Freeforumzone mobile

Riconoscimento giuridico nella repubblica Ceca.

  • Posts
  • OFFLINE
    ilnonnosa
    Post: 423
    Registered in: 1/14/2008
    Senior User
    00 5/8/2009 4:35 PM

    Con la sua dottrina della “guerra teocratica”, la Società Torre di Guardia, non ha esitato a ricorrere ad un contorcimento della verità, pur di ottenere il riconoscimento giuridico nella repubblica Ceca.

    Riassumo i fatti risalenti all’estate del 1993.

    Con una lettera datata 30 luglio 1993 indirizzata al Ministero della Cultura da parte del “Comitato Preliminare della Società Religiosa dei testimoni di Geova”, il responsabile del Ministero della Cultura della Repubblica Ceca aveva sollevato alcune obiezioni relative alla richiesta della “Società Religiosa dei testimoni di Geova” di ottenere la registrazione ufficiale presso il Governo di Praga. Le obiezioni riguardano tre punti in particolare, e cioè se è vero che i testimoni di Geova sono tenuti all’obbligo di non sottoporre, qualora necessario, i loro figli minori alle trasfusioni di sangue; se è vero che ai testimoni di Geova è proibito di svolgere il servizio militare; se è vero che ai testimoni di Geova è proibito svolgere anche il servizio civile alternativo.
    A tutte e tre questi importanti questioni, dalle quali dipendeva il riconoscimento giuridico o meno dell’Organizzazione, i signori Eduard Sobicka e Ondrej Kadisa, risposero negativamente, usando come formula comune per tutti i quesiti l’espressione: “La risposta è: No, la Società non lo insegna”. In altre parole, negarono che:
    - l’Organizzazione proibisca agli adepti di ricevere per se stessi o per i loro figli sangue in qualsiasi forma, pena la disassociazione dal gruppo;
    - il rifiuto del servizio militare sia imposto dall’Organizzazione, mentre si tratterebbe di una libera scelta;
    - ai testimoni sia proibito di svolgere il servizio civile sostitutivo perché la Bibbia non dice nulla sull’argomento.

    Chiunque conosca i testimoni di Geova sa benissimo che le cose stanno esattamente al contrario e la letteratura che lo dimostra è così copiosa che non è possibile citarne anche solo una piccola parte. Quest’episodio, pertanto, si aggiunge a tutti gli altri, a dimostrazione dell’assunto che, quando questa Organizzazione ritiene di doversi travisare allo scopo di ottenere vantaggi per se stessa, non esita a farlo, anche ricorrendo alla menzogna o a false informazioni, come nel caso appena illustrato.

    Ciao Ilnonnosa
  • OFFLINE
    Achille Lorenzi
    Post: 12,919
    Registered in: 7/17/2004
    Gold User
    00 5/8/2009 6:19 PM
    Mentono pensando di non mentire, perché credono che questo modo di fare sia approvato da Dio. Difatti "la verità deve essere detta solo a chi ha il diritto di saperla".

    Ecco come un legale ha decritto questo modo di fare:

    «... Essi non esiteranno a mentire, anche sotto giuramento. La loro dottrina della "menzogna giustificata" insegna che la verità va detta soltanto a quelli "che hanno il diritto di conoscerla". I tribunali, i sistemi giudiziari, gli altri membri della famiglia, gli ex coniugi, ecc., a motivo del fatto che si oppongono ai Testimoni o per il solo fatto che non fanno parte dell’"organizzazione di Geova", non meritano di conoscere la verità. Per i Testimoni di Geova, essi appartengono a Satana ed è giusto mentire loro per proteggere "Geova" e la sua organizzazione terrena (cioè la Società Torre di Guardia). ... Ai bambini viene detto di tutto per allontanarli da voi e dal male che è in voi. Essi saranno addestrati a parlare contro di voi in tribunale. Anche se il giudice dovesse vietare che ai bambini si parli di religione durante il periodo di visita concesso, essi saranno lo stesso istruiti a "odiarvi" per il solo fatto che siete degli oppositori dell’organizzazione di Dio (Lorri MacGregor, "Fractured Families" in MacGregor Ministries News and Views, ottobre 1994, n° 30, pagg. 3-5).

