Nelle Nebbie Di Thule

+SPIRITUALITA+ (2007-2009)

  • Posts
  • OFFLINE
    |54|
    Post: 9,114
    Gender: Male
    00 12/16/2009 7:49 PM
    12, 54

    grazie di cuore ludwig.




    Luca 12,54

    54 Diceva ancora alle folle: «Quando vedete una nuvola salire da ponente, subito dite: Viene la pioggia, e così accade. 55 E quando soffia lo scirocco, dite: Ci sarà caldo, e così accade. 56 Ipocriti! Sapete giudicare l'aspetto della terra e del cielo, come mai questo tempo non sapete giudicarlo?



    +QUIS UT DEUS+
  • OFFLINE
    skorpion75
    Post: 2,129
    Location: ACCIANO
    Age: 46
    Gender: Male
    00 12/17/2009 9:59 AM
    Famiglie terrene e famiglie spirituali

    La consapevolezza dei legami karmici e il contatto con il cuore possono farci comprendere il perché del nostro posto nella famiglia terrena, e aiutarci a riconoscere la nostra famiglia spirituale...

    Il nostro essere è come un astro che viaggia nell'Infinito, una galassia che si apre all'Amore eppure, il più delle volte, la consapevolezza è lontana dai nostri pensieri. Lo stretto legame con la dimensione fisica finisce col mostrarci un orizzonte limitato e vuoto che influenza negativamente la nostra coscienza e la nostra "Conoscenza".

    Ognuno di noi nasce in una piccola famiglia terrena ma è già parte di una ben più vasta "famiglia spirituale". Il viaggio della vita è un'esperienza affascinante nella quale, giorno per giorno, possiamo scoprire l'architettura immensa della nostra anima, creando i colori e le emozioni che dipingono le stanze della nostra "abitazione terrena".

    La scelta della famiglia in cui nascere e di coloro che saranno i nostri genitori è fondata sulla legge cosmica del karma, la legge di "causa effetto". Spesso viviamo situazioni difficili e problematiche nel rapporto tra genitori e figli che sono determinate dalla pesantezza del karma che ognuno si porta di vita in vita. Molte volte, nelle rinascite, si scambiano i ruoli di figlio e genitore al fine di sperimentare le diverse situazioni e superare gli ostacoli che si frappongono al raggiungimento della "perfetta armonia", della "divina Conoscenza"; in una parola alla realizzazione completa dell'Amore.

    Ma tutto questo non è semplice. Il terreno della vita fisica è disseminato di diversi ostacoli che, in apparenza, si manifestano come energie negative ma in realtà sono "passaggi" fondamentali per evolvere aprendo gli occhi alla Reale Realtà che ci circonda e della quale siamo un frammento come una goccia nel mare. A volte vi sono relazioni conflittuali tra genitori e figli o tra fratelli che si protraggono per una vita intera senza trovare soluzione. Sembra di vivere su pianeti diversi, lontani milioni di anni luce, tanto la distanza pare incolmabile. In realtà la fonte di ogni separazione è l'ego.

    Il nostro "Io razionale" è come un pianeta freddo che gravita intorno al cuore perché non può farne a meno, ma ne teme la potenza e la perfezione vivendo una sorta di complesso di inferiorità con l'astro interiore. L'ego desidera essere superiore al cuore come la mente, e a volte vorrebbe essere padrona dell'anima. E' da questa inconsapevolezza che nascono i conflitti che vengono vissuti e ingigantiti dall'incontenibile forza distruttiva dell'ego.

    Il nostro "essere cosmico" è come un universo parallelo che può intrecciarsi armonicamente con gli altri universi oppure restarne totalmente separato. Il libero arbitrio ci permette di scegliere la via. Come sempre la soluzione sta nel cuore, nella limpida potenza del nostro diamante interiore. Quando il "pianeta freddo" vi si abbandona, ne assorbe le luminose vibrazioni diventando "uno" con la sua illimitata energia creatrice. Questo può risolvere conflitti di ogni natura sciogliendo le antiche ruggini dell'odio, distruggendo la rabbia e la paura con la "Bianca luce dell'Amore". Lo scopo della nostra vita sta quindi nel trovare la rotta per arrivare al centro del cuore.

