Forum Acufeni senza censura

Acufene e Apparecchi Acustici

  • Posts
  • OFFLINE
    zaw
    Post: 1,331
    00 7/1/2010 12:06 PM
    Su tutti i Forum e Blog che ho trovato finora nella maggior parte dei casi si viene indirizzati verso gli Apparecchi Acustici.
    Questi Apparecchi Acustici digitali "di nuova generazione" sono presentati al pubblico come la "soluzione" degli Acufeni.
    Vorrei aprire una discussione che permetta di riportare testimonianze dirette dai pazienti.

    Quando mi recai alla visita con il Dott. Attanasio trovai sulla sua scrivania un bell'apparecchio acustico a darmi il benvenuto. Al termine della visita ebbi come prescrizione anche quella di indossare l'apparecchio acustico e un biglietto da visita dove recarmi.

    Ho voluto provare quella strada e ho indossato per un mese un apparecchio Acustico Open Fitting digitale di recente generazione.

    Non voglio prolungarmi troppo nella recensione : daro' solo un giudizio sintetico in 10 punti

    1. L'apparecchio e' scomodo da portare e crea disagio
    2. Il suono amplificato ha una specie di coda, reverbero fastidioso
    3. "Open Fitting" significa aperto, che amplifica lasciando passare i suoni esterni : invece la sua presenza un po li attenua.
    4. il suono amplificato viene immesso dal condotto tramite un foro di 0,5 mm e spesso si attura.
    5. l'apparecchio non da nessun giovamento all' acufene
    6. l'amplificazione e' motivo di sollecitazione dell'acufene
    7. Le costose batterie si scaricano sempre
    8. l'apparecchio sembra fragile e esposto a rotture e smarrimenti
    9. Dicono che e' Multi Banda e tecnologico : una banda e' talmente grande che l'amplificazione e' grossolana e anche su frequenze dove non ce ne sarebbe bisogno
    10. l'apparecchio costa 2.500 euro

    Il forum e' a disposizione delle vostre testimonianze [SM=g10507]

    La pubblicita' dice : Prova apparecchi acustici digitali per curare i rumori nell'orecchio [SM=g8268]
    [Edited by zaw 7/1/2010 12:12 PM]
  • Raf_72
    00 7/1/2010 12:48 PM
    Mai hai speso 2.500 euro per un mese di terapia ???
  • OFFLINE
    zaw
    Post: 1,331
    00 7/1/2010 2:07 PM
    Re:
    Raf_72, 01/07/2010 12.48:

    Mai hai speso 2.500 euro per un mese di terapia ???



    No ho fatto la prova di un mese gratuita. Certo, non e' semplice, dopo il mese di prova, riportare in negozio gli apparecchi e dare il benservito.

    Insomma meglio studiare bene la faccenda prima di fare questo passo


  • Anonimo acu
    00 7/1/2010 3:30 PM
    se la perdita di udito è alta probabilmente l'apparecchio aiuta, anche perchè, sentendo i rumori che ti circondano, fai meno caso all'acufene!
    Per perdite lievi sono più scettico ma c'è da dire che ho una testimonianza di una persona con perdita solo sulle alte frequenze a cui l'apparecchio è stato utilissimo per abbassare l'acufene dell'80% a suo dire.
    credo che eventualmente sia da provare.
  • Raf_72
    00 7/1/2010 3:45 PM
    Re:
    Anonimo acu, 01/07/2010 15.30:

    se la perdita di udito è alta probabilmente l'apparecchio aiuta, anche perchè, sentendo i rumori che ti circondano, fai meno caso all'acufene!
    Per perdite lievi sono più scettico ma c'è da dire che ho una testimonianza di una persona con perdita solo sulle alte frequenze a cui l'apparecchio è stato utilissimo per abbassare l'acufene dell'80% a suo dire.
    credo che eventualmente sia da provare.




    Si sarebbe abbassato comunque anche senza apparecchio ... è solo una coincidenza !
  • OFFLINE
    falknet
    Post: 487
    00 7/1/2010 3:53 PM
    Re: Re:
    Raf_72, 01/07/2010 15.45:


    Si sarebbe abbassato comunque anche senza apparecchio ... è solo una coincidenza !



    Se riteniamo valida l'ipotesi che spesso è il cervello che in assenza di segnale dalla periferia aumenta la sua attività (vedi intervista a Richard Salvi) , allora compensando quel che si perde con una corretta amplificazione la nostra iperattività potrebbe placarsi diminuendo anche l'acufene , però solo se esso è fortemente alimentato dalla nostra parte limbica del cervello .......non è poi così campato in aria , sai?



