Freeforumzone mobile

TEST AUTODIFESA

  • Poll TEST AUTODIFESA
  • # 1  
    86%
    # 2  
    09%
    # 3  
    04%
    # 4  
    02%
    Your Rank
  • Poll Data
  • Total Votes: 57
    Total Votes by Registered Users: 57
    Total Votes by Anonymous Users: 0
  • Posts
  • OFFLINE
    misterx78
    Post: 2,146
    Registered in: 3/22/2008
    Veteran User
    00 9/24/2008 9:44 AM
    situazione limite



    Vi trovate in un luogo pubblico. Provate a visualizzare nella vostra mente la scena. Siete nella sala d'attesa del vostro medico curante. O alla posta. O in banca. O ancora in un piccolo supermercato, di quelli all'angolo. Tutti posti piccoli. Dove l'uscita è una sola, quella che coincide con l'ingresso del locale.


    A un certo punto entra un uomo. Trasandato. Sporco. Barba e capelli lerci e lunghi. Indossa un lungo impermeabile e... shock!

    Estrae una serie di armi da fuoco corte e lunghe.


    Comincia a fare fuoco...


    Ora, la domanda è questa: in una situazione simile, mentre vedete la gente intorno a voi che cade uno a uno, non ci sono vie d'uscita e sentite che tra poco toccherà a voi, solo qualche secondo prima che quel pazzo mirerà anche a voi...

    Desidereste avere un'arma con voi per provare ad avere almeno una possibilità?

    Prima di rispondere d'impulso, vi invito ad essere estremamente sinceri, a visualizzare la scena, a immaginare che lì con voi stanno per perdere la vita, insieme a voi, decine dipersone innocenti e che magari, vicino a voi, c'è un vostro figlio, un parente, un amico...


    Ora vi ripeto la domanda: desiderereste avere un'arma con voi?
  • OFFLINE
    misterx78
    Post: 2,146
    Registered in: 3/22/2008
    Veteran User
    00 9/24/2008 9:46 AM
    Io ho risposto sì, assolutamente sì. Spiegherò dopo il perché.


    A' vous.
  • OFFLINE
    predestinato74
    Post: 1,244
    Registered in: 5/10/2007
    Veteran User
    00 9/24/2008 9:53 AM
    questi tipo di sondaggio dovresti farlo a chi è tdg convinto. in questo sito credo che il risultato sia pacifico, anche perchè la situazione è estrema, senza vie d'uscita;
    muoio io ed altri innocenti con me o muore l'aggressore?
    peggio se con me c'è mio figlio, allora non si ragiona neanche e certi scrupoli non vengono neanche alla mente.






    "Darò loro un cuore nuovo e uno spirito nuovo metterò dentro di loro."
    "Formatevi un cuore nuovo e uno spirito nuovo."

    Ezechiele



  • OFFLINE
    misterx78
    Post: 2,149
    Registered in: 3/22/2008
    Veteran User
    00 9/24/2008 10:10 AM
    Già, interessante... Un tdg convinto cosa risponderebbe secondo te? No, assolutamente no?
  • mauro.68
    00 9/24/2008 10:18 AM
    Io ho votato si, la prima.
    [Edited by mauro.68 9/24/2008 10:20 AM]
  • OFFLINE
    rocket74
    Post: 568
    Registered in: 6/25/2008
    Senior User
    00 9/24/2008 10:42 AM
    io purtroppo
    ..ne ho subite due di rapine una con il coltello ed una con la pistola......da allora mi sto interessando vivamente delle armi da fuoco ... [SM=x570888]
  • OFFLINE
    misterx78
    Post: 2,158
    Registered in: 3/22/2008
    Veteran User
    00 9/24/2008 10:50 AM
    Mi spiace. Non vorrei che questo post ti abbia in qualche modo turbato. Se è così ti chiedo scusa. Voleva solo essere un argomento di discussione che, penso, riguarda tutti perché parla dell'istinto di conservazione, della coscenza, dello scrupolo a fare del male, non trovi?
  • mauro.68
    00 9/24/2008 10:52 AM
    Re: io purtroppo
    rocket74, 24/09/2008 10.42:

    ..ne ho subite due di rapine una con il coltello ed una con la pistola......da allora mi sto interessando vivamente delle armi da fuoco ... [SM=x570888]