    Quando raggiungeremo il luminoso territorio, la nostra Vista si aprirà permettendoci di ritrovare e di "riconoscere" le anime affini appartenenti all'originaria "famiglia spirituale". Questa esperienza potrà elevare alla massima potenza le frequenze del nostro essere cosmico, permettendoci di vivere relazioni e amicizie profonde che voleranno oltre la fisicità e la materialità, fluendo nello Spazio come limpide astronavi. Essere componenti della medesima famiglia spirituale significa possedere la capacità di ascoltare, vedere, toccare, entrare nel cuore, nell'essenza dell'altra anima vivendo la sensazione unica di "perfetta sintonia", sentendosi veramente a Casa.

    Il riconoscersi permette di condividere l'affascinante viaggio della vita aprendosi completamente al "Risveglio" e alla "Consapevolezza", intrecciando e moltiplicando la Luce che dissolve le ombre dell'ego per trasmettere armonia e amore a tutti coloro che si trovano al nostro fianco, sul sentiero dell'esistenza.

    Diventiamo pensieri!
    Gabriele

    www.nonsoloanima.tv/index.php?controller=article&path=4&article...
    Avere conoscenza non significa saggezza;avere saggezza non significa Essere.
    Solo attraverso l'intuizione e il ricordo del proprio vero SE si arriva ad amare Tutto/l'Uno dal quale siamo originati.
    L'Amore è l'unica cosa che esiste; tutto il resto è maya.
    Il pensiero è la matrice di tutta la creazione e l'Amore è il suo architetto!



  • OFFLINE
    -Ajna-
    Post: 5,794
    Gender: Female
    00 12/17/2009 10:30 AM
    Re: 12, 54
    |54|, 16/12/2009 19.16:

    ........
    come se stessi per morire e tutto il mio essere non vuole più reprimere se stesso nel bene e nel male, come se dovessi mettere in chiaro le cose. non lo so. ...


    ieri sera non mi sono collegata e vedo solo adesso.....
    innanzitutto ti ringrazio per la condivisione che, conoscendoti bene, apprezzo davvero molto perchè so quanto per te non sia così "semplice" (è riduttivo) farlo.
    Hai espresso esattamente il mio stato d'animo che mi risulta così chiaro solo da 2 giorni.
    Mi sento come se stessi per morire e devo sistemare tutte le cose in sospeso, a partire dai rapporti con gli altri, anzi soprattutto a livello relazionale, perchè di pratico/materiale non ho pendenze alcune.
    Di fondo sono però serena, perchè sto pensando che forse il mio compito qui è esaurito, la mia anima ha fatto tutte le esperienze che doveva portare a compimento su questo piano. Ho la sensazione che non ci sia più niente qui per me, e non lo dico affatto in senso negativo o frustrante (no, frustrante forse si [SM=g6794] ), ma questo penso che sia tu sia tutti gli altri che mi conoscono possono perfettamente capire.
    Non voglio apparire presuntuosa, ma non mi sento più (e intendo DEL TUTTO) in sintonia vibrazionale con ciò che mi sta intorno (situazioni e persone).
    Ti voglio bene Liv, grazie ancora! [SM=g9507]


    "Quando il sole è tramontato,
    quando la luna è tramontata,
    quando il fuoco è spento,
    e ogni parola tace,
    il sé soltanto è luce a se stesso"

    (Brhadaranyaka Up.)
  • OFFLINE
    -Ajna-
    Post: 5,794
    Gender: Female
    00 12/17/2009 10:52 AM
    Per quanto riguarda il modo di reagire conseguente gli stati d'animo....be', io personalmente non reagisco. Ho imparato a focalizzare l'attenzione su di me, che sono l'unica certezza e l'unico vero tesoro che ho. In questi giorni mi sto limitando ad osservare il resto; sono spettatore. Qualcuno parla di "qui ed ora", anche se personalmente ho una visione un po' più sfaccettata, diciamo, di questo concetto, comunque sì......andare avanti momento per momento non disperdendo l'attenzione, in modo che la mente razionale non possa, anche attraverso la manipolazione esterna, condizionare la verità profonda e permettere ad alcuni stereotipi di riemergere.
    [Edited by -Ajna- 12/17/2009 10:58 AM]


