Freeforumzone mobile

TdG e forum

  • Posts
  • OFFLINE
    Achille Lorenzi
    Post: 11,386
    Registered in: 7/17/2004
    Gold User
    00 10/4/2008 2:47 PM
    www.infotdgeova.it/questio.php

    E' un questionario che avevo creato qualche anno fa.
    Secondo voi come risponderebbero dei TdG "fedeli" alle domande esposte in questo sondaggio?
    Possono rispondere tutti. Ovviamente chi risponde deve conoscere il modo di pensare e di comportarsi dei TdG "fedeli".

    Il questionario è anonimo.
    Pubblicherò poi qui le risposte ricevute.

    Achille
  • OFFLINE
    Achille Lorenzi
    Post: 11,392
    Registered in: 7/17/2004
    Gold User
    00 10/4/2008 7:49 PM
    Ecco le risposte inviatemi da un TdG (anonimo, ovviamente).
    Fra parentesi quadre alcuni miei commenti:

    1. Ti ritieni un TdG ubbidiente e leale agli insegnamenti dell'Organizzazione?

    SI'

    2. Pensi di ubbidire agli insegnamenti del'Organizzazione frequentando questo forum e discutendo con gli ex membri?

    SI' [Che strano però che nella vita reale non accada mai nulla del genere]

    3. Firmandoti con nome e cognome, ed essendo quindi riconoscibile, subiresti delle conseguenze disciplinari, nel caso i tuoi post venissero letti da "fratelli" e questi lo riferissero ai responsabili della tua congregazione?

    NO [Ma dai! Eppure c'è chi è stato convocato dagli "anziani" dopo essere stato scoperto a fare questo]

    4. Hai mai parlato con qualche ex membro (disassociato/dissociato) per capire quali sono le ragioni per cui non è più TdG?

    SI' [Qui la domanda avrebbe dovuto essere più specifica: questo TdG può effettivamente aver parlato con qualche ex sulla via del "pentimento", durante una visita annuale ai disassociati]

    5. Se tu incontrassi un ex membro per strada lo saluteresti?

    NO [Ok, qui torniamo nell'ortodossia]

    8. Se qualche ex TdG abitasse vicino a casa tua, lo inviteresti da te per avere uno scambio di idee su argomenti dottrinali o come semplice amico e conoscente?

    NO [Anche qui tutto secondo le direttive]

    10. Trovi giuste le regole che proibiscono di avere dei contatti con gli ex membri, di parlare con loro o anche solo di leggere i loro scritti?

    NO [Ahi, ahi, qui cominciamo a sgarrare di nuovo]

    11. Se tu gestissi un forum in cui si parla di Testimoni di Geova consentiresti agli ex membri di parteciparvi?

    NO [Ovvio no? La libertà di espressione mica vale per gli "apostati"]

    Commento: «In riferimento alla domanda n.2 preciso che non trovo nè disubbidiente nè disdicevole:

    - entrare in questo forum per contestarne gli scopi.

    [Ma questo dovresti dirlo alla tua organizzazione, che se sapesse chi sei ti farebbe certamente notare e capire quanto sia "disdicevole" questo tuo comportamento]

    - contestare ( il che non è frequentare ) in questo forum gli attacchi alla mia fede di TdG senza alcun contraddittorio, cosa che depista ignari disinformati.

    [Ecco le solite distinzioni farisaiche (contestare/frequentare). Per quanto riguarda la disinformazione, come al solito si toglie la pagliuzza dall'occhio altrui... Da quando in qua, infatti, fra i TdG, nella vita reale, esiste la possibilità di esprimere opinioni contrastanti con quelle del CD? Da quando in qua nella congregazione geovista esiste una qualsiasi sorta di dibattito su quanto insegna la WTS?]

    Preciso inoltre, in riferimento alla domanda n.9 che non esistono regole del genere, ma solo principi.

    I principi si applicano secondo coscienza.

    La mia coscienza non solo non mi vieta, ma al contrario mi obbliga a sostenere e difendere la mia fede di TdG con chiunque la diffami pubblicamente, dovunque e comunque».

