Senza Padroni Quindi Romanisti

Calciopoli 2....

  • Posts
  • OFFLINE
    BeautifulLoser
    Post: 2,683
    Gender: Male
    00 12/17/2010 10:45 PM
    Re:
    giove(R), 17/12/2010 10.52:

    quella di voi due è frustrazione.
    è legge del taglione.
    è "volerli vedè soffrì", che non vi rende molto onore, se si va a confrontare le belle parole che dite e i bei principi che snocciolate e l'autocelebrazione della vostra "equità & giustizia"...
    ... poi in occasioni come queste il castello di carte rovina giù in un secondo.

    non riesco a capire bene, ai fini del "giustizia è fatta", cosa aggiunge e quanto possa essere capace di eliminare tutti i mali futuri, toglierti il nome.

    quando ti ho squalificato giocatori, tolto titoli, retrocesso nella serie più bassa... a cosa serve toglierti il nome è cosa che mal si spiega.

    se non comprendendo che tra le autoproclamazioni di essere "puro e giusto" e la realtà dei fatti che emerge poi da certi pensieri ... "Catoniani" ci passa un oceano compsoto di acqua, sale e un pò di inavvertita ipocrisia.

    ...comunque, a me sarebbe piaciuto andare oggi in nord africa a visitare le vestigia di una delle più grandi città dell'antichità.

    ma non posso, perchè qualcuno ha cancellato tutto anche per il futuro.
    ha fermato tutto al palmo del naso della propria rabbia incontrollata.





    ma dai, cos'è successo? è arrivata la polizia etica e morale? [SM=g27987]
    se la mia è frustrazione, la tua cos'è, quando invochi la bomba a neutroni o la scomparsa dell'umanità?

    (un dubbio: quel pizzico di inavvertita ipocrisia rende l'acqua più dolce o più salata?)

    ma voglio lasciare anche una risposta seria a quella tua domanda nascosta in mezzo ad una serie di mezze offese e reprimende: togliere il diritto al nome ad un'associazione sportiva potrebbe essere un equivalente alla revoca di determinati diritti civili per le persone fisiche: per esempio la revoca del diritto di voto passivo (cioè il candidarsi e l'essere votato) e la revoca del diritto di ricoprire cariche o svolgere uffici pubblici) -- una prassi comune in molti paesi.
    [Edited by BeautifulLoser 12/17/2010 11:06 PM]

    ***********************************************************************

    Ever tried. Ever failed. No matter. Try again. Fail again. Fail better.
    (Samuel Beckett, Worstward Ho)
  • ONLINE
    Sound72
    Post: 24,614
    Location: ROMA
    Age: 49
    Gender: Male
    00 5/31/2011 7:18 PM
    Calciopoli, le richieste dei pm
    "Per Moggi 5 anni e 8 mesi"


    Al termine della requisitoria a Napoli invocate pene anche per i Della Valle, Lotito, gli ex designatori Bergamo e Pairetto, l'ex addetto agli arbitri del Milan Meani e per i fischietti De Santis, Bertini, Dattilo, Racalbuto e Rodomonti


    Ansa NAPOLI, 31 maggio 2011 - Giornata importante nel processo Calciopoli. Al termine della requisitoria, che si è svolta oggi davanti alla nona sezione del Tribunale di Napoli ad opera dei pm Stefano Capuano e Giuseppe Narducci, sono arrivate le richieste di condanna per gli imputati.

    DIRIGENTI — Come previsto quella più alta riguarda l'ex dg della Juventus Luciano Moggi (5 anni e 8 mesi), seguito dagli ex designatori arbitrali Paolo Bergamo (5 anni) e Pierluigi Pairetto (4 anni e 6 mesi). Moggi non è l'unico dirigente (o ex) per cui è stata chiesta la condanna. I pm hanno richiesto 3 anni e 8 mesi per l'ex ds del Messina Angelo Fabiani, 2 anni e 80.000 euro di multa per il patron della Fiorentina Diego Della Valle e per Lillo Foti (presidente Reggina), 1 anno, 8 mesi e 70.000 di multa per il consigliere azionista di riferimento della Fiorentina Andrea Della Valle, 1 anno, 8 mesi e 60.000 euro per l'amministratore delegato dei viola Sandro Mencucci, 1 anno, 10 mesi e 70.000 euro per il presidente della Lazio Claudio Lotito, 1 anno, 6 mesi e 50.000 euro per Leonardo Meani, ex addetto agli arbitri del Milan.

