zsbc08

Scossa di grado 6,5 in Cina

  • Posts
  • OFFLINE
    zsbc08
    Post: 1,238
    Location: GANGI
    Age: 55
    Gender: Male
    00 11/28/2008 6:06 PM
    Terremoti: scossa a Sumatra
    » 2008-11-28 13:33
    Terremoti: scossa a Sumatra
    Epicentro in mare a 88 miglia sud- sudovest a largo Bengkulu
     (ANSA) - SINGAPORE, 28 NOV - Una scossa di terremoto di magnitudo 6,0 ha colpito l'isola di Sumatra, in Indonesia. Lo riferisce l'Istituto geologico Usa. Il sisma - per il quale non e' stato lanciato alcun allarme tsunami - ha avuto il suo epicentro in mare a 88 miglia sud-sudovest al largo di Bengkulu, a una profondita' di 21,7 miglia, ha precisato l'Istituto.
  • OFFLINE
    zsbc08
    Post: 1,238
    Location: GANGI
    Age: 55
    Gender: Male
    00 11/29/2008 12:22 PM
    Sisma in province Caltanissetta e Agrigento
    » 2008-11-29 08:36
    Sisma in province Caltanissetta e Agrigento
    Magnitudo 4, 2. Protezione civile, nessun danno a persone e cose
    (ANSA) - ROMA, 29 NOV - Un sisma di magnitudo 4.2 e' stato registrato alle 00.39 di oggi nelle province di Caltanissetta e Agrigento. L'epicentro e' stato localizzato dall'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia tra i comuni di Mussumeli, Casteltermini e Cammarata. Dalle verifiche effettuate dal Dipartimento della Protezione civile non risultano al momento danni a persone e/o cose.
  • OFFLINE
    zsbc08
    Post: 1,238
    Location: GANGI
    Age: 55
    Gender: Male
    00 12/2/2008 4:00 PM
    » 2008-12-02 12:13
    Terremoti: Taiwan, scossa 6 Richter
    Epicentro e 30 km di profondita', nessun danno
     (ANSA) - TAIPEI, 2 DIC - Un terremoto di magnitudo 6,0 sulla scala Richter ha colpito il sud di Taiwan, ma non ci sono al momento notizie di danni a persone o cose. L'epicentro del terremoto e' stato localizzato a 31 km a nord est di Chenggong, sulla costa orientale, a una profondita' di 30 km. Lo ha reso noto L'ufficio meteorologico centrale.
  • OFFLINE
    zsbc08
    Post: 1,238
    Location: GANGI
    Age: 55
    Gender: Male
    00 12/6/2008 10:15 AM
    Sisma di magnitudo 5,1 in California, nessun danno.
    RaiNew24.it

    San Diego | 6 dicembre 2008
    Sisma di magnitudo 5,1 in California, nessun danno
    La California dal satellite
    La California dal satellite

    Una moderata scossa di terremoto ha investito il deserto di Mojave della California ed e' stato avvertito da San Diego a Los Angeles.

    L'Istituto americano di geofisica (Usgs) ha precisato che si e' trattato di una scossa di magnitudo 5,1, rivedendo cosi' la precedente stima di 5,5 sulla scala Richter. L'epicentro e' stato localizzato in pieno deserto, circa 193 chilometri a est di Los Angeles.

    Non ci sono al momento notizie di danni. Il sismologo dell'Usgs, Richard Buckmaste, ha dichiarato che il terremoto "e' stato relativamente poco profondo e se si fosse verificato in una zona piu' popolosa avrebbe causato molti danni". "E' avvenuto in mezzo al deserto, in mezzo al nulla", ha aggiunto.





    » 2008-12-06 09:17
    Forte sisma in California
    Epicentro in una zona desertica a 200 km da Los Angeles
    (ANSA) - LOS ANGELES, 6 DIC - Un terremoto di magnitudo 5,5 sulla scala Richter ha colpito la California. Lo ha annunciato l'Istituto geofisico Usa (USGS). L'epicentro e' stato registrato in una zona poco popolata - nel deserto di Mojave, a 188 km a nord-est da Los Angeles - e a 5 km di profondita'. La scossa e' stata avvertita in gran parte della regione, dove vivono 22 milioni di abitanti, e anche a Las Vegas, a 200 km a nord-est.




    Roma | 6 dicembre 2008
    Lieve sisma in provincia di Palermo
    Sismografo
    Sismografo

    Un terremoto di magnitudo 2.8 e' stato localizzato alle 23.53 nel distretto sismico della costa siciliana settetrionale, nelle province di Palermo e Messina. Il sisma e' stato registrato dagli strumenti dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia a una profondita' di 32,3 chilometri, con epicentro Castelbuono e Pollina.

