Freeforumzone mobile

I TESTIMONI DI GEOVA E LE VERITA'... NON VERE

  • Posts
  • OFFLINE
    ilnonnosa
    Post: 280
    Registered in: 1/14/2008
    Junior User
    00 1/2/2009 6:22 PM

    In una famiglia erano venuti “due anziani” dei testimoni di Geova per tentare di recuperare un giovane che li aveva abbandonati perché aveva aperto gli occhi sui disinvolti metodi della Società Torre di Guardia. Quando ha presentato una delle tante manipolazioni fatte dal Corpo Direttivo dei tdG su un dato argomento per sostenere la loro tesi, ad esempio operata in La Torre di Guardia del 1/11/77 p. 671, dove la Società fa dire al noto traduttore biblico William Barclay esattamente il contrario di quello che ha detto. Uno di loro ha osato affermare e sostenere ripetutamente che quel modo di citare era onesto: perché “quanto citato era stato riportato… senza alcuna alterazione”.

    Del tutto inutile è stato far notare che anche l’omettere una parte essenziale del pensiero è alterazione: e che era stata saltata proprio la parte di ciò che Barclay intendeva dire; dunque, il pensiero di Barclay non era stato riportato ma semplicemente falsato. Di fronte a tale ovvio rilievo, il giovane si è sentito ripetere più e più volte: “Ma quanto è riportato dalla Torre di Guardia si trova, sì o no, in “Many Witnesses, One Lord” (1963), pagina 23? E allora? Di che ci accusi?”.

    In quel periodo, il giovane non aveva ancora trovato la preziosa affermazione del Corpo Direttivo a pagina 155 del Manuale per la scuola di Ministero Teocratico: “Ogni prova dev’essere usata onestamente. Non togliete una citazione dal contesto. Accertatevi che ciò che dite sia esattamente ciò che l’autorità citata voleva dire”. Sarebbe stato interessante vedere come l’avrebbero… vista applicata su questa Torre di Guardia.
    Comunque, un suo amico presente, memore della… “posizione” difesa da quel “anziano”, successivamente gli presentò un foglio: era la fotocopia delle pagine 296 e 297 del libro “Religione” del 1940 di Rutherford. In quella fotocopia, imitando il metodo dei puntini seguito dal Corpo Direttivo in La Torre di Guardia, aveva evidenziato quattro espressioni staccate fra loro (come se fossero separate da puntini). Ecco il risultato:

    “I fedeli seguaci di Cristo Gesù si recano ai popoli col messaggio di Geova, e dispensando tale genuino messaggio essi veramente “vendono” … e qual è il prezzo di vendita richiesto dai fedeli servitori di Geova? E che cosa ne deriva da tale negoziato? … una enorme paga per loro … Senza dubbio la vendita di costoro fu fatta ad una mescolata folla di abbindolati”.(Grassetto mio)

    Vorrei chiedere a voi – e a quel “anziano” di cui sopra – se questo sia un esempio di citazione corretta e onesta, solo “per il fatto che di quanto riportato non è stato cambiato alcunché”.

    Chiunque dovrebbe sottolineare che siffatta… “citazione” – artatamente tagliata e amputata – attribuirebbe a Rutherford un pensiero mai avuto, capace di fargli perdere la poltrona di presidente; e che i puntini evidenziano, sì, che il testo è citato soltanto in alcune parti, ma che dalle due pagine di “Religione” essi, i puntini, hanno tolto proprio affermazioni essenziali al tema trattato, fino a cambiare il messaggio globale di Rutherford.

    Questo, non è stato fatto proprio altrettanto dal Corpo Direttivo il “La Torre di Guardia” del 1/11/77? Il pensiero di William Barclay – chiaro e limpido – non è stato forse… “citato” con omissioni tali da alterarne la sostanza? Chi condannasse una sola delle due suesposte… “citazioni” userebbe doppio peso e doppia misura: e queste “son due cose in abominio presso il Signore” (Prov. 20:10).

    Questo microscopico esempio di citazione alterata dal Corpo Direttivo dei Testimoni di Geova vi porti a dubitare d’ogni citazione che vi sia proposta dai tdG, sia a voce che nelle roso stampe: non è forse vero che chi ha osato alterare la Parola di Dio non avrà alcun scrupolo di falsare quella degli uomini?

    Ciao. Ilnonnosa
  • OFFLINE
    Vecchia Marziana
    Post: 1,578
    Registered in: 2/17/2008
    Veteran User
    00 1/2/2009 6:33 PM
    Re:
    ilnonnosa, 02/01/2009 18.22:



    Del tutto inutile è stato far notare che anche l’omettere una parte essenziale del pensiero è alterazione: e che era stata saltata proprio la parte di ciò che Barclay intendeva dire; dunque, il pensiero di Barclay non era stato riportato ma semplicemente falsato. Di fronte a tale ovvio rilievo, il giovane si è sentito ripetere più e più volte: “Ma quanto è riportato dalla Torre di Guardia si trova, sì o no, in “Many Witnesses, One Lord” (1963), pagina 23? E allora? Di che ci accusi?”.



