Freeforumzone mobile

Il Nove

  • Posts
  • OFFLINE
    Ithilla
    Post: 571
    Registered in: 5/14/2006
    Gender: Female
    Guardiana
    Madre dell'Isola
    00 5/17/2007 8:48 AM
    a proposito di 9
    nove sono anche i pianeti del sistema solare che, in ordine dal più vicino al più lontano dal sole, sono:

    mercurio
    venere
    terra
    marte
    giove
    saturno
    urano
    nettuno
    plutone


    ...Inoltre:
    NOVE (JIU): Il Limite della Conoscenza
    "Il Numero 9 si pone al "limite" dei numeri da 1 a 9, i quali determinano la conoscenza dello spirito dell'Uomo per il mondo tangibile, il mondo che possiamo percepire attraverso i sensi e la ragione, il mondo che ruota attorno al proprio Centro (il Numero 5). Il Numero 9 ha la particolarità che se moltiplicato per un altro numero riporta sempre a se stesso (9 x 1 = 9, 9 x 2 = 18 = 1 + 8 = 9, ...) chiude dunque un ciclo. Dopo il Numero 9 si ritorna al Numero 1, oppure si accede ad un livello superiore, al 10, al 100, ..., od ancora si arriva al Numero 0, al Nulla.
    Secondo la medicina tradizionale cinese, 9 sono gli orifizi dell'uomo che lo mettono in contatto con l'esterno, paragonandolo ad un palazzo dalle nove porte o dalle nove stanze. E proprio a questo Numero è legato, nella forma, il quadrato magico del Luoshu.
    L'importanza di questo numero per il taoismo è dimostrata dal fatto che il Dadejing è redatto su 81 (9 x 9) capitoli e lo stesso Laozi, secondo la mitologia propria di questa filosofia, è rimasto in gestazione ottanta anni per nascere proprio al compimento del 81-esimo anno. Nella divinazione questo numero si pone all'opposto del Numero 6 e rappresenta il movimento retrogrado, il ritorno."
    tratto da: fonte

    alcune notizie interessanti da wikipedia:

    " Essendo il nove l’ultima delle cifre, esso annunzia sia la fine sia l’inizio, esprime la fine di un ciclo, il compimento di un corso, la chiusura di un anello. è simbolo della rinascita ad un nuovo ciclo vitale.

    Nel Cristianesimo il numero nove è simbolo del sacrificio di Cristo per la salvezza degli uomini. Nei Vangeli, Gesù crocifisso alla terza ora, comincia l’agonia alla sesta ora, e spira alla nona. "


    p.s.: ho cercato sui libri che ho in casa, ma non ho trovato nulla di nuovo... si fa riferimento sempre al carattere di trasformazione del principio femminile, alle filatrici del destino e alla triplice forma della Dea.




    I come from the darkness and in the darkness rest.
    My appearance is black, my spirit is white and red is my flow. 

    With a hand I wound and with the other cure, my lips enchant and my eyes bind.
    I am not good and am not bad, am not hatred and am not love. I live from always,
    I was born yesterday and I will die tomorrow,

    showing my light to who has the courage to catch up me ...
    Do not follow me, you would not find I ...

    Guess me in of you, in that dark place of the soul where the conscience shines without beliefs ...
    I will so show myself at your side patiently smiling to your tender fears ...

    [Modificato da Ithilla 17/05/2007 9.10]

    [Modificato da Ithilla 17/05/2007 9.15]

  • OFFLINE
    stregaviolet )O(
    Post: 305
    Registered in: 8/26/2002
    Gender: Female
    Guardiana
    Fanciulla dell'Isola
    00 5/25/2007 5:43 PM
    Quante cose Ithilla! [SM=g27823]
    Nella tradizione celtica il Nove è un numero sacro, uno dei più sacri in assoluto. Si parla anche della Nona Onda come all'onda misteriosa, la più bianca di tutte, oltre la quale non vi è più nulla, e quindi si potrebbe dire che oltre ad essa vi è l'Altromondo, una dimensione diversa da quella materiale.
    Fose questo nasce proprio dal fatto che come tu dici, Ithilla, oltre al Nove si ritorna all'Uno... quindi ad un "livello superiore" o comunque ad una dimensione diversa.
    Il Nove in questo senso è la Porta, oltre la quale si cela l'Ignoto.