    Interessati anche i comuni di Cefalu', Collesano, Geraci Siculo, Gratteri, Isnello, Lascari, Petralia Sottana, Petralia Soprana, San Mauro Castelverde, in provincia di Palermo, e Motta D'Affermo, Pettineo e Tusa, nel messinese. Non si registrano danni a persone e cose.

    [Edited by zsbc08 12/6/2008 11:15 AM]
  • OFFLINE
    zsbc08
    Post: 1,238
    Location: GANGI
    Age: 55
    Gender: Male
    00 12/9/2008 10:38 AM
    Scoppia incendio in una centrale nucleare terremotata in Giappone, un ferito
    Da: RaiNews.it

    Giappone | 8 dicembre 2008
    Scoppia incendio in una centrale nucleare terremotata in Giappone, un ferito
    Incendio in un reattore di una centrale nucleare in Giappone
    Incendio in un reattore di una centrale nucleare in Giappone

     Un uomo e' rimasto lievemente ferito in un incendio scoppiato oggi in un reattore della centrale
    nucleare di Kashiwzaki-kariwa, nel Giappone settentrionale, l'impianto colpito da un forte sisma nel luglio 2007 e da allora chiuso per i lavori di messa in sicurezza.

    L'incidente, secondo quanto riferisce il gestore della struttura, Tokyo Power Electric Co.,  e' avvenuto in mattinata nell'edificio che ospita la turbina del reattore n. 6, senza causare perdite di materiale radioattivo.

    L'incendio, di dimensioni contenute e subito spento dal personale presente sul posto, e' divampato mentre gli operai erano impegnati in lavori di saldatura. Uno di essi, raggiunto
    dalle fiamme, e' stato curato nell'infermeria della centrale e  non e' in gravi condizioni .

    L'impianto di Kashiwazaki-kariwa, il piu' grande al mondo con una potenza di 8.212 mega watt, e' fermo dal 16 luglio 2007, quando un sisma di 6,8 gradi su scala Richter colpi' la prefettura di Niigata provocando la morte di 11 persone e oltre 3mila senzatetto.

    Il gestore prevede di riaccendere uno dei sette reattori del sito il prossimo anno per procedere ai primi test funzionali in vista della riapertura della centrale, le cui operazioni sono
    ancora sospese a tempo indefinito.  

  • OFFLINE
    zsbc08
    Post: 1,238
    Location: GANGI
    Age: 55
    Gender: Male
    00 12/10/2008 11:07 AM
    Papua Nuova Guinea: onde giganti
    » 2008-12-10 11:01
    Papua Nuova Guinea: onde giganti
    Sono state evacuate oltre 1. 500 persone, case sotto 2 m di acqua
     (ANSA)- SYDNEY, 1 DIC -Una serie di onde colossali ha flagellato ieri per circa sei ore la costa nordorientale di Papua Nuova Guinea e le isole vicine, nel Pacifico. Le ondate hanno causato l'evacuazione di oltre 1.500 persone. Numerosi villaggi sono rimasti sommersi sotto 2 metri d'acqua,ma non si segnalano vittime.Colpita anche la capitale provinciale Wewak,dove hanno dovuto essere evacuati numerosi edifici,fra cui l'ospedale.Le mega onde hanno riportato alla memoria lo tsunami che nel 1998 causo' quasi 3.000 vittime.
  • OFFLINE
    zsbc08
    Post: 1,238
    Location: GANGI
    Age: 55
    Gender: Male
    00 12/12/2008 9:55 AM
    Esplosione in una miniera russa
    DA: RaiNews24.t

    Mosca | 12 dicembre 2008
    Esplosione in una miniera russa, almeno 9 morti e tre dispersi
    Miniera
    Miniera

    E' di almeno nove operai morti e di altri tre dispersi il bilancio di un'esplosione avvenuta in una miniera di fosfati vicino a Kirovsk, citta' della regione di Murmansk, nel nord-ovest della Russia, situata a circa 1.500 chilometri da Mosca.

    Lo ha reso noto l'agenzia di stampa statale 'Ria-Novosti', citando fonti delle autorita' locali, secondo cui la deflagrazione e' avvenuta ieri sera a causa dell'innesco accidentale di una carica esplosiva nel corso dei lavori di scavo. Ulteriori sei minatori sono rimasti feriti, tre dei quali in modo serio. Dal crollo dell'Unione Sovietica, nel '91, il settore minerario russo ha sistematicamente ricevuto finanziamenti insufficienti, specie per quanto riguarda la sicurezza, e ogni anno fa registrare numerosi incidenti.