    ARBITRI E GUARDALINEE — Alle tre richieste di assoluzione per i guardalinee Ceniccola, Gemignani e Ambrosino, fanno da contraltare le pena invocate per altri fischietti come De Santis (3 anni), Bertini (2 anni e 4 mesi), Racalbuto (2 anni e 2 mesi), Dattilo (1 anno e 8 mesi), Mazzei (1 anno, 4 mesi e 30.000 euro di multa), Titomanlio (1 anno e 20.000 euro), Puglisi (1 anno e 2 mesi), Rodomonti (1 anno).

    GLI ALTRI — Chiesti 4 anni anche per l'ex vicepresidente della Figc Innocenzo Mazzini, 1 anno e 6 mesi per l'ex segretaria della Can Maria Grazia Fazi. L'ultima pena invocata riguarda l'ex giornalista di Raisport Ignazio Scardina (1 anno e 2 mesi)

    ..............


    per il moralizzatore Lotito chiesti 1 anno, 10 mesi e 70.000 € di multa..immorali ! [SM=x2478842]
    ------------------------------------
    “La curva sud ci ha dato una lezione, si può anche perdere, si possono anche subire amare sconfitte, ma con quegli striscioni che hanno esposto ci hanno fatto capire che nei momenti sfavorevoli bisogna aumentare le energie. Loro ci danno la fede noi gli dobbiamo dare il carattere”. Dino Viola
  • OFFLINE
    lucaDM82
    Post: 18,136
    Location: ROMA
    Age: 39
    Gender: Male
    00 6/16/2011 12:35 AM
    Re: Re:
    BeautifulLoser, 17/12/2010 22.45:




    ma dai, cos'è successo? è arrivata la polizia etica e morale? [SM=g27987]
    se la mia è frustrazione, la tua cos'è, quando invochi la bomba a neutroni o la scomparsa dell'umanità?

    (un dubbio: quel pizzico di inavvertita ipocrisia rende l'acqua più dolce o più salata?)

    ma voglio lasciare anche una risposta seria a quella tua domanda nascosta in mezzo ad una serie di mezze offese e reprimende: togliere il diritto al nome ad un'associazione sportiva potrebbe essere un equivalente alla revoca di determinati diritti civili per le persone fisiche: per esempio la revoca del diritto di voto passivo (cioè il candidarsi e l'essere votato) e la revoca del diritto di ricoprire cariche o svolgere uffici pubblici) -- una prassi comune in molti paesi.



    Non hanno tolto il nome alla juve ma...hanno radiato moggi. [SM=g10672]


    [Edited by lucaDM82 6/16/2011 12:37 AM]
  • ONLINE
    Sound72
    Post: 24,614
    Location: ROMA
    Age: 49
    Gender: Male
    00 7/4/2011 6:49 PM
    Palazzi "condanna" l'Inter


    Il procuratore definisce prescritti i reati, dunque sullo scudetto 2006 può decidere solo il consiglio federale. Anche il comportamento di Spinelli (Livorno) è da illecito, mentre per Meani e Foti c'è già un giudizio. Fra i "colpevoli" prescritti anche il tecnico Spalletti



    Il procuratore Spefano Palazzi. Ansa ROMA, 4 luglio 2011 - Sono 72 le pagine in cui il procuratore federale Stefano Palazzi motiva la sentenza su "Calciopoli bis" che ha portato all'assoluzione per prescrizione di tutti gli imputati, venuti fuori dalle intercettazioni evidenziate lo scorso anno nel processo penale in corso a Napoli. In pratica il procuratore entra nel merito e spiega certi comportamenti e quali sarebbero state le conclusioni se i tempi della giustizia sportiva non fossero stati prescritti. Pesante in particolare il giudizio sui comportamenti del tesserato Giacinto Facchetti, ritenuto colpevole di "illecito sportivo". Quanto all'esposto della Juventus, con richiesta di revoca dello scudetto 2006 assegnato all'Inter, spiega Palazzi che non si può più intervenire per via disciplinare. Ma alla luce del parere del collegio dei saggi, nominato dall'allora commissario federale Guido Rossi, la decisione di eventuale revoca può spettare solo al consiglio federale, che ne discuterà nella seduta programmata il 18 luglio.