    E' straordinario notare che, per quanto pontifichino che la filosofia è srtumento di satana, poi la utilizzino con tanta abilità.

    Gabriella Prosperi
  • OFFLINE
    Achille Lorenzi
    Post: 11,988
    Registered in: 7/17/2004
    Gold User
    00 1/2/2009 6:50 PM
    ilnonnosa ha scritto:

    ...Comunque, un suo amico presente, memore della… “posizione” difesa da quel “anziano”, successivamente gli presentò un foglio: era la fotocopia delle pagine 296 e 297 del libro “Religione” del 1940 di Rutherford. In quella fotocopia, imitando il metodo dei puntini seguito dal Corpo Direttivo in La Torre di Guardia, aveva evidenziato quattro espressioni staccate fra loro (come se fossero separate da puntini). Ecco il risultato:

    “I fedeli seguaci di Cristo Gesù si recano ai popoli col messaggio di Geova, e dispensando tale genuino messaggio essi veramente “vendono” … e qual è il prezzo di vendita richiesto dai fedeli servitori di Geova? E che cosa ne deriva da tale negoziato? … una enorme paga per loro … Senza dubbio la vendita di costoro fu fatta ad una mescolata folla di abbindolati”.(Grassetto mio)

    Vorrei chiedere a voi – e a quel “anziano” di cui sopra – se questo sia un esempio di citazione corretta e onesta, solo “per il fatto che di quanto riportato non è stato cambiato alcunché”.

    Chiunque dovrebbe sottolineare che siffatta… “citazione” – artatamente tagliata e amputata – attribuirebbe a Rutherford un pensiero mai avuto, capace di fargli perdere la poltrona di presidente; e che i puntini evidenziano, sì, che il testo è citato soltanto in alcune parti, ma che dalle due pagine di “Religione” essi, i puntini, hanno tolto proprio affermazioni essenziali al tema trattato, fino a cambiare il messaggio globale di Rutherford.

    Ecco le pagine del libro in questione, che ilnonnosa mi ha inviato e chiesto di pubblicare nel forum:




  • OFFLINE
    Muscoril
    Post: 2,060
    Registered in: 7/8/2004
    Veteran User
    00 1/2/2009 8:25 PM
    Carissimo ilnonnosa,

    Ho trovato molto interessante quanto hai postato. Penso dovrebbe fare breccia in una mente onesta, ma bisogna pur sempre fare i conti con le barriere psicologiche create dalla WTS nei TdG, cosa che a suo tempo io stesso ho subito e conosco quanto siano efficaci. Sono comunque fiducioso che questo tuo contributo possa aiutare qualcuno.

    I miei piu' sentiti complimenti
    Matisse

    La verita' non danneggia mai una giusta causa. M. K. GANDHI
  • OFFLINE
    ilnonnosa
    Post: 405
    Registered in: 1/14/2008
    Senior User
    00 4/25/2009 8:39 PM

    Il Corpo Direttivo dei testimoni di Geova, pur di sostenere la loro veduta circa la data del 607 a.C. come anno della distruzione di Gerusalemme, incorre a diversi “falsi” questo è un esempio:

    “Quindi Nabucodonosor si mosse una seconda volta per punire Joiakim. Ciò avvenne nel 618 a.C. – Vedere l’Harper’s Bible Dictionary di M. S. e J. L. Miller, edizione del 1952, pagina 306, sotto “Joiakim”. (La Torre di Guardia, 15/3/1965 p. 183)

    Sembrerebbe, quindi, che il Corpo Direttivo abbia trovato un’autorità a sostegno della sua cronologia; ma non è così. Consultando “L’Harper’s Bible Dictionary” del 1952, p. 306, ogni lettore si può rendere conto che la durata del regno di Joiakim viene datata dal 609 al 598 a. C.; queste date non hanno alcuna relazione col 618 a. C. menzionato dalla Torre di Guardia. Perciò, non si spiega perché il Corpo Direttivo citi “L’Harper’s Bible Dictionary” dal momento che esso non sostiene il punto di vista cronologico del Corpo Direttivo.

    In questo caso, il Corpo Direttivo, si dà da solo del bugiardo:

    “Bugiardo non è chi, per sbaglio, dice involontariamente una falsità. Bugiardo è chi dice consapevolmente una menzogna, con lo scopo di ingannare e sviare. Menzogne e verità non vanno d’accordo”. (La Torre di Guardia 1/1/1972 p. 21)

    Così pontificia lo “Schiavo fedele e discreto”:

    “Bugia e bugiardi sono odiati da Geova”- Prov. 6:16-19 (La Torre di Guardia 1/10/1967 p.599)

    “L’organizzazione non darà mai informazioni errate inconsapevolmente”
    (La Torre di Guardia, 15/6/1963 p. 381)

    “Tutti i veri servitori di Geova Dio e i sinceri seguaci di Gesù Cristo dovrebbero perciò prestare molta attenzione a non attestare mai il falso. Sì, diamo sempre ascolto al consiglio di ‘dire la verità’” (Svegliatevi! 8/6/1971 p. 30)