    "Oltre ogni tempo e tuttavia nel cuore del tempo."
    "C'è più mistero in un pallido raggio di luna sulla corteccia di un albero che in tutta l'esistenza degli uomini."

    Haria

    Il Tempio della Ninfa

    [Modificato da stregaviolet )O( 30/05/2007 22.56]

  • OFFLINE
    Eilan72
    Post: 321
    Registered in: 10/27/2004
    Age: 48
    Gender: Female
    Guardiana
    Fanciulla dell'Isola
    00 5/31/2007 10:51 PM
    Nei Tarocchi, il nono arcano è L'eremita: rappresenta la presa di coscienza, la lungimiranza; è un vecchio, un saggio, che porta innanzi a sè la luce della consapevolezza; nell'altra mano regge un bastone, simbolo del serpente, delle energie della terra, cosmiche e primordiali.

    Nell'aritmomanzia, il numero 9 rappresenta una persona fortemente idealista e spirituale; emotivo, ricettivo e sensibile; è il capo che ognuno di noi sogna, quello che governa con cuore e giustizia; è capace di elevarsi sopra la materialità delle cose, o almeno tenta di farlo; ha potuto contare su una buona guida in gioventù e questo gli dà la capacità di reggere bene la famiglia attuale.

    La nona runa è Hagalaz, la runa dell'evoluzione.

    Nove sono anche le Muse...

    Ho sempre considerato il 9 un numero molto spirituale, molto potente, è sicuramente il numero che prediligo. [SM=g27822]


  • OFFLINE
    Elke
    Post: 816
    Registered in: 2/19/2004
    Gender: Female
    Guardiana
    Madre dell'Isola
    00 5/31/2007 11:52 PM

    è il capo che ognuno di noi sogna, quello che governa con cuore e giustizia;


    Tho..rieccoti la sovranità [SM=g27829]

    dell'evoluzione


    Cambiamento quindi,un pò come quello portato dalle Dame del Lago o dal Calderone delle 9 fanciulle o dalle streghe che portano Perceval dallo stato di fanciullo a uomo.
    Guarda te quante coincidenze...
    [SM=g27838]
  • OFFLINE
    Ithilla
    Post: 601
    Registered in: 5/14/2006
    Gender: Female
    Guardiana
    Madre dell'Isola
    00 6/1/2007 7:35 AM
    al nove viene associato il quarzo e la mandragora...

    il quarzo è la forma più pura del silicio, elemento che è alla base della materia non organica (dalla sabbia al quarzo), così come il diamante è la forma più pura del carbonio che è alla base della materia organica...
    (ehm... esce fuori il mio aspetto scienziata dei materiali... [SM=g27821] )

    La mandragora è da sempre considerata una pianta magica per la particolare forma della sua radice...

    [SM=g27824]


  • OFFLINE
    )Twilight(
    Post: 466
    Registered in: 6/11/2005
    Gender: Female
    Fanciulla dell'Isola
    00 6/3/2007 1:35 AM
    "è simbolo della rinascita ad un nuovo ciclo vitale."

    E qui mi vengono in mente i nove mesi di gestazione della donna quando è incinta...



  • OFFLINE
    Andromaca75
    Post: 30
    Registered in: 9/10/2007
    Age: 45
    Gender: Female
    Viandante
    00 11/13/2007 5:18 PM
    Leggendo questo Topic, mi è venuto in mente che la fontana dell' Aquila ha 99 fontanelle; la città è stata fondata da Federico II, e realizzata secondo il suo programma.
    Il due volte nove nel numero delle fontane, associato all' acqua, mi fa venire in mente, che l' equilibrio e la conoscienza (il 9), possono essere raggiunti attraverso un cammino lungo e arduo, (quello che fa l' acqua dalla sorgente alla fontana), ma comunque purificatore.

    In un certo senso questa fontana a tre elementi legati alla dea : l' acqua, la pietra e il 9.
  • OFFLINE
    007arcobaleno
    Post: 285
    Registered in: 10/11/2005
    Gender: Male
    Fanciulla dell'Isola
    00 2/28/2011 6:29 AM

    Ecco i frutti della mia piccola ricerca... [SM=g27817]

    Pensando all’antica conoscenza e al significato del 9 la prima cosa sulla quale mi è venuto in mente di indagare è la Cabalà, una tradizione che dire antica è dire poco visto che risale a migliaia di anni prima di Cristo.

    Nella Cabalà le leggi universali che soggiacciono all’evoluzione della vita vengono rappresentate dall’albero delle 10 Sephirot detto appunto Albero Della Vita.

    "L'albero, come simbolo dell'Universo, si ritrova nella maggior parte delle tradizioni spirituali.
    A partire dalle radici sino ai frutti, passando per il tronco, le foglie e i fiori, tutte le creature hanno una funzione da qualche parte su quell'albero...
    Tutte le esistenze, tutte le attività e tutte le regioni trovano posto sull'Albero della Vita.
    In epoche diverse dell'anno, le foglie, i fiori e i frutti cadono dall'albero; si decompongono e diventano humus che a poco a poco viene assorbito dalle radici.
    Lo stesso vale per gli esseri. Quando un uomo muore, ritorna alla terra originaria, ma ben presto riappare da qualche parte ull'albero.
    Niente si perde: gli esseri scompaiono e riappaiono incessantemente sull'Albero cosmico della Vita. "

    Sephirot significa sfera, zaffiro, gemma preziosa da cui si irradia la luce divina.

    La nona Sephirot o Yesod è detta “il fondamento”, equivale allo Spirito cioè al soffio della vita che anima la materia.
    La virtù corrispondente a questa Sephirot è l’indipendenza. L’ universo mantenuto in vita dallo Spirito si muove in modo indipendente per poi ritornare alla sua fonte.
    L'immagine è quella di una individualità che ha riconosciuto in se la luce dello Spirito che da quel momento diventa per lei, la sola guida spirituale, la sua legge interiore che gli indica il cammino da seguire.
    Ognuno ha la sua luce, il proprio sentiero, il proprio destino.
    Quando si conosce questa luce si è nella condizione di muoversi da soli, fuori dagli schemi prestabiliti che sono stati preziose guide nella fase iniziale della ricerca.
    L'individuo ora sa cosa cercare e dove arrivare e per fare ciò può contare solamente sulla sua luce interiore alla quale deve affidarsi, abbandonandosi fiduciosamente.

    Il vizio contrapposto alla virtù è la pigrizia, il colore è il viola, il suo aspetto è femminile e corrisponde alla luna e al segno del cancro.
    Secondo l’astrologia cabalistica la luna regna sul concepimento. Non a caso, infatti, la gravidanza dura mediamente 9 mesi e non a caso è Gabriel ("angelo del lunedì") a preannunciare a Maria la nascita di Gesù.

    Così come la luna porta la luce del sole alla terra durante la notte, così Yesod può portare visione e saggezza dentro di noi.

    Questo passaggio di luce viene simboleggiato nella Cabalà dalla Via Regale ovvero il percorso che collega la prima alla decima Sephirot, attraverso l’asse centrale che passa per la sesta e per la nona o Yesod.

    www.naturasalus.it/medicina-tradizionale/albero-sephiro...
    www.ordinemartinista.it/albero.jpg
    Yesod quindi fa da ponte tra la decima e le altre.

    Guarda caso la nona Sephirot è collegata al risveglio della propria potenza vitale (kundalini nella tradizione Indiana) e quindi anche alla gestione dell’energia sessuale.

    Riporto qui di seguito il link di uno scritto dove Yesod viene messa in relazione anche al ruolo del femminile nei confronti dell’umanita e dell’Iniziato in particolare:

    IL TEMPIO DI YESOD...una favola bella.
    ru-ru.facebook.com/note.php?note_id=302215676146


    Il bello è che alle 6 di mattina dopo ore passate a visionare siti mi rendo conto che quanto scritto potrebbe anche non centrare niente con la nona onda [SM=g27837] [SM=g27828]
    però la Cabalà mi ha preso un bel po’ [SM=g27822]





    Alcuni uomini si adattano alla realtà, altri la creano~



  • OFFLINE
    Valeria )O(
    Post: 3
    Registered in: 4/10/2011
    Gender: Female
    Viandante
    00 4/12/2011 5:12 PM

    Io sul numero nove ho sempre e solo saputo che, in quanto tre per tre, ossia il numero perfetto moltiplicato per se stesso, viene considerato come rappresentazione del Divino, sia esso la Triplice Dra o la Trinitià cristiana...

    Mi viene in mente una cosa, che probabilmente è una cavolata...però il nove è il multiplo di tre che è un numero primo, così come anche altri numeri considerati magici e sacri quali il sette, l'uno e il due.
    Chissà se c'entra qualcosa?

    )O(






    "Credo che la luna mi sia entrata nel sangue, stanotte..." [M.Z.Bradley_Le Nebbie di Avalon]

    Come in Alto, così in Basso.

  • OFFLINE
    Valeria )O(
    Post: 7
    Registered in: 4/10/2011
    Gender: Female
    Viandante
    00 5/6/2011 5:38 PM
    Sto leggendo un libro che ho trovato in biblioteca e che a tratti mi lascia un po' perplessa, ma che trovo anche molto interessante come, ad esempio, questo passo:

    "Il numero nove era ritenuto sacro non solo dai popoli della cultura del Wyrd dell'antica Europa [...] i riti sciamanici si riferiscono a nove cieli, nove dei, nove rami dell'albero sacro e così via.
    Eliade descrive, a esempio, come lo sciamano altaico si arrampica su un albero o su un palo con nove gradini, che rappresentano le nove regioni celesti. [...] Il nove è un numero altamente significativo che spesso designa i livelli, le sfere o gli ostacoli che devono essere percorsi e superati quando lo sciamano ascende in cielo in cerca dei poteri spirituali. [...]"

    L'autore prosegue poi con vari esempi di antiche leggi gallesi dove viene stabilito che il re dove avere nove case, e ogni casa nove stanze (o una sala più otto camere), porta l'esempio del falò di Calendimaggio (preferirei dire Beltane, ma qui lo chiama così) che veniva costruito da nove uomini con nove legni diversi e della consuetudine, nell'antica letteratura irlandese, di compagnie di nove uomini (mi viene in mente il Signore degli Anelli [SM=g27835] ).
    E continua:

    "Nelle leggi gallesi il nono giorno del mese spesso segna la fine o l'inizio di un periodo [...] il periodo di luce lunare durante il plenilunio di settembre è chiamato "le nove notti luminose".[...]
    Perché il nove? [...] Il corpo ha nove maggiori orifizi o organi sensoriali, che rappresentano i "passaggi" dal mondo interno al mondo esterno [...]: due occhi, due orecchie, due narici, una bocca, un ano e un organo sessuale. [...]
    Per loro [i popoli del Wyrd, come li definisce l'autore] il corpo era un microcosmo dell'intero e i punti di collegamento corporeo con l'esterno erano simbolici delle vie di accesso alla conoscenza."

    (tratto da "La Sapienza di Avalon di Brian Bates, ed. Rizzoli)

    Vi prego, perdonatemi per il post un po' lungo!
    [SM=g27819]



    "Credo che la luna mi sia entrata nel sangue, stanotte..." [M.Z.Bradley_Le Nebbie di Avalon]

    Come in Alto, così in Basso.

  • OFFLINE
    olwen73
    Post: 148
    Registered in: 2/7/2009
    Gender: Female
    Apprendista
    00 5/6/2011 9:44 PM

    Il nove è anche il simbolo della Dea, sua rappresentazione.

    Sono in piena Joseph Campbell dipendenza [SM=g27836] e quindi non posso esimermi dal citarne un piccolo passo:


    "in nove e' il riversarsi dell'energia eterna nella dimensione del tempo.
    La Dea è il ciclo del tempo, la Dea è il tempo, è il grembo
    e il nove indica il ritmo del suo movimento."





    )O(
  • OFFLINE
    Danae_88
    Post: 1,042
    Registered in: 12/14/2008
    Age: 32
    Gender: Female
    Anziana dell'Isola
    00 5/19/2011 11:24 PM

    Valeria, la fonte di Eliade è il Trattato di Storia delle Religioni? [SM=g27836]
    Questo passo: "Perché il nove? [...] Il corpo ha nove maggiori orifizi o organi sensoriali, che rappresentano i "passaggi" dal mondo interno al mondo esterno [...]: due occhi, due orecchie, due narici, una bocca, un ano e un organo sessuale. [...]" è sempre suo?
    Mi fa pensare al fatto che la Donna ne ha 10 e non 9... di conseguezza Ella può varcare più facilmente la soglia della Nona Onda, alla fine della sua Ricerca... una volta giunta alla Meta. Poichè ha con sè la chiave...
    Se vogliamo intenderlo per intero c'è anche l'Ombelico, e quindi sarebbero 11... che però è una Porta che non può più essere varcata, in quanto manifestazione di vita e non di morte...




