Infotdgeova -LiberaMente- Lo scopo di questo forum è principalmente quello di analizzare gli insegnamenti dei Testimoni di Geova in chiave critica, onde evidenziare gli errori e le contraddizioni presenti nelle dottrine e nella prassi del gruppo

'Tradurre con buon senso...'

  • Posts
  • OFFLINE
    Achille Lorenzi
    Post: 9,512
    Registered in: 7/17/2004
    Master User
    00 5/22/2008 7:17 PM
    Nella Torre di Guardia del 1° maggio 2008, a p. 21, si legge:

    «E' evidente che per tradurre la Bibbia non basta rendere una parola della lingua originale sempre nello stesso modo. I traduttori devono avere buon senso nello scegliere parole che trasmettano le idee della lingua originale in modo accurato e comprensibile. Inoltre devono formulare le frasi rispettando le regole grammaticali della lingua di destinazione».

    Secono voi la WTS ha manifestato sempre questo "buon senso" nella sua Traduzione del Nuovo Mondo?

    Achille
  • francocoladarci
    00 5/22/2008 8:01 PM
    Alla luce di quando esposto, sembra che la loro affermazione sulla traduzione della Bibbia, l'uso del buon senso sia" Valido per gli altri non per loro".
    In effetti più che una traduzione fedele vi è stata una "alterazione fedele" della TNM.

    Franco [SM=g1543794]
  • OFFLINE
    Achille Lorenzi
    Post: 9,513
    Registered in: 7/17/2004
    Master User
    00 5/22/2008 8:01 PM
    Leggete alcuni esempi di traduzione che trovate qui:

    www.infotdgeova.it/bibbia/tnm.php

    I traduttori della TNM hanno secondo voi manifestato quel "buon senso" di cui si parla nella Torre di Guardia?

    Esempio:

    «Nel pensiero, chi è senza inquietudine disprezza la stessa estinzione; essa è preparata per quelli dai piedi vacillanti. Le tende degli spogliatori sono senza preoccupazioni, e quelli che fanno adirare Dio hanno la sicurezza che appartiene a chi ha portato un dio nella sua mano». - Giobbe 12:5,6.



    Achille
  • OFFLINE
    Vecchia Marziana
    Post: 639
    Registered in: 2/17/2008
    Senior User
    00 5/22/2008 8:15 PM
    Giobbe 12:5,6
    5 «Per la sventura, disprezzo», pensa la gente
    prosperosa,
    «spinte, a colui che ha il piede tremante».
    6 Le tende dei ladri sono tranquille,
    c'è sicurezza per chi provoca Dio,
    per chi vuol ridurre Dio in suo potere.

    Ho Googlato [SM=x570867] credo che lo facciano molti TdG
    Nonna Pina
  • francocoladarci
    00 5/22/2008 8:55 PM
    Voglio citare alcuni versetti presi dal link postato da Achille, per evidenziare l’incomprensibilità della loro traduzione in “ lingua moderna”.
    I versetti tra parentesi sono della C.E.I e altre traduzioni.
    ----------------------------------------------------------------------

    1Re 19:3 Ed egli aveva timore. Di conseguenza si levò e se ne andava per la sua anima... (impaurito, si alzò e se ne andò per salvarsi).

    Gb 7:15 Così che la mia anima sceglie la soffocazione, la morte anziché le mie ossa. (Preferirei essere soffocato, la morte piuttosto che questi miei dolori!).

    Gb 31:27 E la mia mano baciava la mia bocca (E con la mano alla bocca ho mandato un bacio).

    Salmi 6:6 Tutta la notte faccio nuotare il mio letto. (Ogni notte inondo di pianto il mio giaciglio).

    Prov 13:11 Le cose di valore che derivano dalla vanità diminuiscono, ma chi raduna mediante la mano è colui che fa aumentare. (Le ricchezze accumulate in fretta diminuiscono, chi le raduna a poco a poco le accresce).

    Prov 28:25 ...chi confida in Geova sarà reso grasso. (chi confida nel Signore avrà successo).
    ------------------------------------------------------------------------

    Come possiamo notare se non ci fosse una traduzione comprensibile quella tra parentesi, sarà molto difficile capire il significato di questi versetti.