    "Quando il sole è tramontato,
    quando la luna è tramontata,
    quando il fuoco è spento,
    e ogni parola tace,
    il sé soltanto è luce a se stesso"

    (Brhadaranyaka Up.)
  • OFFLINE
    -Ajna-
    Post: 5,794
    Gender: Female
    00 12/17/2009 12:52 PM
    Non vorrei che quello che ho espresso potesse essere non compreso bene.
    Quello che intendo è che per quanto riguarda le vecchie modalità e questa realtà virtuale noi siamo già morti e non siamo più in sintonia con esse.
    Il mio è stato un ribadire un concetto che porto avanti da tanto tempo con l'aggiunta, però, di una presa di coscienza conseguita recentemente in base all'incastrarsi perfetto di questioni anche profane. Cioè oltre ad un sentire preciso adesso si associa anche la manifestazione palese su tutti i livelli, quindi la sensazione è ancora più netta e soprattutto lo è la chiara consapevolezza.
    [Edited by -Ajna- 12/17/2009 12:53 PM]


    "Quando il sole è tramontato,
    quando la luna è tramontata,
    quando il fuoco è spento,
    e ogni parola tace,
    il sé soltanto è luce a se stesso"

    (Brhadaranyaka Up.)
  • OFFLINE
    sev7n
    Post: 3,793
    Location: ISOLA DEL LIRI
    Age: 49
    Gender: Male
    Amministratore
    00 12/17/2009 2:16 PM
    Re: 12, 54
    |54|, 16/12/2009 19.16:

    la cartella qui non la frequento molto... cioè solo in lettura. volevo solo segnalarvi un mio stato d' animo che oramai varia di settimana in settimana. vi ricordate in sala riunioni? lo scrissi forse un mese fa ma se non lo ricordate non vi state a preoccupare. mi sento inquieto.. ma non tanto per dire ragazzi miei. sto al limite.
    difficilmente mi confido con gli altri su queste cose. mi sento proprio sbattuto, irrascibile, distratto. sembra come se tutto mi vada stretto e come se dovessi necessariamnete mettere apposto le cose con tutti. ho sbroccato agli amici vecchi e nuovi, a lavoro con i colleghi.. non riesco a sopportare i soprusi anche quelli indiretti. tutti mi dicono di stare tranquillo di fare buon viso a cattivo gioco, mi dicono di fregarmene. io non ci riesco. per via del mio carattere spesso sono stato antipatico a molti, anche qui sul forum lo sento e non è un problema. mica posso stare simpatico a tutti! ma non ce la faccio a fare i sorrisini, i saluti formali. mi ferisce tutto come se fossi una ferita mai rimarginata. ---se mi dici che mi vuoi bene, che sei amico e poi non mi chiedi mai come sto ma ti limiti a dirmi solo "come stai" io mi sento ferito e non ci sto più a fare il superiore, non riesco a tenermelo dentro come ho sempre fatto. sono un essere umano e rivendico il mio diritto ad esistere con i miei pregi e i miei limiti. non sono una pianta. se mi fai male io te lo dico.--- questo penso e così sto agendo.
    come se stessi per morire e tutto il mio essere non vuole più reprimere se stesso nel bene e nel male, come se dovessi mettere in chiaro le cose. non lo so. dico la verità non sto bene.
    scrivo questo per capire se qualcuno versa nella mia stessa condizione.
    spero leggiate.. ma anche se non lo fate non fa niente. scusate se lo sfogo è off topic.




    ho letto anchio solo ora e devo dire che ancor di piu' mi rendo conto della sinergia che lega certe persone ( vedi anche il post di Ajna), ho appena finito di èparlare con una persona a me cara sul mio attuale stato d'animo e la cosa eccezzionale e' che ho usato le tue parole e le tue metafore senza aver letto prima questo post.

    Non posso che madrti anchio un forte abbraccio e confermarti che non c'e' solitudine in tutto questo, anzi, penso sia il nostro lato emozionale che sta salendo i gradini di un 'ipotetica scala ,molto, ma molto velocemente.

    [SM=g9013]





    " Il vero coraggioso non è colui che non teme nulla, ma colui disposto ad affrontare ciò che più teme."