    [Certo, certo. Prova allora a scrivere queste stesse cose alla Betel, dicendo, per esempio, che tu non sei d'accordo con le regole che vietano di avere dei contatti con gli ex membri, di parlare con loro o anche solo di leggere i loro scritti, e vediamo quanto tempo rimarrai TdG. Ah, naturalmente dovresti inviare questa lettera firmandoti con nome e cognome]

    Achille
    [Edited by Achille Lorenzi 10/4/2008 7:53 PM]
  • OFFLINE
    Cattolico_Romano
    Post: 10
    Registered in: 10/3/2008
    Junior User
    00 10/4/2008 8:03 PM
    Re:
    Achille Lorenzi, 04/10/2008 19.49:

    Ecco le risposte inviatemi da un TdG (anonimo, ovviamente).
    Fra parentesi quadre alcuni miei commenti:

    1. Ti ritieni un TdG ubbidiente e leale agli insegnamenti dell'Organizzazione?

    SI'

    2. Pensi di ubbidire agli insegnamenti del'Organizzazione frequentando questo forum e discutendo con gli ex membri?

    SI' [Che strano però che nella vita reale non accada mai nulla del genere]

    3. Firmandoti con nome e cognome, ed essendo quindi riconoscibile, subiresti delle conseguenze disciplinari, nel caso i tuoi post venissero letti da "fratelli" e questi lo riferissero ai responsabili della tua congregazione?

    NO [Ma dai! Eppure c'è chi è stato convocato dagli "anziani" dopo essere stato scoperto a fare questo]

    4. Hai mai parlato con qualche ex membro (disassociato/dissociato) per capire quali sono le ragioni per cui non è più TdG?

    SI' [Qui la domanda avrebbe dovuto essere più specifica: questo TdG può effettivamente aver parlato con qualche ex sulla via del "pentimento", durante una visita annuale ai disassociati]

    5. Se tu incontrassi un ex membro per strada lo saluteresti?

    NO [Ok, qui torniamo nell'ortodossia]

    8. Se qualche ex TdG abitasse vicino a casa tua, lo inviteresti da te per avere uno scambio di idee su argomenti dottrinali o come semplice amico e conoscente?

    NO [Anche qui tutto secondo le direttive]

    10. Trovi giuste le regole che proibiscono di avere dei contatti con gli ex membri, di parlare con loro o anche solo di leggere i loro scritti?

    NO [Ahi, ahi, qui cominciamo a sgarrare di nuovo]

    11. Se tu gestissi un forum in cui si parla di Testimoni di Geova consentiresti agli ex membri di parteciparvi?

    NO [Ovvio no? La libertà di espressione mica vale per gli "apostati"]

    Commento: «In riferimento alla domanda n.2 preciso che non trovo nè disubbidiente nè disdicevole:

    - entrare in questo forum per contestarne gli scopi.

    [Ma questo dovresti dirlo alla tua organizzazione, che se sapesse chi sei ti farebbe certamente notare e capire quanto sia "disdicevole" questo tuo comportamento]

    - contestare ( il che non è frequentare ) in questo forum gli attacchi alla mia fede di TdG senza alcun contraddittorio, cosa che depista ignari disinformati.

    [Ecco le solite distinzioni farisaiche (contestare/frequentare). Per quanto riguarda la disinformazione, come al solito si toglie la pagliuzza dall'occhio altrui... Da quando in qua, infatti, fra i TdG, nella vita reale, esiste la possibilità di esprimere opinioni contrastanti con quelle del CD? Da quando in qua nella congregazione geovista esiste una qualsiasi sorta di dibattito su quanto insegna la WTS?]

    Preciso inoltre, in riferimento alla domanda n.9 che non esistono regole del genere, ma solo principi.

    I principi si applicano secondo coscienza.

    La mia coscienza non solo non mi vieta, ma al contrario mi obbliga a sostenere e difendere la mia fede di TdG con chiunque la diffami pubblicamente, dovunque e comunque».