    [Edited by falknet 7/1/2010 3:54 PM]
    [FalKneT]
    [A tutto c'è rimedio , fuorché alla morte ...... ma anche lì ci sto lavorando :-) ]
  • Anonimo acu
    00 7/1/2010 3:57 PM
    tenente conto che devono essere settate molto bene, può anche essere che quelle provate da ZAW non fossero programmate alla perfezione

    LELE
  • OFFLINE
    falknet
    Post: 487
    00 7/1/2010 3:58 PM
    Re: Re:
    zaw, 01/07/2010 14.07:



    No ho fatto la prova di un mese gratuita. Certo, non e' semplice, dopo il mese di prova, riportare in negozio gli apparecchi e dare il benservito.

    Insomma meglio studiare bene la faccenda prima di fare questo passo





    Se il mese di prova lo hai fatto con la nota azienda italiana di apparecchi acustici (che qui non nomino per evitare pubblicità occulta) allora sappi che tra tutte le aziende del settore essa è
    la più scarsa per tecnologia e sviluppo e magari nemmeno te lo hanno regolato bene l'apparecchio...... sono i danesi e gli svizzeri i migliori al mondo e sono avanti anche qualche anno luce rispetto agli altri nel settore per tecnologie applicate e sviluppo dei prodotti (ma anche nei costi , ahimè).




    [Edited by falknet 7/1/2010 4:14 PM]
    [FalKneT]
    [A tutto c'è rimedio , fuorché alla morte ...... ma anche lì ci sto lavorando :-) ]
  • OFFLINE
    zaw
    Post: 1,331
    00 7/1/2010 4:32 PM
    Re: Re: Re:
    falknet, 01/07/2010 15.58:



    Se il mese di prova lo hai fatto con la nota azienda italiana di apparecchi acustici ..



    Anonimo acu, 01/07/2010 15.57:

    tenente conto che devono essere settate molto bene, può anche essere che quelle provate da ZAW non fossero programmate alla perfezione

    LELE



    No, era un Centro per l'Udito fuori dalle grandi catene, ma alla fine ogni Centro utilizza le stesse marche di apparecchi. Dipende dalla bravura e disponibilita' dei singoli Audioprotesisti la qualita' del servizio. Probabilmente il modello che ho provato io non era tra i piu' sofisticati (leggi ad esempio numero di Bande)
    Comunque anche i modelli sofisticati a 7 bande, ad esempio (buon numero di bande) non possono garantire sempre successo. Una banda ad esempio lavora da 1000 kHz a 3000, la successiva da 3000 a 6000 : ogni banda ha un suo guadagno : risultato : avere un guadagno di 20 db omogeneo da 3000 a 6000 kHz non mi sembra proprio il massimo e un bravo audioprotesista non puo' fare miracoli.




    [Edited by zaw 7/1/2010 4:32 PM]
  • OFFLINE
    francescopontoni
    Post: 3
    00 7/15/2015 5:04 PM
    Nella maggior parte dei casi hai letto su forum e blog il collegamento tra "acufene" e "apparecchi acustici" proprio perchè spesso la sordità (o ipoacusia) è la causa dell'acufene (che ne è il sintomo). Come ha scritto benissimo Falknet solo compensando la perdita uditiva riuscirai ad andare a ridurre (o eliminare in alcuni casi) l'acufene.

    tornando ai tuoi 10 punti che sono stati molto chiari e specifici:

    1. L'apparecchio e' scomodo da portare e crea disagio

    VERO. Altrettanto vero che ne esistono di molti tipi e solitamente non ci sono problemi a trovarne quello più consono al tipo di persona.

    2. Il suono amplificato ha una specie di coda, reverbero fastidioso

    Questo perchè l'apparecchio era regolato troppo alto sulle alte frequenze

    3. "Open Fitting" significa aperto, che amplifica lasciando passare i suoni esterni : invece la sua presenza un po li attenua.

    uguale al punto 2, dipende dalla regolazione

    4. il suono amplificato viene immesso dal condotto tramite un foro di 0,5 mm e spesso si attura.

    VERO. Nel tuo caso se si ottura così frequentemente è meglio allora optare per un apparecchio RIC (Receiver In the Ear)

    5. l'apparecchio non da nessun giovamento all' acufene

    VERO. E' difficilissimo da valutare. L'ideale sarebbe fare dei test obiettivi e valutare mese dopo mese l'andamento. Comunque immagino il volume non fosse tarato per "mascherare" l'acufene, altrimenti il beneficio è "immediato" o quasi

    6. l'amplificazione e' motivo di sollecitazione dell'acufene

    MALE. Dal punto di vista razionale dovrebbe essere l'opposto. Ovviamente sai meglio di me che da "nervoso" l'acufene aumenta mentre da "rilassato" diminuisce. Probabilmente questa prova ti ha creato più stress che altro. Probabilmente non eri pronto per affrontarla.

    7. Le costose batterie si scaricano sempre

    Apparecchio piccolo, batterie piccole (stesso costo). Meglio scegliere un apparecchio leggermente più grande.

    8. l'apparecchio sembra fragile e esposto a rotture e smarrimenti

    VERO. Apparecchio piccolo è sinonimo di apparecchio fragile.

