Freeforumzone mobile

Torre di guardia 1-06-2009

  • Posts
  • Citocromo c
    00 6/18/2009 11:42 AM
    Nella w1-06-2009, alle pagg. 3-4, leggo riguardo ai libri self-help: “Perciò è il caso di chiedersi: ‘Da chi vengono i consigli? E su quali informazioni si basano?’ Non è detto che gli esperti basino sempre le loro opinioni su prove raccolte con cura. Alcuni potrebbero dare i consigli che si vendono meglio, sapendo che si possono fare un mucchio di soldi dicendo alla gente quello che vuole sentirsi dire. Si pensi che, in un paese soltanto, l’industria del self-help produce un giro d’affari di più di otto miliardi di dollari l’anno!”
    Rifletto: Bene. Poniamoci anche noi queste domande. Chi viene a bussare nelle nostre case casa qualificandosi biblista e proponendoci una “guida pratica” per risolvere i problemi di ogni giorno, cosa insegna? Chi lo manda è sincero o no? Insegna cose vere? Bisogna informarsi bene, come ci insegnano i nostri amici del Gris. Per quanto riguarda il rapporto con il denaro in un thread precedente intitolato “Costi di produzione: che truffa!” ho già messo in evidenza quanto la WTS guadagna con le “contribuzioni volontarie” Qui faccio solo un semplicissimo calcolo, conoscendo la tiratura di questo numero (37.252.000): se una torre vale 0,05 euro il guadagno sarà di 1.862.600 euro. Ma immaginiamo che si faccia un’offerta di 1 euro per ogni rivista (anche se si offre di più!) avremo un guadagno in più di 37.252.000 – 1.862.600 = 35.389.400 euro, che in un anno sono 424.672.800 euro (e questo solo per la torre). E poi giudicano i guadagni dell’industria del self-help!
    Leggo: “Parliamo ad esempio dei libri sulla vita di relazione e sul matrimonio, che sono tra i più venduti. Aiutano a rendere la famiglia felice e stabile? […] l’importante è fare ciò che permette di stare bene anziché riconoscere i problemi e cercare di risolverli.”
    Rifletto: E la WTS che fa? In questo sito non si contano più le testimonianze di ex-tdg che affermano che la WTS lacera gli affetti familiari, disunendo i nuovi adepti da coloro che non aderiscono all’ideologia geovista (è vero che la WTS si mette al riparo dicendo che si tratta di scelte personali fatte dai singoli associati ma è certo che è lei stessa ad ammaestrarli in un certo modo).
    Leggo: E’ impossibile fare una cernita dei molti pareri, spesso contraddittori, contenuti in questi libri. […] Chiedetevi: ‘Il consiglio è frutto di un’attenta ricerca, o rispecchia semplicemente l’opinione arbitraria di chi scrive? […]’
    Rifletto: Infatti è impossibile contare sulle dita delle mani i numerosi cambiamenti di dottrina della WTS, soprattutto contraddittori, quale la questione del trapianto d’organi che prima è stato permesso, poi nella w15-3-68 viene considerato atto “cannibalesco”, infine ripermesso nella w1-09-80 (e tutto questo lo avrebbe detto la Bibbia o il parere mutevole del CD? A pag. 21 di questa stessa rivista si legge “Dio cambia parere?”. Dio no, il CD sì).
    Leggo: Una guida che ha resistito alla prova del tempo è la Bibbia. Offre consigli pratici su molti argomenti affrontati dai libri di self-help e non solo. Ha spinto milioni di persone a seguire il consiglio di “essere rinnovati nella forza che fa operare la…mente, e a rivestire la nuova personalità”. (Efesini 4:23,24) La Bibbia permette di capire la causa dei problemi e insegna come affrontarli.