    [Certo, certo. Prova allora a scrivere queste stesse cose alla Betel, dicendo, per esempio, che tu non sei d'accordo con le regole che vietano di avere dei contatti con gli ex membri, di parlare con loro o anche solo di leggere i loro scritti, e vediamo quanto tempo rimarrai TdG. Ah, naturalmente dovresti inviare questa lettera firmandoti con nome e cognome]

    Achille




    Scusa la mia ignoranza, ma per i TdG è vietato freguentare dei siti non geovisti?...Se è si in quale documento se ne parla?
    Anche perchè nella mia Com ho come iscritta una TdG che afferma il contrario e che gli anziani della sua congregazione sanno che partecipa da me e che discutiamo di questioni relative alla dottrina cristiana.
    __________________________________________________

  • OFFLINE
    Achille Lorenzi
    Post: 11,393
    Registered in: 7/17/2004
    Gold User
    00 10/4/2008 8:11 PM
    Re: Re:
    Cattolico_Romano, 04/10/2008 20.03:


    Scusa la mia ignoranza, ma per i TdG è vietato freguentare dei siti non geovisti?...Se è si in quale documento se ne parla?
    Anche perchè nella mia Com ho come iscritta una TdG che afferma il contrario e che gli anziani della sua congregazione sanno che partecipa da me e che discutiamo di questioni relative alla dottrina cristiana.

    Nel questionario non si parla di "siti non geovisti" ma della partecipazione a questo forum, che per i TdG "ortodossi" è un forum "apostata". Nella vita reale i TdG non hanno alcun contatto (se non assolutamente indispensabile) con ex TdG ed "apostati". Verso quest'ultima categoria in particolare c'è una vera a propria avversione, come se fossero la personificazione del demonio. Vedi, per esempio, www.infotdgeova.it/sanzioni/odiate.php

    Ciao
    Achille
  • OFFLINE
    Cattolico_Romano
    Post: 11
    Registered in: 10/3/2008
    Junior User
    00 10/4/2008 8:23 PM
    Re: Re: Re:
    Achille Lorenzi, 04/10/2008 20.11:

    Nel questionario non si parla di "siti non geovisti" ma della partecipazione a questo forum, che per i TdG "ortodossi" è un forum "apostata". Nella vita reale i TdG non hanno alcun contatto (se non assolutamente indispensabile) con ex TdG ed "apostati". Verso quest'ultima categoria in particolare c'è una vera a propria avversione, come se fossero la personificazione del demonio. Vedi, per esempio, www.infotdgeova.it/sanzioni/odiate.php

    Ciao
    Achille




    Quindi non hanno alcun divieto da parte del CD a freguentare siti cattolici o protestanti, io invece credevo che ci fosse una direttiva che vietava loro di freguentare siti del genere e di non intraprendere dialoghi dottrinali con esponenti di altre fedi.
    Vuol dire che avevo capito male.
    grazie per le delucidazioni.
    __________________________________________________

  • OFFLINE
    axlrose24
    Post: 1,697
    Registered in: 10/22/2007
    Veteran User
    00 10/5/2008 12:06 AM
    Re: Re: Re: Re:
    Cattolico_Romano, 04/10/2008 20.23:




    Quindi non hanno alcun divieto da parte del CD a freguentare siti cattolici o protestanti, io invece credevo che ci fosse una direttiva che vietava loro di freguentare siti del genere e di non intraprendere dialoghi dottrinali con esponenti di altre fedi.
    Vuol dire che avevo capito male.
    grazie per le delucidazioni.




    Hai capito bene a meta'!

    Possono frequentare siti cattolici ,protestanti,WALT DISNEY ecc...,purche' non siano gestiti da exTDG!

    Attenzione a questo particolare importante.

    Il TDG e' tenuto a non rivolgere un "saluto" all'exTDG,assolutamente vietato parlare di argomenti dottrinali.

