Freeforumzone mobile

Esodo, faraone, cuore indurito o lasciato indurire? Esodo 11:10 ecc.

  • Posts
  • OFFLINE
    Sal80.
    Post: 110
    Registered in: 4/14/2009
    Junior User
    00 5/27/2009 7:45 PM
    Leggendo il libro di Esodo, mi ha colpito un pò la traduzione del verbo “rendere il cuore ostinato”.
    Nella TNM viene tradotto in maniera passiva:

    TNM:
    (Esodo 11:10) E Mosè e Aaronne compirono tutti questi miracoli davanti a Faraone; ma Geova lasciava che il cuore di Faraone divenisse ostinato, così che egli non mandò via i figli d’Israele dal suo paese.


    In tutte le altre traduzioni viene indicata un`azione attiva da parte di YHWH:



    -C.E.I.:
    Esodo 11:10 Mosè e Aronne avevano fatto tutti questi prodigi davanti al faraone; ma il Signore aveva reso ostinato il cuore del faraone, il quale non lasciò partire gli Israeliti dal suo paese.



    -Diodati:
    Esodo 11:10 E Mosè ed Aaronne fecero tutti questi prodigi nel cospetto di Faraone, ma il Signore indurò il cuor di Faraone, ed egli non lasciò andare i figliuoli d'Israele fuori del suo paese.



    -Nuova Diodati:
    Esodo 11:10 E Mosè ed Aaronne fecero tutti questi prodigi davanti al Faraone; ma l'Eterno indurì il cuore del Faraone ed egli non lasciò uscire i figli d'Israele dal suo paese.



    -Nuova Riveduta:
    Esodo 11:10 Mosè e Aaronne fecero tutti questi prodigi davanti al faraone; ma il SIGNORE indurì il cuore del faraone, ed egli non lasciò uscire i figli d'Israele dal suo paese.


    -Riveduta (Luzzi):
    Esodo 11:10 E Mosè ed Aaronne fecero tutti questi prodigi dinanzi a Faraone; ma l'Eterno indurò il cuore di Faraone, ed egli non lasciò uscire i figliuoli d'Israele dal suo paese.


    -AT in ebraico traslitterato:

    Esodo 11:10 uwmôsheh wæ’ahärôn ‘âšuw ’eth-kâl-hammôpæthiym hâ’êlleh lipænêy paræ‘ôh wayæxazzêq yæhwâh ’eth-lêb paræ‘ôh wælô’-shillax ’eth-bænêy-yišærâ’êl mê’arætsôw: p


    Secondo la mia opinione, Dio rendeva in maniera attiva ostinato il cuore di Faraone, affinchè potesse dimostrare chi era il vero Dio tramite i miracoli e l`uccisione dell`esercito egiziano.
    Vorrei un vostro parere su questa traduzione, devo premettere che quasi in tutta la contesa tra gli Israeliti e gli Egiziani, si fa riferimento che Dio “induriva o rendeva ostinato il cuore di Faraone”. La cosa che mi interessa particolarmente è perchè la TNM traduce in maniera passiva, ovvero “Geova lasciava che il cuore di Faraone divenisse ostinato”, invece di “Geova induriva il cuor di Faraone”.

    Sal

    [Edited by Sal80. 5/27/2009 7:46 PM]
  • OFFLINE
    andreiu2
    Post: 689
    Registered in: 11/7/2004
    Senior User
    00 5/27/2009 11:48 PM
    Re:
    Sal80., 27/05/2009 19.45:

    Leggendo il libro di Esodo, mi ha colpito un pò la traduzione del verbo “rendere il cuore ostinato”.
    Nella TNM viene tradotto in maniera passiva:

    TNM:
    (Esodo 11:10) E Mosè e Aaronne compirono tutti questi miracoli davanti a Faraone; ma Geova lasciava che il cuore di Faraone divenisse ostinato, così che egli non mandò via i figli d’Israele dal suo paese.