    " Una sconfitta è tale solo se si rimane a terra. Non è sconfitta quando ci si rialza e si riprende a combattere. "

    ∞ζ∞ζ∞ζ∞ζ∞ζ∞ζ∞ζ∞ζ∞ζ
    τιμή πίστη θάρρος συνοχή
    ∞ζ∞ζ∞ζ∞ζ∞ζ∞ζ∞ζ∞ζ∞ζ


    The Seventh floor
  • OFFLINE
    skorpion75
    Post: 2,129
    Location: ACCIANO
    Age: 46
    Gender: Male
    00 12/18/2009 6:54 AM
    Re:
    skorpion75, 17/10/2009 0.16:

    L'idea alla base di Ho'oponopono scaturisce dal significato stesso della parola, arrivata fino a noi dalla cultura Hawaiana. Tradotto Ho'oponopono significa "mettere le cose al posto giusto", o in termini più semplici, aggiustare le cose.
    Ognuno di noi ha delle cose da mettere a posto, e Ho'oponopono non solo è un modo per aggiustare praticamente qualsiasi cosa si possa immaginare, ma è anche così facile da usare che non c'è nessuna ragione per non avvantaggiarsi di questa tecnica così potente.
    Il concetto basilare dietro Ho'oponopono richiede prima di tutto il rendersi conto della verità immutabile che la propria intera esistenza nasce da dentro, non dall'esterno. John Assaraf ha espresso perfettamente questo concetto durante i suoi insegnamenti nel film The Secret. John dice "non esiste il là fuori o il qui dentro ", e questa è la verità .
    Noi siamo un tutt'uno con tutte le cose in ogni tempo. Può essere dura da buttare giù per qualcuno ma è vero. Siamo semplicemente delle estensioni della "fonte di energia", che è poi la "cosa" di cui è fatto l'Universo intero.
    Quindi, se siamo fatti di energia, e lo siamo, basandoci sulla fisica quantistica, siamo tutti creatori della propria esistenza (e lo siamo), allora la verità semplicemente è una sola e è innegabile:
    tutto è creato da noi stessi!
    Tutto quello che vedi, ascolti, senti, odori, tocchi, pensi, ricordi, che ti provoca una reazione emotiva, sono tutte cose che tu hai creato. E si,comprese le cose belle ma comprese anche quelle brutte.
    Ognuna di queste cose esiste perché a qualche livello tu vuoi che esistano, e questo ci riporta a Ho'oponopono.
    Se tutto ciò che percepisci nel mondo esiste perché tu lo percepisci,prova a immaginare quale meraviglioso potere hai nelle tue mani?
    Si è così. E puoi scegliere di usarlo sempre di più o di farlo andare via! No, non sto parlando di creare biglietti da 500 euro dal nulla o di far sparire parenti noiosi. Ma è possibile creare la tua vita in modo da avere migliaia di biglietti da 500 euro e che i tuoi parenti non siano più una noia per te.
    Questa dritta da sola vale già il biglietto d'ingresso vero?
    Come è possibile fare tutto questo con Ho'oponopono? Semplicemente accettando la propria responsabilità.
    Quando veramente riesci a metabolizzare il fatto che stai letteralmente creando ogni singolo pezzo della tua esistenza, dalla più piccola molecola fino al grattacielo più alto, dall'amore più meraviglioso all'odio più lancinante, allora realizzi che puoi cambiare ognuna di queste cose visto che sei il responsabile del fatto che esistano. Lo puoi fare semplicemente mostrando gratitudine per tutte quelle cose nella tua vita che ringrazi che esistano e che vuoi che crescano e mostrando perdono invece per tutte quelle che vorresti mandare via o diminuire.
    Vediamo se sei stato attento:
    Se sei responsabile per tutte le cose nella tua esistenza, le belle ma anche le brutte, e hai il potere di diminuirle o permettere loro di crescere semplicemente mostrando gratitudine o perdono per esse, a chi stai mostrando gratitudine e perdono ora?