    Il TDG si accertera' che in un sito che frequenta non ci siano "apostati",accertatosi della loro presenza non si permettera' neanche di "LEGGERE" in tale sito!!!

    Ricordo che questo vale per il TDG che mette in pratica le disposizioni dello SCHIAVO FEDELE E DISCRETO,quelli su internet si arrangiano con il loro modo di pensare strettamente personale,comunque "fratelli" con una certa apertura al "pruralismo".Questi li ammiro,lo devo ammettere,anche se qualcuno dira' che vanno contro le disposizioni dello SCHIAVO!

    Capita anche che rispondendo al questionario non si riesca a dare una spiegazione!Il TDG su internet e' anche questo,ambiguo e imprevedibile!

    Io penso che se le domande del questionario venissero fatte ad un TDG fuori dalla realta' di internet,le risposte sarebbero prevedibili e lineari!

    AXL ROSE
    [Edited by axlrose24 10/5/2008 12:13 AM]
  • .gandhi.
    00 10/5/2008 9:23 AM
    Re: Re: Re:
    Achille Lorenzi, 04/10/2008 20.11:

    Nel questionario non si parla di "siti non geovisti" ma della partecipazione a questo forum, che per i TdG "ortodossi" è un forum "apostata". Nella vita reale i TdG non hanno alcun contatto (se non assolutamente indispensabile) con ex TdG ed "apostati". Verso quest'ultima categoria in particolare c'è una vera a propria avversione, come se fossero la personificazione del demonio. Vedi, per esempio, www.infotdgeova.it/sanzioni/odiate.php

    Ciao
    Achille


    Per alcuni potrebbe sembrare una nostra ossessione, quella di rimarcare il fatto che nella vita reale il tdg ortodosso non si comporta come il tdg internettiano.
    Sembra una nostra fissazione, ma non è così. Se ci si rende conto del fatto che ad esempio, nel mio caso specifico, dall'oggi al domani, mi sono trovato escluso da qualsiasi rapporto sociale, anche solo il saluto, da parte di amici tdg che conosco da una vita.
    In seguito poi si è reso noto che sono diventato un apostata, questo ha peggiorato di molto la mia condizione di ex tdg, perchè se prima qualche tdg, uno per la verità, manteneva un minimo di rappporto con me, ora ha chiuso definitivamente qualsiasi rapporto, si rifiuta pure di leggere mie lettere.
    Risulta naturale e ovvio che qui, in presenza di tdg che dialogano con noi in tutta serenità, un ex tdg come me che nella vita reale si trova isolato e ostracizzato, si innervosisca e trovi di cattivo gusto questa forma di ipocrisia e pure mancanza di rispetto per noi.
    In altri forum ho letto che dovremmo invece rispettare e accogliere di buon grado questa "apertura" da parte di tdg internettiani. Io dico no, non la accolgo di buon grado perchè la ritengo una forma di ipocrisia e di sfregio nei confronti di chi nella vita reale soffre a causa dell'applicazione delle regole imposte dal cd.


    Ovviamente, se il tdg internettiano ammette che sta violando le regole del cd e che lo fa sapendolo, e ammette che non accetta le regole dello stesso cd circa il trattamento agli ex tdg, in quel caso, anche se lo stesso continua a considerasi tdg, ha tutto il mio rispetto.

    saluti
    marco rossi


    [Edited by .gandhi. 10/5/2008 9:27 AM]
  • OFFLINE
    Gocciazzurra
    Post: 3,075
    Registered in: 5/16/2005
    Master User
    00 10/5/2008 1:24 PM
    .gandhi., 05/10/2008 9.23:


    Per alcuni potrebbe sembrare una nostra ossessione, quella di rimarcare il fatto che nella vita reale il tdg ortodosso non si comporta come il tdg internettiano.



    "Sante" parole.. [SM=g1660613]

    Solo chi ha vissuto all'interno dei Tdg sa come quanto sopra corrisponda a sacrosanta verità!

