OTmigration [DIM]14pt[=DIM][COLORE]#F501CC[=COLORE][G]Lo spazio per le chiacchiere e le risate....l'angolo di web in cui sentirsi a casa![/G][/COLORE][/DIM]

fisica e viaggi nel tempo

  • Posts
  • OFFLINE
    =saretta77=
    Post: 53,468
    Post: 52,933
    Registered in: 1/28/2007
    Registered in: 1/28/2007
    Location: ROMA
    Age: 44
    Gender: Female
    Gold User
    00 1/11/2009 6:59 PM
    Re: Re:
    mulo., 10/01/2009 17.09:



    Ti anticipo qualche concetto , da sviluppare meglio più avanti.

    Intanto la teoria delle stringhe è appunto solo una teoria, molto bella ed elegante ma ancora priva di qualunque capacità predittiva, che invece è posseduta in misura notevole dal modello Standard (così si chiama il connubio per ora parziale tra relatività e meccanica quantistica nei relativi ambiti)e che è il paradigma da noi proficuamente utilizzato.

    la teoria delle stringhe si basa su queste unità elementari , le stringhe appunto immaginate come "corde" vibranti a varie frequenze di dimensioni veramente piccolissime: miliardi di milardi di miliardi di volte più piccole degli atomi e costituenti tutta la materia e l'energia. in pratica a seconda delle vibrazioni queste corde determinano la natura delle particelle sub atomiche e atomiche e tutti i tipi di campi, dall'elettromagnetismo , alle forze che operano a livello atomico e sub atomico (forza nucleare forte e debole) e anche la gravità (la forza più enigmatica e difficilmente inquadrabile che esista). questa teoria affascinante , fisicamente prescrive l'esistenza di ulteriori dimensioni rispetto alle quattro conosciute (di cui c'è una bellissima e semplicissima spiegazione nel thread di misterx78) : 10, 11 o 26, ma queste sarebbero "arrotolate " e collassate e quindi inutilizzabili per scopi di trasporto o per utilizzi , diciamo così, pratici, ma giustificherebbero il comportamento ad esempio della gravità hce risulta una forza estremamente debole (solo quando la massa si cumula a livelli planetari e stellari o dei buchi neri, diventa enorme), forse, dice la teoria , perchè è diluita in queste ulteriori dimensioni arrotolate e quindi è come se si disperdesse......non solo, ci sono tante altre cose che si possono elegantemente accordare tramite la teoria delle stringhe , ma per ora non vorrei divagare troppo....ti basta Sarè? [SM=g27823]


    notazione generale: personalmente intendo questo spazio di discussione come possibilità di avere spiegazioni o spunti di riflessione più che un botta e risposta a colpi di link copiati da altri siti (quello credo che siano capaci tutti di farlo, non serve a molto e tantomeno a me, visto che io non ho certo problemi di comprensione di questi argomente, ne tantomeno problemi a cercare materiale su web ,tramite i motori di ricerca: lo faccio dalla mattina alla sera anche per lavoro). sarebbe bello che le persone elaborassero le domande e gli spunti autonomamente con la loro testa e poi ,magari, per i cazzi loro si andassero a cercare il materiale di cui la rete pullula analizzandolo in maniera critica....credo che così possa avere un senso, possa essere costruttivo e utile per la crescita di ciascuno......questo dovrebbe valere per tutto, discipline scientifiche o umanistiche che siano [SM=x1293143]






    [SM=g27823] mooolto interessnte

    la base delle dimensioni parallele.....ma solo teoria e [SM=g8168]
  • OFFLINE
    mulo.
    Post: 4,942
    Post: 4,942
    Registered in: 2/3/2007
    Registered in: 2/3/2007
    Location: MILANO
    Age: 50
    Gender: Male
    Master User
    00 1/11/2009 7:34 PM
    sì. più che parallele, aggiuntive (6-7 o 22 in più). Da non confondere con gli universi paralleli, utilizzati ad esempio per risolvere da parte di alcuni scienziati il problema dei paradossi temporali per i viaggi nel passato......Comunque il fatto ipotizzato che la gravità sia così poco intensa (parecchi ordini di grandezza meno dei campi elettrici e magnetici) ed in più non sia "schermabile", nel senso che non è possibile limitarla o interromperla con alcunchè (mentre i cambi elettrici e magnetici hanno i loro "isolanti"), tutto questo dicevo è mirabilmente e genialmente spiegato col fatto che la gravità stessa agendo in tutte le dimensioni , anche in quelle arrotolate e non "visibili" , si diluisce e quindi ci appare così poco intensa......se la teoria delle strighe trovasse qualche conferma sperimentale, avrebbe delle conseguenze inimmaginabili nelle capacità di predizione [SM=g27823]
  • OFFLINE
    vinkor
    Post: 7,444
    Post: 6,230
    Registered in: 1/28/2007
    Registered in: 1/28/2007
    Gender: Male
    Master User
    00 1/11/2010 2:42 PM
    Re:
    =saretta77=, 10/01/2009 12.13:

    riporto qui i primi 3d dell'argomento


    by mulo



    Tuli, per Einstein e la relatività speciale la velocità della luce è una costante universale (mentre tempo e spazio, no e infatti si modificano rallentando il primo e CONTRAENDOSI il secondo man mano che si aumenta la velocità): niente può superare la velocità della luce (o meglio delle onde elettromagnetiche), i fotoni che sono la sua (loro) unità "quantica" sono privi di massa....la massa(per quanto piccola) è un'impedimento al raggiungimento asintotico di c (circa 300000 km /s). La relatività generale e la speciale funzionano perfettamente nei loro ambiti applicativi, ma non a livello sub atomico dove appare governare un diverso paradigma: la meccanica quantistica, dove invece fenomeni con "risultanti" più veloci della luce avvengono (come ad esempio nella variazione automatica degli "spin") ma non a livello macro, su scala umana, per così dire. attualmente non abbiamo una teoria complessiva (in termine tecnico si chiama "teoria della gravità" di unificazione di questi 2 paradigmi apparentemente antitetici) di sintesi, che però si conta di elaborare in un non lontano futuro (passando attraverso ad esempio alle teorie delle stringhe e via dicendo)fino ad arrivare ad una TGU (teoria di grande unificazione)......tutto questo non vuol dire poter in futuro viaggiare nel tempo, anzi al riguardo , la mia opinione è che non si potrà mai, non solo come sostiene scherzosamente stephen hawking (" se si potesse viaggiare nel tempo, saremmo invasi da turisti del futuro" ), ma anche per vincoli di protezione del continuo spaziotemporale dell'universo, per i cosiddetti paradossi temporali e , addirittura, per impedimenti derivanti da ciò che stiamo discutendo in questo post: sì, mi riferisco proprio alla termodinamica. onnipresente, onnilimitante, ineliminabile....E' il concetto di quella che i fisici chiamano "entropia". Se vorrai ne parleremo più estesamente.



    by vinkor


    mi sento molto ignorante
    da ragioniere (ma abbiamo studiato anche chimica e fisica) ho capito poco di quanto spiegato da Mulo a Tuli mentre lo ringrazio per le spiegazioni sull'energia che sono state da me recepite

    a parte quello che già sapevo: velocità della luce 300.000 km/s
    E=mc2. viaggiando veloci, il tempo rallenta... ma poi mi perdo con quei termini troppo tecnici e dotti
    insomma non potremo viaggiare nel tempo, sic!


    mi hanno sempre affascinato i film che trattano i viaggi nel tempo

    anche se preferisco vivere in quest'epoca, anzi a mio parere gli anni fra il 1955 ed il 1970 sono stati i migliori(sono del '50)

    a parte il computer tutto dopo di allora è peggiorato, almeno per i miei gusti

    perfino mia figlia mi ha detto recentemente che avrei avuto cu.lo a vivere nel periodo dei.....grandi classici della musica rock

    che epoca!
    poi è arrivato il terrorismo, la grande inflazione e solo negli anni '80 la vita è migliorata per precipitare nuovamente proprio adesso, che tristezza!




    mi piacerebbe riprendere questi post dotti
    ho visto dei bei documentari su Sky e l'argomento mi intriga

    magari facciamo tornare Mulo che ci insegni qualcosa
    un anno fa eravamo su questi livelli e poi più niente

    vorrei chiedere a Mulo se non abbia sbagliato a dire che con la velocità lo spazio si contrae, da quello che ho capito io, lo spazio si espande.....
    ma forse ho capito male, il concetto spaziotempo non è di facile comprensione
    come la curvatura dello spazio che proprio non capisco
    vediamo se Mulo ci dà una dritta

