Freeforumzone mobile

Il Fuso

  • Posts
  • OFFLINE
    Deirbhile
    Post: 8
    Registered in: 10/2/2008
    Gender: Female
    Viandante
    00 12/10/2008 8:28 AM
    Re:
    Mie care, vorrei innanzi tutto ringraziare tutte voi, che avete contribuito a questa bellissima e incantevole discussione che si perpetua da anni. Il ritorno, un ciclo...
    Mi hanno colpito molte delle parole scritte da ognuna di voi, ma altre, nella mia mente oscura, sono risaltate come scritte col rosso, vivide, col potere di aprire squarci e farmi capire molte cose di me e del mio percorso.
    Mi sono iscritta a questo forum circa un mese fa, ho iniziato il mio cammino verso la Dea da un paio di anni, ma è un cammino lento e graduale, e oggi le sono molto più vicina perfino di un mese fa.
    La Dea, il filare,le parole di Elke: "ultimamente mi sembra più che mai chiaro che tutto è unito da un filo rosso che riassume e congiunge tutte le cose...". Beh, stanotte ho fatto un sogno: ho sognato proprio il tessere, in realtà il cucire, ho sognato l'ago (o forse era un uncinetto, dato che era piuttosto grosso), ho sognato un maglione che un'amica stava tessendo. Poi vengo qui, entro nel forum perché era da tempo che mi ripromettevo di farlo e subito arrivo qui, in questa cartella e a questo topic. Sono rimasta stupefatta. E' da tempo che sento la Dea chiamarmi, mi ha chiamata spesso nei sogni (di cui vi parlerò in altro luogo e momento), e sembra proprio che sia attraverso quel filo (di cui chiedevo delucidazione alla mia amica, che nella realtà non cuce) di cui parla Elke che io devo essere tornata qui. Non è un caso, essendo un forum dedicato interamente alla Madre... Ecco, è proprio vero, siamo tutti uniti da un filo: cose, eventi, persone e l'infinita energia che ci circonda e ci anima. Mi piace pensare che la divinità stia tessendo il mondo attraverso di noi: materiale "grezzo" (spero capiate il senso con cui uso questo aggettivo, grezzo se confrontato con l'energia divina) che, lavorato e "unito" (fuso, a contatto con il mondo circostante, l'esperienza, le compagne di viaggio) diventa energia pura, ritorno alla Dea e al Dio.
    Spero di non avervi annoiate e grazie per aver ospitato i miei pensieri. [SM=g27834]

    [SM=x728036]





    [Edited by Deirbhile 12/10/2008 8:29 AM]
  • OFFLINE
    Heilan88
    Post: 4
    Registered in: 12/1/2008
    Gender: Female
    Viandante
    00 12/11/2008 3:44 PM
    Ho letto questa stupenda discussione, e mi trovo pienamente d'accordo con tutto ciò che avete detto: io non o mai filato purtroppo e penso dev'essere una cosa meravigliosa, che porta la mente su un altro piano. Ho notato però, che leggendo (come diceva stragaviolet)mi catapulto in un mondo tutto mio, particolare e quando me ne rendo conto capisco che devo ricominciare a leggere ciò che ho appena finito, perchè non mi ricordo una parola! [SM=g27815] Come se il mio corpo girasse le pagine, i miei occhi scorressero le righe e la mia mente non fosse presente, perchè entro in uno stato in cui riesco a non avere pensieri, a non sentire rumori. Lo stesso mi accade nei lavori manuali! E' stupendo avere la mente libera, sgombra ed è stupendo sapere che è possibile che può accadere.

    La ruota del fuso che gira come la Ruota dell'anno, e quel filo che scorre che rappresenta la nostra vita, a volte perfetta altre no, come può esserlo il filato...e mi viene da collegare tutto questo al discorso del labirinto: all'inizio, non si è bravi a filare e il risultato non è ottimo, il filo è sottile poi spesso, e l'esistenza ha alti e bassi. Ma esercitandosi a filare, e quindi avvicinandosi al centro del labirinto, tutto cambia e il filato mano a mano diventa perfetto, come l'essenza di noi cresce e ragginge l'apice...