    Coloro che asseriscono il contrario si dividono in 2 categorie: lo "spettatore" delle dottrine geoviste che parla senza cognizione di causa non avendo mai vissuto in prima persona la realtà dell'essere Tdg e il Tdg ipocrita che, ben nascosto e protetto dal virtuale, che può sparare cavolate bevute solo dalla prima categoria. [SM=g1543794]







    Il tempo è un grande maestro. Peccato che uccida tutti i suoi allievi. (H. Berlioz)
  • OFFLINE
    Achille Lorenzi
    Post: 11,405
    Registered in: 7/17/2004
    Gold User
    00 10/5/2008 5:22 PM
    Gandhi ha scritto:

    Ovviamente, se il tdg internettiano ammette che sta violando le regole del cd e che lo fa sapendolo, e ammette che non accetta le regole dello stesso cd circa il trattamento agli ex tdg, in quel caso, anche se lo stesso continua a considerasi tdg, ha tutto il mio rispetto.

    Già, invece questi TdG internettiani cercano di trovare delle giustificazioni per scusare la loro condotta, anziché ammettere quello che è invece ovvio ed evidente per tutti coloro che la realtà esistente nell’organizzazione la conoscono per averla personalmente vissuta e sperimentata.

    Ecco le risposte inviatemi oggi da un altro TdG (anonimo anche questo, ovviamente).
    Fra parentesi quadre alcuni miei commenti:

    1. Ti ritieni un TdG ubbidiente e leale agli insegnamenti dell'Organizzazione?

    SI'

    2. Pensi di ubbidire agli insegnamenti dell'Organizzazione frequentando questo forum e discutendo con gli ex membri?

    NO [Toh, questo ha risposto diversamente dal suo confratello precedente. Però poi, nei commenti, spiega a cosa si deve questa “apparente” (a suo dire) contraddizione. In ogni caso qui ha risposto più onestamente del suo predecessore.]

    3. Firmandoti con nome e cognome, ed essendo quindi riconoscibile, subiresti delle conseguenze disciplinari, nel caso i tuoi post venissero letti da "fratelli" e questi lo riferissero ai responsabili della tua congregazione?

    NO [Di nuovo. Ma come è possibile che si possano fare negazioni del genere? Sappiamo tutti che ai TdG è vietato avere contatti non assolutamente indispensabili con “apostati” ed ex membri. Ma se non ci sono problemi, come mai tutti i TdG “internettiani” che si sono iscritti a questo forum non si sono mai firmati con nome e cognome? ]

    4. Hai mai parlato con qualche ex membro (disassociato/dissociato) per capire quali sono le ragioni per cui non è più TdG?

    SI' [Ripeto: “Qui la domanda avrebbe dovuto essere più specifica: questo TdG può effettivamente aver parlato con qualche ex sulla via del ‘pentimento’, durante una visita annuale ai disassociati”. Oppure può trattarsi di qualche “colloquio” virtuale, cosa che può avvenire sempre per via del fatto che nessuno può scoprire chi è il TdG che sta violando le regole.]

    5. Se tu incontrassi un ex membro per strada lo saluteresti?

    NO [Ok, qui torniamo nell'ortodossia]

    8. Se qualche ex TdG abitasse vicino a casa tua, lo inviteresti da te per avere uno scambio di idee su argomenti dottrinali o come semplice amico e conoscente?

    NO [Anche qui tutto secondo le direttive]

    10. Trovi giuste le regole che proibiscono di avere dei contatti con gli ex membri, di parlare con loro o anche solo di leggere i loro scritti?

    SI’ [Altra risposta che contraddice quello che ha scritto il TdG precedente. Nei commenti poi questo TdG “spiega” cosa intende con “scritti apostati”, cercando di giustificare altre sue letture altrettanto “apostate”.]

    11. Se tu gestissi un forum in cui si parla di Testimoni di Geova consentiresti agli ex membri di parteciparvi?

    NO [Di nuovo si ritorna nell’ortodossia. Questo TdG, in ossequio alle regole della WTS (regole che a quanto pare vanno bene o vengono accettate “a piacere”) vieterebbe la partecipazione di ex TdG ad un forum da lui gestito. Nello stesso tempo però pretende di avere quella libertà che lui nega agli altri, come si nota dai suoi commenti.]

