Freeforumzone mobile

"Ora di religione, il bieco laicismo di una sentenza"

  • Posts
  • OFFLINE
    Achille Lorenzi
    Post: 14,002
    Registered in: 7/17/2004
    Gold User
    00 8/23/2009 7:53 AM
    Lettera inviata ad un quotidiano varesino.

    Achille
    ------------------------

    22 agosto 2009 Cara provincia Commenta
    Si è parlato molto nei giorni scorsi della sentenza del Tar del Lazio sull’ora di religione (Cattolica). La sentenza ha escluso la partecipazione "a pieno titolo" agli scrutini da parte degli insegnanti di religione, ritenendo illegittimi i conseguenti crediti scolastici.
    Su quella sentenza ci sono stati i commenti anche del nostro vescovo Coletti...
    Peccato, a mio parere, quel commento di Mons. Coletti su quella sentenza, quando dice che è stata un’espressione di "Bieco Illuminismo"; il Tar del Lazio ha semplicemente indicato che, non essendoci corsi di religione, pagati dallo Stato, per i figli di musulmani o Testimoni di Geova, non è giusto che invece i professori di religione cattolica partecipino agli scrutini influenzandone i voti. Sono d’accordo anch’io sul concetto della ’libera Chiesa’ ma in ’libero Stato"...
    Tutti i commentatori di parte cattolica hanno messo in evidenza che l’insegnamento della religione viene scelto dal ben alto 91% degli studenti; ne consegue che il 91% dei genitori italiani trovano che il messaggio cristiano/cattolico sia molto valido e che quindi valga la pena di portarlo a conoscenza e farlo studiare ai loro figli.
    Questo dato contrasta in modo eclatante, quasi incredibile, sul modesto numero di genitori che invece professano quella fede, che la praticano, che vanno in chiesa la domenica, non solo in occasione dei funerali. Come mai avviene questo?
    Le sette religiose americane, anche le più sballate, riescono a fare proselitismo perché usano sistemi moderni, attuali, di comunicazione; il modo di comunicare della Chiesa cattolica non è adeguato ai tempi; sbagliata anche la reazione a quella sentenza del Tar del Lazio. Comunque quel 91% indica che la Chiesa avrebbe "mercato" per ricrescere.

    Virgilio Testoni

    Risposta del giornalista:

    (b. p.) Lasciamo il "mercato" al mercato e diamo alla Chiesa quello che è della Chiesa. Quanto al "bieco illuminismo" espresso dalla sentenza del Tar è che confonde l’ora di religione con il catechismo e quindi i giudici suppongono che uno venga valutato in base alle sue credenze religiose. Nulla di più sbagliato. Nell’ora di religione non si fa catechismo, ma si affrontano argomenti importanti per la formazione dei giovani. Gli studenti musulmani e i testimoni di Geova possono sempre fare un’ora alternativa a quella di religione ed essere valutati per quello che imparano in quell’"ora". Ma perché penalizzare proprio chi sceglie liberamente l’ora di religione cattolica? Non è questa una incomprensibile ed evidente discriminazione?

    Fonte: www.laprovinciadivarese.it/stories/Cara%20provincia/86260_ora_di_religione_il_bieco_laicismo_di_una_s...
  • OFFLINE
    testone.
    Post: 252
    Registered in: 11/27/2008
    Junior User
    00 8/23/2009 9:16 AM
    Re:
    Achille Lorenzi, 23/08/2009 7.53:

    Lettera inviata ad un quotidiano varesino.

    Achille
    ------------------------

    Virg

    La sentenza ha escluso la partecipazione "a pieno titolo" agli scrutini da parte degli insegnanti di religione, ritenendo illegittimi i conseguenti crediti scolastici.




    Pienamente d'accordo con la sentenza del Tar del Lazio.
    [SM=x570923]

    ---------------------------------------------------------------------
    Risposta del giornalista:


    "bieco illuminismo"



    Visto che non lesinano sui temini, io definirei "bieco oscurantismo" la loro posizione!