    Mentre li leggevo, sembrava che fosse risorto un italiano antico, posso dire che i traduttori non hanno dimostrato buon senso, ossia tradurre in modo da rendere lo scritto il più comprensibile possibile, usare terminologia corrente affinché si potesse trasmettere in modo più fedele il pensiero di Dio.

    La mia riflessione è: essendo i traduttori della WTS esperti (perché le capacità le hanno), quale può essere il motivo per cui hanno fatto una traduzione molto obsoleta sotto l’aspetto traduttivo?, può essere che come si sono voluti differenziare riguardo allo strumento di morte di Cristo “ palo invece di croce”, cosi hanno voluto differenziarsi riguardo alla traduzione della Bibbia, renderla dissimile a tutte le altre, e questo anche a scapito della qualità traduttiva.

    Franco

  • OFFLINE
    ottonio
    Post: 101
    Registered in: 7/9/2004
    Junior User
    00 6/26/2008 12:46 PM
    Ma è logico cosa intende La Torre di Guardia quando parla di "buon senso" dei traduttori.
    Quando i versetti o i termini vengono tradotti in un modo che è in armonia con i precetti del Corpo Direttivo, allora i "traduttori della Bibbia" hanno dimostrato "buon senso". Altrimenti no.
  • OFFLINE
    MatriXRevolution
    Post: 864
    Registered in: 10/12/2006
    Senior User
    00 6/26/2008 1:15 PM

    La mia preferita attualmente è Isaia 3:20 in cui la TNM traduce "Case dell'Anima" invece che "boccette di profumo" [SM=x570867]
    __Links Interessanti che vi propongo______________ __ _
    La nuova offerta per il Digitale terrestre Dahlia TV: CALCIO, SPORT, EROS, XTREME, EXPLORER E ADULT a solo 6 euro
    Se l'assicurazione auto e moto non ti fa dormire, Dimezzala qui.
    Nasce un nuovo potentissimo sistema per incontrare l'amore in rete.
    ____________________________________________________________________
    Signore, Ti ringrazio di essere Ateo!
  • OFFLINE
    MatriXRevolution
    Post: 865
    Registered in: 10/12/2006
    Senior User
    00 6/26/2008 1:17 PM

    un'altra perla:

    Ecclesiaste 4:6
    È meglio una manciata di riposo che una doppia manciata di duro lavoro(TNM) [SM=x570872]
    Meglio una manciata con riposo che due manciate con fatica (CEI)
    __Links Interessanti che vi propongo______________ __ _
    La nuova offerta per il Digitale terrestre Dahlia TV: CALCIO, SPORT, EROS, XTREME, EXPLORER E ADULT a solo 6 euro
    Se l'assicurazione auto e moto non ti fa dormire, Dimezzala qui.
    Nasce un nuovo potentissimo sistema per incontrare l'amore in rete.
    ____________________________________________________________________
    Signore, Ti ringrazio di essere Ateo!
  • OFFLINE
    MatriXRevolution
    Post: 866
    Registered in: 10/12/2006
    Senior User
    00 6/26/2008 1:19 PM

    ancora:

    Eccl 6:9
    È meglio il vedere degli occhi che l'andare in giro dell'anima(TNM) [SM=x570872]
    Meglio godere di ciò che si ha piuttosto che vivere di sogni e speranze(CEI) [SM=g27832]
    __Links Interessanti che vi propongo______________ __ _
    La nuova offerta per il Digitale terrestre Dahlia TV: CALCIO, SPORT, EROS, XTREME, EXPLORER E ADULT a solo 6 euro
    Se l'assicurazione auto e moto non ti fa dormire, Dimezzala qui.
    Nasce un nuovo potentissimo sistema per incontrare l'amore in rete.
    ____________________________________________________________________
    Signore, Ti ringrazio di essere Ateo!
  • OFFLINE
    lovelove84
    Post: 193
    Registered in: 4/21/2008
    Junior User
    00 6/26/2008 1:29 PM
    Re:
    francocoladarci, 22/05/2008 20.01:

    Alla luce di quando esposto, sembra che la loro affermazione sulla traduzione della Bibbia, l'uso del buon senso sia" Valido per gli altri non per loro".
    In effetti più che una traduzione fedele vi è stata una "alterazione fedele" della TNM.