    Clicca qui e leggi l'intero documento.


    Giancarlo Abete: al consiglio federale spetterà ultima parola. Ansa nelle mani del consiglio federaleSpiega Palazzi: "Alla luce delle considerazioni svolte durante la presente disamina, anche con riferimento a tale problematica, questo Ufficio ritiene che sulla questione costituente oggetto dell'esposto possa, in ipotesi, pronunciarsi esclusivamente la Federazione, da una parte, in conseguenza della improcedibilità delle situazioni di rilievo disciplinare emerse e, dall'altra, in conformità a quanto affermato nel parere consultivo reso il 24 luglio 2006 dalla Commissione nominata dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio e composta dall'Avv. Gerhard Aigner, dal Prof. Massimo Coccia e dal Prof. Roberto Pardolesi. Ne consegue che, nella specie, appare fondato e ragionevole ritenere la sussistenza, nell'ambito dell'ordinamento di settore, di un interesse qualificato, facente capo alla Federazione, in ordine all'acquisizione di tutti gli atti del presente procedimento, al fine di poter più compiutamente valutare l'ammissibilità e, quindi, l'eventuale fondatezza della richiesta formulata dalla società Juventus F.c."..

    gravi e reiterati comportamenti — Scrive il procuratore sui comportamenti "In definitiva: la reiterazione delle telefonate; i rapporti di consolidata conoscenza fra gli interlocutori; l'affidamento insorto in questi ultimi sulle informazioni attese o ricevute; la reciprocità delle informazioni richieste; la assoluta inverosimiglianza o contraddittorietà delle giustificazioni fornite dai soggetti esaminati nel corso delle indagini; rappresentano tutti elementi gravi, precisi e concordanti, in ordine alla illiceità di molte delle condotte in esame e che consentono di escludere una qualsivoglia verosimile ricostruzione alternativa dei fatti oggetto di indagine. Più avanti verranno esaminate partitamente le condotte dei singoli tesserati.

    innocenti — In definitiva Palazzi spiega quali sarebbero stati i suoi provvedimenti. Assoluzione per i dirigenti Zamparini (Palermo) e Zanzi (Atalanta) perché i loro colloqui con gli allora designatori - Bergamo e Pairetto - sono irrilevanti.


    Luciano Spalletti, 52 anni, all'epoca tecnico dell'Udinese. Ap colpevoli di slealta' — Invece configura la violazione dell'articolo 1 (quello sulla lealtà sportiva) per i tesserati: Cellino (Cagliari), Campedelli (Chievo); Foschi (Palermo), Gasparin (Vicenza), Governato (Brescia), Corsi (Empoli), Spalletti (allenatore Udinese).

    gia' giudicati — Differente la posizione per i dirigenti Foti (Reggina) e Meani (Milan), già condannati per violazione dell'articolo 1. Palazzi tiene a precisare che per il Milan la richiesta nel 2006 era stata di condanna per illecito sportivo (art. 6), ma la giudicante decise diversamente. E sottolinea che i nuovi elementi probatori emersi dalle altre intercettazioni configurerebbero l'illecito come già sostenuto a suo tempo. Già giudicati anche i designatori e gli arbitri: Bergamo, Pairetto, Lanese, Mazzei e De Santis.