    “Accuratezza nelle informazioni. I testimoni di Geova sono un’ organizzazione di verità. Dovremmo voler dichiarare la verità ed essere sempre assolutamente accurati in tutti i particolari. Questo si dovrebbe fare non solo riguardo alle dottrine ma anche nelle citazioni, in ciò che diciamo intorno ad altri o nel modo in cui rappresentiamo, e negli argomenti che implicano dati scientifici o notizie di cronaca”. (Manuale per la scuola di Ministero Teocratico, 1992 p. 110)

    “Oltre a controllare l’attendibilità delle fonti, considerate attentamente come pensate di usare le informazioni. Accertatevi di usare le citazioni e le statistiche in armonia col contesto da cui sono tratte. State attenti che, nel tentativo di esprimervi vigorosamente, “alcuni” non diventino “la maggioranza”, “molti” non diventino “tutti” e “in qualche caso” non si trasformi in “sempre”. Gonfiare una storia o una notizia per quanto riguarda numeri, portata o gravità fa sorgere dubbi sulla credibilità di chi parla”.
    (Traete beneficio dalla Scuola di Ministero Teocratico, 2001 p. 225)

    Tutte belle parole. Ma questa è ipocrisia! Ovvero simulazione di buone qualità a fine d’ingannare.

    Ciao. Ilnonnosa
  • OFFLINE
    Achille Lorenzi
    Post: 12,762
    Registered in: 7/17/2004
    Gold User
    00 4/25/2009 8:57 PM
    ilnonnosa ha scritto:

    Il Corpo Direttivo dei testimoni di Geova, pur di sostenere la loro veduta circa la data del 607 a.C. come anno della distruzione di Gerusalemme, incorre a diversi “falsi” questo è un esempio:

    “Quindi Nabucodonosor si mosse una seconda volta per punire Joiakim. Ciò avvenne nel 618 a.C. – Vedere l’Harper’s Bible Dictionary di M. S. e J. L. Miller, edizione del 1952, pagina 306, sotto “Joiakim”. (La Torre di Guardia, 15/3/1965 p. 183)

    Sembrerebbe, quindi, che il Corpo Direttivo abbia trovato un’autorità a sostegno della sua cronologia; ma non è così. Consultando “L’Harper’s Bible Dictionary” del 1952, p. 306, ogni lettore si può rendere conto che la durata del regno di Joiakim viene datata dal 609 al 598 a. C.; queste date non hanno alcuna relazione col 618 a. C. menzionato dalla Torre di Guardia. Perciò, non si spiega perché il Corpo Direttivo citi “L’Harper’s Bible Dictionary” dal momento che esso non sostiene il punto di vista cronologico del Corpo Direttivo.

    Infatti in questa pagina non c'è nulla che sostenga la cronologia della WTS. Evidentemente hanno citato questo dizionario (confidando forse nel fatto che quasi nessuno avrebbe consultato la fonte originale) per cercare di dare un tono di autorevolezza alla loro cronologia, cronologia che non ha invece il sostegno di nessuno storico al mondo.

    La pagina dell’Harper’s Bible Dictionary:


  • OFFLINE
    mancagraziella
    Post: 1,089
    Registered in: 5/20/2007
    Veteran User
    00 4/26/2009 7:40 PM
    re
    Grazie a ilnonnosa ! [SM=x570905] i tuoi contributi sono sempre più importanti per smascherare l'ipocrisia di questa società !Non ho parole!Grazia [SM=x570865]
  • prays
    00 4/27/2009 9:52 AM
    Non penso proprio che la citazione dell’Harper’s Bible Dictionary sia stata usata come "autorità a sostegno della sua cronologia" come infidamente cerca di far credere il nonnosa, ma semplicemente a sostegno di come si sono svolti i fatti relativi alla vita di Ioiachim, così come sono narrati nei paragrafi da 7 a 13 alle pagine 182-183 del Torre di Guardia...

    ...ma probabilmente la mia mente è troppo condizionata.
  • OFFLINE
    Vecchia Marziana
    Post: 2,634
    Registered in: 2/17/2008
    Veteran User
    00 4/27/2009 9:58 AM
    Re:
    prays, 27/04/2009 9.52:

    Non penso proprio che la citazione dell’Harper’s Bible Dictionary sia stata usata come "autorità a sostegno della sua cronologia" come infidamente cerca di far credere il nonnosa, ma semplicemente a sostegno di come si sono svolti i fatti relativi alla vita di Ioiachim, così come sono narrati nei paragrafi da 7 a 13 alle pagine 182-183 del Torre di Guardia...

    ...ma probabilmente la mia mente è troppo condizionata.