    In tutte le altre traduzioni viene indicata un`azione attiva da parte di YHWH:



    -C.E.I.:
    Esodo 11:10 Mosè e Aronne avevano fatto tutti questi prodigi davanti al faraone; ma il Signore aveva reso ostinato il cuore del faraone, il quale non lasciò partire gli Israeliti dal suo paese.



    -Diodati:
    Esodo 11:10 E Mosè ed Aaronne fecero tutti questi prodigi nel cospetto di Faraone, ma il Signore indurò il cuor di Faraone, ed egli non lasciò andare i figliuoli d'Israele fuori del suo paese.



    -Nuova Diodati:
    Esodo 11:10 E Mosè ed Aaronne fecero tutti questi prodigi davanti al Faraone; ma l'Eterno indurì il cuore del Faraone ed egli non lasciò uscire i figli d'Israele dal suo paese.



    -Nuova Riveduta:
    Esodo 11:10 Mosè e Aaronne fecero tutti questi prodigi davanti al faraone; ma il SIGNORE indurì il cuore del faraone, ed egli non lasciò uscire i figli d'Israele dal suo paese.


    -Riveduta (Luzzi):
    Esodo 11:10 E Mosè ed Aaronne fecero tutti questi prodigi dinanzi a Faraone; ma l'Eterno indurò il cuore di Faraone, ed egli non lasciò uscire i figliuoli d'Israele dal suo paese.


    -AT in ebraico traslitterato:

    Esodo 11:10 uwmôsheh wæ’ahärôn ‘âšuw ’eth-kâl-hammôpæthiym hâ’êlleh lipænêy paræ‘ôh wayæxazzêq yæhwâh ’eth-lêb paræ‘ôh wælô’-shillax ’eth-bænêy-yišærâ’êl mê’arætsôw: p


    Secondo la mia opinione, Dio rendeva in maniera attiva ostinato il cuore di Faraone, affinchè potesse dimostrare chi era il vero Dio tramite i miracoli e l`uccisione dell`esercito egiziano.
    Vorrei un vostro parere su questa traduzione, devo premettere che quasi in tutta la contesa tra gli Israeliti e gli Egiziani, si fa riferimento che Dio “induriva o rendeva ostinato il cuore di Faraone”. La cosa che mi interessa particolarmente è perchè la TNM traduce in maniera passiva, ovvero “Geova lasciava che il cuore di Faraone divenisse ostinato”, invece di “Geova induriva il cuor di Faraone”.

    Sal




    Ti posso confermare, almeno leggendo la LXX che abbiamo un indicativo aoristo attivo, nel caso specifico, abbiamo "esklerunen", i.a di "sklerunw" che indica proprio l'atto di indurire.

    [SM=g27823]



    http://andreabelli75.wordpress.com/

    http://progettostudiodellabibbia.wordpress.com/
  • OFFLINE
    Reietto74
    Post: 295
    Registered in: 3/5/2009
    Junior User
    00 5/28/2009 4:21 AM
    preferisco la TNM (ma solo in questo caso [SM=g1678738] ), mi sembra un caso simile al "non ci indurre in tentazione" che non significa che sia Dio a tentare gli uomini, Dio ci attira verso il bene e non verso il male, penso la stessa cosa valga per il faraone che nella sua libertà ha scelto di non asoltare Mosè indurendo così il proprio cuore a Dio.
  • Kalos52
    00 5/28/2009 11:07 AM
    Re:
    Reietto74, 28/05/2009 4.21:

    preferisco la TNM (ma solo in questo caso [SM=g1678738] ), mi sembra un caso simile al "non ci indurre in tentazione" che non significa che sia Dio a tentare gli uomini, Dio ci attira verso il bene e non verso il male, penso la stessa cosa valga per il faraone che nella sua libertà ha scelto di non asoltare Mosè indurendo così il proprio cuore a Dio.




    Credo che un Giuda Iscariota fosse indispensabile per confermare le profezie relative al tradimento: anche un Faraone che si opponesse ai disegni d'Israele e consentisse una giustificazione all'apertura delle acque del mar rosso.

    Se non è Dio ad indurire i cuori come si spiega allora "la programmazione" non solo dei fatti ma anche degli individui con secoli di anticipo?