    Il presidente dell'Inter, Massimo Moratti. Ansa colpevoli di illecito — Per la procura federale è configurabile per il Livorno (Spinelli) e per l'Inter (Facchetti). A proposito di Facchetti e dei nerazzurri, Palazzi è duro: "Questo Ufficio ritiene che le condotte in parola siano tali da integrare la violazione, oltre che dei principi di cui all'art. 1, comma 1, CGS (codice di giustizia sportiva, ndr), anche dell'oggetto protetto dalla norma di cui all'art. 6, comma 1, CGS, in quanto certamente dirette ad assicurare un vantaggio in classifica in favore della società Internazionale F.c., mediante il condizionamento del regolare funzionamento del settore arbitrale e la lesione dei principi di alterità, terzietà, imparzialità ed indipendenza, che devono necessariamente connotare la funzione arbitrale. Oltre alla responsabilità dei singoli tesserati, ne conseguirebbe, sempre ove non operasse il maturato termine prescrizionale, anche la responsabilità diretta e presunta della società ai sensi dei previgenti artt. 6, 9, comma 3, e 2, comma 4, CGS". Un po' meno grave la posizione del tesserato Massimo Moratti: "Comunque informato della circostanza che il Facchetti avesse contatti con i designatori, come emerge dalle telefonate commentate, nel corso delle quali è lo stesso Bergamo che rappresenta tale circostanza al suo interlocutore. (...) Ne consegue che la condotta del tesserato in esame, Moratti, in considerazione dei temi trattati con il designatore e della frequenza dei contatti intercorsi, appare in violazione dell'art. 1 CGS vigente all'epoca dei fatti, sotto i molteplici profili indicati".

    ------------------------------------
    “La curva sud ci ha dato una lezione, si può anche perdere, si possono anche subire amare sconfitte, ma con quegli striscioni che hanno esposto ci hanno fatto capire che nei momenti sfavorevoli bisogna aumentare le energie. Loro ci danno la fede noi gli dobbiamo dare il carattere”. Dino Viola
  • ONLINE
    Sound72
    Post: 24,614
    Location: ROMA
    Age: 49
    Gender: Male
    00 7/5/2011 1:36 PM
    Su questa storia di calciopoli sento ora parlare anche di scudetto da assegnare a noi..vabbè..lascerei proprio perdere..quello del 2005/06 come il precedente 2004/05 era certamente un campionato falsato..sui precedenti nn ci sono elementi per giudicare e ci fermiamo qua..Pertanto la soluzione piu' ovvia e naturale per me è la revoca per l'inter e la nn assegnazione del titolo..
    Io credo che la roma quell'anno valesse il quinto posto..quinti siamo arrivati e quinti come valori tecnici eavamo..forse potevamo giocarcela con la fiorentina ma eravamo partiti in ritardo e il gioco di spalletti ingranò solo a fine dicemebre..
    Magari mi vengono altre riflessioni su quella vicenda..ovvero che quel sistema tendeva a congelare i valori tecnici nel senso che sul mercato soprattutto dovevano accaparrarsi tutto determinate squadre e decidere direttamente o meno anche gli organici delle altre..e sul campo invece doveva esserci un sistema di controllo tale che nn potevano essere ammesse sorprese, soprattutto a fine campionato.
    E questo illecito era cmq meritevole di sanzione e pure pesante, perchè è vero che la juve aveva la rosa piu' forte e che in fondo ai mondiali vinti del 2006 la maggior parte dei giocatori erano bianconera ma è pure vero che se te controlli in modo illecito il mercato e ti garantisci rientri economici col risultato certo..e pure naturale poi che ti ritrovi e puoi permetterti ibrahimovic,buffon, trezeguet, cannavaro, camoranesi etc..
    L'altra considerazione che mi viene però oggi riguarda l'inter perchè pure qua poi parliamo di un beneficio e vantaggio unico che si sono presi nel 2006..senza calciopoli, di cui l'inter oggi è riconosciuta parte integrante e attiva, non avrebbe costruito la squadra che ha stradominato in italia e un anno anche in europa.
    E Palazzi dovrebbe spiegare oggi però perchè nel 2006 quando c'era Guido Rossi in Figc vennero stralciate tutte queste intercettazioni riguardanti l'inter..
    ------------------------------------
    “La curva sud ci ha dato una lezione, si può anche perdere, si possono anche subire amare sconfitte, ma con quegli striscioni che hanno esposto ci hanno fatto capire che nei momenti sfavorevoli bisogna aumentare le energie. Loro ci danno la fede noi gli dobbiamo dare il carattere”. Dino Viola
12