    Mi spiace! [SM=x570888]
  • OFFLINE
    otello44
    Post: 202
    Registered in: 5/3/2008
    Junior User
    00 9/24/2008 12:20 PM
    Ho votato si perche' non sono piu' un TG convinto
    credo che il sondaggio abbia un risultato scontato.
  • OFFLINE
    misterx78
    Post: 2,173
    Registered in: 3/22/2008
    Veteran User
    00 9/24/2008 1:14 PM
    Bene, io invece ho votato sì perché non vedo l'arma come qualcosa di negativo in sè per sè. L'arma diventa pericolosa quando diventa oggetto di violenza gratuita. Io sono contrario alla violenza gratuita. Ma sono favorevole alla difesa personale. Spesso la società confonde la violenza gratuita con la difesa personale. Si tratta di concetti ben distinti. La violenza gratuita è quella dei teppisti, quelli che scassano ogni cosa, aggrediscono gente innocente, alzano le mani senza motivo o la mischiano ad altri reati, come il furto, commettono omicidi efferati per futili motivi...
    La difesa personale, anche molto pesante, invece, la vedo come un diritto dove se una persona viene aggredita e vede la propria incolumità fisica violata o quella delle persone care minacciate la violenza fisica diventa necessaria. E va fatta senza sconti.

    In una situazione limite come quella che ho descritto ovviamente desidererei avere un'arma da fuoco e anche bella potente. Anzi penso che moltissimi, anche quelli che si dicono contrari a priori alle armi, di fronte al 'o tu o io' vorrebbero avere la massima efficacia difensiva. E certamente non credo che anche chi sappia sparare bene, in una situazione simile, penserebbe a mirare alle gambe...

    Inoltre non vedo perché un delinquente, un pazzo, come spesso succede nei fatti di cronaca, abbia il diritto sacrosanto di entrare in un locale e fare fuoco a destra e a manca mentre un onesto cittadino, SANO DI MENTE, innocente e retto a livello giuridico, non debba avere il diritto sacrosanto di potersi difendere e difendere i propri cari o gente innocente da certe aggressioni attraverso un'arma da fuoco...

    A mali estremi, estremi rimedi...
  • OFFLINE
    bruna454
    Post: 104
    Registered in: 8/16/2008
    Junior User
    00 9/24/2008 1:25 PM
    per me in questo caso quando si tocca degli innocenti non esiste pietà,se poi si tocca uno dei miei, specialmente i miei figli ,lo impicco al primo albero che incontro sulla via ,se non ho un^arma cerco di fare scudo con il mio corpo....ma se ti acchiappo!!!...lo so a volte so essere molto dura come madre sono una tigre .....scusate avete innescato l^unico argomento che mi fa andare fuori di testa,perche è quasi capitato a uno dei miei figli non ci voglio pensare vi saluto BRUNA
  • OFFLINE
    socrates56
    Post: 33
    Registered in: 3/12/2008
    Junior User
    00 9/24/2008 1:32 PM
    Come sempre il discorso è più complesso: se qualcuno mette in pericolo la mia vita, ho il diritto di difendermi e di difendere la vita delle altre persone, possibilmente senza ammazzare nessuno.
    La perplessità nasce dal fatto che non ho mai posseduto un'arma da fuoco e non la so usare. Probabilmente dunque, anche se l'avessi, in un'occasione del genere non saprei come usarla e rischierei anche di colpire degli innocenti, senza ferire l'assassino. Socrates
  • OFFLINE
    Vecchia Marziana
    Post: 825
    Registered in: 2/17/2008
    Senior User
    00 9/24/2008 1:42 PM
    Ho risposto si, di getto, perchè sono stata aggredita due volte.
    A mente fredda però non so se, avendola,userei un'arma, forse mi adatterei a fare la vittima per la terza volta..chissà.
    Nonna Pina
  • OFFLINE
    Deliverance1979
    Post: 288
    Registered in: 6/25/2008
    Junior User
    00 9/24/2008 2:05 PM
    Assolutamente si, la legittima difesa è un diritto innegabile di ognuno di noi e per poterla compiere si deve disporre degli stessi mezzi dell'aggressore....

    Nel XXI° secolo ci sono le armi da fuoco, per difendersi è giusto usarle......

    Il famoso mondo dei TDG di amore gioia e pace è un'illusione...

    la frasetta idiota in cui dicono se tutti fossimo TDG è ancora più idiota, perche il calcolo delle grandi probabilità in cui escono persone mentalmente difettate o potenzialmente difettose è molto alto se spalmato su 6 miliradi di persone....