    Per altri dettagli su tale "dottrina" si veda questa pagina: www.infotdgeova.it/strategia/menzogna.php

    Achille
  • OFFLINE
    sweetymi
    Post: 869
    Registered in: 12/27/2004
    Senior User
    00 5/8/2009 7:56 PM
    Questo insegnamento è stato ribadito nella TG del 15/6/2009 che è stata scannerizzata in un recente post.

    Antonella

    "Ognuno sta solo sul cuor della terra, trafitto da un raggio di sole. Ed è subito sera."
    (S. Quasimodo)
  • OFFLINE
    Vecchia Marziana
    Post: 2,764
    Registered in: 2/17/2008
    Veteran User
    00 5/8/2009 8:45 PM
    Re:
    ilnonnosa, 08/05/2009 16.35:


    - l’Organizzazione proibisca agli adepti di ricevere per se stessi o per i loro figli sangue in qualsiasi forma, pena la disassociazione dal gruppo;
    - il rifiuto del servizio militare sia imposto dall’Organizzazione, mentre si tratterebbe di una libera scelta;
    - ai testimoni sia proibito di svolgere il servizio civile sostitutivo perché la Bibbia non dice nulla sull’argomento.
    Ilnonnosa



    Secondo il modo bizantineggiante di ragionare tipico della WTS, almeno per quanto riguarda sia il sangue che il servizio militare, non hanno "propriamente" mentito, in quanto, chi accetta si dissocia automaticamente da solo.
    Per il terzo punto non so.
    Gabriella
  • OFFLINE
    bigotta
    Post: 74
    Registered in: 4/23/2009
    Junior User
    00 5/8/2009 9:58 PM
    Della serie :fatta la legge trovato l'inganno!!!!



    [SM=g1537334]
  • OFFLINE
    Achille Lorenzi
    Post: 12,927
    Registered in: 7/17/2004
    Gold User
    00 5/8/2009 10:11 PM
    Vecchia Marziana, 08/05/2009 20.45:


    Secondo il modo bizantineggiante di ragionare tipico della WTS, almeno per quanto riguarda sia il sangue che il servizio militare, non hanno "propriamente" mentito, in quanto, chi accetta si dissocia automaticamente da solo.

    Ma questa "modifica procedurale" per quanto riguarda le trasfusioni è in vigore solo dal mese di aprile del 2000.
    Nel 1993 chi accettava il sangue (senza pentirsi) veniva disassociato:

    www.infotdgeova.it/sangue/trasfusioni2.php

    Achille
  • OFFLINE
    bigotta
    Post: 76
    Registered in: 4/23/2009
    Junior User
    00 5/8/2009 10:13 PM
    Peggio che andar di notte... [SM=g1537333]
  • OFFLINE
    Elyy.
    Post: 508
    Registered in: 6/17/2008
    Senior User
    00 5/8/2009 10:20 PM


    e il servizion civile alternativo, da quando è diventato "questione di coscienza"?







    "Poca scienza allontana da Dio, ma molta scienza riconduce a Lui". (Louis Pasteur)




    Aggiungimi a Skype
  • OFFLINE
    Achille Lorenzi
    Post: 12,930
    Registered in: 7/17/2004
    Gold User
    00 5/9/2009 5:19 AM
    Elyy., 08/05/2009 22.20:



    e il servizion civile alternativo, da quando è diventato "questione di coscienza"?

    Nel 1996:

    www.infotdgeova.it/modifiche/servizio.php

    Anche qui la risposta data nel 1993 era deliberatamente ingannevole.