    Rifletto: Uff…! Qui sembra che si consideri la Bibbia come un manuale di sopravvivenza pronto per l’uso. Se bastasse la Bibbia a fornirci la risoluzione pratica a tutti i problemi delle persone straremmo tutti freschi. Non esisterebbero più i poveri, i barboni o gente che muore di fame. Abbiate più rispetto per la parola di Dio che in questo caso è anche tradità doppiamente con la citazione di un versetto tradotto male. In greco leggiamo “ananeoùsthai dè tò(i) pneùmati toù noòs umòn kaì endùsasthai ton kainòn ànthropon” che la CEI traduce bene: “dovete rinnovarvi nello spirito della vostra mente e rivestire l’uomo nuovo” e continua “creato secondo Dio nella giustizia e nella santità vera”. ( Qui il CD traduce “spirito” in modo sbagliato con “forza” (pneùma non significa “forza”). Dove sta l’espressione “che fa operare”? E perché non è posta tra parentesi quadre ma viene fatta passare come Parola di Dio? Perché i puntini tra “la...mente”? Ah, perché quel passo è riferito agli Unti e non ad altri! Allora perché lo si cita?). Vi racconto un brevissimo incontro che ho avuto con una signora anziana tdg sabato scorso. Mentre stavo andando a fare la spesa, questa signora mi ha fermato e mi ha fatto una domanda che ha preso da una rivista che aveva in mano: “La Bibbia predice il futuro?”. Le ho risposto: “Mi scusi, signora, ma la Bibbia è un mago?”. Mi ha detto: “Quasi”. Questo è il rispetto per la Parola di Dio che il CD trasmette ai tdg.
    Leggo a pag. 5: “Tutto ciò che è scritto nella Bibbia è ispirato da Dio, e quindi è utile per…educare a vivere nel modo giusto”. – 2 TIMOTEO 3:16, Parola del Signore.
    Rifletto: Ma non si rendono conto che, quando San Paolo scriveva quella lettera, la Bibbia, come la conosciamo oggi, non esisteva ancora? San Paolo si riferisce alla “Scrittura” cioè alla Legge e ai Profeti, all’Antico Testamento. Poi nella CEI leggo “utile per insegnare, convincere, correggere e formare alla giustizia” e non “per vivere nel modo giusto”. La Bibbia non è un manuale di galateo!
    Leggo: “Nel corso dei secoli la Bibbia ha spinto persone di molte culture a cambiare in meglio la loro vita”.
    Rifletto: Io conosco Santi, quali Sant’Antonio Abate, Sant’Agostino, Sant’Antonio di Padova, San Francesco d’Assisi, Sant’Ignazio di Loyola e altri che hanno costruito la loro esistenza su una frase del Vangelo o, in generale, della Bibbia. E questi non erano tdg ma CATTOLICI, quei cattolici che nelle pagine 8-9-10-11 di questa rivista voi di Broocklyn colpevolizzate di aver nascosto la Bibbia o di aver impedito la sua diffusione. Vi risparmio l’analisi di quelle pagine, ma si vede chiaramente che si fa un discorso montato ad arte. Fanno credere che la Chiesa era contro la diffusione della Bibbia tradotta nella lingua inglese o tedesca. Invece, non dicono che la Chiesa agiva in quel modo contro eretici e portatori di false dottrine per preservare la fede del popolo in un tempo in cui le eresie nascevano ad ogni soffio di vento. Consideriamo la w15-08-1982, pagg. 28-29, colonna di destra, dove vengono criticati i tdg che non seguono pedissequamente i dettami della WTS: “14 Di tanto in tanto, nelle file del popolo di Geova, sorgono alcuni che, come il Satana originale, adottano un modo di pensare critico e indipendente. […] Affermano che è sufficiente leggere esclusivamente la Bibbia, da soli o in piccoli gruppi a casa. Ma, cosa strana, mediante questo tipo di ‘lettura biblica’ sono tornati indietro proprio alle dottrine apostate che i commentari del clero della cristianità insegnavano cento anni fa, e alcuni hanno persino ricominciato a celebrare le feste della cristianità […]”. Quindi mi domando: “Perché il clero della cristianità avrebbe dovuto strappare la Bibbia dalle mani del popolo se poi, proprio grazie a questa lettura, si sarebbe arrivati alle dottrine insegnate dalla cristianità e a celebrare le feste della cristianità???