    ........ Ok il tempo per pensare è finito. Sei TU! Se hai creato qualcosa di meraviglioso ringraziati per averlo fatto. Se hai creato qualcosa di terribile, perdona te stesso per averlo fatto, assicurandoti che non succederà più in futuro.
    Qui diventa difficile da mandare giù, ma questi concetti sono verità, sia a livello del proprio microcosmo sia a livello di macrocosmo.
    Tu sei responsabile per tutto ciò che fa parte della tua esistenza:
    Il terrorismo è colpa tua. Omicidi sono colpa tua. Fame e malattie sono colpa tua. Sparatorie nelle scuole sono colpa tua. Le tasse sono colpa tua. Fa male vero? Puoi scommettere che lo fa. Ma ecco le belle notizie:
    L'amore è colpa tua. La nascita di un bambino è colpa tua. La famiglia è colpa tua.Gli amici sono colpa tua. I miracoli nella medicina sono colpa tua. I vigili del fuoco sono colpa tua. Gli animali domestici sono colpa tua. La curiosità di un bambino è colpa tua. La gioia allo stato puro è tutta colpa tua!
    Cominci a vedere il tuo potere ora? Puoi fare tutto. Infatti stai facendo tutto questo. Anche ora in questo momento in cui stai leggendo questo articolo stai nello stesso tempo creando e distruggendo il tuo mondo.
    Se vai a letto stasera e non riesci a dormire lo hai creato. Quando posi la testa sul cuscino e fai la più bella dormita della tua vita hai creato anche questo. Quando ti alzi la mattina e piove così forte che non riesci nemmeno a vedere la tua macchina nel vialetto di casa, è una tua creazione. Quando ti alzi e ti saluta un'alba meravigliosa anche questo è una tua creazione.
    Tutto il bene, tutto il male e tutto quello che sta in mezzo è una tua creazione. E puoi controllare tutto ciò imparando a controllare la tua gratitudine e la tua capacità di perdonare con Ho'oponopono.
    Varie persone hanno diversi modi di invocare il potere di Ho'oponopono,ma visto che ho fiducia in Joe Vitale, utilizzo il suo metodo che può essere riassunto in quattro frasi che lui usa ogni volta che vuole invocare Ho'oponopono,chiamato anche " cleaning" :
    " ti voglio bene"
    " Mi dispiace"
    " Per favore perdonami"
    " grazie"
    Ecco! Pronunciando un mantra composto da queste quattro frasi più spesso possibile giorno dopo giorno, presto realizzerai che amando te stesso, chiedendo scusa ogni volta che fai qualcosa di sbagliato, perdonandoti per ogni errore,e ringraziandoti ogni volta che crei qualcosa di bello o che hai smesso di creare cose negative, allora puoi creare la vita giusta per te.
    Ricorda che la traduzione letterale di Ho'oponopono è mettere le cose a posto. Dal momento che sei l'unico creatore della tua intera esistenza,hai il potere di creare il mondo " giusto " in cui ti piace vivere,e lo puoi fare semplicemente pronunciando e avendo fiducia in queste quattro frasi.
    So che per alcuni tutto questo può sembrare incredibile.Rifiuti di accettare il fatto che sei letteralmente il creatore della tua intera esistenza e che la puoi facilmente cambiare con queste parole.
    Ecco un altro test: se non credi a nulla di tutto questo, chi ha creato questa incredulità?
    Pensaci sopra...Ma si, ti perdono!
    Articolo di Aaron Potts
    pubblicato su Legge dell'Attrazione
    Aaron Potts è il fondatore di personal development parners e l'autore di Energy harmonics,che tratta di sviluppo personale,allineamento vibrazionale e Legge dell'attrazione.Visita il suo sito per avere la sua newsletter gratuita o visita il suo blog.


    tuttouno.blogspot.com/2009/10/hooponopono-la-verita-siamo-...






    Avere conoscenza non significa saggezza;avere saggezza non significa Essere.
    Solo attraverso l'intuizione e il ricordo del proprio vero SE si arriva ad amare Tutto/l'Uno dal quale siamo originati.
    L'Amore è l'unica cosa che esiste; tutto il resto è maya.
    Il pensiero è la matrice di tutta la creazione e l'Amore è il suo architetto!



  • OFFLINE
    |54|
    Post: 9,114
    Gender: Male
    00 12/19/2009 12:54 PM
    12, 54

    scusate il ritardo... ma stavo, diciamo così, in camera di decompressione. grazie..
    [SM=g9433]






    Luca 12,54

    54 Diceva ancora alle folle: «Quando vedete una nuvola salire da ponente, subito dite: Viene la pioggia, e così accade. 55 E quando soffia lo scirocco, dite: Ci sarà caldo, e così accade. 56 Ipocriti! Sapete giudicare l'aspetto della terra e del cielo, come mai questo tempo non sapete giudicarlo?



    +QUIS UT DEUS+
  • maxsun
    00 12/20/2009 5:51 PM
    Messaggi

    Rivoluzione come nuova Evoluzione

    10/20/2009 5:25:54 PM

    È questo che deve essere dentro il cuore di ognuno:
    ri-bellione nei confronti della bellezza fasulla,
    ri-torsione verso tutto ciò che ci porta a guardare nella direzione errata,
    ri-fiuto di tutto ciò che è fiutato ma non scaturisce dall’interno, dall’Istinto più vero e assoluto,
    ri-valsa verso le forze oscure che ottenebrano la mente ed il cuore
    e verso tutto ciò che indebolisce il nostro Dio interiore.
    A questo, e non ad altro, dovete tendere: ESSERE.
    Verso ciò che ostacola il raggiungimento di questa meta possono e devono essere prese iniziative anche “violente”: potete imporvi, potete costringervi, potete e dovete fare ogni sforzo perché si realizzi in voi l’ESSERE.
    Quanta e quanta PACE sarà allora dentro di voi! Come sarà diversa la visione del mondo, delle cose, degli altri esseri umani se li vedrete e li percepirete attraverso l’ESSERE!
    Come sarà alta la tolleranza! Come sarà radicata la comprensione! Come sarà alto e splendente l’AMORE che è in voi e che, attraverso di voi, si spanderà in ogni dove!
    www.stazioneceleste.it/
  • OFFLINE
    +lvdwig+
    Post: 31,814
    Age: 55
    Gender: Male
    00 12/22/2009 12:12 PM
    se qualcuno vuole riportare l utlimoa rticolo sugli agg.di stazionecelste -dal titolo---"il 21 dicembre 2012 il mondo finira davvero?"...ovviamente sono diciamo filodofiche le cos eche dice,..ma in fin dei conti se il punto di vista e in tema ci puo anche stare ,anche se ce da sfacettare molto quello che dice,diciamo che come pietra grezza da sgrossare si potrebbe anche accettarlo




    +VOS+ELEGI+E+ISEO+VENUS+VICTRIX+INVICTA+IMMORTALE+AETERNA+






    +ICH DIENE+






  • maxsun
    00 12/22/2009 1:27 PM
    Il 21 dicembre 2012 il mondo finirà davvero?

    Recentemente mi è stato chiesto come interpreto le profezie dei Maya e degli Hopi per le quali il mondo da noi conosciuto terminerà il 21 dicembre 2012. Ci sarà una guerra globale – che potrebbe innescare un olocausto nucleare? Le forme viventi sul pianeta alla fine soccomberanno al degrado ambientale che è in continuo aumento nel nostro suolo, negli oceani e nell’atmosfera? Il numero sempre più crescente delle attuali malattie che un tempo erano sconosciute, sarà superiore alla nostra capacità di poterle combattere? Oppure improvvisamente ci ritroveremo in una nuova Età d’Oro nella quale il leone pascerà con l’agnello e le lotte, il dolore, e la sofferenza spariranno per sempre?

    Questa non è una domanda da poco. Al contrario, affronta alcuni trai i più grandi concetti universali. Secondo la prospettiva metafisica, il mondo muore e rinasce in ogni istante. Il 21 dicembre 2012 pertanto non farà eccezione. Tuttavia, questa data presenta un punto fisso nel calendario che mette a fuoco ogni possibile scenario.

    Ciò che percepiamo dalla nostra prospettiva di esseri in forma umana non rappresenta che un tenue strato delle realtà interconnesse esistenti nell’universo. Per noi, c’è passato, presente, e futuro. Il tempo sembra muoversi prevedibilmente da un momento all’altro, costituendo i giorni e gli anni della nostra esistenza. Il 2012 è una data reale sul nostro calendario ed è possibile vedere avanzare verso tale momento ogni probabile scenario alla vertiginosa velocità che i cavalli da corsa adottano sul traguardo.

