Freeforumzone mobile

I Ministri di Culto dei tdG possono ottenere la pensione dall' INPS

  • Posts
  • OFFLINE
    ilnonnosa
    Post: 431
    Registered in: 1/14/2008
    Senior User
    00 5/14/2009 3:51 PM

    DECRETO MINISTERIALE 29 gennaio 1979.

    Applicazione della legge 22 dicembre 1973, n. 303, nei confronti dei ministri di culto della “Watch Tower Bible and Tract Society of Pennsylvania” (Associazione cristiana dei testimoni di Geova), in Roma.

    IL MINISTRO DELL’INTERNO

    Decreta:

    Art. 1 E’ data applicazione alla legge 22 dicembre 1973, n. 903, nei riguardi dei ministri di culto della “Associazione cristiana dei testimoni di Geova” associazione di culto acattolico, con sede per l’Italia in Roma con le modalità previste dalla legge stessa.

    Art. 2 All’atto dell’iscrizione al fondo di previdenza, per ogni ministro della Associazione cristiana dei testimoni di Geova, deve essere esibita, a cura del procuratore generale e rappresentante legale dell’Associazione, la seguente documentazione:

    a) Certificato di nascita;
    b) Certificato di cittadinanza italiana;
    c) Certificato di residenza in Italia;
    d) Certificato attestante l’avvenuta nomina di ministro di culto, con l’indicazione della decorrenza della nomina del ministro di culto, con l’indicazione della decorrenza della nomina e della data di inizio di ministero.
    Art. 3 ….

    Art. 4 Il versamento dei contributi di cui all’art.6 della sopra citata legge viene effettuato dai singoli ministri di culto iscritti al fondo direttamente all’Istituto nazionale della previdenza sociale – servizio fondi speciali di previdenza, in Roma, in rate trimestrali posticipate.
    ….

    Seguono gli altri articoli.

    Domando:
    In Italia, quanti Ministri di Culto dei testimoni di Geova ci sono, visto che il rappresentante legale dei testimoni di Geova deve certificare l’avvenuta nomina? Penso che siano veramente pochi.

    Il Corpo Direttivo dei testimoni di Geova, dichiara che al testimone di Geova non è rilasciato nessun documento che certifichi la sua ordinazione di “Ministro Ordinato”.

    “Non sono necessari addestramento in seminario e certificati scritti di ordinazione”.
    (La Torre di Guardia 1/10/ 1970 p. 602)

    “I ministri odierni non hanno bisogno di una laurea o di un certificato di ordinazione”.
    (La Torre di Guardia 1/8/1981 p. 16)

    “… non c’è bisogno di una cerimonia elaborata o di un attestato che certifichi la propria ordinazione quali ministri cristiani”. (La Torre di Guardia 1576/1988 p. 30)

    Questo è falso.

    La nomina di Ministro di Culto esiste, ma è riservata a pochi.


    Ciao. Ilnonnosa
  • nevio63
    00 5/14/2009 4:03 PM
    Altro giro, altra.....farsa ma nulla sfugge al "nonno"!
  • OFFLINE
    gabriele traggiai
    Post: 2,701
    Registered in: 7/13/2005
    Veteran User
    00 5/14/2009 4:15 PM
    MA....
    Per onestà bisogna dire che, i ministri di culto "testimoni di Geova", pagano di tasca propria i contributi per espletare le loro funzioni. In ogni caso la pensione spettante a tali ministri di culto è relativamente proporzionale ai contributi versati dal soggetto stesso, quindi, in definitiva, non ruberebbero niente a nessuno.

    Gabry
  • nevio63
    00 5/14/2009 4:29 PM
    Gabriele, doverosissima osservazione a beneficio dell'obiettiva informazione. rinevio63
  • OFFLINE
    lovelove84
    Post: 1,136
    Registered in: 4/21/2008
    Veteran User
    00 5/14/2009 4:51 PM
    non ho capito, da quello poco che gli da la WT, i ministri si versano le tasse per la pensione?
    --------------------------------------------------
    AVER PAURA DEL DIAVOLO E' UNO DEI MODI DI DUBITARE DI DIO ...
  • OFFLINE
    barfedio
    Post: 121
    Registered in: 3/18/2009
    Junior User
    00 5/14/2009 4:52 PM
    Ok Gabriele, pagano di tasca propria ma, visto che "lavorano" per la WT, non sarebbe più corretto che fosse questa a versare i contributi?
    Mi pare che, come al solito, sia sempre il fedele servitore a cacciare la grana, la WT mai!
  • OFFLINE
    lovelove84
    Post: 1,138
    Registered in: 4/21/2008
    Veteran User
    00 5/14/2009 5:08 PM
    ok è chiaro, e in effetti, è come tutte quelle persone che fanno le badanti o le domentische che lavorano a nero e si pagano i contributi da soli....
    per fortuna si pensano da soli!
    --------------------------------------------------
    AVER PAURA DEL DIAVOLO E' UNO DEI MODI DI DUBITARE DI DIO ...
  • OFFLINE
    Ancientofdays
    Post: 963
    Registered in: 11/22/2005
    Senior User
    00 5/14/2009 5:18 PM
    Non saprei il numero di ministri di culto in Italia, ma non sono molti.