    Leggo a pag.13: “Dall’XI al XIII secolo, la cristianità, ovvero le nazioni che si professano cristiane, promosse una serie di Crociate contro le potenze islamiche.”
    Rifletto: Innanzitutto, per fare un discorso più generale, diciamo che la religione cattolica non predica a favore della guerra (i messaggi della Pace dell’1 gennaio di ogni anno sono fatti dal Papa, non dalla WTS, che se ne infischia altamente se gli uomini vanno in guerra, anzi se ne rallegra perché ci vede una conferma dei segni della fine). Le varie religioni, inoltre, hanno pregato per la Pace ad Assisi, invece la WTS si è sempre distinta per la sua assenza e si è persino permessa di giudicare quell’evento definendolo “babele di preghiere” (pag. 249 di Rivelazione…). So anche che Abramo, Padre della Fede, mosse guerra ai re d’Oriente, sconfiggendoli per liberare il nipote Lot (Gen 14,13-16). Andare in guerra non è lo stesso che promuovere una guerra ingiusta di aggressione: può significare difesa da ingiusto aggressore o fare azioni di pace o di contenimento. Penso che anche i tdg si difenderebbero se qualcuno cercasse di aggredirli entrando in una loro sala del regno o in una Betel.
    Per quanto riguarda le Crociate, cito quanto ha scritto e documentato il prof. Agnoli su “Il Foglio” del 20-11-2008 (qui cito solo premessa e conclusione per brevità) : “le crociate portarono con sé, come ogni conflitto, ingiustizie e malvagità, ma furono in massima parte guerra di difesa, a differenza delle crociate “laiche” e senza croce, coloniali ed imperialiste, in nome del mercato, della nazione o della razza, create nell’Ottocento dagli stati secolarizzati. […] I crociati, in conclusione, partirono alla difesa del Santo Sepolcro, chiamati dall’impero agonizzante di Bisanzio, dopo oltre quattrocento anni in cui la Cristianità aveva sempre subito attacchi di ogni sorta. Essi ebbero come obiettivo paesi che erano stati sottomessi dall’ Islam con la guerra, e non terre altrui da colonizzare.”
    Infine vorrei ricordare a chi non conosce certi retroscena che anche la WTS ha preso parte attiva alla guerra. Leggiamo nell’Annuario 1984, a pag. 97: “Perciò, affinché nessuna colpa segreta gravi su di noi, desideriamo confessare, alla presenza di Geova Dio e del suo Re Gesù Cristo, che durante la seconda guerra mondiale abbiamo contribuito in vari modi con le nostre mani alle ingiustizie di questo mondo in guerra; abbiamo impiegato vari beni del consacrato popolo di Dio in attività che ora comprendiamo facevano parte della propaganda e dello sforzo bellico, venendo meno in tal modo alla neutralità di tutti i seguaci delle orme di Cristo Gesù che erano nel mondo ma non autorizzati a farne parte. Questo, come ora comprendiamo chiaramente, non ha avuto la benedizione di Geova. Ha recato onta al suo nome e suscitato malintesi in merito alla sua causa, turbando e indebolendo i fratelli. Non vogliamo scaricare la colpa di questa condotta su qualcuno in particolare, ma desideriamo umilmente ammettere una responsabilità comune in questa faccenda qui in Australia”. Questo non fu lo sbaglio di una singola congregazione ma di tutte le congregazioni dell’Australia, che è un continente.