  • OFFLINE
    zsbc08
    Post: 1,238
    Location: GANGI
    Age: 55
    Gender: Male
    00 12/16/2008 4:59 PM
    Sciame sismico nel Catanese, scosse fino a 4 gradi Richter
    Catania | 16 dicembre 2008
    Sciame sismico nel Catanese, scosse fino a 4 gradi Richter
    Inserire didascalia
    Inserire didascalia

    Un sciame sismico ha interessato nella notte fino alle prime ore del mattino l'area dell'Etna. Almeno nove le scosse a partire dalle 2.48 fino alle 6.03, di magnitudo variabile da 2.5 a 4, registrate dagli strumenti dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia con epicentro Belpasso, Nicolosi, Biancavilla, Camporotondo etneo, Paterno', Santa Maria di Licodia e Ragalna

  • OFFLINE
    zsbc08
    Post: 1,238
    Location: GANGI
    Age: 55
    Gender: Male
    00 12/18/2008 8:11 AM
    Scossa di terremoto tra Sicilia e Calabria
    Roma | 17 dicembre 2008
    Scossa di terremoto tra Sicilia e Calabria
    Sismografo
    Sismografo

    Una forte scossa di terremoto è stata registrata dagli strumenti dell'istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia tra la Sicilia e la Calabria.

    La scossa è stata nettamente avvertita dalla popolazione. La scossa di terremoto avvertita questa sera dalla popolazione in Sicilia e Calabria ha avuto come epicentro un tratto di mare a 40 km a largo di Paola, in provincia di Cosenza. La magnitudo registrata dagli strumenti, rende noto il dipartimento della Protezione Civile è 5.0. L'epicentro del sisma è stato individuato a 220 km di profondita'. Dalle verifiche effettuate non risultano al momento danni a persone o a cose.

  • OFFLINE
    zsbc08
    Post: 1,238
    Location: GANGI
    Age: 55
    Gender: Male
    00 12/18/2008 8:29 AM
    Da: RaiNews24.it

    Cina | 18 dicembre 2008
    In Cina diciotto operai rimasti intrappolati in una miniera di carbone
    Minatori cinesi
    Minatori cinesi

     Un'esplosione in una miniera di carbone in Cina e diciotto minatori rimasti intrappolati nei pozzi è il bilancio di un nuovo incidente avvenuto ieri pomeriggio nella citta' di Lianyuan, nella provincia di Hunan. La notizia e' stata diffusa dall'agenzia  ufficiale Xinhua.

     Al momento dell'esplosione nei pozzi c'erano 32 minatori, quattordici dei quali sono riusciti a
    mettersi in salvo.


  • OFFLINE
    zsbc08
    Post: 1,238
    Location: GANGI
    Age: 55
    Gender: Male
    00 12/19/2008 10:24 AM
    Da: RaiNews24.it

    Santiago del Cile | 18 dicembre 2008
    Forte scossa di terremoto nelle regioni centrali del Cile
    Cile
    Cile

    Un sisma di magnitudo 6,1 ha colpito le regioni centrali del Cile: lo ha reso noto la protezione civile cilena. Al momento non ci sono notizie di vittime o danni.

    La scossa, durata circa 45 secondi, si è verificata alle 18.18 ora locale (le 22.18 in Italia) con epicentro al largo di Valparaiso, un centinaio di chilometri a ovest della capitale Santiago.

    Circa mezz'ora dopo si è registrata una scossa di assestamento, meno intensa: "Al momento non abbiamo notizie nè di vittime nè di danni", ha dichiarato la direttrice dei servizi di emergenza, Carmen Fernandez.




    » 2008-12-19 08:33
    Terremoti: Indonesia, scossa di 5, 2
    Senza, sembra, ne' vittime ne' danni: nessun allarme tsunami
     (ANSA)- GIAKARTA, 19 DIC -Una scossa di magnitudo 5,2 sulla scala Richter e' stata avvertita ieri sera nell'est senza, sembra, avere provocato ne' vittime ne' danni. Secondo l'Istituto americano di geofisica (Usgs), il fenomeno e' stato localizzato a 170 chilometri a nord di Ternate, nella provincia di Maluku, a una profondita' di 107 chilometri. La scossa non ha dato origine a nessun allarme tsunami. Scosse sono state registrate anche in due paesi dell'America latina, la Repubblica dominicana e il Cile.