    Se poneste la domanda riguardo alla “Fine del Mondo nel 2012” a un sensitivo dotato, lei (o lui) scruterebbe all’interno dei diversi universi paralleli, delineando i futuri possibili e riportando ciò che a suo dire sembra più autentico. Questo è ciò che fa un principiante quando sceglie il cavallo favorito in una data corsa. Nelle corse di cavalli, spesso il favorito vince, o ci va vicino. Ma non sempre. Un giorno o l’altro, il cavallo che sta più in fondo potrebbe arrivare al traguardo mentre il favorito resta indietro.

    Secondo la prospettiva cosmica, identificare lo scenario vincente è semplice. Comprendere la natura di come questo possa avvenire è notevolmente più incerto. E’ impossibile afferrare l’infinito in termini finiti. Quando poniamo una domanda finita all’interno di una realtà infinita, è come tentare di stipare un branco di elefanti in fuga in una scatola di fiammiferi. Non sarà la carenza di forze a sconfiggerci, ma le minuscole dimensioni del contenitore che tentiamo di utilizzare. La nostra mente è come una scatola di fiammiferi. Dovremo cominciare a pensare al di fuori della scatola per afferrare la risposta riguardo a come il mondo terminerà il 21 dicembre 2012.
    La risposta semplice è che ciascuno dei possibili scenari che potete prevedere troverà espressione in una o più miriadi di universi paralleli che si manifestano ad ogni istante. E ciò include la data che molti descrivono come il momento in cui terminerà il nostro mondo. Ciò che dà peso a questa data è il fatto che con il passare delle ore sempre più persone stanno divenendone consapevoli, aggiungendo le loro energie alla versione convenuta. Abbiamo già assistito al potere che gioca il consenso attivo negli eventi come nel World Healing Day, nella Convergenza Armonica e in altri momenti che richiamano la nostra attenzione. Non è stata una data sul calendario a creare l’energia, bensì l’intento coeso di coloro che vi hanno partecipato.
    Detto ciò, aggiungiamo che non è semplice coincidenza che culture tanto disparate in tutto il mondo senza avere avuto un contatto reale, si siano focalizzate sulla medesima data. Esistono sempre più prove che il periodo che conduce al 12/12/12 segna la presenza di un portale energetico mai accessibile prima d’ora alla razza umana. A ognuno di noi viene offerta un’opportunità di trasformazione che potrebbe non ripresentarsi più per migliaia di anni.
    Che il 21 dicembre 2012 segni un avvenimento cosmologico immutabile che divenga una profezia che si avveri realmente o meno, è un fatto irrilevante. E’ innegabile che questa data profili un momento molto significativo. Ciò che ci interessa maggiormente è sapere cosa accadrà. Un estremo della parabola delle probabilità vede il totale annientamento fisico, mentre all’estremo opposto vi è l’arrivo dell’Età d’Oro che tutti sogniamo. Tra le due esiste ogni altra possibile probabilità. In qualche punto vicino al centro della parabola la possibilità più probabile per la maggior parte delle persone sarà che tale momento culmine passerà senza problemi come è avvenuto per il Millennium Bug, pertanto la loro vita continuerà cose se nulla fosse accaduto. L’alba del 22 dicembre 2012 sarà segnata dal ticchettio dell’orologio e la razza umana seguiterà ad avvicinarsi ogni giorno di più a qualsiasi futuro che abbia seminato. Tuttavia ciò non significa che molte altre persone che vivono la loro vita alle estremità della parabola, non potranno sperimentare eventi totalmente differenti.

    Se riuscite, immaginate di trovarvi al centro di un’immensa stazione ferroviaria centrale. I binari sono come i raggi di una gigantesca ruota, ovvero ciascuno si dirama dal centro in una differente direzione. La partenza di tutti i treni è programmata nello stesso momento, ossia il 21 dicembre 2012. Ogni essere umano sulla Terra si trova alla stazione ed è libero di scegliere di salire su qualunque treno. Ogni treno è destinato a un differente universo parallelo nel quale si manifesterà una delle innumerevoli possibilità.

    Voi (come chiunque altro) vi trovate alla stazione e avete a disposizione un numero pressoché infinito di treni sui quali salire. Tuttavia, come accade ai sensitivi, siete in grado di vederne solamente uno o due. Le vostre scelte appaiono scarse – quasi come se non foste per nulla in grado di scegliere e il vostro futuro venisse totalmente determinato dal destino. E questo non è affatto vero – a meno che non decidiate che sia così.