    Achille


  • OFFLINE
    Achille Lorenzi
    Post: 12,935
    Registered in: 7/17/2004
    Gold User
    00 5/9/2009 10:14 AM
    Mi è stata mandata da "ilnonnosa" la lettera orignale scrita dai TdG Eduard Sobicka e Ondrej Kadisa, in cui mentono alle autorità della repubblica Ceca.

    Appena mi è possibile ne inserirò la scansione nel forum e nella pagina del sito dove si riporta la stessa infomazione ( www.infotdgeova.it/strategia/menzogna.php ).

    Achille
  • OFFLINE
    Achille Lorenzi
    Post: 12,940
    Registered in: 7/17/2004
    Gold User
    00 5/9/2009 7:11 PM
    Ecco qua la lettera originale:





    Seguirà poi la traduzione.

    Achille
    [Edited by Achille Lorenzi 5/9/2009 7:11 PM]
  • OFFLINE
    Achille Lorenzi
    Post: 12,941
    Registered in: 7/17/2004
    Gold User
    00 5/10/2009 8:34 AM
    Ecco la traduzione:

    Ministero della Cultura

    Comitato Preparatorio
    della Seocietà Religiosa
    dei Testimoni di Geova

    JUDr. P. Zeman

    Praga, 30 Luglio 1993

    Registrazione della comunità religiosa dei Testimoni di Geova.

    Egregio Direttore,
    La presente e la risposta alla sua lettera del 28 giugno 1993 dove lei ha espresso delle obiezioni riguardanti alcuni principi base sull’operato dei testimoni di Geova e ci riferiamo in particolar modo alle tre domande cui daremo una risposta:

    1. Rapporti tra Comunità sciolte dal Ministero degli Affari Interni del 4 aprile 1949 e la Comunità Religiosa dei Testimoni di Geova sarà formata in modo diverso rispetto alla vostra lettera.

    2. Articolo VII, paragrafo 2 sarà modificato come segue: "La Comunità può stabilire le sue premesse grazie ad una legale soggettività/indipendenza. I dettagli verranno fomiti nei documenti della fondazione".

    3. Articolo VIII, paragrafo 1, verrà modificato secondo i suoi suggerimenti come segue: "La Società religiosa possiede la soggettività legale ed il Comitato nel suo Corpo Statuario. Al fine di avere i documenti legali validi, sono necessarie le firme di almeno due membri del comitato”.

    Alle domande poste nella sua lettera possiamo rispondere nel seguente modo:

    Domanda n. 1: La Società dei Testimoni di Geova insegna che un genitore membro della Società deve impedire che a suo figlio non ancora maggiorenne venga fatta una trasfusione del sangue anche nel caso in cui, secondo il parere del medico, il rifiuto di tale trasfusione potrebbe causare seri problemi di salute o la morte?

    La risposta: No, la Società non lo insegna.

    Commento dettagliato: L'insegnamento della Società dei Testimoni di Geova si basa sulla Bibbia che incoraggia brevemente i Cristiani di "astenersi dal sangue" (Atti 15:20, 29). Non spetta alla Società il controllo delle vite degli individui che sono i suoi membri e non spetta nemmeno dir loro cosa devono e non devono fare nelle situazioni di vita estreme. Generalmente possiamo dire che i genitori Cristiani desiderano peri loro tigli, le migliori cure mediche e che la Società dei Testimoni di Geova sia rispettosa nei confronti della medicina. Se i genitori si rivolgono alla Società dei Testimoni di Geova per un consiglio, la Società non può dar loro nessuna istruzione medica, Essi, possono, tuttavia essere informati sugli ospedali che eseguono con successe trasfusioni (grazie al sangue artificiale). Tali informazioni provengono dalla medicina scientifica e dalle referenze di insigni fisici che hanno aiutate a risolvere possibili conflitti tra genitori e medici in migliaia di casi in tutto il mondo. La Società dei Testimoni di Geova sarà lieta di aiutare sia i genitori che i dottori fornendo loro le informazioni necessarie.

