00 9/29/2011 9:35 AM

Sul 10 per cento di prefetto contestuale.




Tradottasi in mozione di sfiducia parlamentare,come l'ennesima falla alla maggioranza,tenutasi in riserbo,sul rigore autocratico dell'opinione pubblica,in forma accisa di bilancia.

Che paradossalmente continuerebbe a derubricare in falso fallimentare,sulle diverse attività di consorzio parlamentare,che con padiglioni e fiere internazionali,poggiavano su di un fondo strutturale,partecipato del 76 per cento,dal ministero dello sviluppo economico.

Dalla quale si prendevano in prestito,le varie modalità nel campo dell'internalizzazione lottiera di dogana,alla mafia.

Che altresì scaturirebbe,dalla diversità in ambito di 110 servizi line,tra i piani della sola periferica distrettuale in cabina di regia,con bilancio consolidato dal bilancio esercente,sull'onestà dell'affare,in espatrio.



Che in aggiunta all'influenza dominante sulla garanzia dell'esistenza,alla voce patrimoniale,dal non più ampio senso inflittivo,propugnava i più imbarazzanti fattori condizionanti,all'indirizzo propulsivo,con la quale l'ottimo lavoro delle nostre prefetture,si sottometterebbe,ancora nell'imbargo.