    Da alcuni anni esistono anche ministri di culto donne che esercitano nelle carceri femminili.

    come dice bene Gabry, i contributi sel li versano loro.
    Firmano una specie di accordo in cui si impegnano a versare i contributi pensionistici e a non fare alcuna rivalsa per i contributi versati verso la CCTG, cioè l'ente che li ha ordinati come ministri.

    ------------------------------------------------
    Il MALE sono quelli che impongono la propria autorità come verità assoluta e non si dispongono alla verità come autorità assoluta.



  • OFFLINE
    ilnonnosa
    Post: 431
    Registered in: 1/14/2008
    Senior User
    00 5/14/2009 5:40 PM
    Re: MA....
    gabriele traggiai, 14/05/2009 16.15:

    Per onestà bisogna dire che, i ministri di culto "testimoni di Geova", pagano di tasca propria i contributi per espletare le loro funzioni. In ogni caso la pensione spettante a tali ministri di culto è relativamente proporzionale ai contributi versati dal soggetto stesso, quindi, in definitiva, non ruberebbero niente a nessuno.

    Gabry




    Io non ho detto che rubano i soldi, ma la mia osservazione era quella che se la Filiale Betel trasmetteva l’attestato di Ministro di Culto agli organi competenti, solo quelli in base al Decreto Ministeriale hanno il diritto di avere la pensione, appunto perché Ministri di Culto e non per il lavoro svolto alla Betel. Chi lavora alla Betel, non è Ministro di Culto, non hanno questo documento che lo certifichi. Perciò chi ha lavorato per tanti anni alla Betel, e che verranno a casa non otterranno la pensione perche non hanno versato nessun contributo, e d'altronde non lo potevano fare perché per lo Stato Italiano non erano Ministri di Culto (a loro, la Società Torre di Guardia non rilasciava questo documento).

    Poi, che il pagamento delle singole rate veniva fatto dai singoli testimoni autorizzati c’era già scritto nel Decreto, forse ti è sfuggito.

    Ciao. Ilnonnosa
  • OFFLINE
    sweetymi
    Post: 876
    Registered in: 12/27/2004
    Senior User
    00 5/14/2009 7:19 PM
    IO sapevo che i ministri di culto erano quelli autorizzati ad esempio a celebrare i matrimoni, non tutti quelli che lavorano alla Betel ecc ecc. E confermo per averne conosciuto bene uno che i Ministri di culto si pagano i contributi ma molti di loro lavorano normalmente e quindi pagano solo contributi aggiuntivi che si sommano a quelli che le aziende presso cui lavorano versano per loro.
    In sostanza, la pensione gli aumenterà un pochino...tutto qui

    Antonella

    "Ognuno sta solo sul cuor della terra, trafitto da un raggio di sole. Ed è subito sera."
    (S. Quasimodo)
  • OFFLINE
    deep-blue-sea
    Post: 1,160
    Registered in: 12/18/2007
    Veteran User
    00 5/14/2009 8:34 PM
    Le cose si fanno serie,,,,,

    per la Watchtower! Impiegare dei volontari che non sono retribuiti, gli sembrava aver trovato il modello ideale di sfruttamento della mano d'opera gratuita.
    Ora i governi cominciano a mettere il loro naso nella faccenda e cominciano ad esigere che malgrado i lavoratori siano volontari, il datore di lavoro dovrà lo stesso pagare i contributi.

    Questo é quanto ha obbligato il governo spagnolo a fare alle organizzazioni religiose...a noi interessa la Watchtower. Leggete cosa vien detto su un forum americano:

    governingbodyletters.blogspot.com/


    RESPONSABILE DELLA filiale spagnola retrocesso perché ha perso la battaglia in tribunale

    Il fratello Antonio «Toti« Rodriguez é stato per parecchi decenni il ‘gran capo’ alla filiale spagnola della Watchtower é stato trasferito e retrocesso da capo del Reparto Legale a semplice impiegato al ‘reparto Servizio’ a Ajalvir, (Bethel Spagnola).

    Si racconta, che la ragione sia il recente conflitto nelle Corti spagnole contro la Società riguardo alle contribuzioni sociali e le pensioni per i lavoratori della Betel. Questa decisione costerà alla Watchtower molti milioni, ma son sicura che distribuiranno i costi tra i proclamatori.
    La lettera dalla Sede Centrale della Watchtower alle congregazioni spagnole fa sembrare che l’idea di concedere ai fratelli contributi previdenziali e e sociali provenisse da loro. Si auto-lodavano nella lettera dicendo che si tratta di un provvedimento amorevole a favore di coloro che si sono prodigati per lunghi anni nel promuovere gli interessi del Regno.
    Ma che disposizione amorevole quando c’é bisogno che il Tribunale gli forzi la mano !!!!
    Povero ‘Toti’. Si é veramente sforzato al massimo per trattenere il governo spagnolo dal rendere obbligatori i versamenti dei contributi e delle pensioni per le persone impiegate alla Betel.



    www.jehovahs-witness.net/jw/friends/174671/1/Bethel-reductions-...