    9. Dicono che e' Multi Banda e tecnologico : una banda e' talmente grande che l'amplificazione e' grossolana e anche su frequenze dove non ce ne sarebbe bisogno

    L'importante è averne almeno 6/8 bande, non serve di più.(si trovano articoli a riguardo)

    10. l'apparecchio costa 2.500 euro

    VERO. Molto caro
  • OFFLINE
    zaw
    Post: 1,331
    00 7/17/2015 9:22 PM
    Grazie a francescopontoni per aver espresso in modo analitico punto per punto.
  • OFFLINE
    FabioRanzato
    Post: 2
    00 7/20/2015 8:52 PM
    Acufene a base di musica metal
    Mio figlio Andrea (22 anni) da circa 8 mesi ha un' acufene molto disturbante a base di musica metal, nato dopo un periodo di circa 6 mesi in cui ha ascoltato per diverse ore al giorno questo tipo di musica, sia con le cuffie che con gli altoparlanti.
    E' in cura da una psicologa e da uno psichiatra che da febbraio gli ha prescritto 6 medicinali da prendere in diversi momenti della giornata.
    I risultati finora sono stati negativi e abbiamo deciso di rivolgerci al Centro di Foniatria di Padova dove è stato visitato da 2 specialisti che hanno consigliato la cura WZT.
    La cifra da spendere sarebbe di 3.500 euro, una spesa che attualmente non posso assolutamente affrontare.
    Se possibile vorrei un consiglio per superare questo problema che sta rovinando la vita a mio figlio e alla nostra famiglia. Grazie.
  • OFFLINE
    francescopontoni
    Post: 3
    00 7/20/2015 10:55 PM
    Non buttare via 3500Euro, questo te lo posso dire con certezza! sembrerà provocatorio ma, o ne spendi 4/5000Euro o non spenderli. Perchè?
    Semplice, la WZT fa parte della Azienda produttrice di apparecchi acustici WIDEX e a quel prezzo al 99% dei casi ti hanno proposto 2 apparecchi DREAM110.Questi apparecchi hanno il sistema ZEN, (te l'avranno sicuramente spiegato) e ciò serve per rilassare (e quindi allontanare l'acufene...diciamo così dai, per semplificare). il problema di questo modello è che è la soluzione base Della famiglia DREAM. Cosa ha di diverso? Che i 2 apparecchi non hanno l'ascolto ZEN binaurale (sincronizzato). Quindi, una volta che tuo figlio attiva la melodia, anche se può sembrare che siano uguali, in realtà uno emette una nota, e l'altro ne emette un altra, non sono sincroni! Prova ascoltare una canzone in una cuffia e un'altra in quella opposta...ecco, non sarà proprio la stessa identica cosa ma sicuramente il cervello si accorge di questa asincronia e non rilassa quanto dovrebbe/potrebbe. Dal modello successivo , DREAM220 (ahimè, 5kEuro di listino) la melodia è sincrona, e allora si che il beneficio sarebbe molto più alto.
    Detto questo, devi tenere conto un pò di criteri prima di fare una scelta di questo tipo:
    1)tuo figlio presenta una ipoacusia?(immagino molto lieve...sui 4KHz??30/35dB?)
    2?tuo figlio vuole portare gli apparecchi per risolvere il suo problema?
    3)il discorso economico non è un problema?


    Se tutto è affermativo ti consiglio la WZT. CONSAPEVOLE però che spendere 4/5/6000 Euro NON è SINONIMO di risolvere il problema, ma di attenuarlo e limitarlo il più possibile. Di quanto? Impossibile da dire...

    Paradossalmente con una ipoacusia la WZT da maggiori benefici, in quanto già l'utilizzo della protesi va a mascherare l'acufene.
    La volontà di tuo figlio è fondamentale, se lo fa controvoglia, diventano soldi buttati dalla finestra.

    Ora, non parlo più da audioprotesista esperto in WZT ma come Francesco....so che sono molti soldi ma, lasciamo stare gli apparecchi per un momento...immagino che ogni situazione è differente...però evitere psichiatri e pasticche...
    Piuttosto uno psicologo...uno bravo, che riesca a distogliere l'attenzione di tuo figlio dall'acufene a qualcos'altro, di più piacevole...servirebbe tantissimo!
    Un'altra cosa che non costa (quasi) niente? LA MEDITAZIONE. Se trovi un centro con dei professionisti, scoprirai quanto la meditazione possa aiutare.

    Francesco
  • OFFLINE
    Dany.G
    Post: 1
    00 4/21/2021 8:07 PM
    Blog sull'acustica
    Ciao a tutti,

    Ho un blog sul tema dell'acustica e del rumore in generale: https://www.pytaudio.com/it/blog
    Penso che si adatti bene a questa sezione.
    Se può completare le diverse materie.

    Sinceramente
    Direttore di PYT Audio
    https://www.pytaudio.com/it/