Freeforumzone mobile

VACCINAZIONI: prima NO ... poi SI

  • Posts
  • OFFLINE
    brunodb2
    Post: 2,366
    Registered in: 7/12/2004
    Veteran User
    00 3/21/2008 1:16 AM
    Consiglio fraterno che la Società Torre di Guardia dava ai suoi aderenti


    The Golden Age 1° Maggio 1929, p. 502



    Traduzione:
    “Le persone ragionevoli preferirebbero avere il vaiolo piuttosto che essere vaccinati perché la vaccinazione può causare sifilide, cancro, eczema, scrofolosi, tubercolosi e perfino lebbra e tante altre malattie disgustose. Per questo la vaccinazione dovrebbe essere considerata un crimine, un oltraggio e una delusione”.


    Ancora, in:
    Golden Age (L’età d’oro) del 4 febbraio 1931 p.293:
    “Le Vaccinazioni sono una diretta violazione del patto eterno che Dio fece con Noè dopo il diluvio”.

    Alcuni anni dopo L’età d’oro del 24 aprile 1935 riportava:
    “…Dal momento che la vaccinazione è un’iniezione diretta di materia animale nel flusso sanguigno, la vaccinazione è una diretta violazione della legge di Geova Dio”.

    Molti morirono per effetto di questa istruzione, specialmente bambini, di epidemie come la difterite.

    Ma, come al solito, vi fu un cambiamento di rotta.
    Che cosa provocò il cambiamento?
    Dopo la Seconda Guerra Mondiale la Società cresceva rapidamente all’estero. Affinché i capi potessero partecipare alle assemblee in questi paesi essi dovevano vaccinarsi altrimenti non avrebbero potuto presenziare. Nonostante la morte di fedeli membri o dei loro bambini, i capi lo facevano!


    Alla fine in:
    The Watchtower, 1952, p. 764 fu chiesto da un lettore:
    “La vaccinazione è una violazione della legge di Dio?”

    Allora si ammise:

    “… tutte le obiezioni alla vaccinazione sul piano Scritturale sembrano essere lacunose”.

    Conclusione:
    La Torre di Guardia, 1° giugno 1982, p. 31
    Certo, questi sviluppi dell'intendimento, paragonabili in un certo senso alla tecnica nautica del "bordeggio", hanno spesso messo alla prova la lealtà di quelli associati allo "schiavo fedele e discreto"

    ... si, ma a quale costo?

    Ciao [SM=g27813]

    Bruno



    ______________________________


    ---Verba volant scripta manent---
    -----
    --- www.vasodipandora.org ---
  • OFFLINE
    ilnonnosa
    Post: 24
    Registered in: 1/14/2008
    Junior User
    00 3/21/2008 7:26 PM
    Re: Da: "FAITH ON THE MARCH" (FEDE IN CAMMINO) 1957 (Membro del Corpo Direttivo
    brunodb2, 21/03/2008 1.16:

    Consiglio fraterno che la Società Torre di Guardia dava ai suoi aderenti


    The Golden Age 1° Maggio 1929, p. 502



    Traduzione:
    “Le persone ragionevoli preferirebbero avere il vaiolo piuttosto che essere vaccinati perché la vaccinazione può causare sifilide, cancro, eczema, scrofolosi, tubercolosi e perfino lebbra e tante altre malattie disgustose. Per questo la vaccinazione dovrebbe essere considerata un crimine, un oltraggio e una delusione”.


    Ancora, in:
    Golden Age (L’età d’oro) del 4 febbraio 1931 p.293:
    “Le Vaccinazioni sono una diretta violazione del patto eterno che Dio fece con Noè dopo il diluvio”.

    Alcuni anni dopo L’età d’oro del 24 aprile 1935 riportava:
    “…Dal momento che la vaccinazione è un’iniezione diretta di materia animale nel flusso sanguigno, la vaccinazione è una diretta violazione della legge di Geova Dio”.

    Molti morirono per effetto di questa istruzione, specialmente bambini, di epidemie come la difterite.

    Ma, come al solito, vi fu un cambiamento di rotta.
    Che cosa provocò il cambiamento?
    Dopo la Seconda Guerra Mondiale la Società cresceva rapidamente all’estero. Affinché i capi potessero partecipare alle assemblee in questi paesi essi dovevano vaccinarsi altrimenti non avrebbero potuto presenziare. Nonostante la morte di fedeli membri o dei loro bambini, i capi lo facevano!


