Senza Padroni Quindi Romanisti

Philippe Mexes

  • Posts
  • OFFLINE
    gianpaolo77
    Post: 6,771
    Location: ROMA
    Age: 43
    Gender: Male
    00 5/17/2011 3:31 PM

    ma de che a luco.. ma che fotomontaggio,
    leggi l'articolo de france football oppure questo:
    www.romanews.eu/2011/05/17/france-football-la-prima-immagine-di-mexes-con-la-maglia-d...
    [Edited by gianpaolo77 5/17/2011 3:52 PM]
  • OFFLINE
    giove(R)
    Post: 22,298
    Location: ROMA
    Age: 53
    Gender: Male
    00 5/17/2011 5:08 PM
    non credo...
    Mexes scade il 30 giugno di quest'anno qui. 2011.
    nell'ultimo anno di contratto sei già libero di accordarti con chi vuoi.
    sei praticamente già "fuori".

    se poi ci mettiamo che per lui la stagione è ormai finita, ecco, a parere mio, lo sdoganamento di questa foto e di questa intervista.

    non ci vedo niente di male. per la Roma (e prima ancora per lui) la stagione è ormai finita.

    e in ogni caso, pruriti umorali a parte, comprensibili a botta calda, per dei tifosi, nel vederlo con altra maglia, qui i colpevoli di questa partenza (a zero euro, sottolineo, perchè a partire si poteva pure far partire) sono i dirigenti penosi di questa penosa società.

    un capolavoro di arte fecale.
    (de)fecal-art.


  • OFFLINE
    Sound72
    Post: 24,273
    Location: ROMA
    Age: 49
    Gender: Male
    00 6/13/2016 11:12 AM
    Sms a Spalletti: se ti servo torno di corsa
    ------------------------------------
    “La curva sud ci ha dato una lezione, si può anche perdere, si possono anche subire amare sconfitte, ma con quegli striscioni che hanno esposto ci hanno fatto capire che nei momenti sfavorevoli bisogna aumentare le energie. Loro ci danno la fede noi gli dobbiamo dare il carattere”. Dino Viola
  • OFFLINE
    Giacomo(fu Giacomo)
    Post: 12,317
    Location: ROMA
    Age: 47
    Gender: Male
    00 6/13/2016 11:16 AM
    al massimo torna carponi
  • OFFLINE
    giove(R)
    Post: 22,298
    Location: ROMA
    Age: 53
    Gender: Male
    00 6/13/2016 11:41 AM
    beh però considerando il mezzo Cottolengo, mezzo Circo Barnum, mezza Corte dei Miracoli che stiamo mettendo su con questo mercato, Mexes non solo ci azzecca ma anzi sarebbe un pezzo fondamentale!


  • OFFLINE
    lucaDM82
    Post: 17,992
    Location: ROMA
    Age: 39
    Gender: Male
    00 6/13/2016 2:06 PM
    Re:
    Sound72, 13/06/2016 11.12:

    Sms a Spalletti: se ti servo torno di corsa



    pietà.


  • OFFLINE
    Sound72
    Post: 24,273
    Location: ROMA
    Age: 49
    Gender: Male
    00 2/14/2017 11:53 AM
    Mexes, storia a lieto fine: ritrovato il pappagallo

    Cocò torna a casa dopo 48 ore. L'ex difensore di Milan e Roma: «Si era smarrito in zona San Siro, ora è con noi. Volevo ringraziare tutti per l'aiuto»
    Due giorni fa aveva lanciato un disperato appello sul proprio profilo Instagram perché l’amato pappagallo, di proprietà dei figli, si era smarrito in zona San Siro. Ora però Philippe Mexes può tornare a sorridere.
    Nella serata di giovedì, infatti, Cocò – questo il nome del pennuto – è tornato a casa. «La piccola disavventura è fortunatamente finita bene – scrive l’ex difensore di Milan e Roma, adesso svincolato -. Dopo circa 48 ore è stato ritrovato. Volevo ringraziare tutti per il pensiero e l’aiuto».


    meno male, stavamo tutti in pensiero.