    Leggo: “Le religioni del mondo non hanno portato pace e unità né hanno condotto allo stesso Dio. Al contrario hanno diviso l’umanità e hanno presentato un quadro confuso di Dio”.
    Rifletto: Come ho detto sopra anche la WTS crea divisioni tra coniugi e anche tra genitori e figli. E in questo forum chissà quanta gente potrebbe testimoniare questo fatto.
    Per quanto riguarda Dio, io so che Geova è lontano anni luce dall’essere il vero Dio, soprattutto per come viene descritto su “Potete vivere…” e su altre riviste: Geova ha “un corpo di forma ben definita”, non è onnipresente (e perciò neanche onnisciente), ha un “corpo spirituale” dotato di “cervello e organi di senso”, ha bisogno di “un luogo in cui vivere”, conosce il futuro solo se ha una base di segni da studiare per indovinarlo, ed è perfino sessuato al maschile quale “virile persona di guerra”, cambia parere, si rallegra e si rattrista, “fa preferenze” (w15-05-04, pag.4). A pag. 75 di “Rivelazione…” c’è la sua figura come anche a pag.25 della w15-02-09.

    Leggo a pag 14: “Riguardo ai veri adoratori e a quelli falsi, Gesù Cristo disse ai suoi seguaci: “Non si coglie uva dalle spine né fichi dai cardi, vi pare?[…] Pertanto i veri adoratori si sarebbero riconosciuti dai frutti, cioè dalle opere. Quali sono questi frutti?”
    Rifletto: Il CD sa che l’opinione pubblica, in gran parte, non conosce le nefandezze che avvengono nel mondo geovista, perciò non guarda a se stessa per fare un “mea culpa” ma accusa le altre religioni. Ad es. basta notare che in fondo a questa pagina vi è una figura di un prete ortodosso che benedice alcuni soldati. Però, facendo una semplice ricerca possiamo scovare le nefandezze che avvengono nel mondo geovista e che sono note solo a pochi; in questo modo possiamo catalogare tra le false religioni anche quella geovista:
    “Triste a dirsi, durante l'anno di servizio 1986, 37.426 persone hanno dovuto essere disassociate dalla congregazione cristiana, per lo più per aver praticato l'immoralità sessuale. E questo senza contare il numero ancora più alto di quelli ripresi per immoralità, ma non disassociati in quanto sinceramente pentiti.” (w 15-9-87, pag.13)
    “Per quanto possa essere sconcertante, perfino alcuni che erano preminenti nell’organizzazione di Geova hanno ceduto a pratiche immorali, fra cui omosessualità, scambio delle mogli e molestie sessuali a bambini. Va anche notato che, nello scorso anno, 36.638 persone hanno dovuto essere disassociate dalla congregazione cristiana, la maggior parte per pratiche immorali.” ( w1-1-1986, pag.13)
    ”È perciò necessario vivere in armonia con le nostre preghiere. Occorre sottolineare questo fatto oggi? Sì, e non solo per la situazione in cui si trova la cristianità, ma anche per la situazione in cui si trovano alcuni componenti del popolo dedicato a Geova. Lo scorso anno, su oltre 3.000.000 di proclamatori della buona notizia, più di 37.000 sono stati disassociati per aver tenuto una condotta che non si addice ai cristiani. Questo equivale a una proporzione di circa uno su 80. Molto probabilmente quasi tutti loro pregavano, per lo meno di tanto in tanto. Tuttavia, vivevano in armonia con le loro preghiere? Niente affatto! Fra coloro che hanno ricevuto una qualche forma di disciplina ci sono stati persino alcuni anziani che hanno svolto il servizio continuo per decenni. Che tristezza!” (w15-7-87, pag.15)
    ”Satana ha cercato forse di introdurre un'influenza simile a quella di Balaam o di Izebel nell'odierna congregazione cristiana? Sì, lo ha fatto, tanto che ogni anno vengono disassociate quasi 40.000 persone, per lo più a causa di immoralità. Che tragedia! Sia uomini simili a Balaam che donne simili a Izebel si sono ribellati agli anziani cercando di corrompere la congregazione.” ( w1-4-89, pag.13)
    ”Tutti i cristiani conoscono bene le norme morali di Geova e non direbbero mai che pratiche impure come adulterio, fornicazione e omosessualità siano accettabili. Eppure ogni anno circa 40.000 persone vengono disassociate dall'organizzazione di Geova. Per quale motivo? In molti casi per queste medesime pratiche impure.” (w1-4-1994, pag.16)
    E’ vero che la WTS si mette al riparo dicendo che si tratta di scelte personali fatte dai singoli adepti ma è anche vero che i tdg riassociati perché “sinceramente pentiti” sono “un numero ancora più alto” di quelli disassociati. Ha ragione Gesù: “Dai loro frutti li riconoscerete”.