    Commento: « Penso che indirizzare i partecipanti verso un no o un sì secco non tenga conto di quanto varie possano essere le posizioni personali dei vari TdG senza per questo intaccarne l'ortodossia.

    [Il sondaggio è esposto in maniera semplice e schematica e non consente risposte più articolate. Tuttavia le regole comportamentali dell’organizzazione non lasciano spazio a tante sfumature. Nella vita reale i TdG di fronte a simili domande non avrebbero esitazioni o incertezze nel dare una risposta precisa. E’ solo nel mondo internettiano che alcuni TdG scoprono queste “sfumature” comportamentali…]

    Io personalmente penso che un forum o un qualsiasi luogo anche reale non sia apostata se è libero al pubblico accesso anche alla semplice lettura.

    Non è un salotto privato o un circolo chiuso riservato alla discussione a porte chiuse con la partecipazione di apostati.

    [Ma qui stiamo parlando di un forum dichiaratamente “apostata”, creato dal sottoscritto e frequentato per la maggior parte da ex TdG. Per entrare in questo forum ci si deve iscrivere, compilando un apposito modulo, e si deve dichiarare di aver letto ed accettato un regolamento, in cui si dichiara fra l’altro che «lo scopo principale del Forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova, in modo da evidenziarne errori e contraddizioni presenti all'interno del gruppo stesso». Se esistesse, nella vita reale, un circolo o associazione creata da ex membri e frequentata per la maggior parte da ex membri, i TdG si iscriverebbero a tale associazione? Entrerebbero in questo circolo per discutere con gli altri membri? Assolutamente no. Nella vita reale queste cose non accadono. Accadono solo nel web, dove ci si può nascondere nell’anonimato. Quindi, per fare un parallelo con la vita reale, i TdG si iscriverebbero a questo circolo od associazione ma si metterebbero una maschera od un cappuccio per non farsi riconoscere.]

    Sono perciò d'accordo con il fratello che mi ha preceduto che opporsi pubblicamente alle tesi apostate non sia alcuna forma di fraternizzazione o frequentazione compiacente.

    [Ma la domanda non parlava di fraternizzare o compiacersi, ma chiedeva semplicemente se «Pensi di ubbidire agli insegnamenti del'Organizzazione frequentando questo forum e discutendo con gli ex membri». Queste distinzioni motivazionali non ci sono e non sono state richieste. ]

    Per cui rispondendo di no alla domanda n.2 la contraddizione in cui sarei caduto è solo apparente ma non sostanziale.

    [Ad una domanda come questa si può rispondere solo con un NO (come ha fatto questo TdG), oppure con un SI’, come ha fatto il TdG precedente, mentendo strategicamente . Rispondere NO e poi cercare di trovare simili “giustificazioni” non è molto evangelico (“il vostro sì sia sì, il no, no”) e appare un chiaro tentativo di negare la realtà per scusare la propria incoerenza]

    Per quanto riguarda la domanda n. 10 trovo che le norme scritturali che invitano di astenersi dal socializzare con ex membri siano giustissime.

    [Altra posizione in cui si gioca sul significato dei termini (socializzare) per cercare delle scusanti al proprio comportamento, chiaramente non conforme alle direttive. La domanda però non parlava di socializzare ma semplicemente di avere dei “contatti” con gli ex membri: «Trovi giuste le regole che proibiscono di avere dei contatti con gli ex membri, di parlare con loro o anche solo di leggere i loro scritti?]

    Inoltre non leggerei nessun libro apostata come quello di Franz.

    [Altro tentativo di scusare se stessi. I libri “apostati” sarebbero come quelli di Franz. Quelli non si leggono. Però si leggono i contenuti di forum come questo, dove si riprendono tutte le argomentazioni esposte nel libro di Franz.]

