00 12/16/2008 3:56 PM
Fonte "repubblica.it"
Il progetto dell’«Alpine Capsula» - firmato da Ross Lovegrove - è un’idea, all’origine, di Moritz Craffonara titolare del Club Moritzino sul Piz la Ila. Che ieri, alla presentazione, era molto soddisfatto: «È l’attenzione mondiale per l’«Alpine Capsula» che mi ha sorpreso. Io ho finanziato il progetto per realizzare un sogno personale. Ma sono certo che l’opera, una volta realizzata, rivoluzionerà il mercato. I primi segnali sono inequivocabili. Si sono infatti già mosse grandi aziende internazionali, in attesa del prototipo». Ma chi lo realizzerà? «La corsa è proprio in questa direzione: evidentemente è stato fiutato l’affare. Un’equipe giapponese, per quanto ne so, sta già lavorando da mesi alla soluzione ideale. Il designer mi ha confermato di essere subissato di richieste. Per ora ha fatto il modellino che purtroppo non è arrivato in tempo per la presentazione proprio qui in Alta Badia. Ma i vari rendering sono decisamente interessanti. Passare alla realizzazione della Capsula sarà la fase successiva ma c’è già l’indicazione, dello stesso Lovegrove, che dovrà essere trasportabile e comunque non ancorata al terreno proprio per evitare la cubatura». Un’idea, quella di Craffonara, che è già vincente. «Ho la fortuna di essere a contatto con la natura. Perché, ho pensato, di questo vantaggio non possono godere anche altri senza bisogno di ricorrere al cemento?» Ma le dimensioni - 6,5 metri di larghezza per 3 metri di altezza - non sono un po’ troppo ridotte? «Ma bastano per due persone, visto che la Capsula comunque sarà dotata di tutti i servizi necessari, quelli igienici compresi». Un micro hotel? «Perché no? Penso, per esempio, anche ad uno spazio ideale per mini conferenze per uomini d’affari di altissimo livello». Prospettive dunque anche turistiche? «È presto per parlarne. Forse è soltanto un sogno. Sarebbe un gran colpo se questa moderna Capsula Alpina partisse proprio dall’Alta Badia per lanciare un tipo di costruzione, e quindi del turismo, più rispettosi dell’ambiente».


Ecco come si presenta: