Amici di Maria de Filippi Il Forum dedicato al bellissimo programma di canale 5

opinione degli autori sui ballerini

  • Posts
  • arychan
    00 5/6/2005 4:00 PM
    Tili Lukas, anche lui proveniente dalla severa ma redditizia Accademia di Tirana, ballerino con il ‘fisique du role’, elegante ma ancora un po’ acerbo; ragazzo dalla ‘faccia d’angelo’, dal raro ma bel sorriso, molto chiuso forse anche per problemi di inserimento dovuti alla lingua, Tili giunse nella scuola con l’idea di sfidare Alessandro, ma quest’ultimo per ironia della sorte, aveva deciso di annunciare il suo ritiro dalla scuola il giorno stesso; Tili allora, grazie al ‘forfait’ del ballerino titolare, entrò e restò ad ‘Amici’ in punta di piedi ( in senso reale e metaforico), unico ballerino classico ad accedere al serale, vincitore a sorpresa nella sfida contro Piero e Pietro, sconfitto dal connazionale Klajdi, che godeva tra il pubblico di una ben maggiore popolarità; Tili ha però dimostrato, quando è sceso in pista, di sapere il fatto suo, incontrando qualche scoglio in più nelle canzoni per via della lingua e di un’intonazione non proprio ottimale; bellissima comunque la sua serata di congedo, tante belle esibizioni tra cui spicca il suo passo a due con Anbeta sulle note del ‘Don Chisciotte’.


    Mariangela Cafagna, ballerina dal fisico flessuoso e dallo sguardo vivace entrata a settembre con una triplice sfida d’ingresso; la ragazza nel corso dell’anno difese la maglia da titolare davanti agli occhi del grande Jancu nella sfida vittoriosa con Albina, tornata per sfidarla; poi Mariangela non riuscì ad andare oltre l’esame di sbarramento unito a quello, per lei usuale visto che spesso era ultima in classifica, in tutte le materie; per questa combinazione la commissione voleva da lei un 7 in tutte le materie, ma la ragazza, pur fornendo prove più che convincenti nella sua materia (classica e moderna), e discrete in recitazione, evidenziò i suoi cospicui limiti nel canto; la delusione per lei fu grande, così come quella dei compagni; Mariangela ha comunque evidenziato nella sua materia fisico e talento, un talento che va oltre la danza classica e che ha avuto modo di mostrare al pubblico allorché nella puntata di addio, rientrata in studio dopo il momento di delusione, si lanciò in una divertente e azzeccata imitazione di Maria.




    Alessandro Rende, titolare da settembre decise di lasciare la scuola di sua spontanea volontà a dicembre, spianando così la strada a Tili; Alessandro spiegò che in tv si sentiva un po’ un ‘pesce fuor d’acqua’ e che il richiamo del Teatro, suo vecchio amore, si era fatto ormai irresistibile; la decisione del ballerino fu comunque difficile e sofferta. Ragazzo molto alto rispetto allo standard dei ballerini classici, e per questo forse non avvantaggiato ma bello a vedersi una volta sul palco; Alessandro ha mostrato semplicità e un buon carattere, oltre che una buona tecnica che gli ha concesso di far volteggiare con discreta eleganza le sue lunghe leve.


    Francesco De Simone è il ballerino giunto più vicino alla meta, battuto solo da Antonino nella sfida finale. Ragazzo dal viso sempre sorridente, secondo alcuni anche troppo, e ballerino di stampo ‘jazz’, Francesco ha vissuto nel corso dell’anno momenti alterni : coinvolto anche lui nella ‘sospensione di massa’ da cui comunque si è tirato fuori con l’esame ‘riabilitativo’; Francesco, come altri, era stato accusato di scarso impegno dai professori, poi nel corso dell’anno anche la stima di Steve per lui aveva avuto qualche periodica flessione, ma il ragazzo in seguito è riuscito a recuperare quei consensi e quella considerazione che il pubblico non gli ha mai negato, facendolo gravitare sempre nelle posizioni alte della classifica.
    Francesco con un finale in crescendo è arrivato a un passo dalla vittoria; nel serale aveva già sfidato e battuto prima Antonio Fiore, poi nella sfida a tre era passato con Romina a danno di Maddalena. Francesco nel corso dell’anno aveva insidiato a lungo la prima posizione di Klajdi, con il quale a fine stagione ha avuto discussioni anche piuttosto forti e tese; ballerino espressivo e dalle grandi potenzialità ma con la necessità di curare di più i movimenti degli arti superiori, Francesco ha incontrato grosse difficoltà nel canto mentre in recitazione ha avuto momenti più che dignitosi; con i considerevoli progressi fatti a scuola nella sua materia e ulteriore studio, può senz’altro aspirare a realizzarsi nel mondo della danza.