    La Santa Madre Chiesa, ricordiamolo, costa al cittadino italiano più della tanto odiata classe politica italiana! Veder il libro "La Questua"


    Un saluto a tutti cattolici e non




    www.randallwatters.com/

    Se studiate la storia della società Watchtower, una cosa dovreste aver chiara nella mente: la dottrina è irrilevante. Cambia continuamente, dato che il Corpo Direttivo riscrive la loro storia e si riscrivono nella Bibbia, come se fosse stata scritta per loro e soltanto per loro. Potete studiare teologia finché vi fuma il cervello. Potete conoscere la Bibbia parola per parola. Ma, a meno che capiate come la manipolano per arrivare ai loro fini, rimarrete sprovveduti sul come contrastarli. Vi rideranno in faccia. Se imparate il loro sistema e mettete a nudo il loro metodo, non vi sfideranno più. Come nella novella ‘Il mago di Oz’ fu sorpreso a esercitarsi dietro la tenda, così tireranno la tenda dell’illusione al suo posto. Imparate le loro tecniche piuttosto che la loro teologia. (di Randall Watters, dalla sua esperienza pluriennale alla Betel di Brooklyn)
  • OFFLINE
    virtesto
    Post: 35
    Registered in: 10/1/2005
    Junior User
    00 8/23/2009 3:18 PM
    Continuando il discorso seguendo quella lettera pubblicata, c'è un'altro aspetto da considerare: senza dubbio le gerarchie cattoliche diranno che le sette religiose americane fanno proselitismo perchè sono bravi a"persuadere"le persone, in altre parole fanno un lavaggio del cervello.

    Ma che dire di quel 20% circa di quei genitori che vanno a messa tutte le domeniche; che seguono quel rito ripetitivo, sempre uguale, intercalato da una omelia sempre noiosa. Non è anche questo lavaggio del cervello???
  • OFFLINE
    Libero_Pensatore
    Post: 108
    Registered in: 8/9/2009
    Junior User
    00 8/24/2009 1:59 PM
    Con la correzione dei Patti Lateranensi negli anni '80 e con questa sentenza si è sancita la laicità dello Stato italiano e di conseguenza viene "abolita" la religione di stato. Quindi perchè la Chiesa cattolica debba avere la prerogativa di insegnare sul territorio nazionale non l'ho mai capito.

    ************************************************

    "Non condivido la tua idea, ma darei la vita perché tu la possa esprimere." by Voltaire





  • OFFLINE
    socrates56
    Post: 333
    Registered in: 3/12/2008
    Senior User
    00 8/24/2009 2:07 PM
    Re:
    virtesto, 23.08.2009 15:18:


    Ma che dire di quel 20% circa di quei genitori che vanno a messa tutte le domeniche; che seguono quel rito ripetitivo, sempre uguale, intercalato da una omelia sempre noiosa. Non è anche questo lavaggio del cervello???


    Mah forse hanno scoperto che quel rito non è solo ripetizione (come in parte deve essere qualsiasi rito) e che esiste anche un messaggio vivo e valido ancora oggi. Socrates

  • OFFLINE
    socrates56
    Post: 334
    Registered in: 3/12/2008
    Senior User
    00 8/24/2009 2:10 PM
    abitando all'estero, non ho ben chiare le procedure che regolano l'assegnazione delle note. Se ho capito bene, tra l'altro, nel credito formativo possono essere considerate le più svariate attività (quindi attività che ognuno sceglie di fare). Dunque perchè escludere un'attività quale la religione cattolica? Socrates
  • OFFLINE
    virtesto
    Post: 36
    Registered in: 10/1/2005
    Junior User
    00 8/24/2009 3:45 PM
    Il problema è che l'insegnamento della religione cattolica è una AGGIUNTA alle altre. I cattolici possono avere crediti che gli altri non possono avere. Su internet andate su:

    orizzontedocenti.wordpress.com/2009/08/12/tar-lazio-i-docenti-di-religion...