00 5/12/2009 11:01 PM
Altra cosa per cui sono in fissa ultimamente.

L'idea del bookcrossing è nata qualche anno fa con lo scopo, molto romantico a mio avviso, di liberare un libro che è particolarmente piaciuto in un luogo dove possa essere facilmente ritrovato e "adottato" da qualche casuale passante. Col tempo si è aggiunta la motivazione meno romantica e più pragmatica di liberare i libri che non sono piaciuti allo scopo di farli leggere a qualcuno che magari può apprezzarne meglio il contenuto. Allo scopo di evitare che qualche passante cretino anzichè prendere con sè il libro lo butti via, nell'ultimo paio d'anni si stanno moltiplicando a vista d'occhio in giro per il mondo e anche in Italia i punti di ritrovo per il bookcrossing, specialmente all'interno dei bar.
Sotto il termine di bookcrossing, in senso più letterale di "incrocio di libri", va anche l'iniziativa pregevolissima del sito BookMooch grazie al quale chiunque può creare un archivio di libri che vuole donare a titolo gratuito a chi li richiede, e può chiederne in cambio degli altri sempre gratuitamente attraverso un sistema di punti. Per ogni libro che invii ricevi un punto che puoi utilizzare per richiedere a tua volta un libro. Invii e ricezioni possono avvenire in qualsiasi parte del mondo.

Info:
BookCrossing
BookCrossing Italia

BookMooch

Se qualcuno decide di iscriversi a bookmooch scriva qui l'indirizzo del suo profilo così ce li scambiamo. Il mio è qui