    Alla fine in:
    The Watchtower, 1952, p. 764 fu chiesto da un lettore:
    “La vaccinazione è una violazione della legge di Dio?”

    Allora si ammise:

    “… tutte le obiezioni alla vaccinazione sul piano Scritturale sembrano essere lacunose”.

    Conclusione:
    La Torre di Guardia, 1° giugno 1982, p. 31
    Certo, questi sviluppi dell'intendimento, paragonabili in un certo senso alla tecnica nautica del "bordeggio", hanno spesso messo alla prova la lealtà di quelli associati allo "schiavo fedele e discreto"

    ... si, ma a quale costo?

    Ciao [SM=g27813]

    Bruno








    "Uno dei problemi più seri che dovetti affrontare, a quanto ricordo, fu quello delle vaccinazioni. Il dipartimento della sanità di Washington aveva ordinato che tutti i detenuti fossero vaccinati. Alcuni dei nostri ragazzi di una prigione in particolare consideravano la pratica della vaccinazione alla stessa stregua delle trasfusioni di sangue, e si rifiutarono di sottomettervisi. Di conseguenza da Washington giunse l'ordine di collocare in isolamento tutti quelli che si rifiutavano di essere vaccinati. Chiesi al direttore il permesso di parlare con quelli che rifiutavano di farsi vaccinare. ... Io sono stato in prigione, ricordai loro, e mi sono semplicemente scoperto il braccio ed ho ricevuto la puntura. Inoltre, tutti noi che visitiamo le filiali straniere o ci facciamo vaccinare o rimaniamo a casa. La vaccinazione non è assolutamente paragonabile alla trasfusione di sangue. Nel vaccino non è fatto alcun uso del sangue. Si tratta di un siero. Così non sarebbe una violazione delle Sacre Scritture che proibiscono di prendere sangue. ... La nostra discussione durò circa due ore, e dopo i ragazzi decisero di accettare la vaccinazione. Dichiararono inoltre d'essere disposti a scrivere una lettera di scuse per le difficoltà che avevano causato a motivo della loro precedente posizione". (pagine 188, 189, 190).
    ciao [SM=x570881] ilnonnosa.
  • OFFLINE
    brunodb2
    Post: 2,368
    Registered in: 7/12/2004
    Veteran User
    00 3/21/2008 7:39 PM
    Re: Re:
    Da: "FAITH ON THE MARCH" (FEDE IN CAMMINO) 1957, pp. 188,189,190 - Autore: A. H. Macmillan (Membro del Corpo Direttivo)

    "Uno dei problemi più seri che dovetti affrontare, a quanto ricordo, fu quello delle vaccinazioni. Il dipartimento della sanità di Washington aveva ordinato che tutti i detenuti fossero vaccinati. Alcuni dei nostri ragazzi di una prigione in particolare consideravano la pratica della vaccinazione alla stessa stregua delle trasfusioni di sangue, e si rifiutarono di sottomettervisi. Di conseguenza da Washington giunse l'ordine di collocare in isolamento tutti quelli che si rifiutavano di essere vaccinati. Chiesi al direttore il permesso di parlare con quelli che rifiutavano di farsi vaccinare. ... Io sono stato in prigione, ricordai loro, e mi sono semplicemente scoperto il braccio ed ho ricevuto la puntura. Inoltre, tutti noi che visitiamo le filiali straniere o ci facciamo vaccinare o rimaniamo a casa. La vaccinazione non è assolutamente paragonabile alla trasfusione di sangue. Nel vaccino non è fatto alcun uso del sangue. Si tratta di un siero. Così non sarebbe una violazione delle Sacre Scritture che proibiscono di prendere sangue. ... La nostra discussione durò circa due ore, e dopo i ragazzi decisero di accettare la vaccinazione. Dichiararono inoltre d'essere disposti a scrivere una lettera di scuse per le difficoltà che avevano causato a motivo della loro precedente posizione".

    ciao [SM=x570881] ilnonnosa.

    Caro il nonnosa ho sistemato un pò il tuo post.

    Ciao [SM=x570892]

    Bruno
    [Edited by brunodb2 3/21/2008 7:44 PM]