    Klajdi Selimi è stato un personaggio molto carismatico di questa quarta edizione; niente mezze misure per lui: molto amato dal suo pubblico che lo ha a lungo tenuto in cima alla classifica, ‘detestato’ dall’altra ‘fazione’, quella che non riusciva a digerire il suo modo di porsi in tv e di rapportarsi con i compagni. Proprio con i compagni il rapporto è stato più che ‘tormentato’ e spesso si è verificata la situazione del ‘Klajdi contro tutti’. Entrato nella scuola ‘senza colpo ferire’, una volta saltata per varie ragioni la sfida con Antonio e visto il posto libero nella scuola, Klajdi, con la sua inseparabile bandana e i suoi plateali inchini di ringraziamento al pubblico, si è guadagnato spazio televisivo a suon di passi ‘break’ e di impennate caratteriali…; difficile il suo rapporto con numerosi compagni: Antonello, Pietro, Marco, Francesco; più tranquillo quello con le ragazze, anche se con Maddalena si ricorda nel finale di stagione una litigata ‘storica’.
    Klajdi ha evidenziato buone doti di ballerino con rilevanti capacità acrobatiche; arrivato anche lui dall’Accademia classica di Tirana, ha però manifestato la passione e incrementato lo studio della danza di strada: la ‘break-dance’, bravo in jazz ma ancora meglio in hip-hop, Klajdi ha messo in evidenza anche buoni doti di attore e di cantante, che unite alla sua parlantina e perché no, anche alla sua voglia di protagonismo, lo hanno portato ad un passo dalla vittoria finale, vittoria in cui il ballerino credeva, visto lo stupore con il quale accolse i risultati del televoto al termine della sfida con Antonino. Sicuramente, a prescindere dalle considerazioni di chi non lo ha granchè apprezzato, Klajdi è stato una figura molto importante in questa edizione di ‘Amici’.


    Romina Carancini è stata un po’ la sorpresa di questa edizione; dopo un inizio in sordina nel quale le sue qualità non vennero subito alla luce, Romina, con un crescendo misto di bravura, bellezza, umiltà e simpatia, è riuscita a giungere alla finale, giocandosi la vittoria con compagni ben più accreditati.
    I suoi progressi nella danza sono stati nel corso dell’anno molto evidenti e la sua grazia innata, oltre alle sue caratteristiche fisiche, hanno fatto si che le sue ultime esibizioni, specialmente nella finale quando ricevette numerosi complimenti dai critici della stampa, possano essere archiviate come tra le più gradevoli viste quest’anno e non solo; peccato le sue frequenti ricerche della nota giusta in canto, ma anche lì gli errori sono stati in parte mitigati dalla grazia che caratterizza anche la sua voce; per quanto riguarda la recitazione invece buone prove per lei, molto divertenti poi alcuni suoi ‘siparietti’ estemporanei con il suo romanesco pulito e colorito.
    Romina nel corso dei serali ha sconfitto prima Debora, poi nella sfida a tre Maddalena, quindi si è arresa, ma di misura, nella sua bellissima sfida contro Klajdi; quindi un grazie a Romina per il suo modo di essere e di fare con naturalezza e mai sopra le righe, che hanno nobilitato questa edizione.


    Marta Di Giulio entrò a far parte della scuola in seguito alla sfida con la titolare Valentina; il verdetto di Paganini, che assegnò la vittoria a Marta per un solo punto, fu contestato da Valentina e diede luogo a una lunga discussione in studio; dopodiché, con il passare dei mesi Marta ebbe modo di farsi conoscere dal pubblico e farsi volere bene dai compagni grazie al suo carattere brioso e amichevole, alla sua parlata schietta e fortemente caratterizzata dall’inflessione romanesca e, sul finire di stagione, alla sua love-story con Pietro. Ballerina un po’ ‘alla Sabrina’, quindi improntata maggiormente a un certo tipo di movenze che potremmo definire ‘sensuali’, che non alle performance più atletiche e dinamiche, Marta ha però saputo fare tesoro degli insegnamenti assimilati nella scuola, compiendo notevoli progressi nella sua materia; discrete alcune sue prove di canto dove ha evidenziato una bella voce purtroppo non supportata da un intonazione adeguata, piuttosto spigliata invece in recitazione. Marta perse la sfida con Maddalena interrompendo il suo cammino a un mese dal traguardo finale.

    Antonio Fiore era entrato ad ‘Amici’ fin da settembre; ragazzo di bell’aspetto e piuttosto riservato, con una pregevole attenzione per lo studio e pochissime concessioni al pettegolezzo e all’apparire, Antonio, pur essendo approdato al mondo della danza piuttosto tardi per un ballerino, ha dimostrato di essere portato fisicamente e caratterialmente per questa disciplina; le sue esibizioni sono state sempre gradevoli e caratterizzate da una notevole eleganza. Anche per lui, come per Francesco che lo ha sconfitto nella sfida serale di strettissima misura, molti problemi nel canto, problemi ridimensionati per quanto possibile dagli insegnamenti dei maestri; Antonio nel corso dell’anno ha dimostrato in ogni occasione sportività, posatezza, senso di responsabilità e capacità di sdrammatizzare e ‘alleggerire’ ciò che ad altri poteva apparire come un pesante fardello, la sua espressione sorridente dopo la sconfitta nella sfida ne è la chiara testimonianza. Tra le sue cose migliori la sua prova mista di recitazione e ballo in ‘Billy Elliott’, che gli valse un 7 da Patrick e il passaggio al serale.

    Massimiliano Pironti soprannominato ‘Superman’ e dalle sue parti, ‘il pittore di Colleferro’, a testimonianza della sua grande poliedricità in tutti i campi delle espressioni artistiche, si presentò nella scuola con intenzioni spettacolari: sfidare e battere tutti i ballerini della scuola, e anche nel caso di una sola sconfitta, tornarsene a casa; il ballerino, sotto l’occhio del coreografo Franco Miseria, vinse tutte e quattro le sfide contro Michele, Alberto, Francesco e Antonio, ma la commissione, dopo che Max aveva deciso di sfilare la maglia ad Alberto, ‘graziò’ quest’ultimo e promosse titolare SuperMax.
    Dunque un ottimo ballerino ma non solo, tant’è vero che anche in canto forse avrebbe potuto vincere diverse sfide in questa materia. Ragazzo tutt’altro che ‘televisivo’ se si escludono le sue eccellenti performance, Max ha purtroppo trovato sul suo cammino nella prima serata del serale il vincitore del programma Antonino, ma la standing ovation finale dedicata a lui la dice lunga sul talento innato di questo ragazzo; difficile indicare una sua esibizione rispetto a un’altra, basta riguardarsi un suo video e notare la ‘pulizia’ delle sue linee e come i suoi passi vadano a braccetto con la musica con precisione cronometrica; emozionante però la sua esibizione in duo col fratello nel sabato successivo alla sfida serale.

    Simona Annese ha superato l’esame di sbarramento ma non quello della prima serata della fase finale, quando si trovò tra gli ultimi cinque nelle preferenze del pubblico a casa; ragazza molto giovane e carina, ballerina dalle buone doti (per lei i complimenti di Steve al momento della sua uscita), Simona nel corso dei mesi ha mostrato buon carattere e impegno, ma anche una certa timidezza che non le ha consentito di mettersi un po’ più in luce, cosa che comunque ad ‘Amici’ non guasta, vista l’importanza di riscuotere simpatie presso il pubblico.