    Franco [SM=g1543794]




    ti [SM=x570923]

    ma spero che si riferiscono a loro e presto vedremo dei cambiamenti nella bibbia.
    cosa possibile???
    [SM=x570865]

    --------------------------------------------------
    AVER PAURA DEL DIAVOLO E' UNO DEI MODI DI DUBITARE DI DIO ...
  • OFFLINE
    Ancientofdays
    Post: 579
    Registered in: 11/22/2005
    Senior User
    00 6/26/2008 2:54 PM
    ma sopratutto ...
    Ma secondo voi è conciliabile l'affermazione riportata da Achille tratta dalla recente Torre di Guardia con quanto invece è scritto nell'Introduzione alla Traduzione Nuovo Mondo che cito a seguire ?



    *** Rbi8 p. 7 Introduzione ***

    Non si è fatto ricorso a parafrasi delle Scritture. Piuttosto, si è compiuto uno sforzo per rendere la traduzione la più letterale possibile laddove l’italiano moderno lo permette e quando la versione letterale non risulta incomprensibile a motivo di qualche espressione strana. Così è appagato il desiderio di quelli che ci tengono ad avere una versione quasi parola per parola dell’originale...
    ... Abbiamo evitato di prenderci delle libertà col testo per semplice amore di brevità, e di sostituire all’originale qualche equivalente moderno quando una versione letterale dell’originale è abbastanza comprensibile. Si è mantenuta l’uniformità di versione assegnando un significato a ciascuna parola principale e rispettando tale significato fin dove il contesto lo permette. A volte questo ha imposto una limitazione alla scelta delle parole, ma risulta utile nella consultazione dei riferimenti a catena e nella comparazione dei brani collegati fra loro.



    Mah !!??!

    ------------------------------------------------
    Il MALE sono quelli che impongono la propria autorità come verità assoluta e non si dispongono alla verità come autorità assoluta.



  • OFFLINE
    Achille Lorenzi
    Post: 10,411
    Registered in: 7/17/2004
    Gold User
    00 8/9/2008 7:08 AM
    Ancientofdays ha scritto:

    Ma secondo voi è conciliabile l'affermazione riportata da Achille tratta dalla recente Torre di Guardia con quanto invece è scritto nell'Introduzione alla Traduzione Nuovo Mondo che cito a seguire ?

    ---------------
    *** Rbi8 p. 7 Introduzione ***

    Non si è fatto ricorso a parafrasi delle Scritture. Piuttosto, si è compiuto uno sforzo per rendere la traduzione la più letterale possibile laddove l’italiano moderno lo permette e quando la versione letterale non risulta incomprensibile a motivo di qualche espressione strana. Così è appagato il desiderio di quelli che ci tengono ad avere una versione quasi parola per parola dell’originale...
    ... Abbiamo evitato di prenderci delle libertà col testo per semplice amore di brevità, e di sostituire all’originale qualche equivalente moderno quando una versione letterale dell’originale è abbastanza comprensibile. Si è mantenuta l’uniformità di versione assegnando un significato a ciascuna parola principale e rispettando tale significato fin dove il contesto lo permette. A volte questo ha imposto una limitazione alla scelta delle parole, ma risulta utile nella consultazione dei riferimenti a catena e nella comparazione dei brani collegati fra loro.
    ---------------
    Mah !!??!

    In effetti è piuttosto arduo conciliare le due affermazioni. Non mi sembra, infatti, che sia stato usato molto "buon senso" nel tradurre certi passi, che risultano davvero di difficile lettura e non sono certo l'espressione di un "italiano moderno e comprensibile"!

    Achille
    [Edited by Achille Lorenzi 8/9/2008 7:52 AM]
  • OFFLINE
    mancagraziella
    Post: 813
    Registered in: 5/20/2007
    Senior User
    00 8/10/2008 12:19 PM
    Lam.2,2-5
    Geova ha inghiottito,non ha mostrato compassione per alcuno dei luoghi di dimora di Giacobbe...Geova è divenuto come un nemico.Ha inghiottito Israele.Ha inghiottito tutte le sue torri di dimora!

    Ma che hanno preso Dio per uno struzzo! [SM=x570867] [SM=x570867] [SM=x570867]
    nella cei "inghiottito" è tradotto "distrutto".
    Grazia [SM=x570865]
  • Citocromo c
    00 8/10/2008 12:55 PM
    Aggiungo delle noticine (tratte dai miei vecchi libri di studio) per quanto riguarda le traduzioni. I Tdg prendano appunti:

    Chi traduce deve possedere un'abilità in più rispetto a chi capisce, legge, parla e scrive in un'altra lingua, deve essere capace di immergersi in un'altra cultura, in un'altra realtà dalle categorie economiche sociali e spirituali diverse.

    Tradurre non è un'operazione meccanica, è ri-creare il messaggio originale, che va espresso con fedeltà e in armonia con il gusto, la cultura, la sensibilità del nuovo codificatore.

    In passato Cicerone, Orazio, Gerolamo, per citare solo alcuni fra i traduttori più autorevoli dell'antichità,avevano già compreso quanto fosse difficile seguire il filo dei pensieri di un altro e rendere in un'altra lingua concetti e immagini espressi nell'originale. Proprio Cicerone ci suggerisce, però, di non comportarci come semplici traduttori, ma piuttosto come scrittori capaci di ricreare, nella propria lingua, il messaggio originale nella sua completezza di contenuto e di forma. Non bisogna tradurre parola per parola (non verbum pro verbo reddere), ma preoccuparsi di rendere il senso globale e la forza espressiva del testo originario (sed genus omnium verborum vimque servavi). Orazio, poi, se non bastasse il suggerimento di Cicerono, ci propone di seguire le stesse regole: "Anche se vuoi essere un traduttore fedele, non preoccuparti di fare una traduzione letterale (nec vurbum verbo curabis reddere fidus interpres).

    Gerolamo dichiara apertamente di rendere non parola con parola, ma idea con idea (non verbum e verbo sed sensum exprimere de sensu) e confessa che è una vera impresa conservare in una traduzione lo stesso fascino dell'originale.

    Certamente tradurre è un'operazione lente e complessa, connessa a un faticoso lavoro di ricerca che comporta la necessità di affrontare e risolvere problemi, ma non è un compito impossibile e riservato a pochi eletti. Una buona traduzione scaturisce da una conoscenza chiara e completa delle strutture morfosintattiche della lingua dalla quale si traduce, ma anche dall'applicazione di criteri che consentano di procedere con sistematicità.

    Tutti possono imparare a tradurre in un italiano moderno, chiaro e scorrevole, però si deve procedere con pazienza e riflessione, perchè interpretare e tradurre è come comporre un puzzle

    Il risultato auspicabile di questa complessa operazione è il conseguimento di una traduzione ottimale, capace di riprodurre tutte le diverse sfumature e tutti i livelli di letture dell'originale, ma bisogna essere consapevoli che si tratta di un lavoro che richiede diverse competenze a vari livelli e pertanto occorre tenersi lontani dall'imboccare improponibili e fuorvianti scorciatoie.
    [SM=x570901] [SM=g1543902]
  • Citocromo c
    00 8/10/2008 1:08 PM
    Ho scritto:

    Il risultato auspicabile di questa complessa operazione è il conseguimento di una traduzione ottimale, capace di riprodurre tutte le diverse sfumature e tutti i livelli di letture dell'originale, ma bisogna essere consapevoli che si tratta di un lavoro che richiede diverse competenze a vari livelli e pertanto occorre tenersi lontani dall'imboccare improponibili e fuorvianti scorciatoie.



    TNM del 1967, pag. 1381,: «Nelle Scritture Ebraiche, siamo riusciti a rendere la parola ebraica nef’esh sempre in modo uniforme come “anima”». Che assurdità!!!
  • Citocromo c
    00 8/11/2008 11:38 AM
    Ciao a tutti. Sul sito www.tdgonline.net ho trovato questo articolo che analizzo solo in parte. Spero che anche altri foristi inseriscano commenti.

    Colossesi 1:13-20: Adattamento?
    (...)
    Adattamenti : si o no ?

    Può sembrare strano ma gli "adattamenti" sono qualcosa che fanno tutti i traduttori per rendere "armonico" il testo che si traduce, con il contesto.

    Ma non credo proprio! Io ho tradotto una marea di versioni (greche e latine) dei più svariati autori (anche brani del Nuovo Testamento) ma non mi è mai capitato di dover fare “adattamenti” “per rendere armonico il testo che si traduce, con il contesto”. Inoltre ho letto vari classici latini e greci tradotti da illustri studiosi, quali A. Traina, Narducci, ecc..., e non ho mai riscontrato che questi autori facessero “adattamenti”;anzi le traduzioni erano fedeli al testo e chiarissime.

    Non si tratta di assegnare il significato corrispondente ad una parola ma trasmettere pensieri e idee.

    Eppure le traduzioni consistono nell'assegnare il significato corrispondente ad una determinata parola in un determinato contesto.

    In una lingua certi termini possono essere sott’intesi o scontati visto che chi ascolta capisce chiaramente di che si parla, ma nel traslare da una lingua ad un altra si devono per forza aggiungere frasi per rendere accuratamente il senso.

    Questa affermazione può essere accettata solo se si tratta di un linguaggio parlato. Infatti quando si parla oltre alle parole, bisogna considerare anche le espressioni del viso e la gestualità di una persona. Il brano in questione, invece, è un testo scritto. Inoltre aggiungo che il senso è già chiaro senza aver bisogno di aggiungere nulla.

    C'è anche da dire che alcune volte nel tradurre si deve "interpretare" anche per confutare false idee che possono crearsi nel tempo e che possono basarsi su una lettura non accurata di un testo antico. Colossesi 1:13-20 è uno di questi casi.

    E qui lascio a voi i commenti, soprattutto sul verbo “interpretare”...

    Paolo aveva chiaro in mente di cosa stava parlando e non pensava minimamente alla Trinità visto che per lui non esisteva questa dottrina.

    Ah, no? E come mai, allora, nelle sue lettere ha scritto in linea con questa dottrina? Aggiungendo i cosiddetti “adattamenti” stravolgete il senso e alterate il testo originale.

    Nel brano in questione Paolo vuole indirizzare l'attenzione sul ruolo di Cristo nel proposito del Padre. I versetti 12 e 13 indicano che il soggetto che permette ai santi di partecipare alla luce e che li ha liberati è Dio Padre. E' Dio che trasferisce i santi nel Regno del Figlio del Suo amore. Il versetto 15 indica che questo avviene perché il primogenito di Dio Padre è "l'immagine del Dio invisibile il primogenito di tutta la creazione". Se è l'immagine non può essere la stessa persona. Ne riflette le qualità, l'essenza ma non si eguaglia a Dio Padre in alcun modo.

    Vi propongo l'estratto di un discorso di Papa Benedetto XVI: “Egli è, infatti, l'"immagine del Dio invisibile", e questa espressione ha tutta la carica che l'"icona" ha nella cultura d'Oriente: si sottolinea non tanto la somiglianza, ma l'intimità profonda col soggetto rappresentato. Cristo ripropone in mezzo a noi in modo visibile il "Dio invisibile". In Lui vediamo il volto di Dio, attraverso la comune natura che li unisce. Cristo per questa sua altissima dignità precede "tutte le cose" non solo a causa della sua eternità, ma anche e soprattutto con la sua opera creatrice e provvidente: "per mezzo di lui sono state create tutte le cose, quelle nei cieli e quelle sulla terra, quelle visibili e quelle invisibili... e tutte sussistono in lui" (vv. 16-17).” Inoltre, nessuno ha mai detto che Gesù e il Padre sono la stessa persona. Questa è un'altra bugia.

    Nel tempo si è sviluppata l'idea di un Cristo Divino eguale a Dio Padre.

    Ma già san Paolo lo dice. Se è primogenito, è stato generato dal Padre ed è Dio come il Padre, ossia ha la stessa natura o sostanza divina. Infatti “in lui abita corporalmente tutta la pienezza della divinità”.

    (...) Concetti che nè Paolo né i cristiani di Colosse avevano in mente visto che i primi cristiani erano monoteisti come gli ebrei e il Cristo era considerato come un essere angelico di qualità divine che Dio Padre aveva reso Signore e Messia.(Atti 2:36)

    Atti 2,36 dice: “Sappia dunque con certezza tutta la casa di Israele che Dio ha costituito Signore e Cristo quel Gesù che voi avete crocifisso!” Quale creatura angelica??? E lasciamo perdere la qualità divina perchè san Paolo usa la parola “teòtes” (divinità, natura divina), non teiòtes (qualità divina).

    Questo rende necessario tradurre in modo da trasmettere accuratamente non solo le parole ma anche il pensiero di Paolo. In greco non era necessario aggiungere "altre" visto che l'aggettivo "pas, pasa, pan" nella forma declinata lo sott’intende;

    Allora andate a dire queste cose in sede d'esame e vediamo se superate l'esame! Ma con che coraggio dite certe cose?
    ma in italiano, alla luce della cattiva interpretazione del brano, è necessario.

    No, non è necessario perchè si aggiunge una parola che nel testo non esiste e che non è sott'intesa.
     
    La Traduzione del Nuovo Mondo è l’unica nell’aggiungere “altri” tra parentesi?
    (...)
    Tornando ora al punto di vista grammaticale, ci sono altri passi in cui altri traduttori hanno tradotto il termine greco "ta panta" con l'espressione "tutte la altre". Considera anche che per le persone di lingua greca di allora era comune omettere la parola "altre", tanto che negli scritti di Paolo sembra non ricorrere nemmeno una volta. (Vedi Grammatica del greco del Nuovo Testamento, Blass-Debrunner, Paideia, Brescia, 1982, pp. 587-588 (§480, punto 1).

    I riferimenti alla grammatica non centrano nulla. Si parla di ellissi, di pleonasmo, ma non hanno a che fare con questa cosa.

    La TNM non è certamente la sola a tradurre con "tutti gli altri", "tutte le altre", ecc. Sì, è possibile, anzi, a volte è necessario tradurre la parola greca "panta" in questa maniera.

    Si, ma solo se si confrontano due realtà tra loro omogenee. Ad esempio si può tradurre: “la sardina e i pesci” ma anche “la sardina e gli altri pesci”. In questo caso il significato non cambia perchè si confontano realtà omogenee (infatti la sardina è un pesce). Ma per Gesù è diverso. Gesù non è una creatura. Infatti il NT parla di monogenès (unico generato), prototokòs (primo generato). Se è generato non è creato.

    Ad esempio, in Matteo 26:35 è chiaro che sono "tutti gli altri" discepoli a dire quelle cose, altrimenti Pietro non sarebbe egli stesso un discepolo. (Vedi pure Atti 5:29) Inoltre, in 1 Corinti 6:18 la fornicazione è anch'essa un peccato ed è incluso nella categoria dei peccati.

    Vale quanto detto per “la sardina”.

    (...)
    Concludendo possiamo dire che anche questa accusa rivolta ai testimoni di Geova, risulta, alla luce dei fatti, destituita di fondamento.

    Invece noi confermiamo con tutta sincerità l'alterazione di tale passo!
    [SM=x570901] [SM=g1543902]
  • mauro.68
    00 8/25/2008 9:16 AM
    Il versetto 18 del capitolo 45 in genesi è tradotto dalla wt in questo modo: "e prendete vostro padre e le vostre case e venite qui da me, perché io vi dia il buono del paese d’Egitto; e mangiate la parte grassa del paese."
    Mentre la Cei traduce così: "Poi prendete vostro padre e le vostre famiglie e venite da me e io vi darò il meglio del paese d`Egitto e mangerete i migliori prodotti della terra.
    Ma un testimone che legge la Bibbia cosa capisce, che Giuseppe avrebbe preso la sua casa in spalla e l'avrebbe portata al faraone?
  • Citocromo c
    00 8/25/2008 9:33 AM
    Penso che la traduzione della CEI sia più chiara rispetto alla TNM. Cmq la parola "case" metaforicamente indica la famiglia. Anche il termine greco oikìaha come significati 1)casa...;2)famiglia...
    Non so cosa capisca il tdg; però i vocabolari esistono per poter essere consultati.
    [SM=x570901] [SM=g1543902]
  • mauro.68
    00 8/25/2008 9:38 AM
    Re:
    Citocromo c, 25/08/2008 9.33:

    Penso che la traduzione della CEI sia più chiara rispetto alla TNM. Cmq la parola "case" metaforicamente indica la famiglia. Anche il termine greco oikìaha come significati 1)casa...;2)famiglia...
    Non so cosa capisca il tdg; però i vocabolari esistono per poter essere consultati.
    [SM=x570901] [SM=g1543902]



    Si lo so che significa anche casa, appunto perchè ha doppio significato cioè appunto casa e famiglia, allora bisogna cambiarla nel contesto la parola, ed in questo caso era più appropriata la parola famiglia, questo comunque è solo un piccolo esempio, alcune frasi sono dei veri e propri scioglilingua, non so i tdg cosa capiscono quando leggono la Bibbia. Certo che i vocabolari esistono, ma ti pare che ogni passo che devo leggere devo averne uno vicino?

  • Citocromo c
    00 8/25/2008 9:43 AM
    Hai ragione. Ma visto che la TNM è "aggiornata, accurata e di facile lettura" la WTS dà per scontato che il tdg comprenda che si sta parlando delle "famiglie". Inoltre se fai ricerche di altri passi come questo nel NT possiamo analizzarli direttamente dal greco. Io sono qui a posta.
    [SM=x570901] [SM=g1543902]
  • mauro.68
    00 8/25/2008 9:50 AM
    Guarda che ho fatto un esempio di una parola in una frase, ma a volte ci sono frasi intere che non si capiscono, molte sono ridicole e senza senso. E poi molte volte non è di facile lettura.
    [Edited by mauro.68 8/25/2008 9:51 AM]
  • Citocromo c
    00 8/25/2008 11:31 AM
    Certo, questo lo vede chiunque legge la TNM. Anch'io una volta ho iniziato a leggere il Vangelo di Giovanni per trovare errori di traduzione e ho dovuto abbandonare la lettura perchè è veramente pesante. Soprattutto per il linguaggio e il modo di esprimersi. E' come camminare sui sassi. Eppure i tdg dicono che è "aggiornata, accurata e di facile lettura". Vuol dire che non l'hanno mai letta.
    [SM=x570901] [SM=g1543902]
  • OFFLINE
    Trianello
    Post: 4,705
    Registered in: 1/23/2006
    Master User
    00 8/25/2008 11:41 AM
    Re:
    Citocromo c, 25/08/2008 11.31:

    Certo, questo lo vede chiunque legge la TNM. Anch'io una volta ho iniziato a leggere il Vangelo di Giovanni per trovare errori di traduzione e ho dovuto abbandonare la lettura perchè è veramente pesante. Soprattutto per il linguaggio e il modo di esprimersi. E' come camminare sui sassi. Eppure i tdg dicono che è "aggiornata, accurata e di facile lettura". Vuol dire che non l'hanno mai letta.
    [SM=x570901] [SM=g1543902]




    Da questo punto di vista, però, è possibile spezzare un'arancia (?) a favore della Torre di Guardia. Bisogna tenere conto che molte delle asperità del testo della TNM italiana derivano dal fatto che questa è ricavata dalla TNM inglese (come del resto ha esplicitamente dichiarato la WTS) e che, in effetti, la TNM inglese è molto più comprensibile per il lettore moderno rispetto alla Versione di Re Giacomo, la quale continua ad essere ancora oggi la traduzione della bibbia più diffusa nei paesi anglofoni.

    -------------------------------------------

    Deus non deserit si non deseratur
    Augustinus Hipponensis (De nat. et gr. 26, 29)

  • Citocromo c
    00 8/25/2008 12:52 PM
    Si, è vero. Però anche una traduzione dall'inglese deve essere chiara. Ho scritto in un post. doc. sopra: "Tutti possono imparare a tradurre in un italiano moderno, chiaro e scorrevole, però si deve procedere con pazienza e riflessione, perchè interpretare e tradurre è come comporre un puzzle"
    [SM=x570901] [SM=g1543902]
  • OFFLINE
    Elyy.
    Post: 213
    Registered in: 6/17/2008
    Junior User
    00 8/25/2008 12:57 PM


    Anche se quelli di lingua inglese capiscono meglio la TNM inglese piuttosto che la Bibbia del Re Giacomo, rimane il fatto che la TNM è tradotta male perchè non è una traduzione ma un'interpretazione del testo in lingua originale e uno dei TANTISSIMI esempi è l'aggiunta della parola ALTRE laddove non dovrebbe esserci, come faceva notare Citocromo e dove ho letto in altri posti nel sito e nelle spiegazioni di Don Minuti.


    [SM=g1537196] Ely


    -------------



    "Poca scienza allontana da Dio, ma molta scienza riconduce a Lui". (Louis Pasteur)




    Aggiungimi a Skype
  • Citocromo c
    00 8/25/2008 1:08 PM
    Re:
    Achille Lorenzi, 22/05/2008 19.17:

    Nella Torre di Guardia del 1° maggio 2008, a p. 21, si legge:

    «E' evidente che per tradurre la Bibbia non basta rendere una parola della lingua originale sempre nello stesso modo. I traduttori devono avere buon senso nello scegliere parole che trasmettano le idee della lingua originale in modo accurato e comprensibile. Inoltre devono formulare le frasi rispettando le regole grammaticali della lingua di destinazione».

    Secono voi la WTS ha manifestato sempre questo "buon senso" nella sua Traduzione del Nuovo Mondo?

    Achille



    Controlliamo, ad esempio, 2Cor 13,14 nella TNM e vediamo se si rispettano le regole grammaticali.

    L’immeritata benignità del Signore Gesù Cristo e l’amore di Dio e la partecipazione nello spirito santo siano con tutti voi.

    e koinonìa toù agìou pneùmatos= la comunione dello spirito santo
    "toù agìou pneùmatos"= genitivo singolare= compl. di specificazione

    Conclusione: in questo passo non sono state rispettate le regle grammaticali!
    [SM=x570901] [SM=g1543902]
  • mauro.68
    00 8/25/2008 1:09 PM
    Appunto, ammettiamo pure che è stata tradotta male dall'inglese (ed è un male perchè stiamo parlando della Bibbia, anche topolino al suo confronto è un capolavore di traduzione), però è vero anche che è stata tradotta male (voluta e non per caso) anche dalla lingua originale, se penso che il traduttore era un audidatta mi viene da...
  • Citocromo c
    00 8/25/2008 1:21 PM
    Risolviamo il problema. Se qualcuno ha l'interlinere può mettere in rete la pagina in questione mostrando se la traduzione inglese è giusta o no. Inoltre chi ha la citazione della Torre 1/6/1970 (forse pag. 392 [SM=x570868] ) può metterla in rete. Scusatemi ma non posseggo alcuna rivista della WTS.
    [SM=x570901] [SM=g1543902]
  • Citocromo c
    00 8/25/2008 1:31 PM
    Trovata!

    Nella colonna a destra su ciascuna pagina è presentata la traduzione moderna che si trova nella Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture in edizione riveduta. Comunque, nella traduzione letterale interlineare del greco le parole inglesi non sono prese dal corpo o direttamente dalla Traduzione del Nuovo Mondo e poste sotto l'appropriata parola greca. No! Ma sotto ciascuna parola greca è posto il suo significato basilare, sia che questo concordi letteralmente con la Traduzione del Nuovo Mondo o no. Ciò che noi come studenti biblici dovremmo volere è quello che dice il testo greco originale. Solo avendo questo basilare significato possiamo determinare se la Traduzione del Nuovo Mondo o qualsiasi altra traduzione della Bibbia è giusta o no. (TdG 1/6/1970 p. 340)
    [SM=x570901] [SM=g1543902]
  • mauro.68
    00 8/25/2008 1:56 PM


    E' un interlineare che ho installato sul pc, a destra c'è il testo in Inglese, in italiano non c'è!