    Tuttavia come faceva notare qualcuno che giustamente ha detto....se ho un'arma ma non so usarla mi sentirei veramente in imbarazzo nel tirare e colpire un innocente...

    va da se che come ognuno di noi per portare un'auto ha bisogno della scuola guida che lo istruisce teoricamente e praticamente....ogni possessore di arma coscenzioso vorrà sapere l'uso teorico e pratico della propria arma.....

    e ricordate, in una situazione in cui forse voi fate da bersaglio di uno squilibrato, mentre i colpi volano da tutte le parti, i vetri vanno in frantumi e la gente urla e piange, non c'è niente di meglio di un bravo tiratore che con un colpo in testa sull'aggressore mette fine a tutto questo, ancor prima che possa morire qualcuno......INNOCENTEMENTE

    sarò estremista, sarò guerrafondaio......ma io la vedo cosi.....

    Per rispondere a vecchia amrziana....l'addestramento militare o paramilitare se fatto con dovere e soprattutto con diligenza, prepara la persona a raeagire ad una situazione in cui il 90% dei civili rimane impaurito, si getta a terra o scappa.....

    come per un chirurgio tamponare un'arteria recisa......

    io e molti di voi penso che non sparebbero dove mettere mano di fronte a tanto sangue che esce a fiotti.....è normale....

    il medico lo fa per mestiere e sa come e dove agire...

    cosi è colui che sa usare un'arma e si addestra professionalmente o privatamente a reagire di fronte a determinate situazioni....

    poi è normale che un civile addestrato non reagirà mai come un poliziotto o militare battezzato sotto il fuoco, ma almeno qualcosa in più di chi non sa nemmeno come si impugna un'arma saprà sicuramente fare.....
    [Edited by Deliverance1979 9/24/2008 2:09 PM]
  • OFFLINE
    lovelove84
    Post: 432
    Registered in: 4/21/2008
    Senior User
    00 9/24/2008 2:14 PM
    io ho votato si.
    perche lasciare in vita una persona che puo provocare altri morti?questo è il pensiero che mi verrebbe se mi trovassi in una situazione del genere e avrei un arma!
    in generale, credo che ci dovremmo attrezzare di qualche aggeggio che hanno inventato, anello che spruzza peperoncino o altri, non andare in posti isolati abituarci alle borse tracollo, tenere poki soldi liquidi, peche la carta si puo disattivare subito...altro non so, non mi sono mai trovata in una situazione del genere,potrei morirei prima che mi sparassero, per infarto...
    --------------------------------------------------
    AVER PAURA DEL DIAVOLO E' UNO DEI MODI DI DUBITARE DI DIO ...
  • OFFLINE
    rocket74
    Post: 569
    Registered in: 6/25/2008
    Senior User
    00 9/24/2008 4:05 PM
    Re:
    misterx78, 24/09/2008 10.50:

    Mi spiace. Non vorrei che questo post ti abbia in qualche modo turbato. Se è così ti chiedo scusa. Voleva solo essere un argomento di discussione che, penso, riguarda tutti perché parla dell'istinto di conservazione, della coscenza, dello scrupolo a fare del male, non trovi?



    No assolutamente,anzi se volete vi racconto i particolari....

  • OFFLINE
    KENNA
    Post: 147
    Registered in: 4/28/2008
    Junior User
    00 9/24/2008 5:32 PM
    Re: situazione limite
    Scusate ma che razza di sondaggio è questo?? [SM=x570881]

    Non voglio giudicare il sondaggio di Misterx78 tantomeno le idee personali di chi ha postato ma messo così sto sondaggio mi sembra un tantino retorico, cosa vuoi che uno risponda di fronte ad una situazione simile?? [SM=x570872]

    misterx78, 24/09/2008 9.44:


    Ora, la domanda è questa: in una situazione simile, mentre vedete la gente intorno a voi che cade uno a uno, non ci sono vie d'uscita e sentite che tra poco toccherà a voi, solo qualche secondo prima che quel pazzo mirerà anche a voi...

    Desidereste avere un'arma con voi per provare ad avere almeno una possibilità?