    Domanda n. 2: La Società dei Testimoni di Geova insegna che un membro della Società dei testimoni di Geova non può iniziare o servire nel servizio militare o civile e partecipare a esercitazioni militari come detto nella legge militare n. 49/ 1949?

    La risposta: No, la Società non lo insegna.

    Commento: ln questo modo possiamo far riferimento al breve commento biblico “Amerai il tuo prossimo come te stesso" (Matteo 22, 39). In rispetto al Documento dei Diritti e Liberta la Società dei Testimoni di Geova apprezza che l’articolo 15, paragrafo 3 di questo documento dia il diritto a qualunque cittadino di rifiutare il servizio militare se questo va contro le sue credenze religiose.

    Domanda n. 3: la Società dei Testimoni di Geova insegna che un membro della Società non potrà cominciare un servizio civile sostitutivo in accordo con la legge n. 18/1993 e la legge n. 135/ l993?

    La risposta: No, la Società non lo insegna.

    Commento la Bibbia non dice niente riguardo al servizio civile sostitutivo. In relazione a questo punto possiamo solo affermare che la Società dei Testimoni di Geova in generale incoraggia l’ubbidienza alle leggi ma non dice ad altri ciò che dovrebbe fare in casi particolari. Se la coscienza di qualcuno non gli permette di svolgere il servizio civile e sua responsabilità davanti a Dio e le leggi del suo Paese. La Società dei Testimoni di Geova come oggetto legale non può assumersi la responsabilità che secondo le leggi del suo Paese appartiene ad individui. Comunque quando abbiamo scoperto che vi erano alcuni problemi in diversi casi che potevano essere evitati, abbiamo preso contatto con il Ministero del Lavoro e Affari Sociali. Questo passo ci ha aiutato a comprenderci. Il rapporto della riunione del 7 giugno 1993 dice: "Entrambi i soggetti hanno l’interesse di risolvere domande contraddittorie e plausibili entro i limiti della legge .... In caso di bisogno possono chiedere (un rappresentante della Commissione preparatoria della società) e richiedere spiegazioni.

    Aspettiamo una vostra risposta.
    Vostri,

    Nell’interesse del Comitato Preparatorio

    Eduard Sobicka
    Ondrej Kadisa
    [Edited by Achille Lorenzi 5/10/2009 8:37 AM]
  • OFFLINE
    Vecchia Marziana
    Post: 2,786
    Registered in: 2/17/2008
    Veteran User
    00 5/10/2009 8:42 AM
    Re:
    Achille Lorenzi, 10/05/2009 8.34:

    ospedali che eseguono con successe trasfusioni (grazie al sangue artificiale).



    Sangue artificiale nel '93?
    Gabriella
  • OFFLINE
    Achille Lorenzi
    Post: 12,944
    Registered in: 7/17/2004
    Gold User
    00 5/10/2009 8:49 AM
    Vecchia Marziana, 10/05/2009 8.42:



    Sangue artificiale nel '93?
    Gabriella

    I TdG chiamavano in questo modo alcuni "sostituti" del sangue, tipo certi espansori plasmatici (plasma expander, lattato di Ringer, destrano...).

    Non si trattava di sangue artificiale ma molti TdG definviano in questo modo quelli che loro consideravano "metodi alternativi" alla trasfusione.

    Vedi l'interno del tesserino "Niente sangue" di qualche anno fa:



    Ciao
    Achille
  • OFFLINE
    Vecchia Marziana
    Post: 2,788
    Registered in: 2/17/2008
    Veteran User
    00 5/10/2009 9:03 AM
    Grazie, ora ho capito, infatti, mi sovviene che la mia insegnante di studio biblico, mi spiegava che non è necessario sostituire, con la trasfusione, la parte corpuscolata, ma è sufficiente ripristinare il "volume" perso. [SM=x570868]
    Ma come Dio non abbia pensato di sostituire un sistema così complesso come il sangue, con della semplice soluzione salina, fin dalle origini, non me lo ha mai saputo spiegare. [SM=g27823]
    Gabriella