    Ne deduco che forse anche altri governi seguiranno l'esempio, tra cui quello italiano perciò han chiuso la stamperia???????

    Povera Watchtower....sarà dissanguata dai suoi averi [SM=x570866]
    ........................
    "Dubitare di tutto o credere a tutto sono due soluzioni altrettanto comode che, l'una come l'altra, ci dispensano dal riflettere"
    Henri Poincaré




    Claudia
  • OFFLINE
    gabriele traggiai
    Post: 2,707
    Registered in: 7/13/2005
    Veteran User
    00 5/14/2009 9:54 PM
    Re: Re: MA....
    ilnonnosa, 14/05/2009 17.40:




    Io non ho detto che rubano i soldi, ma la mia osservazione era quella che se la Filiale Betel trasmetteva l’attestato di Ministro di Culto agli organi competenti, solo quelli in base al Decreto Ministeriale hanno il diritto di avere la pensione, appunto perché Ministri di Culto e non per il lavoro svolto alla Betel. Chi lavora alla Betel, non è Ministro di Culto, non hanno questo documento che lo certifichi. Perciò chi ha lavorato per tanti anni alla Betel, e che verranno a casa non otterranno la pensione perche non hanno versato nessun contributo, e d'altronde non lo potevano fare perché per lo Stato Italiano non erano Ministri di Culto (a loro, la Società Torre di Guardia non rilasciava questo documento).

    Poi, che il pagamento delle singole rate veniva fatto dai singoli testimoni autorizzati c’era già scritto nel Decreto, forse ti è sfuggito.

    Ciao. Ilnonnosa


    Il mio messaggio voleva mettere in evidenza che non c'è nulla di scandaloso che i ministri di culto geovisti ottengano una piccola pensione, e questo perchè hanno versato i contributi all'erario. Se poi i contributi li hanno versati loro o la Wts, la faccenda non cambia gran chè.

    La cosa scandalosa, invece, è che tali ministri di culto svolgono un servizio utile alla comunità geovista. Senza di loro i testimoni di Geova non potrebbero celebrare matrimoni (in pratica vengono utilizzati solo per questo) nelle loro "sale del regno".
    Per fare questo, pagano di loro tasca le imposte per mantenere tale qualifica. Per altro bisogna anche dire che, generalmente, quando celebrano un matrimonio, gli sposi donano loro una "certa somma" a contributo delle spese.

    Ciao
    Gabry


  • OFFLINE
    zarripat
    Post: 61
    Registered in: 5/5/2009
    Junior User
    00 5/15/2009 12:27 PM
    Re:
    lovelove84, 14/05/2009 17.08:

    ok è chiaro, e in effetti, è come tutte quelle persone che fanno le badanti o le domentische che lavorano a nero e si pagano i contributi da soli....
    per fortuna si pensano da soli!




    chi lavora in nero non può pagare i contributi
  • OFFLINE
    zarripat
    Post: 62
    Registered in: 5/5/2009
    Junior User
    00 5/15/2009 12:33 PM
    Re: Re: Re: MA....
    gabriele traggiai, 14/05/2009 21.54:


    Il mio messaggio voleva mettere in evidenza che non c'è nulla di scandaloso che i ministri di culto geovisti ottengano una piccola pensione, e questo perchè hanno versato i contributi all'erario. Se poi i contributi li hanno versati loro o la Wts, la faccenda non cambia gran chè.

    La cosa scandalosa, invece, è che tali ministri di culto svolgono un servizio utile alla comunità geovista. Senza di loro i testimoni di Geova non potrebbero celebrare matrimoni (in pratica vengono utilizzati solo per questo) nelle loro "sale del regno".
    Per fare questo, pagano di loro tasca le imposte per mantenere tale qualifica. Per altro bisogna anche dire che, generalmente, quando celebrano un matrimonio, gli sposi donano loro una "certa somma" a contributo delle spese.

    Ciao
    Gabry






    a suo tempo mi era stato riferito che anche i sorveglianti viaggianti si versavano i contributi per la pensione, ma considerando la tipologia di "lavoro" non è che fossero granchè come somma. Gli anziani non hanno contributi, se non quelli che versano per il loro lavoro secolare. per quanto riguarda il matrimonio, quando mi sposai io incaricai mio cognato di dare al ministro di culto una piccola somma per le spese di viaggio, visto che per venire a sposarmi fece 100 km in macchina. Lui non mi chiese altro.