    ...................................................................................
    Da un grande potere derivano grandi responsabilità. [...Lo zio di Spiderman]
  • OFFLINE
    rocket74
    Post: 571
    Registered in: 6/25/2008
    Senior User
    00 9/24/2008 5:47 PM
    Re: Re: situazione limite
    KENNA, 24/09/2008 17.32:

    Scusate ma che razza di sondaggio è questo?? [SM=x570881]

    Non voglio giudicare il sondaggio di Misterx78 tantomeno le idee personali di chi ha postato ma messo così sto sondaggio mi sembra un tantino retorico, cosa vuoi che uno risponda di fronte ad una situazione simile?? [SM=x570872]





    Forse MIsterx78 voleva parlare del turbamento della coscienza che si puo ' avere davanti alla scelta "vita mia o morte tua".

    Parlare del limite della coscienza oppure il SOLO difendersi a scapito della propria vita.

    Forse sbaglio ma la discussione puo' avere risvolti interessanti e profondi..








  • OFFLINE
    lupin007
    Post: 281
    Registered in: 7/31/2007
    Junior User
    00 9/24/2008 6:48 PM
    Io sono una persona gracilina,basso di statura e peso poco più di 47 kg,perciò aspetterei il mio turno... peserebbe più una pistola di me per cui non saprei che altro fare.Non sono vigliacco mi mancano le capacità fisiche,con un soffio farei 50 metri.... [SM=x570872] [SM=x570872]
  • OFFLINE
    genesis2000
    Post: 926
    Registered in: 7/11/2005
    Senior User
    00 9/24/2008 6:57 PM
    mancava anche l'opzione "cagarsi addosso". [SM=x570867] [SM=x570867]

    Comunque sia, un mio amico Carabiniere dice sempre: meglio un brutto processo che un bel funerale! A voi le conclusioni.
    ---------------------------------------------------------
    "Mi chiamo Massimo e avrò la mia vendetta.
    In questa vita o nell'altra."
  • =omegabible=
    00 9/24/2008 7:02 PM
    RE

    Votato!

    Assolutamente SI. Le ragioni mi sembrano ovvie.


    omega [SM=x570880]
  • OFFLINE
    genesis2000
    Post: 928
    Registered in: 7/11/2005
    Senior User
    00 9/24/2008 7:05 PM
    Re:
    lupin007, 24/09/2008 18.48:

    Io sono una persona gracilina,basso di statura e peso poco più di 47 kg,perciò aspetterei il mio turno... peserebbe più una pistola di me per cui non saprei che altro fare.Non sono vigliacco mi mancano le capacità fisiche,con un soffio farei 50 metri.... [SM=x570872] [SM=x570872]




    potresti usarne una piccola e leggera [SM=x570880]

    ---------------------------------------------------------
    "Mi chiamo Massimo e avrò la mia vendetta.
    In questa vita o nell'altra."
  • OFFLINE
    35.angelo
    Post: 1,692
    Registered in: 11/20/2005
    Veteran User
    00 9/24/2008 7:06 PM
    Io sono contrario all'uso di pistole in una situazione simile,

    però sono favorevole e userei subito un bel baazooka alla Rambo 5
    e
    (solo per ferirlo ovviamente) [SM=g1543835]




    Isaia 29:13...‘Questo popolo mi onora con le labbra, ma il loro cuore è molto lontano da me.  Invano continuano ad adorarmi, perché insegnano dottrine e comandi di uomini’”...



  • OFFLINE
    genesis2000
    Post: 930
    Registered in: 7/11/2005
    Senior User
    00 9/24/2008 7:34 PM
    Re:
    35.angelo, 24/09/2008 19.06:


    e
    (solo per ferirlo ovviamente) [SM=g1543835]








    era implicito nel post! non vorresti mica ammazzarlo con un bazooka fatto con tubi di plastica del cesso. [SM=x570867] [SM=x570867]

    consiglio un upgrade

    [Edited by genesis2000 9/24/2008 7:36 PM]
    ---------------------------------------------------------
    "Mi chiamo Massimo e avrò la mia vendetta.
    In questa vita o nell'altra."
  • OFFLINE
    misterx78
    Post: 2,176
    Registered in: 3/22/2008
    Veteran User
    00 9/24/2008 11:53 PM
    Credo che nei momenti estremi l'istinto di conservazione e quello che ci siamo creati, coscienza acquisita, vadano in conflitto. Idee religiose, stato d'animo, ma ancora di più quello che si è dentro, possano influenzare in maniera diversa le reazioni.