    Leggo: “Per questa ragione è impensabile che i veri cristiani facciano la guerra. Gli appartenenti alle chiese rispetano questa norma? Nella seconda guerra mondiale l’unico gruppo religioso significativo che si rifiutò in modo coerente e risoluto di sostenere in qualsiasi modo lo sforzo bellico fu quello dei testimoni di Geova.”
    Rifletto: E questa è la più grossa BUGIA che hanno scritto! Perché? Riprendiamo il caso dell’Australia (sottolineature mie): leggiamo nell’Annuario 1984, a pag. 97: “Perciò, affinché nessuna colpa segreta gravi su di noi, desideriamo confessare, alla presenza di Geova Dio e del suo Re Gesù Cristo, che durante la seconda guerra mondiale abbiamo contribuito in vari modi con le nostre mani alle ingiustizie di questo mondo in guerra; abbiamo impiegato vari beni del consacrato popolo di Dio in attività che ora comprendiamo facevano parte della propaganda e dello sforzo bellico, venendo meno in tal modo alla neutralità di tutti i seguaci delle orme di Cristo Gesù che erano nel mondo ma non autorizzati a farne parte. Questo, come ora comprendiamo chiaramente, non ha avuto la benedizione di Geova. Ha recato onta al suo nome e suscitato malintesi in merito alla sua causa, turbando e indebolendo i fratelli. Non vogliamo scaricare la colpa di questa condotta su qualcuno in particolare, ma desideriamo umilmente ammettere una responsabilità comune in questa faccenda qui in Australia”.
    Poi ricordiamo quanto scritto nella lettera al cancelliere del Reich del 1933 e nell’Annuario del 1934 pag. 134: “L’attuale governo della Germania si è schierato apertamente contro gli oppressori dell’Alta Finanza e contro la perniciosa influenza religiosa che viene esercitata nelle vicende politiche della nazione. Questa è esattamente la nostra posizione: la nostra letteratura inoltre spiega la ragione per cui esiste l’oppressiva Alta Finanza e la perniciosa influenza religiosa…Invece di essere contro i principi che sono propri del governo tedesco, noi ci schieriamo decisamente dalla loro parte, e sottolineiamo che Geova Dio per mezzo di Gesù Cristo porterà alla piena realizzazionedi tali principi e darà al popolo pace e prosperità che sono il desiderio più grande di ogni uomo sincero…Un attento esame dei nostri libri e della nostra letteratura mostrerà chiaramente che gli stessi ideali condivisi e promulgati dall’attuale governo nazionale vengono ribaditi e messi in grande risalto nelle nostre pubblicazioni … Non è vero, quindi, che la nostra letteratura e la nostra opera costituiscano una minaccia per i principi dell’attuale governo; viceversa noi siamo i più accesi sostenitori dei suoi nobili ideali… Adesso, siccome sembra che la Germania possa fra breve liberarsi dall’oppressione e il suo popolo essere sollevato, ecco che Satana, il Grande nemico, si adopera con tutte le sue forze per distruggere tale opera benefica in questo paese…Giacchè la nostra organizzazione condivide pienamente tali giusti principi ed è impegnata esclusivamente nel compiere l’opera di illuminare i popoli intorno alla Parola di Geova Dio, Satana ha subdolamente tentato di porre i governi contro la nostra opera e distruggerla… Non vi è assolutamente nessun contrasto fra gli Studenti Biblici tedeschi e il governo nazionale del Reich tedesco, ma, al contrario, per quanto riguarda gli obiettivi squisitamente religiosi e le mète apocalittiche degli Studenti Biblici, può affermarsi categoricamente che essi siano in piena armonia con gli stessi obiettivi del Governo del Reich tedesco.”
    Meditate, gente!!! Meditate!

    Leggo a pag 15: “Tali frutti inoltre li rendono diversi dai seguaci di altre religioni.”
    Rifletto: Cari fratelli tdg, ma questa gente vi rispetta davvero? Per chi vi prendono? Possiamo riporre fiducia in un’organizzazione che si dichiara ispirata da Dio e che poi si dimostra di essere come il diavolo, che è “menzognero e padre della menzogna”? A voi, amici foristi osservazioni e commenti.
    [SM=x570901] [SM=g1543902]
  • OFFLINE
    Vecchia Marziana
    Post: 3,297
    Registered in: 2/17/2008
    Master User
    00 6/18/2009 1:00 PM
    E' veramente piacevole oltre che fonte d'apprendimento, leggere i tuoi commenti.

    Quanto dici è un'analisi giusta sulla "politica" della WTS che prendendo spunto dal suo proprio agire, generosamente, lo affibbia agli altri.

    Io aggiungerei, di mio, solo una nota marginale.

    Dubito molto che gran parte degli introiti attribuiti ai libri self-help provengano dall'Italia, Paese notoriamente poco incline alla letteratura.

    E che poi gli italiani cerchino consigli relativi alla famiglia o al matrimonio su questi manuali, è talmente lontano dal loro costume, che fa sorridere.

    Se poi penso quest'articolo letto in continenti dove povertà, malattie endemiche e fame, provocano migliaia di morti, bhe, il sorriso diventa indignazione.

    Anche in questo, nel voler applicare cioè il modello anglosassone a tutto il mondo, senza tenee conto delle peculiarità dei popoli, anche questo mi sembra una grande mancanza di rispetto.

    Fossi una Testimone Africana o Asiatica (costretta magari ad immigrare) mi dissocierei subito, anche solo per questo (banale?) motivo.
    Gabriella