    Sai, il problema è che non tutti i proseliti sono probabilmente in grado di afferrare questa sottigliezza.
    Gabriella
  • prays
    00 4/27/2009 10:26 AM
    Re: Re:
    Vecchia Marziana, 27/04/2009 9.58:



    Sai, il problema è che non tutti i proseliti sono probabilmente in grado di afferrare questa sottigliezza.
    Gabriella


    Non cambia niente. Se si vuole fare il gioco delle citazioni, allora è meglio farlo come si deve. Se accusi qualcuno di usare le citazioni a proprio uso e consumo, non ci fai una bella figura se poi fai la stessa cosa.
    Anche perchè c'è da dire che un dizionario biblico del 1952 citato nel 1965 (probabilmente in inglese 1 anno prima) era a portata di mano di una buona metà dei tdG di quel tempo. Naturalmente la mia è una stima approssimativa in quanto non sono andato a controllare quanti eravamo nel 1965, ma suppongo che la maggior parte si trovassero in nazioni in cui si parlava correntemente l'inglese.

  • OFFLINE
    Vecchia Marziana
    Post: 2,636
    Registered in: 2/17/2008
    Veteran User
    00 4/27/2009 10:45 AM
    Re: Re: Re:
    prays, 27/04/2009 10.26:


    Naturalmente la mia è una stima approssimativa



    Anche quanto sto per affermare è frutto di una stima approssimativa, ma è pur vero che, in cinque anni di frequentazione, non ho conosciuto alcun Testimone che facesse questo tipo di uso delle ricerche.
    Fatalità, fiducia, acquiescenza o italica pigrizia?
    Gabriella
  • _mackenzie_
    00 4/27/2009 11:19 AM
    Re: Re: Re: Re:
    Riuscite a postare qui la pagina de La Torre di Guardia, 15/3/1965 p. 183 a ci fate riferimento, vorrei leggere il paragrafo in questione completo...

    Leggo:
    “Quindi Nabucodonosor si mosse una seconda volta per punire Joiakim. Ciò avvenne nel 618 a.C. – Vedere l’Harper’s Bible Dictionary di M. S. e J. L. Miller, edizione del 1952, pagina 306, sotto “Joiakim”. (La Torre di Guardia, 15/3/1965 p. 183)


    prays, 27/04/2009 9.52 dice:
    Non penso proprio che la citazione dell’Harper’s Bible Dictionary sia stata usata come "autorità a sostegno della sua cronologia" come infidamente cerca di far credere il nonnosa, ma semplicemente a sostegno di come si sono svolti i fatti relativi alla vita di Ioiachim, così come sono narrati nei paragrafi da 7 a 13 alle pagine 182-183 del Torre di Guardia.

    Da quanto riportato della Torre di guardia e inserito sopra sembra proprio che l'Harper’s Bible Dictionary sia messo li per sostenere il discorso della data in particolar modo... ma mi riservo di vedere il tutto in forma più estesa, se riuscite ad inserirlo bene, altrimenti andrò a rispolverare il volume, ma mi ci vorrà del tempo. Grazie!

    Ad ogni modo penso che quando si cita una fonte, oggetto di ricerca accurata, bisognerebbe leggerla bene ed avere l'umiltà di rendersi conto se sostiene o meno i nostri ragionamenti, non citarla ugualemente acnhe a rischio di incorrere in casi dubbi come questo, e ciò vale per tutti anche per "lo schiavo". [SM=x570880]

    Mac
    [Edited by _mackenzie_ 4/27/2009 11:20 AM]
  • OFFLINE
    berescitte
    Post: 6,481
    Registered in: 7/13/2004
    Master User
    00 4/30/2009 7:42 PM
    Dice _mackenzie_

    >Ad ogni modo penso che quando si cita una fonte, oggetto di ricerca accurata, bisognerebbe leggerla bene ed avere l'umiltà di rendersi conto se sostiene o meno i nostri ragionamenti, non citarla ugualemente acnhe a rischio di incorrere in casi dubbi come questo, e ciò vale per tutti anche per "lo schiavo".

    APPLAUDO E DICO...
    Bravo! Allora vai a "leggere bene" il carteggio tra WT e Le Monnier circa la citazione di "xylon" fatta su Ragioniamo. La trovi nel sito.
    Leggiti testo e contesto sia del dizionario che delle lettere e poi prova a dire che ragiona male la Le Monnier se rimbrotta Farneti che protesta che la citazione è corretta, dicendogli:

    «La frase "Caio non è un criminale" non si può citare nella forma: "Caio (...) è un criminale".
    Ora, grosso modo, questo è stato fatto nella vostra pubblicazione, che svolgeva il seguente ragionamento: Cristo fu appeso ad una trave e non a una croce, infatti xylon significa trave e non croce, come conferma anche il Liddell-Scott. (Segue la citazione incompleta, da cui è stata proprio tolta l'accezione "la croce N.T." (N.T. Nuovo Testamento).»
    Pace e bene
    Bery
    _______________________
    PS per la cronaca.
    Il... contropiede realizzato potando opportunamente parti del discorso di Rutherford, è stato uno scherzo ideato originariamente dal GRIS di Roma circa 20 anni fa.
    ----------------------
    est modus in rebus
  • OFFLINE
    Achille Lorenzi
    Post: 12,806
    Registered in: 7/17/2004
    Gold User
    00 4/30/2009 8:04 PM
    prays ha scritto:

    Non penso proprio che la citazione dell’Harper’s Bible Dictionary sia stata usata come "autorità a sostegno della sua cronologia" come infidamente cerca di far credere il nonnosa, ma semplicemente a sostegno di come si sono svolti i fatti relativi alla vita di Ioiachim, così come sono narrati nei paragrafi da 7 a 13 alle pagine 182-183 del Torre di Guardia...