    [Edited by zsbc08 12/19/2008 11:01 AM]
  • OFFLINE
    zsbc08
    Post: 1,238
    Location: GANGI
    Age: 55
    Gender: Male
    00 12/23/2008 5:22 PM
    Da: RaiNews24.it


    Milano | 23 dicembre 2008
    Forte scossa di terremoto, magnitudo 5.2. Epicentro tra Reggio Emilia e Parma

    Una scossa di terremoto, di magnitudo 5.2, è stata registrata nel pomeriggio, esattamente alle 16.25, dagli strumenti dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia.

    L'epicentro è stato localizzato tra le province di Reggio Emilia e Parma, nei comuni di Vetto, Canossa (RE) e Neviano degli Arduini (PR). L'evento è stato nettamente avvertito dalla popolazione anche in molti comuni del Centro - Nord.

    L'epicentro della scossa di terremoto, percepita in diverse regioni italiane si trova a otto chilometri di profondita', quindi molto alta rispetto normali scosse di terremoto. Lo rende noto la Protezione civile di Modena in collegamento con l'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia.

    Secondo il presidente dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), Enzo Boschi, "e' altamente probabile che nelle prossime ore possano verificarsi altre scosse di assestamento, ma di minore intensita"'.

    La zona colpita, ha spiegato l'esperto, e' "una zona a rischio sismico medio-basso e al momento stiamo valutando l'evento. In questa area si verificano periodicamente terremoti di questa intensita' - ha aggiunto - che non sono comunque classificabili come eventi particolarmente violenti". Quindi, una rassicurazione: "Qualunque edificio ben costruito - ha affermato Boschi - regge tranquillamente a scosse di tale intensita"'.

    La sala situazione Italia del dipartimento della Protezione Civile sta effettuando le verifiche sugli eventuali danni alle persone o alle cose. Le Ferrovie dello Stato hanno sospeso temporaneamente la circolazione dei treni nelle direttrici Bologna-Verona e Bologna-Milano, per effetuare accertamenti.






    ANSA»
    2008-12-23 17:06
    FORTE SCOSSA AL CENTRO-NORD
      MILANO  - Una forte scossa di terremoto è stata avvertita in buona parte del centro-nord Italia, da Firenze a Trieste. L'epicentro del terremoto, secondo le prime informazioni, sarebbe tra Parma e Reggio Emilia, con una magnitudo di 5.2.

    La scossa è stata registrata dagli strumenti dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia alle 16,25. I comuni prossimi all'epicentro sono sono Vetto e Neviano degli Arduini, in provincia di Parma, e Canossa in provincia di Reggio Emilia. Sono in corso le verifiche di eventuali danni a persone o cose da parte del Dipartimento della protezione civile.

    La forte e prolungata scossa di terremoto è stata avvertita anche a Milano, Genova, Bologna, Venezia, Trieste e Firenze.

    Numerose le chiamate al 118 di Milano subito dopo la scossa di terremoto avvertita in Lombardia. Gli operatori della centrale operativa riferiscono di essere stati tempestati di telefonate da parte di persone più che altro preoccupate. Per ora, secondo le primissime informazioni, non vi sarebbero feriti. Diverse le chiamate anche ai Vigili del fuoco. Non si conosce ancora l'esatta forza della scossa che , comunque, è stata avvertita in un'area vastissima della Lombardia.

    "Stiamo compiendo tutti gli accertamenti necessari e ci siamo mossi per avere ogni informazione utile. Per ora non abbiamo avuto segnalazioni relative a richieste di intervento, ma per esperienza occorre essere cauti in questo momento". Lo ha detto il responsabile della Protezione civile dell'Emilia-Romagna, ingegner Demetrio Egidi, commentando la scossa avvertita alle 16.25. "La scossa (di magnitudo 5.2, quindi forte) è stata superficiale, a circa 6 km di profondità, e questo spiega il fatto che sia stata avvertita distintamente anche nelle province limitrofe", ha spiegato Egidi.

    ALLARME NEL LECCHESE, GENTE FUORI DALLE CASE
    Allarme in diverse località del Lecchese per la scossa di terremoto che questo pomeriggio ha scosso anche la città capoluogo. Al momento non si registrano danni. A Lecco, diverse persone sono uscite dagli uffici e dalle fabbriche, soprattutto nella zona del lungolago, dove lampadari e scrivanie hanno dato la chiara percezione della scossa. Sono in corso accertamenti da parte delle forze dell'ordine su eventuali danni.

    PAURA A PARMA, TELEFONI ISOLATI IN ALCUNE ZONE

    La scossa è stata avvertita in maniera fortissima a Parma, la città più vicina all'epicentro. In tutti gli edifici si sono sentite due distinte forti scosse. Non si registrano particolari danni in città. I vigili del fuoco, per il momento, non segnalano crolli, anche se alcune zone della provincia sono rimaste isolate a causa del guasto delle linee telefoniche e dei ripetitori dei cellulari.





