G.S. Bancari Romani Il sito del G.S.B.R.

DIETA A ZONA

  • Posts
  • OFFLINE
    JoeTheBronxVasapollo
    Post: 42
    Registered in: 3/21/2005
    Junior User
    00 4/9/2005 12:45 PM
    Da ancora prima di iniziare la mia giovanissima attivita' sportiva, cioe' da poco piu' di un anno, ho iniziato a studiare e conoscere la teoria sviluppata da Barry Sears.
    Purtroppo la mia attivita' professionale non mi consente di essere estremamente corretto e preciso nel seguirla ma... da gennaio 2005 ad oggi ho perso praticamente quasi 5 kg e attribuisco molta parte dei meriti all'aver evitato una serie di tipi di cibo che Sears giudica poco efficaci.
    Sono curioso di consocere chi e quanti di noi la seguono e con che risultati.
    Football is my business but Baseball is my family. Go Yankees!
  • OFFLINE
    giacov
    Post: 14
    Registered in: 3/21/2005
    Junior User
    00 4/10/2005 10:43 PM
    Re:

    Scritto da: JoeTheBronxVasapollo 09/04/2005 12.45
    Sono curioso di consocere chi e quanti di noi la seguono e con che risultati.



    Personalmente non credo a nessuna "Dieta". L'unica possibilità è di avere uno "Stile di vita" sano. Con ciò intendo dire che, a meno di necessità mediche specifiche, non è secondo me (o IMHO come dite voi forumisti), opportuno seguire una dieta per un periodo determinato per raggiungere un obbiettivo e poi riprendere le cattive abitudini precedenti. I benefici saranno di breve durata e si rischia la sindrome dello yo-yo. E' necessario che ci rendiamo conto del fatto che il bilancio energetico deve quadrare tutti i giorni della nostra vita. Pertanto, ad evitare sacrifici terribili a tavola, usciamo a correre e ci facciamo 8 Km, che, per una persona di 70 Kg, sono 550 calorie = un bel piatto di pasta!

    Inoltre, se siamo un po' attenti a quello che mangiamo e beviamo, ci rendiamo conto che corriamo meglio e alla fine si instaura un ciclo positivo che ci fà stare più in salute.

    Perciò niente diete, solo stile di vita corretto!

    Ciao
    giacov
    Non è il lavoro duro che fà la prestazione, è il riposo successivo.
  • OFFLINE
    JoeTheBronxVasapollo
    Post: 52
    Registered in: 3/21/2005
    Junior User
    00 4/11/2005 1:03 AM
    Re: Re:

    Scritto da: giacov 10/04/2005 22.43


    Personalmente non credo a nessuna "Dieta". L'unica possibilità è di avere uno "Stile di vita" sano.
    Perciò niente diete, solo stile di vita corretto!
    Ciao



    Mi trovi perfettamente d'accordo sullo stile di vita sano.
    Quanto al discorso DIETA lo volevo affrontare in modo meno radicale di quanto probabilmente ti sara' apparso.
    Per DIETA non intendo un ristretto regime alimentare da seguire metodicamente anche in modo "fanatico", il che diverrebbe appunto insalutare come hai legittimamente sottolineato anche tu.

    Lo stile di vita corretto dovrebbe sicuramente essere la religione di tutti gli esseri viventi, sia runners che non. Ribadisco, mi trovi perfettamente allineato al tuo pensiero. Non a caso avevo io stesso indicato una mia mancanza di tenace applicazione alla Zona.

    La mia curiosita' era legata sopratutto ai benefici personali apportati da un "regime" dietetico, inteso come "stile alimentare" appunto, che comporta un passaggio mentale dal concetto, secondo la "zona", calorico ad un concetto "proporzionale" di carboidrati-proteine-grassi.
    Football is my business but Baseball is my family. Go Yankees!
  • OFFLINE
    Skappo
    Post: 25
    Registered in: 3/24/2005
    Junior User
    00 4/11/2005 3:28 PM
    Dieta a zona
    Io direi di fare una distinzione sul significato della parola "Dieta":
    1) Regime alimentare ristretto (o ampliato) finalizzato a una modifica del proprio peso
    2) Condotta quodiana dell'alimentazione.

    Riguardo il punto 1), la dieta a zona di Sears non può che funzionare per il semplicissimo motivo che prevede l'assunzione di un numero assai basso di calorie. In verità credo che se si eliminasse il famoso 30% di grassi, si dimagrirebbe ancora di +. Basta andare avanti con 50 gr di pasta al giorno (o dose equivalente di pane o riso, etc) una cofana di verdura, un po' di frutta, poca carne rigorosamente bianca, solo chiare di uova, niente fritti o dolci o formaggi, etc. Che pensi che in questo modo non si dimagrisce? Certo che perdi peso, ma che tortura! [SM=g27825]
    Una cosa simile accade nella dieta di Sears, con porzioni che a me, solo al pensiero, fanno rabbrividire (meglio che non elenco quello che sono stato capace di scrofarmi in questo week end!)
    [SM=g27819]

    Roguardo al punto 2), per il fatto che la dieta di Sears è calcolata sulla massa magra e non su quella grassa, e a causa dell'alto consumo calorico che ha un podista, nel nostro mondo è sostanzialmente inapplcabile. Ho fatto i calcoli su me stesso e veniva fuori che le calorie che dovevo assumere con quel criterio dei blocchi era di 1600 al giorno, vale a dire meno del metabolismo basale durante la veglia. Non contare lo stress quotidiano, gli allenamenti (faccio almeno 1 ora e mezza al giorno di corsa quando mi pesa il di dietro, + una seduta di ginnastica la sera). Risultato: collasso nel giro di 3 giorni.

    La cosa che mi lascia + perplesso è proprio il fatto che tutti i calcoli siano basati sulla sola massa magra e non su un coefficiente che, ad esempio, potrebbe interessare il rapporto tra massa grassa e magra, o simile. Così un obeso e un magro potrebbero avere la stessa massa magra (cioè avere il peso dei muscoli uguale) ma massa grassa completamente differente. Eppure a entrambi la dieta a zona consiglierebbe di assumere lo stesso quantitativo di calorie.

    [Modificato da Skappo 11/04/2005 18.37]

    [Modificato da Skappo 11/04/2005 18.41]

    --------------------------------------------

    Ultimamente sto avendo opinioni che non condivido.
    (Woody Allen)
  • OFFLINE
    max.b
    Post: 3
    Registered in: 3/31/2005
    Junior User
    00 4/16/2005 4:04 PM
    Credo che il rapporto con il cibo sia condizionato da fattori che con il nutrirsi vero e proprio abbiano poco a che fare. Cosi' mangiare vuol dire di volta in volta consolarsi, distrarsi, premiarsi, divertirsi, socializzare etc. Questo e' sperimentato su di me, che trovo ogni buona ragione per 'strafogarmi'. Secondo me l'unica dieta che funzionerebbe alla grande e' il riconsiderare il rapporto con il cibo in maniera piu' 'tranquilla', piu' neutra, non farne come spesso succede un rifugio in peccatorium dallo stress quotidiano. A me succede che quando sto meglio con me stesso, allora, guarda un po', dimagrisco pure. Le diete, per quanto mi riguarda devono essere le piu' dolci e meno aggressive possibili, altrimenti sono controproducenti : i risultati si azzerano in tempi assolutamente inferiori a quelli necessari al dimagrimento. E l'insoddisfazione aumenta di pari passo.Buon appetito a tutti.[SM=g27828]
  • OFFLINE
    JoeTheBronxVasapollo
    Post: 75
    Registered in: 3/21/2005
    Junior User
    00 4/16/2005 4:58 PM
    Re:

    Scritto da: max.b 16/04/2005 16.04
    A me succede che quando sto meglio con me stesso, allora, guarda un po', dimagrisco pure.




    Parole sante. Io, che sono commercialista, prendo sempre qualche kg durante il periodo di scadenze fiscali: stress, nervosismo e noie varie sono sicuramente la causa catalizzatrice.
    Personalmente ho sempre ritenuto che le persone che ingrassano (salvo eccezioni dovute a patologie) lo fanno a sempre a seguito di malesseri (come quello che ho indicato relativo a me) e insoddisfazioni.
    MENS SANA IN CORPORE SANO! Ah come erano saggi i nostri padri ancestrali...
    Football is my business but Baseball is my family. Go Yankees!
  • OFFLINE
    Ferdinand Max
    Post: 3
    Registered in: 4/16/2005
    Junior User
    00 4/17/2005 1:40 PM
    Eccessi
    Per sintetizzare:
    1) varietà nei cibi (sai che palline altrimenti)
    2) ridurre al massimo certi sfizi (es. i fritti)
    3) attività fisica (in mancanza, basta anche ad es. salire le scale anche quando l' ascensore è gratis)
    4) attenzione alle cene (a casa e fuori) e agli impegni/raduni conviviali
    Ciao a tutti