  • OFFLINE
    mulo.
    Post: 4,942
    Post: 4,942
    Registered in: 2/3/2007
    Registered in: 2/3/2007
    Location: MILANO
    Age: 50
    Gender: Male
    Master User
    00 1/18/2010 1:01 AM
    Re: Re:
    vinkor, 1/11/2010 2:42 PM:




    mi piacerebbe riprendere questi post dotti
    ho visto dei bei documentari su Sky e l'argomento mi intriga

    magari facciamo tornare Mulo che ci insegni qualcosa
    un anno fa eravamo su questi livelli e poi più niente

    vorrei chiedere a Mulo se non abbia sbagliato a dire che con la velocità lo spazio si contrae, da quello che ho capito io, lo spazio si espande.....
    ma forse ho capito male, il concetto spaziotempo non è di facile comprensione
    come la curvatura dello spazio che proprio non capisco
    vediamo se Mulo ci dà una dritta





    era talmente tanto tempo che non davo un'occhiata a questa parte del forum , che il post quasi mi sfuggiva: sai com'è Vinkor, la cultura, scientifica in particolare, in questa nazione non tira e anche il nostro bel forum non fa eccezione geografica [SM=x1671373]

    quanto al contenuto, no, non ho sbagliato, perchè è proprio la relatività speciale con le sue semplici equazioni e i suoi concetti a evidenziare la contrazione(accorciamento) delle distanze e l'allungamento (il rallentamento) del tempo per un oggetto che viaggi a velocità crescenti....l'effetto si manifesta anche a velocità basse (come quelle di un'automobile o di un aereo) , ma è molto piccolo ed è rilevabile solo con strumenti molto precisi (come gli orologi atomici)....mentre l'effetto risulta molto significativo alle velocità "relativistiche"(appunto quelle asintoticamente vicine a quelle della luce)......quanto al concetto della curvatura dello spazio(-tempo) ti propongo una immagine intuitiva molto semplice; prova ad immaginare un grande lenzuolo di tessuto parzialmente elastico ,teso agli estremi perimetrali tra due cavalletti, un po' come quello che serve ai pompieri per accogliere quelli che si buttano giù dai palazzi [SM=x1293166] .....il lenzuolo all'inizio è bello teso e appare liscio e senza avvallamenti.....poi immagina di metterci sopra una ghianda....la ghianda pesa poco (ha poca massa) e quasi non riesce a deformare il lenzuolo , che pure è elastico, ma in effetti se si va molto vicino al punto di contatto si può notare una microfossetta.....poi proviamo a mettere una boccia di quelle che si usano per giocare in spiaggia: essa è molto più grossa e pesa molto di più della ghianda...la boccia crea un serio avvallamento nel lenzuolo....andiamo oltre e poggiamo una palla di cannone (quelle che si usavano nei velieri da guerra del '700 [SM=x1293166] ....pesando moltissimo , quasi il lenzuolo si piega talmente , che molta parte del tessuto avvolge l'oggetto(e magari dopo un po' il tessuto si strappa e si crea un buco [SM=g1536018] .....la metafora è presto spiegata: il lenzuolo è lo spazio-tempo(cronotopo), la ghianda è un pianeta (come la terra ), la boccia è una stella (come il sole) e la palla di cannone è una stella massiccia a fine vita, che si trasforma alla fine in un buco nero (che lacera, in tutti i sensi lo spazio-tempo).....questa è la curvatura del cronotopo e ha implicazioni fondamentali e meravigliose per il nostro universo e per il suo funzionamento............. ci sarebbe tantissimo da dire ancora, tutti i thread e i post di questo forum non arriverebbero neppure ad intaccare minimamente tutto quello che ci sarebbe da dire( e che so...alla faccia della modestia [SM=x1293145] )

    buona notte [SM=g27823]
  • OFFLINE
    mulo.
    Post: 4,942
    Post: 4,942
    Registered in: 2/3/2007
    Registered in: 2/3/2007
    Location: MILANO
    Age: 50
    Gender: Male
    Master User
    00 1/24/2010 2:29 PM
    ....comunque questi son argomenti che non "tirano"....giusto nei documentari del periodo natalizio, qualche rara volta [SM=x1293166]
2