    ------------------------------------
    “La curva sud ci ha dato una lezione, si può anche perdere, si possono anche subire amare sconfitte, ma con quegli striscioni che hanno esposto ci hanno fatto capire che nei momenti sfavorevoli bisogna aumentare le energie. Loro ci danno la fede noi gli dobbiamo dare il carattere”. Dino Viola
  • OFFLINE
    lucolas999
    Post: 3,995
    Location: ROMA
    Age: 45
    Gender: Male
    00 2/14/2017 1:00 PM
    l'aveva rapito Del Piero per fare la pubblicità dell'acqua
  • OFFLINE
    Giacomo(fu Giacomo)
    Post: 12,317
    Location: ROMA
    Age: 47
    Gender: Male
    00 2/14/2017 6:06 PM
    Re:
    lucolas999, 14/02/2017 13.00:

    l'aveva rapito Del Piero per fare la pubblicità dell'acqua




    [SM=x2478856]
    quando ha scoperto che sarebbe stato più espressivo di lui l'ha restituito.
  • OFFLINE
    gianpaolo77
    Post: 6,771
    Location: ROMA
    Age: 43
    Gender: Male
    00 2/14/2017 8:08 PM
    Me l'ero completamente perso mexes...
    Strano che un professionista serio ed impeccabile come lui non abbia trovato un contratto anche solo di 6 mesi,
    lui come cassano,
    chissà come mai...
  • OFFLINE
    jandileida23
    Post: 12,699
    Age: 38
    Gender: Male
    00 11/15/2017 12:52 PM
    Sul sito della Gazza una profonda intervisa ar "Pitone Rugantino" (cit. Mimmetto).

    --------------------------------------------------------
    "A' Gómez, se c'hai 'na penna te faccio l'autografo!"

    "Vola, sotto la curva vola, la curva s'innamora, tedesco vola"

  • OFFLINE
    lucaDM82
    Post: 17,992
    Location: ROMA
    Age: 39
    Gender: Male
    00 11/15/2017 1:17 PM
    Re:
    jandileida23, 15/11/2017 12.52:

    Sul sito della Gazza una profonda intervisa ar "Pitone Rugantino" (cit. Mimmetto).




    Mexes fuori dal calcio: "Faccio il papà. Non sono Zidane o Totti"
    L'ex centrale di Roma e Milan: "Ho lasciato un anno prima della fine del contratto. Non mi sentivo più all'altezza"

    Fuori dal calcio, senza clamori. Ha scelto la via dell'ombra Philippe Mexes, ex centrale di Roma e Milan, che ha chiuso nel giugno del 2016. Per sua scelta, come racconta a France Football, descrivendo la nuova vita, sempre a Milano, ma da papà che porta a scuola i figli e osserva il mondo del calcio da distante, senza rimorsi. Riflettendo sul futuro.
    Philippe Mexes nel 2015 con la maglia del Milan. Afp
    Philippe Mexes nel 2015 con la maglia del Milan. Afp
    FRECCIA — “Non mi sentivo più all'altezza – precisa l'ex difensore centrale – avevo dolori al ginocchio e nonostante l'anno che rimaneva di contratto, ho deciso di chiudere. Non avrei potuto mentire, anche se magari avrei potuto giocare altri due anni a buoni livelli. Ma non mi va di prendere in giro la gente, così ho messo la freccia e mi sono fatto da parte”. Da un anno, quindi, il 35enne Mexes fa il giovane pensionato: “Sono tornato a una vita reale, senza avvertire nessuno. Non sono Zidane, Totti o Thuram. Quel che voglio è essere come tutti”.
    LOOK — Una svolta, nonostante le offerte esotiche da Turchia, Cina, Stati Uniti, Messico e India. “Faccio il papà – continua Mexes -, porto a scuola i miei figli, al calcio, faccio i compiti con loro. Ho voluto uscire e farli uscire da una dimensione fittizia. Prima non li vedevo mai, e non era bene. Ho voluto rimettere ordine”. Finiti anche i look atipici: “Ma facevano parte di un personaggio”, sorride Mexes senza rinnegarsi. E senza pentirsi delle scelte di carriera: “In Italia ho vissuto passione, amore e odio. A Roma come a Milano”.
    FUTURO — Zero rimpianti anche per la nazionale, vissuta marginalmente (29 presenze, 1 gol). Forse un po' di rimorso, l'ex difensore lo lascia trasparire quando evoca Auxerre, il suo club formatore che lo mise in orbita: “Mi sarebbe piaciuto chiudere lì, ma non è stato possibile”. Il futuro, comunque, non sarà lontano dal calcio: “E' una passione, ma non un'ossessione. Il calcio lo seguo dal divano, o con le partitelle dei miei figli. Poi un giorno magari cercherò di restituire ai giovani quel che il calcio mi ha dato. Senza fretta”.
    ------------------------------------

    infortuni si' ma pesava anche troppo.
    Al top è stato un ottimo calciatore (il primo anno ridicolo) ma non ha mai fatto il salto di qualità.Non mi è piaciuto come è andato via dalla Roma.
    Cmq in bocca al lupo,era pure simpatico.
  • OFFLINE
    lucaDM82
    Post: 17,992
    Location: ROMA
    Age: 39
    Gender: Male
    00 10/12/2021 7:24 PM
    RETESPORT - Ha rilasciato un'intervista ai microfoni dell'emittente radiofonica Philippe Mexes, ex difensore francese della Roma. Tanti i temi trattati dall'ex giocatore, che ha ovviamente parlato anche del suo passato in giallorosso. Queste le sue dichiarazioni:

    "Vivo un po’ a Roma e un po’ in Francia, sono cresciuto nella capitale come uomo e come calciatore, sono rimasto legato a questa città affettivamente e sono contento di esser tornato qui".

    Passato e presente:
    “E’ indescrivibile ciò che ho provato nell’indossare questa maglia, era importante per me affermarmi qui a Roma, dopo un inizio di carriera in Francia, iniziai con difficoltà il primo anno, con tanti cambi di allenatori e poi ce l’ho fatta. Ho imparato tanto nella capitale”

    “A Roma devi dare sempre soddisfazione ai tifosi, far vedere che dai tutto per questi colori, rappresenti la Roma in Italia e in Europa. La piazza è stupenda e con questa maglia, i tifosi ti danno grandi stimoli. E’ difficile gestire la pressione dell’ambiente, perchè ci sono grandi aspettative, quando vincemmo a Madrid era tutto moltiplicato per dieci. Totti ci ha insegnato a rispettare sempre questa maglia”

    Il ricordo più bello?
    “Il mio ricordo più bello è il presidente Sensi: ero giovanissimo quando venni qui, lo conobbi e vederlo nello spogliatoio con la sua passione mi emozionava, ha dato tantissimo per la Roma, mai incontrato un presidente che ha dato così tanto per una società. Abbiamo sofferto tanto la sua scomparsa, abbiamo lottato per ritrovare una stabilità. Non è stato semplice neanche per noi quel periodo. Spalletti sicuramente ha dato una grande stabilità, costruendo un progetto tecnico importante, creando un grande gruppo e rialzando le sorti della Roma”

    Se fossi un direttore sportivo, sceglieresti come coppia difensiva Mexes-Chivu o Mexes-Juan?
    “Sceglierei Mexes-Chivu perchè sono un mancino e un destro, poi Juan era un grande, faceva pensare ad Aldair, ma Chivu era più completo, era una vera guida”

    Mourinho a Roma cosa può fare?
    “Ha tutte le qualità per portare la Roma a vincere, è un allenatore straordinario, spero che con la Roma riesca a fare ciò che fece col Porto, facendola crescere e riportandola dove merita”

    Cosa accadde quella sera contro la Samp nel 2010
    “E’ la partita che mi ha fatto più male di tutte, avevamo in mano lo Scudetto, ce lo meritavamo, sapevamo quanto contasse per la città che non vinceva dal 2001, secondo me abbiamo sottovalutato il secondo tempo, perchè nel primo eravamo in vantaggio. Commettemmo degli errori stupidi, un grande peccato”

    Sei entrato nel cuore dei tifosi, eri chiamato a sostituire un fenomeno come Samuel. Ti rivedi in qualcuno dell’attuale campionato italiano?
    “Mi ritrovo un pochino in Kjaer nei suoi modi, nel suo look, ha fatto un percorso simile al mio con Roma e Milan”

    Mancini può diventare un leader della Roma?
    “Penso possa diventare un leader della difesa giallorossa”

    Hai smesso relativamente giovane, come mai?
    “Sono stato un po’ deluso dal calcio in generale, ero stanco di andare in allenamento e vedere gente giovane che non aveva la grinta di lavorare e allenarsi. Non mi andava di fare l’allenatore in campo, o di andare a svernare in campionati minori”

    Pensavi di poter concludere la tua carriera con la Roma?
    “A Roma potevo sicuramente concludere la mia carriera, poi ci sono stati vari episodi, c’è stata la cessione della società, ho avuto l’opportunità di andare al Milan in quel momento erano ad un livello superiore e ho deciso di andare lì. Ho visto come hanno trattato Francesco Totti o Daniele De Rossi a distanza di tempo, non si fa così, due bandiere, due grandi uomini, pensate come avrebbero trattato me…”
    ............

    Ricordi positivi e negativi..mi stava simpatico,meno quando è andato al Milan.
    Memorabili le incazzature di Spalletti quando si faceva cacciare
4