    E' un pò, per citare certi esempi che fanno contro i cattolici, i tdg, uno che si trovi in un letto di morte e dica tra sè: 'Dio aiutami' o 'Madonnina aiutami'! Cioè è molto grande l'associazione dei pensieri che sono stati fatti per tutta la vita al punto di divenire molto profondi e automatici in certe situazioni.

    Ecco che magari una persona molto religiosa ma non abituata all'agire magari si farà il segno della croce, mentre un civile che va 3 volte a settimane al poligono estraerebbe velocemente la sua amichetta dalla tasta e continuerebbe a fare fuoco mirando a punti vitali quali collo, torace, testa, centro addome, anche mentre un individuo pericoloso e sfrenato come quello che ho descritto cadrebbe a terra visibilmente ferito e impossibilitato a creare altri danni alle persone.

    Una persona addestrata, anche a livello civile, che magari faccia alcuni sport di difesa personale, dalla boxe agli sport di contatto orientali, impara per istinto che fare del male è sbagliato. Ma se si dovesse difendere allora dovrebbe mettercela tutta e continuare a colpire fino e oltre ad avere la certezza(stiamo parlando del fatto del 'o tu o io o mio figlio, etc') che il potenziale omicida sia stato fermato.
    Una persona di poligono che si addestra bene accumula delle reazioni velocissime e se decide in mezzo secondo che la situazione è grave ha una grande capacità difensiva con la propria arma. Addirittura, l'America ci riporta tanti esempi di negozianti che hanno una mente più fredda e veloce del delinquente che entra in negozio col fucile tremando come una foglia e urlando: "dammi i soldi o ti freddo!".

    Riguardo alla corporatura fisica le armi da fuoco livellano le capacità muscolo-scheletriche dell'individuo.

    Anche un Davide può uccidere un Golia con una piccola pistola revolver.

    Inoltre per la difesa sono diffuse piccole pistole, spesso non semiautomatiche, ma dei revolver a 5 colpi, che stanno nel palmo aperto, con un buon grip, o presa, che non hanno appigli o punte esposte e che nell'estrazione potrebbero impigliarsi nella tasca o nel vestito o altro. Esistono armi dedite alla mira 'istintiva', cioè che sono calibrate a livello morfologico e di peso in modo tale che l'atto di puntare verso il bersaglio abbia notevolissime possibilità di fare centro in quanto l'arma facilita il prolungamento delle dita e della posizione della mano...

    Insomma la difesa è un'arte dove l'uomo si è dovuto cimentare da sempre. E questo ci fa capire quanto assurda sia quella frase 'se tutti fossero tdg non ci sarebbero guerre' perché non esiste un mondo che ci viene venduto da certe ideologie, anche se tutti lo vorremmo, ma, non c'è. E non guardare in faccia la realtà, a mio parere, soprattutto in megalopoli come New York o Los Angeles dove alle 18 di sera girano le baby gang con catene e coltelli e chi beccano per strada prima lo derubano, lo malmenano e poi lo struprano, secondo me è cedere a un buonismo dannoso e ceco.
    [Edited by misterx78 9/24/2008 11:59 PM]
  • Paxuxu
    00 9/25/2008 2:43 AM
    Io ho risposto no, in quanto in un'ambiente piccolo è più interessante usare le arti marziali, e poi vuoi mettere la bellissima sensazione di spezzare le ossa ad un tipo del genere?

    Senza contare, che essendo immortale, non ho paura di andare a prendere qualche Pasticcino da Sorella Morte, prima di ritornare sulla terra a vedere l'armagedon imminente.



    [SM=x570880] [SM=x570867] [SM=x570867] [SM=x570867] [SM=x570867]



    Paxuxu




  • OFFLINE
    summer82
    Post: 246
    Registered in: 6/29/2008
    Junior User
    00 10/4/2008 2:24 PM
    rocket74 mi dispiace.

    Io ne ho subite 4 e non vi dico i rischi per un anno
    dove lavoro.isolata ed in un posto dove potrei urlare ore e non sente nessuno.
    ed è brutto anche entrare aprire alle 5 e mezza del mattino
    ,trovare tutto scassinato nonostante sia tutto chiuso bene,
    luogo enorme,
    e non sai se son sempre dentro o da dove son entrati,
    fuggo via,e chimo i carabinieri.Solo dopo scopriamo dove,con la mola han taglito le inferriate
    alla finstra piu nascosta.
    e le altre volte sfondando i muri
    facendo visita pure di giorno,e lasciamo stare che è meglio,sennò mi ci agito ancora.
    Per un anno son stata con la paura che entrassero senza che me ne accorgessi,adesso un pò di relax ma la paura c'è cmq.

