla fine anche sapersi risvegliare da una paralisi è un bel passo avanti per smettere di avere paura.
    Io ho avuto esperienze di paralisi di 30-40 minuti, stando alle fasi del sonno non dovrebbe nemmeno essere possibile ma avevo l'orologio davanti e non ho ragione per inventarmi queste cose. In pratica più avevo tensione e paura, più le prolungavo. Se non hai paura potrebbero finire in 30-40 secondi, a volte anche meno. C'è una bella differenza. Alla fine dei conti se sono solo rumori e non c'è nulla di visivo, è già un buon segno, nessuna illusione visiva che è quella che terrorizza la maggior parte delle persone.

    Il rumore di motosega me lo ricordo, io lo sentivo come del ferro che fregava su altro ferro. Era veramente surreale, quella volta che ho provato a concentrarmi sul rumore mi sembrava di essere in una fabbrica dove c'erano rumori da ogni parte, mi esplodeva la testa.
    Io penso che dipenda un po' anche dal tipo di persona, chi è iperagitato (come lo ero io) è probabile che senta rumori così forti, chi invece sa rilassarsi (a volte basta solo abituarsi a respirare lentamente prima di dormire, è un trucco vecchio ma funziona sempre) si gode delle vibrazioni migliori, silenziose, spesso accompagnate da brividi corporei che sono simili a carezze più che a scossoni.
  • OFFLINE
    Blackmamba1978
    Post: 6
    Registered in: 7/26/2017
    Gender: Female
    Obino
    Junior User
    00 8/5/2017 11:02 AM
    Grazie al cielo, non ho provato le paralisi notturne.
    Funziona sempre così: vibrazioni (tipo un pupazzo tremolino) nel petto, motosega, terrore, ansia e sono seduta sul letto impanicata. Ma non sono paralizzata. Credo che quello che hai provato tu sia ben peggiore.
    Ad oggi non sono riuscita a superare la paura. Addirittura ultimamente, mi blocco ai tremori.
    Dopo aver letto quello che scrivete voi qui e quello che c'è sui libri, devo dirti con sincerità che sono abbastanza curiosa.
    A presto e grazie ancora [SM=g27823]
Cerchi un Tracker Gps per la tua azienda? Con Intelligent Tracker puoi monitorare la tua flotta e molto altro.