    Se vi ricordate la scena della stazione nei libri (o nei film) di Harry Potter dove i maghi salivano sull’Espresso per Hogwarts sul binario 9 ¾, attraversando un pilastro in cemento, allora comincerete a capire come funziona ogni cosa. Quello che è piacevolmente semplice per i maghi è ugualmente impossibile per i babbani (i non maghi).

    L’Espresso per Hogwarts è diretto in un’altra dimensione – l’Età d’Oro dei nostri sogni. Il problema è che fintanto che non diverremo maghi, non saremo in grado di trovare il giusto binario. Il mondo che conosciamo noi terminerà definitivamente il 21 dicembre 2012, se così sceglieremo. E quando accadrà saremo presenti, scegliendo di salire su uno del numero infinito di treni che partirà dalla stazione. Ciascuno di noi sarà chiamato a salire.

    Adesso che sapete dove vi troverete il giorno in cui terminerà il mondo, dovete decidere su quale treno volete viaggiare. C’è ancora tempo (secondo i calendari di questa illusione) prima che i treni lascino la stazione. Un mucchio di tempo prima di dipartire dal vostro mondo di babbani per divenire il mago che già siete. Come sempre, sta a voi la scelta.

    Basato sugli insegnamento di Going Deeper
    di Jean-Claude Koven
    fonte: www.goingdeeper.org
    qui l'articolo in lingua originale
    -Traduzione a cura di Monica Borroni-

  • OFFLINE
    +lvdwig+
    Post: 31,814
    Age: 55
    Gender: Male
    00 12/31/2009 4:39 PM
    ora vi do il primo comandamento del profano che si immette i via,senza di questo no si puo nemeno iniziare,il senso e universale quandi anche quello che cerco di dare io,poi la forma la ho ripresa da guido da todi sulla dottrina segreta della balwastky-Quindi 1°comaqndamento per l uomo che inizia ad iniziarsi:"Non credere a quanto ti viene annunciato come verita dottrinali solo per la forza carismatica di chi lo fa;ne devi credere per un fatto di religione,di cultura,di casta,o di razza;ne per un imposizione qualunque sia pure manifestata in buona fede.Credi solo se quanto ti viene indicato trova corrispondenza nella tua anima e nel suo sano giudizio che alberga in te.solo cosi sarai un uomo libero e capace di promulgare,a tua volta,la verita agli altri"




    +VOS+ELEGI+E+ISEO+VENUS+VICTRIX+INVICTA+IMMORTALE+AETERNA+






    +ICH DIENE+






  • OFFLINE
    |54|
    Post: 9,114
    Gender: Male
    00 12/31/2009 5:02 PM
    12, 54
    +lvdwig+, 31/12/2009 16.39:

    ora vi do il primo comandamento del profano che si immette i via,senza di questo no si puo nemeno iniziare,il senso e universale quandi anche quello che cerco di dare io,poi la forma la ho ripresa da guido da todi sulla dottrina segreta della balwastky-Quindi 1°comaqndamento per l uomo che inizia ad iniziarsi:"Non credere a quanto ti viene annunciato come verita dottrinali solo per la forza carismatica di chi lo fa;ne devi credere per un fatto di religione,di cultura,di casta,o di razza;ne per un imposizione qualunque sia pure manifestata in buona fede.Credi solo se quanto ti viene indicato trova corrispondenza nella tua anima e nel suo sano giudizio che alberga in te.solo cosi sarai un uomo libero e capace di promulgare,a tua volta,la verita agli altri"




    questa cosa te la condivido con tutto il cuore. è il migliore augurio di inizio dell' anno a livello profano e ovviamente inizio della nuova vita. [SM=g8431]






    Luca 12,54

    54 Diceva ancora alle folle: «Quando vedete una nuvola salire da ponente, subito dite: Viene la pioggia, e così accade. 55 E quando soffia lo scirocco, dite: Ci sarà caldo, e così accade. 56 Ipocriti! Sapete giudicare l'aspetto della terra e del cielo, come mai questo tempo non sapete giudicarlo?



    +QUIS UT DEUS+
146