    Come posso ascoltare la musica
    che dorme nell'anima del fiore?

    Tagore

  • OFFLINE
    Valeria )O(
    Post: 9
    Registered in: 4/10/2011
    Gender: Female
    Viandante
    00 5/21/2011 10:44 AM
    Cara Danae, tutto il passo è tratto dal libro di Bates, ora non ricordo se quel passo aveva come riferimento il Trattato di Eliade, perché ho dovuto riportarlo in biblioteca, però posso tornare a controllare [SM=g27823]
    Confesso di non riuscire a comprendere completamente ciò che dici, soprattutto perché la Donna avrebbe dieci Porte invece di nove, ma credo sia normale, sono all'inizio e per questo non finirò mai di ringraziarvi per le vostre parole e per questo luogo splendido.
    [SM=g27824]


    "Credo che la luna mi sia entrata nel sangue, stanotte..." [M.Z.Bradley_Le Nebbie di Avalon]

    Come in Alto, così in Basso.

  • OFFLINE
    Danae_88
    Post: 1,048
    Registered in: 12/14/2008
    Age: 32
    Gender: Female
    Anziana dell'Isola
    00 5/21/2011 10:57 PM

    Pensavo appunto all'ombelico, ma non credo si possa prendere in cosiderazione... e poi le due "porte" che ha la donna all'organo sessuale... ma in effetti non credo che possano entrambe agire nel senso di porta effettiva, quindi sì... sono effettivamente 9! Ho detto una covolata io...!
    Forse pensavo più all'Ombelico come Ventre... [SM=g27823]

    [Edited by Danae_88 5/21/2011 10:58 PM]




    Come posso ascoltare la musica
    che dorme nell'anima del fiore?

    Tagore

  • OFFLINE
    Valeria )O(
    Post: 10
    Registered in: 4/10/2011
    Gender: Female
    Viandante
    00 5/22/2011 9:45 AM
    Di sicuro l'organo sessuale femminile è molto più una Porta che quello maschile, però visto come mezzo per mettere in comunicazione l'interno con l'esterno anche quello maschile lo è.
    L'Ombelico è una Porta chiusa, come dici tu, ma ha una simbologia molto interessante, proprio ieri leggevo un articolo su un sito, parlava di uno dei Chakra, il terzo, che è collegato proprio all'ombelico...
    Potremmo fare una ricerchina sull'argomento, a me piacerebbe approfondire. [SM=g27824]



    "Credo che la luna mi sia entrata nel sangue, stanotte..." [M.Z.Bradley_Le Nebbie di Avalon]

    Come in Alto, così in Basso.

  • OFFLINE
    Danae_88
    Post: 1,049
    Registered in: 12/14/2008
    Age: 32
    Gender: Female
    Anziana dell'Isola
    00 5/23/2011 12:15 PM

    Sì, certo, in quel senso sì [SM=g27822] ma magari in un'altra cartellina [SM=g27823]




    Come posso ascoltare la musica
    che dorme nell'anima del fiore?

    Tagore

  • OFFLINE
    Valeria )O(
    Post: 11
    Registered in: 4/10/2011
    Gender: Female
    Viandante
    00 5/31/2011 1:12 PM
    Cara Danae, gironzolando per internet sono capitata su un blog dove ho trovato un brevissimo accenno alle nove porte del corpo umano che, come avevi giustamente avevi intuito tu, possono essere anche undici:

    "Nella tradizione induista l’uomo è spesso definito come navadvare pure, la città dalle nove porte o, in altri testi, ekadasavara pure, la città dalle undici porte. Con questa metafora si fa riferimento alle aperture, ai fori presenti nel corpo umano che è visto come una fortezza abitata dallo Spirito.
    Le nove porte sono i due occhi, le due narici, i due orecchi, la bocca, l’ano e l’organo genitale. A ciò si aggiungono – quando si parla di undici porte – l’ombelico e la sutura sagittale, il punto del cranio in cui si uniscono e dal quale esce l’atman durante la cremazione del cadavere."
    link

    L'atman è il soffio vitale, l'essenza stessa dell'essere umano.

    (spero di non essere andata troppo fuori tema, se sì chiedo perdono [SM=g27825] )


    "Credo che la luna mi sia entrata nel sangue, stanotte..." [M.Z.Bradley_Le Nebbie di Avalon]

    Come in Alto, così in Basso.