    L'"infidamente" lo si può (deve) evitare, anche perché leggendo Svegliatevi! ho pensato anch'io che il dizionario citato dalla WTS sostenesse la data del 618. E penso che la maggior parte dei lettori giunga alla stessa conclusione.

    «Quindi Nabucodonosor si mosse una seconda volta per punire Joiakim. Ciò avvenne nel 618 a.C. – Vedere l’Harper’s Bible Dictionary di M. S. e J. L. Miller, edizione del 1952, pagina 306, sotto “Joiakim”». (La Torre di Guardia, 15/3/1965 p. 183).

    Visto che certamente non tutti i TdG avranno questo dizionario, e che al di fuori del mondo di lingua inglese praticamente nessun TdG lo aveva al tempo in cui venne scritto l'articolo (e penso anche in seguito), la citazione è a dir poco fuorviante. Si menziona un avvenimento e si cita una data in cui questo avvenimento sarebbe avvenuto. E poi si rimanda ad un dizionario che, come conseguenza logica, dovrebbe fornire un sostegno a quanto si è affermato in precedenza, compresa la data.

    Per evitare "equivoci" la WTS avrebbe dovuto formulare la frase in questo modo:

    «“Quindi Nabucodonosor si mosse una seconda volta per punire Joiakim. (Vedere l’Harper’s Bible Dictionary di M. S. e J. L. Miller, edizione del 1952, pagina 306, sotto “Joiakim”). Ciò avvenne nel 618 a.C.».

    Così non ci sarebbe nessuna possibilità di fraintendere.
    Ma la frase, così come è stata scritta, lascia invece chiaramente intendere che il dizionario citato sostenga anche la data del 618.

    Achille
    [Edited by Achille Lorenzi 4/30/2009 8:05 PM]
  • OFFLINE
    Achille Lorenzi
    Post: 12,816
    Registered in: 7/17/2004
    Gold User
    00 5/1/2009 9:40 AM
    _mackenzie_, ha scritto:

    Riuscite a postare qui la pagina de La Torre di Guardia, 15/3/1965 p. 183 a ci fate riferimento, vorrei leggere il paragrafo in questione completo...

    Ecco la scansione della pagina:



    Il paragrafo menziona più volte delle date, specificando quali sarebbero quelle corrette. La citazione del dizionario sembra quindi avvalorare non solo lo svolgersi degli avvenimenti ma anche la cronologia a cui fa riferimento la rivista.

    Achille
  • _mackenzie_
    00 5/1/2009 11:04 AM
    Re:
    [QUOTE:93516132=Achille Lorenzi, 01/05/2009 9.40

    Il paragrafo menziona più volte delle date, specificando quali sarebbero quelle corrette. La citazione del dizionario sembra quindi avvalorare non solo lo svolgersi degli avvenimenti ma anche la cronologia a cui fa riferimento la rivista.

    Achille




    Le date non coincidono manco per niente... citare un dizionario biblico in quella maniera, sostenendo poi che in realtà è citato solo per avvalorare il sussuguirsi delle vicende ignorando totalmente che le date non coincidono proprio, è disonesto... e lo è ancora di più accampare scuse come quelle appena menzionate. Perchè invece di dire che il nonnosa cita infidamente delle fonti, Prays, non le si legge e poi ci si esprime? Di cosa "abbiamo" paura? Forse di scoprire che ci han preso per il sederino con un sacco di citazione autorevoli sapientemente riproposte per far tornare i conti di chi dispensa cibo e si auto-descrive come fedele e discreto? E' questo al'eppellativo per chi scrive cose in questa maniera?

    Aaah [SM=x570870]

    Mac
  • OFFLINE
    Sal80.
    Post: 36
    Registered in: 4/14/2009
    Junior User
    00 5/1/2009 11:58 AM
    Interessante questa rivista del 1965. Sono state pubblicate riviste più recenti, che parlano di queste date in questa maniera particolareggiata?
    Che io mi ricorda, solo nei libri come "perspicacia" o "daniele", vengono menzionate queste date. Hanno forse paura che qualcuno si prenda la briga di andare a guardare la veracidità delle loro affermazioni?

    Sal.
  • OFFLINE
    Vecchia Marziana
    Post: 2,700
    Registered in: 2/17/2008
    Veteran User
    00 5/1/2009 1:36 PM
    Re:
    Sal80., 01/05/2009 11.58:

    Interessante questa rivista del 1965. Sono state pubblicate riviste più recenti, che parlano di queste date in questa maniera particolareggiata?
    Che io mi ricorda, solo nei libri come "perspicacia" o "daniele", vengono menzionate queste date. Hanno forse paura che qualcuno si prenda la briga di andare a guardare la veracidità delle loro affermazioni?
    Sal.