    Ma quanto sopra, e anche in questo caso sono d'accordo con il forista TdG che mi ha preceduto, non è incoerente con la pubblica difesa del nostro credo contro messaggi diffamatori.

    La verità è che voi strumentalizzate le norme bibliche nel senso di evitare ogni contraddittorio nella vostra virtuale aperta a qualsiasi pubblico. Comodo tapparci la bocca, nevvero?

    [Quindi sarebbero “norme bibliche” quelle che vengono violate? Non solo regole della WTS ma addirittura norme bibliche?
    A parte il fatto che in questo forum si sono iscritti in diverse occasioni vari TdG “convinti”, i quali hanno potuto dire la loro, senza che nessuno tappasse loro la bocca, di nuovo mi chiedo come possa questo anonimo TdG fare simili accuse quando lui stesso dice che nei forum “geovisti” non farebbe entrare nessun ex TdG e quando nella sua organizzazione non è ammessa alcuna forma di discussione o di contraddittorio. “Togli prima la trave….”]


    Achille
    [Edited by Achille Lorenzi 10/5/2008 6:55 PM]
  • Luteranamanier
    00 10/5/2008 7:45 PM
    Credo che questo tdG sia parecchio confuso e non conosce la sua stessa congregazione oppure mente spudoratamente.

    Opto per la secondo possibilità.

    Insomma egli dice

    "Preciso inoltre, in riferimento alla domanda n.9 che non esistono regole del genere, ma solo principi.

    I principi si applicano secondo coscienza.

    La mia coscienza non solo non mi vieta, ma al contrario mi obbliga a sostenere e difendere la mia fede di TdG con chiunque la diffami pubblicamente, dovunque e comunque». "


    Cito dal libro Perspicacia (sotto la voce compagnie)

    L’insieme dei veri cristiani, pur essendo formato da piccoli gruppi, congregazioni o anche singoli individui fisicamente isolati, costituisce l’“associazione dei fratelli”, una fratellanza espressa dalla parola greca adelfòtes. (1Pt 2:17; 5:9) Per continuare a far parte di questa fratellanza, i veri cristiani devono evitare qualsiasi contatto con chiunque fra loro si faccia promotore di insegnamenti falsi e divisivi. (Ro 16:17, 18) L’apostolo Giovanni diede istruzioni ai compagni di fede di non accettare mai un tale falso insegnante in casa loro e di non salutarlo, perché questo gli avrebbe dato spunto per esporre le sue dottrine distorte e corrotte. Salutare una persona del genere avrebbe indicato un certo grado di approvazione e li avrebbe resi partecipi delle “sue opere malvage”. (2Gv 10, 11) L’apostolo Paolo sapeva che, nonostante tutte le prove che rendevano certa la risurrezione dai morti, la compagnia di coloro che avevano rigettato questo insegnamento cristiano sarebbe stata distruttiva per la fede. Per questo scrisse: “Non siate sviati. Le cattive compagnie corrompono le utili abitudini”. — 1Co 15:12-22, 33; vedi APOSTASIA.


    Ecco se un tdg vuole continuare a far parte dell'associazione dei tdG DEVE evitare qualsiasi contatto con i fuoriusciti.


    Altro che questione di coscienza!



    [SM=g1543902]
    Veronika






  • OFFLINE
    Achille Lorenzi
    Post: 11,414
    Registered in: 7/17/2004
    Gold User
    00 10/6/2008 7:02 AM
    Luteranamanier ha scritto:

    Credo che questo tdG sia parecchio confuso e non conosce la sua stessa congregazione oppure mente spudoratamente.

    Opto per la secondo possibilità.

    Hanno imparato così bene l'arte della "strategia teocratica" che magari ci credono anche loro a quello che dicono. Ma per chi osserva dall'esterno, dopo essere vissuto nell'interno, questi bizantinimsi dialettici appaiono per quello che sono: tentativi di negare la realtà e di far credere che nell'organizzazione esiste un'effettiva libertà di scelta su tali temi.

    Insomma egli dice

    "Preciso inoltre, in riferimento alla domanda n.9 che non esistono regole del genere, ma solo principi.