    » 2008-12-24 13:17

    TERREMOTO, RIPRESI CONTROLLI IN PARMENSE E REGGIANO
    PARMA - Sono ripresi nella prima mattinata i controlli, da parte di Vigili del fuoco e Protezione civile, nelle zone del Reggiano e del Parmense epicentro delle scosse sismiche che si sono succedute dal pomeriggio di ieri e che hanno provocato paura fra la popolazione, ma danni limitati e nessun ferito. Nel Parmense sono giunte in supporto anche squadre di Vigili del fuoco da Bologna. La terra ha tremato in particolare alle 16.25, con magnitudo 5.2 Richter, e una nuova forte scossa di assestamento (4.7) è stata avvertita alle 22.58, con epicentro sempre nell'area compresa fra Traversetolo, Neviano degli Arduini, Vetto e Canossa. Altra scossa 37 minuti dopo la mezzanotte. Dopo il vertice di ieri sera nella Prefettura di Parma, con il presidente della Regione Vasco Errani e il sottosegretario Guido Bertolaso (che ha tra l'altro parlato di "ottima gestione dell' emergenza"), oggi è previsto un nuovo incontro tra i sindaci delle zone coinvolte, la Protezione civile e le altre forze impegnate per fare il punto aggiornato della situazione. Sopralluoghi sono stati disposti in particolare nelle chiese, alla vigilia delle celebrazioni di Natale.

    PARMA: SETTE FAMIGLIE EVACUATE, DANNI A CASTELLO
    Danni al castello di Torrechiara, sette famiglie evacuate, otto chiese dichiarate inagibili alla vigilia delle celebrazioni di Natale e altre verifiche in luoghi di culto della provincia entro il pomeriggio. Sono i principali dati emersi nell'incontro che si è tenuto in mattinata nella sede della Prefettura di Parma, all'indomani del terremoto. Nella notte sono state evacuate tre famiglie a Felino, altrettante a Sala Baganza, una a Neviano degli Arduini: le persone hanno dormito presso familiari. Per quanto riguarda i controlli nelle chiese, i sopralluoghi compiuti da vigili del fuoco e personale della Protezione civile provinciale e regionale hanno portato a dichiarare per ora inagibili otto chiese, a Mamiano, Traversetolo, Felino, San Vitale Baganza, Mattaleto di Langhirano, Fragno, Badia Cavana di Lesignano, Mozzano di Neviano. Danni in fase di quantificazione, provocati probabilmente soprattutto dalla scorsa di magnitudo 4.7 della tarda serata di ieri, sono stati rilevati al castello di Torrechiara, che - come quello di Montechiarugolo - è stato per ora interdetto al pubblico a scopo precauzionale. A quanto si è appreso, si sono staccate parti di affreschi e alcune volte hanno ceduto. Un altro vertice è in programma nel pomeriggio nella sala del Consiglio provinciale di Reggio Emilia, per valutare i danni del terremoto sul versante reggiano.

    PROTEZIONE CIVILE E-R, OLTRE 50 SCOSSE REPLICA
    Sono state numerose, una cinquantina e oltre, le scosse sismiche di replica da ieri sera: lo ha fatto sapere, tramite la Giunta regionale, il responsabile della Protezione civile dell'Emilia-Romagna, Demetrio Egidi, che mantiene "un'attenta osservazione" sul fenomeno. La Protezione civile "confida, sulla base della valutazione degli esperti, che non dovrebbero verificarsi scosse di replica con danni aggiuntivi".

    Intanto squadre di tecnici regionali, integrate con i vigili del fuoco, continuano la fase di ricognizione con verifiche sugli edifici, in particolare le chiese danneggiate, nell'area colpita tra le province di Parma e Reggio Emilia. Nelle prossime ore potrebbe essere formalizzata ufficialmente la richiesta dello stato di emergenza da parte della Regione, così come era stato anticipato ieri sera dal presidente Vasco Errani, a margine del vertice nella prefettura di Parma con il sottosegretario alla Protezione civile Guido Bertolaso.

    Funzionari del Dipartimento sono rimasti a Parma per affiancare nelle verifiche le squadre dei tecnici provinciali e regionali. I comuni che hanno avuto danni - secondo dati della Protezione civile nazionale - sono stati Felino, Langhirano, Montechiarugolo, Traversetolo e Neviano, in provincia di Parma; Quattro Castella, nel Reggiano. Danni comunque limitati grazie anche alla profondità del sisma (circa 27 chilometri).
     
    [Edited by zsbc08 12/24/2008 6:16 PM]
2