    Prima della diffusione di internet era alquanto improbabile se non impossibile questo tipo di informazione, ma ora, che dipende solo dalla buona volontà del singolo, certo che hanno paura.
    Gabriella
  • OFFLINE
    Achille Lorenzi
    Post: 13,393
    Registered in: 7/17/2004
    Gold User
    00 6/13/2009 7:54 AM
    Ho messo nel sito una pagina con questa citazione ingannevole:

    www.infotdgeova.it/citazioni/harper.php

    Achille
  • prays
    00 6/13/2009 10:57 AM
    Re:
    Achille Lorenzi, 30/04/2009 20.04:

    prays ha scritto:

    Non penso proprio che la citazione dell’Harper’s Bible Dictionary sia stata usata come "autorità a sostegno della sua cronologia" come infidamente cerca di far credere il nonnosa, ma semplicemente a sostegno di come si sono svolti i fatti relativi alla vita di Ioiachim, così come sono narrati nei paragrafi da 7 a 13 alle pagine 182-183 del Torre di Guardia...

    L'"infidamente" lo si può (deve) evitare, anche perché leggendo Svegliatevi! ho pensato anch'io che il dizionario citato dalla WTS sostenesse la data del 618. E penso che la maggior parte dei lettori giunga alla stessa conclusione.

    «Quindi Nabucodonosor si mosse una seconda volta per punire Joiakim. Ciò avvenne nel 618 a.C. – Vedere l’Harper’s Bible Dictionary di M. S. e J. L. Miller, edizione del 1952, pagina 306, sotto “Joiakim”». (La Torre di Guardia, 15/3/1965 p. 183).

    Visto che certamente non tutti i TdG avranno questo dizionario, e che al di fuori del mondo di lingua inglese praticamente nessun TdG lo aveva al tempo in cui venne scritto l'articolo (e penso anche in seguito), la citazione è a dir poco fuorviante. Si menziona un avvenimento e si cita una data in cui questo avvenimento sarebbe avvenuto. E poi si rimanda ad un dizionario che, come conseguenza logica, dovrebbe fornire un sostegno a quanto si è affermato in precedenza, compresa la data.

    Per evitare "equivoci" la WTS avrebbe dovuto formulare la frase in questo modo:

    «“Quindi Nabucodonosor si mosse una seconda volta per punire Joiakim. (Vedere l’Harper’s Bible Dictionary di M. S. e J. L. Miller, edizione del 1952, pagina 306, sotto “Joiakim”). Ciò avvenne nel 618 a.C.».

    Così non ci sarebbe nessuna possibilità di fraintendere.
    Ma la frase, così come è stata scritta, lascia invece chiaramente intendere che il dizionario citato sostenga anche la data del 618.

    Achille

    Mi accorgo solo ora di essere stato quotato in questa "conversazione" di cui mi ero completamente dimenticato.Comunque, i riferimenti ad altre fonti, sono quasi (attenzione, ho detto "quasi") sempre citati alla fine del paragrafo o al limite in una nota in calce. Spesso (dico "spesso" e non "sempre") se il riferimento si trova all'interno del paragrafo è perchè segue una citazione diretta, cioè un virgolettato. Per cui non trovo sbagliata la frase visto che segue due paragrafi in cui si narrano vicende storiche di cui si parla in quel dizionario.


  • prays
    00 6/13/2009 11:14 AM
    Re: Re:
    _mackenzie_, 01/05/2009 11.04:




    Le date non coincidono manco per niente... citare un dizionario biblico in quella maniera, sostenendo poi che in realtà è citato solo per avvalorare il sussuguirsi delle vicende ignorando totalmente che le date non coincidono proprio, è disonesto... e lo è ancora di più accampare scuse come quelle appena menzionate. Perchè invece di dire che il nonnosa cita infidamente delle fonti, Prays, non le si legge e poi ci si esprime? Di cosa "abbiamo" paura? Forse di scoprire che ci han preso per il sederino con un sacco di citazione autorevoli sapientemente riproposte per far tornare i conti di chi dispensa cibo e si auto-descrive come fedele e discreto? E' questo al'eppellativo per chi scrive cose in questa maniera?

    Aaah [SM=x570870]

    Mac


    Non ho l'abitudine di rispondere senza prima aver fatto le mie valutazioni, e al contrario di te non ho dovuto farmi scansionare la pagina "incriminata", per cui lascia la tua indignazione per altre occasioni.

    Il riferimento al dizionario che tu dici sia stato messo per avvalorare una data, è invece evidente per chiunque non sia mentalmente condizionato, che aveva tutt'altro scopo.



    [Edited by prays 6/13/2009 11:15 AM]
  • OFFLINE
    Achille Lorenzi
    Post: 13,398
    Registered in: 7/17/2004
    Gold User
    00 6/13/2009 2:07 PM
    prays ha scritto:

    Il riferimento al dizionario che tu dici sia stato messo per avvalorare una data, è invece evidente per chiunque non sia mentalmente condizionato, che aveva tutt'altro scopo.