    Non so se sarei in grado di sparare a qualcuno,
    m non so neanchese in una situazion brutta brutta non lo farei.
    Quando mi on successe quelle cose e avevo angoscia incredibile
    e a lavoro sevoglio campre ci devo cmq venire,
    non nego di averci pensato.

    Sum
  • OFFLINE
    Deliverance1979
    Post: 305
    Registered in: 6/25/2008
    Senior User
    00 10/4/2008 2:37 PM
    Ragazzi ragazi, un proverbio del 19° secolo diceva....

    Dio creava l'uomo e Colt (l'inventore della pistola a tamburo) li rendeva uguali.......

    Poi in italia con queste leggi sulle armi è sempre il povero cittadino a passarsela scura....vorrei vedere la faccia della banda di rapinatori di ville quando ti vede con in mano un Franchi Spas 12, ed al cinturone una bella Colt .45ACP 1991......te ferma un cinghiale.....che risate che poi ci faremo......
  • francocoladarci
    00 2/21/2009 12:09 PM
    Essendo questo forum impostato sui Testimoni di Geova, presumo(anche se nella discussione non ve ne è menzione) che Misterx78 voglia conoscere il comportamento dei testimoni in una situazione così” estrema”.
    Dato per scontato le risposte degli ex e non, vediamo cosa dice la WTS in merito a situazioni così particolari.

    La WTS fa una distinzione tra “ Pacifico” e “ Pacifista”, ed afferma (argomento trattato diverse volte) che il testimone di Geova è un “ Pacifico” e non un “ Pacifista”.

    Il pacifista è colui che persegue la pace a “ Tutti i costi”, anche se ciò dovesse costargli la vita, al contrario il pacifico è colui che fa proprie la parole dell’apostolo Paolo che afferma in Romani 12;18 “Se possibile, per quanto questo dipende da voi, vivete in pace con tutti”.

    Quindi il testimone cercherà di stare in pace se ciò dovesse dipendere da lui. Ma se non dipendesse da lui?
    La WTS afferma che in un caso “ Estremo” come quello descritto da Misterx78, la vita del testimone è d’avanti a Dio più importante del criminale, e dunque in quella situazione il testimone sarebbe giustificato a difendere la propria vita anche se ciò vuol dire uccidere l’assassino.
    Franco
  • OFFLINE
    musicfunman
    Post: 193
    Registered in: 4/29/2008
    Junior User
    00 2/23/2009 1:58 AM
    Re:
    francocoladarci, 21/02/2009 12.09:

    Essendo questo forum impostato sui Testimoni di Geova, presumo(anche se nella discussione non ve ne è menzione) che Misterx78 voglia conoscere il comportamento dei testimoni in una situazione così” estrema”.
    Dato per scontato le risposte degli ex e non, vediamo cosa dice la WTS in merito a situazioni così particolari.

    La WTS fa una distinzione tra “ Pacifico” e “ Pacifista”, ed afferma (argomento trattato diverse volte) che il testimone di Geova è un “ Pacifico” e non un “ Pacifista”.

    Il pacifista è colui che persegue la pace a “ Tutti i costi”, anche se ciò dovesse costargli la vita, al contrario il pacifico è colui che fa proprie la parole dell’apostolo Paolo che afferma in Romani 12;18 “Se possibile, per quanto questo dipende da voi, vivete in pace con tutti”.

    Quindi il testimone cercherà di stare in pace se ciò dovesse dipendere da lui. Ma se non dipendesse da lui?
    La WTS afferma che in un caso “ Estremo” come quello descritto da Misterx78, la vita del testimone è d’avanti a Dio più importante del criminale, e dunque in quella situazione il testimone sarebbe giustificato a difendere la propria vita anche se ciò vuol dire uccidere l’assassino.
    Franco




    scusa.... ma pure a volerti capire sino in fondo ... il tuo finale non l-ho mica capito....mi sta bene il pensiero che hai riportato sui pacifici prima... ma il finale (dando riferimento al pensiero della wt)non mi torna molto chiaro....anzi direi che e' proprio fuori mira.
    Al testimone non e' mai stato concesso pensiero di uccidere... al massimo in caso che non possa fare a meno difendersi certo, dopo aver cercato comunque una via di fuga...
    l-uccisione accidentale e' tutto un altro discorso.