    Alberto Galetti, sebbene anche lui come Simona sia stato eliminato nella prima puntata del serale, è stato un personaggio importante di questa edizione; ragazzo maturo e consapevole rispetto ai suoi 18 anni, Albertino ha saputo attirarsi le simpatie e farsi benvolere un po’ da tutti i compagni e anche da una certa fetta di pubblico; ballerino dallo stile decisamente hip-hop, molto dinamico e dinoccolato, Alberto, per il suo fisico e le braccia esili, ha incontrato subito grosse difficoltà allorché si è trovato di fronte alle prese di Steve; allora è stato messo sotto pressione con manubri e bilanceri e sul finire di stagione è riuscito a fare cose che fino a qualche mese prima sembravano impossibili; Alberto, a parte la maxi-sfida di gruppo con Massimiliano, nel corso dell’anno ha sostenuto e vinto una sfida che sembrava persa in partenza contro il bravissimo Fabio, ragazzo più avanti di lui tecnicamente e quindi favorito, ma che in quell’occasione, vuoi per l’emozione vuoi per la grande prova d’orgoglio del titolare, che arrivò più ‘allo stomaco’ del commissario esterno Michele Canfora, ‘emozionò’ di meno e perse; indimenticabile il boato di gioia dei compagni che si riversarono in massa su di lui per festeggiarlo.


    Michele Manfredini è stato a sua volta una figura di rilievo nella scuola; ragazzo tenace e sempre pronto a mettersi in gioco oltre che buon ballerino, Michele è stato probabilmente il titolare più sfidato , ma anche uno dei più sfortunati visto che per un infortunio al ginocchio ha dovuto lasciare la scuola proprio alla vigilia del serale. Michele è stato spesso al centro dell’attenzione, vuoi per le tre sfide sostenute, vuoi per la sospensione, l’esame e la successiva riammissione, vuoi per il concorso interno per la borsa di studio a Brodway, ma anche per la sua personalità e la sua allegria. Nel corso dell’anno Michele ha evidenziato anche una buona attitudine per la recitazione, tanto che Aldo Busi sul finale di stagione, lo ha voluto nel suo ‘Amici libri’ come interprete nelle ‘mini-fiction’ dedicate al romanzo ‘le illusioni perdute’ di Balzac.


    Claudia Dongu, la ballerina con le dread-locks, era entrata a settembre ma non è riuscita a superare lo scoglio dell’esame di sbarramento; ragazza dotata di una certa personalità e di un carattere a volte difficile, anche per via di una spiccata sensibilità, ballerina stile hip-hop, piuttosto dinamica e in possesso di mezzi non indifferenti, Claudia, anche per colpa di una forte emozione, disputò un brutto esame di sbarramento, raggiungendo la sufficienza solo nella sua materia e per lei la delusione fu grande.

  • OFFLINE
    Chiaru
    Post: 5,579
    Post: 731
    Registered in: 7/20/2004
    Location: ROMA
    Age: 37
    Gender: Female
    Capa nullafacente e assenteista...meglio arychan-.-
    Amico
    00 5/6/2005 6:58 PM
    sarò sincera[SM=g27819] ...era troppo lungo ho letto solo Francesco[SM=x793951] e mi è piaciuto il suo giudizio[SM=g27811]
  • arychan
    00 5/6/2005 8:22 PM
    anche io ho letto solo fra
  • OFFLINE
    charly150
    Post: 101,240
    Post: 89
    Registered in: 5/16/2004
    Gender: Female
    Amico part time
    00 5/6/2005 9:00 PM
    io ho letto solo max ma stavolta nn lo diko io lo dikono persone esperte quindi!!! [SM=g27828] [SM=g27811]
  • OFFLINE
    Chiaru
    Post: 5,579
    Post: 731
    Registered in: 7/20/2004
    Location: ROMA
    Age: 37
    Gender: Female
    Capa nullafacente e assenteista...meglio arychan-.-
    Amico
    00 5/7/2005 12:09 AM
    cosa dicono?che è meglio Fra????[SM=g27821]