    Allora qui siamo tutti mentalmente condizionati, tranne te. Come ho scritto nel sito, riprendendo parte di questa discussione,

    «Chi legge la citazione del dizionario riportata nella "Torre di Guardia" non può che giungere alla conclusione che il dizionario sostenga la data del 618. ... la citazione è a dir poco fuorviante. Si menziona un avvenimento e si cita una data in cui questo avvenimento sarebbe avvenuto. E poi si rimanda ad un dizionario che, come conseguenza logica, dovrebbe fornire un sostegno a quanto si è affermato in precedenza, compresa la data. Per evitare "equivoci" la WTS avrebbe dovuto formulare la frase in questo modo: “Quindi Nabucodonosor si mosse una seconda volta per punire Joiakim. (Vedere l’Harper’s Bible Dictionary di M. S. e J. L. Miller, edizione del 1952, pagina 306, sotto “Joiakim”). Ciò avvenne nel 618 a.C.. Così non ci sarebbe nessuna possibilità di fraintendere. Ma la frase, così come è stata scritta, lascia invece chiaramente intendere che il dizionario citato sostenga anche la data del 618, e di conseguenza quella del 607 quale anno della caduta di Gerusalemme».

    Achille
  • Sonnyp
    00 6/13/2009 7:19 PM
    Caro Prays.....
    prays, 13/06/2009 11.14:


    Non ho l'abitudine di rispondere senza prima aver fatto le mie valutazioni, e al contrario di te non ho dovuto farmi scansionare la pagina "incriminata", per cui lascia la tua indignazione per altre occasioni.
    Il riferimento al dizionario che tu dici sia stato messo per avvalorare una data, è invece evidente per chiunque non sia mentalmente condizionato, che aveva tutt'altro scopo.





    È incredibile, caro fratello, come ancora tu possa credere nella data del 607, anzichè quella del 587 confermata dai più esimi studiosi, archeologi, e addetti ai lavori!

    Lo stesso Carl Olof Jonnson, incaricato dalla società a trovare dette conferme, dovette ONESTAMENTE riconoscere che tale data è errata, e per tali ricerche, fu vigliaccamente disassociato!

    Una domanda sincera Prays: ma cos'altro vi occorre, che non sia riportato nel sito di Lorenzi, per farvi rendere conto, che come dice
    _mackenzie_: Forse di scoprire che ci han preso per il sederino con un sacco di citazione autorevoli sapientemente riproposte per far tornare i conti di chi dispensa cibo e si auto-descrive come fedele e discreto?

    In questo stesso forum, mio caro, ci sono innumerevoli esperienze di gente che è uscita da voi per delle gravi motivazioni? Possibile che siano tutte prede di Satana fratello? O sono tutti così malvagi che hanno scelto l'apostasia, come la definite erroneamente voi, per andarsene dall'unica religione giusta? Non è che stai continuando a sognare le fiabe che ti hanno raccontato da bambino? Vedi, caro Prays, qua dentro, tutti credavamo a quei bei racconti sul paradiso, la risurezione.... la guarigione dalle infermità, ma... ora siamo cresciuti carissimo e come dice Paolo, non abbiamo più bisogno del latte, oltre tutto già predigerito! Io ti auguro con tutto il cuore che tu possa aprire gli occhi fratello mio, e renderti conto che qua dentro, siamo tutti gente onesta e non abbiamo cambiato nulla nel nostro cuore verso Dio! Anzi! Abbiamo sicuramente migliorato la nostra cultura! Provare per credere fratello! Shalom.
  • prays
    00 6/13/2009 9:06 PM
    Re:
    Achille Lorenzi, 13/06/2009 14.07:

    prays ha scritto:

    Il riferimento al dizionario che tu dici sia stato messo per avvalorare una data, è invece evidente per chiunque non sia mentalmente condizionato, che aveva tutt'altro scopo.

    Allora qui siamo tutti mentalmente condizionati, tranne te.


    Mi pare evidente, visto che continuate a fare congetture non provabili. Continuare a dire, come state facendo dall'inizio del 3d, che quel riferimento servisse come sostegno alla cronologia, quindi alle DATE, è una evidente supposizione che spacciate come certezza.



  • prays
    00 6/13/2009 9:07 PM
    Re: Caro Prays.....
    Sonnyp, 13/06/2009 19.19:





    È incredibile, caro fratello, come ancora tu possa credere nella data del 607, anzichè quella del 587 confermata dai più esimi studiosi, archeologi, e addetti ai lavori!

    Lo stesso Carl Olof Jonnson, incaricato dalla società a trovare dette conferme, dovette ONESTAMENTE riconoscere che tale data è errata, e per tali ricerche, fu vigliaccamente disassociato!

    Una domanda sincera Prays: ma cos'altro vi occorre, che non sia riportato nel sito di Lorenzi, per farvi rendere conto, che come dice
    _mackenzie_: Forse di scoprire che ci han preso per il sederino con un sacco di citazione autorevoli sapientemente riproposte per far tornare i conti di chi dispensa cibo e si auto-descrive come fedele e discreto?