    I principi si applicano secondo coscienza.

    La mia coscienza non solo non mi vieta, ma al contrario mi obbliga a sostenere e difendere la mia fede di TdG con chiunque la diffami pubblicamente, dovunque e comunque». "

    Strano quindi che non vi siano TdG che partecipano a dibattiti pubblici con ex TdG od "apostati". Strano che nella vita reale nessun TdG discuta o si confronti apertamente con degli ex membri. Ma non è strano, è solo ubbidienza alle direttive. Direttive che però possono facilmente ed impunemente essere aggirate quando si sa di non essere visti, perché nascosti dietro ad un monitor.

    Cito dal libro Perspicacia (sotto la voce compagnie)

    L’insieme dei veri cristiani, pur essendo formato da piccoli gruppi, congregazioni o anche singoli individui fisicamente isolati, costituisce l’“associazione dei fratelli”, una fratellanza espressa dalla parola greca adelfòtes. (1Pt 2:17; 5:9) Per continuare a far parte di questa fratellanza, i veri cristiani devono evitare qualsiasi contatto con chiunque fra loro si faccia promotore di insegnamenti falsi e divisivi. (Ro 16:17, 18) L’apostolo Giovanni diede istruzioni ai compagni di fede di non accettare mai un tale falso insegnante in casa loro e di non salutarlo, perché questo gli avrebbe dato spunto per esporre le sue dottrine distorte e corrotte. Salutare una persona del genere avrebbe indicato un certo grado di approvazione e li avrebbe resi partecipi delle “sue opere malvage”. (2Gv 10, 11) L’apostolo Paolo sapeva che, nonostante tutte le prove che rendevano certa la risurrezione dai morti, la compagnia di coloro che avevano rigettato questo insegnamento cristiano sarebbe stata distruttiva per la fede. Per questo scrisse: “Non siate sviati. Le cattive compagnie corrompono le utili abitudini”. — 1Co 15:12-22, 33; vedi APOSTASIA.


    Ecco se un tdg vuole continuare a far parte dell'associazione dei tdG DEVE evitare qualsiasi contatto con i fuoriusciti.


    Altro che questione di coscienza!

    [SM=x570923]
    "Qualsiasi contatto" non lascia spazio a decisione personali o di coscienza.

    Questo fa capire che se un TdG entra in questo forum dovrebbe compiere un atto di onestà intellettuale e ammettere che lo fa contravvenendo alle regole della WTS. Come diceva Gandhi sopra, se facesse questo, anziché accampare scuse e "giustificazioni" varie, la sua sincerità sarebbe certamente apprezzata.
    Ma il problema che si pone per un TdG "convinto" nel fare una simile ammissione è che dimostrerebbe in questo modo di non essere più tanto "convinto", venendo meno alle regole della congregazione che vorrebbe difendere.
    E' un dilemma difficilmente risolvibile ma che è stato creato dalla WTS e non certo da questo forum.
    Probabilmente non ci sarebbe alcun dilemma se i TdG "internettiani" seguissero fino in fondo le regole della loro organizzazione, la quale dice che in presenza di un sito o forum "apostata" il TdG fedele e leale smette immediatamente di leggere, così come distruggerebbe qualsiasi materiale "apostata", evitando decisamente di soffermarsi sul contenuto.
    Ma una volta che si lascia aperta la porta della curiosità e dell'interesse, è normale che venga anche il desiderio di rispondere e di replicare a quello che viene qui scritto.
    Solo che per farlo bisogna violare le regole della WTS...
    Che fare allora? Bisogna cercare di trovare qualche scappatoia o scusa farisaica per far credere che anche se la WTS dice una cosa in realtà la si può capire in altro modo. Oppure addirittura dire che non si è d'accordo con tali regole.
    Ma questo significa non essere più TdG "leali e fedeli"...
    Insomma, un bel dilemma...

    Achille
    [Edited by Achille Lorenzi 10/6/2008 7:03 AM]