    Mi è venuta un'ispirazione e lo scritta così come mi è salita alla mente, magari non è corretto il paragone, ma io vedo il fuso, la spirale e il labirinto molto collegati....



    dato che non ho ancora sperimentato la firma.....Heilan
    [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=x728025]
    [Edited by stregaviolet )O( 12/11/2008 4:29 PM]





    "Nessun vento è favorevole per chi non sa dove andare, ma per noi che sappiamo, anche la brezza sarà preziosa."

    "Rainer Maria Rilke"



  • OFFLINE
    stregaviolet )O(
    Post: 5,732
    Registered in: 8/26/2002
    Gender: Female
    Guardiana
    Anziana dell'Isola
    00 9/27/2010 3:02 AM

    Altro pezzettino da Il femminile nella fiaba, della von Franz, sempre in riferimento all'interpretazione della fiaba Rosaspina:

    "Esaminiamo ora il fuso come simbolo femminile. Nella Germania medievale si parlava della "parentela del fuso" per designare la famiglia materna. Esso è anche l'emblema di santa Gertrude, cui si ascrivevano le qualità delle dee-madri pre-cristiane: Freia, Hulda, Perchta e altre. Il fuso è anche simbolo della vecchia saggia e della strega. Anche il lino che viene filato è legato alle attività femminili. Generalmente esso veniva piantato dalle donne, che in molti paesi usavano esporre i loro organi genitali al lino in crescita dicendo: "Ti prego di crescere fin dove si trova ora il mio sesso." La semina, la filatura e la tessitura del lino sono dunque legate all'essenza della vita femminile, con le sue implicazioni di sessualità e di fertilità."

    (Tratto da Il femminile nella fiaba, Marie-Luise von Franz, Universale Bollati Boringhieri, Torino, 2007 pag. 46)

    Qui emerge di nuovo - "di nuovo" per me perchè me la trovo dappertutto ma non riesco a trovare niente su di lei - la figura di Santa Gertrude... volevo farlo notare anche se non è questo il luogo per approfondire l'argomento.
    Quanto al fuso e al lino, trovo questo pezzo magnifico...
    La crescita del lino era inoltre propiziata dalle donne e dalla loro sacra intimità... una sorta di anasyrma germanico...
    Meraviglioso...

    Bacetti,
    Violet




    "Oltre ogni tempo e tuttavia nel cuore del tempo."
    Haria

    "Incappucciate e velate, con le trecce color notte, le Fate porteranno ciò che nessun profeta intuì."
    Lord Dunsany

    Il Tempio della Ninfa

  • OFFLINE
    Danae_88
    Post: 1,252
    Registered in: 12/14/2008
    Age: 32
    Gender: Female
    Anziana dell'Isola
    00 10/10/2011 10:37 PM

    Ho letto commossa le vostre parole [SM=g27819]
    Come non pensare al Wyrd? La grande tela intrecciata da numerosi fili un tempo luminosi e colorati da pensieri e azioni volte alla creazione di una trama e di un ordito armoniosi.

    Il fuso e l'arcolaio mi hanno sempre affascinata. Anche il solo pensare alle antiche donne e al loro tessere apre la porta di un altro mondo...
    La trance che deriva dal filare è un rituale iniziato al proprio Fuoco interiore, che permette di avvicinarsi all'invisibile e farne parte.
    Chissà se un tempo uno dei modi per avere visioni e conferire oracoli non fosse proprio questo: filare. Dopotutto il bruciare erbe, radici e cortecce è diventata molto più tardi la maniera per chiamare a sè la vista, quando la capacità sensibile e sottile di entrare in trance con il solo desiderio di farlo venne meno.

    Ammiro le donne che si dedicano con il cuore a quest'arte... ammetto di essere ancora troppo pigra per imparare veramente. Per ora l'unica coa che mi è riuscita è il punto croce [SM=g27819]
    Sento che un giorno verrà il suo tempo. Forzarlo in questo caso sarebbe contro-producente, poichè il filo stesso è il simbolo della vita che corre fra le dita, e del destino che ci creiamo. So la matassa è lì... pronta per essere filata...
    [Edited by Danae_88 10/10/2011 10:41 PM]




    Come posso ascoltare la musica
    che dorme nell'anima del fiore?

    Tagore

2 / 2