    In questo stesso forum, mio caro, ci sono innumerevoli esperienze di gente che è uscita da voi per delle gravi motivazioni? Possibile che siano tutte prede di Satana fratello? O sono tutti così malvagi che hanno scelto l'apostasia, come la definite erroneamente voi, per andarsene dall'unica religione giusta? Non è che stai continuando a sognare le fiabe che ti hanno raccontato da bambino? Vedi, caro Prays, qua dentro, tutti credavamo a quei bei racconti sul paradiso, la risurezione.... la guarigione dalle infermità, ma... ora siamo cresciuti carissimo e come dice Paolo, non abbiamo più bisogno del latte, oltre tutto già predigerito! Io ti auguro con tutto il cuore che tu possa aprire gli occhi fratello mio, e renderti conto che qua dentro, siamo tutti gente onesta e non abbiamo cambiato nulla nel nostro cuore verso Dio! Anzi! Abbiamo sicuramente migliorato la nostra cultura! Provare per credere fratello! Shalom.


    Forse ti sfugge il fatto che i miei interventi non hanno lo scopo di difendere il 607 nè nessun'altra data....

  • OFFLINE
    Achille Lorenzi
    Post: 13,402
    Registered in: 7/17/2004
    Gold User
    00 6/13/2009 9:13 PM
    prays, 13/06/2009 21.06:


    Mi pare evidente, visto che continuate a fare congetture non provabili. Continuare a dire, come state facendo dall'inizio del 3d, che quel riferimento servisse come sostegno alla cronologia, quindi alle DATE, è una evidente supposizione che spacciate come certezza.

    Come vuoi, ti lascio con le tue convinzioni.
    Io ribadisco comunque che chiunque legga quella citazione non può che concludere che il dizionario citato sostenga la cronologia menzionata nelle righe precedenti.

    Achille
    [Edited by Achille Lorenzi 6/13/2009 9:31 PM]
  • OFFLINE
    ilnonnosa
    Post: 487
    Registered in: 1/14/2008
    Senior User
    00 7/11/2009 7:13 AM
    Perché questa volontà di non cambiare?

    La Società Torre di Guardia rigetta tutti i fatti sia biblici che storici. Essa ha dichiarato, “… ci siamo basati sulla struttura cronologica indicata nelle registrazioni bibliche ed abbiamo adattato ad essa la storia secolare, piuttosto che dare la precedenza a ciò che può essere attualmente accettato e popolare in materia di cronologia ma che spesso si basa su congetture o su evidenze che sono di una debolezza evidente”.
    (Aid to Bible Understanding, 1971, p. 155)

    Ciao Ilnonnosa
  • OFFLINE
    ottonio
    Post: 110
    Registered in: 7/9/2004
    Junior User
    00 7/12/2009 8:42 PM
    Ciao ilnonnosa,

    hai sbagliato nel citare questo?

    "L’organizzazione non darà mai informazioni errate inconsapevolmente”
    (La Torre di Guardia, 15/6/1963 p. 381)



    Significherebbe che se da informazioni errate, le darebbe solo consapevolmente (ma mai inconsapevolmente). [SM=x570867]
  • OFFLINE
    Vecchia Marziana
    Post: 3,515
    Registered in: 2/17/2008
    Master User
    00 7/13/2009 7:54 AM
    Re:
    ottonio, 12/07/2009 20.42:

    Ciao ilnonnosa,

    hai sbagliato nel citare questo?

    "L’organizzazione non darà mai informazioni errate inconsapevolmente”
    (La Torre di Guardia, 15/6/1963 p. 381)



    Significherebbe che se da informazioni errate, le darebbe solo consapevolmente (ma mai inconsapevolmente). [SM=x570867]


    Lapsus freudiano?
    Gabriella

  • OFFLINE
    barfedio
    Post: 282
    Registered in: 3/18/2009
    Junior User
    00 7/14/2009 3:53 PM
    Re: Re:
    Vecchia Marziana, 02/01/2009 18.33:



    E' straordinario notare che, per quanto pontifichino che la filosofia è srtumento di satana, poi la utilizzino con tanta abilità.

    Gabriella Prosperi




    ...abilità e, aggiungerei, spregiudicatezza.
    Inoltre concordo sul fatto che pochi tdg vanno a controllare le fonti d'informazione, probabilmente per mancanza di tempo. Mi é bastato vedere, in questi pochi mesi che sono nel forum, quanto tempo passo davanti al pc.

    Per Prays.
    S. Hassan, nel suo libro "Mentalmente liberi", chiede 'se foste sottoposti a controllo mentale, vi accorgereste di essere controllati?' Ovviamente no.
    Mentre tu cadi da un grattacielo (o se vuoi dalla Torre), la WT$ continua a dirti "tranquillo, ti salverai" ...Ovviamente fino all'altezza del primo piano non ti accadrà nulla, perchè la WT$ ti ha convinto che nulla di male ti succederà.
    Ma ti prego, e te lo dico amichevolmente, prova almeno una volta ad essere imparziale e 'controllare tu stesso' come scrive spesso la TdG.

  • Passa alla versione desktop