Freeforumzone mobile

Cambiamenti climatici e “fine del mondo”

  • Posts
  • OFFLINE
    Achille Lorenzi
    Post: 5,597
    Registered in: 7/17/2004
    Master User
    00 1/14/2007 5:20 PM
    Ogni qual volta accade qualcosa che crea allarme e preoccupazione a livello mondiale, ecco che i TdG sfruttano la notizia per “dimostrare” che queste cose accadono perché siamo negli ultimi giorni, che la fine è vicina, che bisogna schierarsi dalla loro parte per essere salvati, ecc. ecc.

    Da qualche anno si parla con insistenza delle variazioni climatiche che stanno interessando il globo, e, a giudicare anche dall’anomalo inverno che stiamo attraversando, tali cambiamenti sono difficilmente negabili.
    Ho appena finito di vedere un film su questo argomento, “The Day After Tomorrow”. Vi si ipotizza l’avvento di una nuova glaciazione, causata dall’uomo, che nel giro di pochissimo tempo ricopre gran parte dell’emisfero settentrionale con una spessa coltre di ghiaccio. Per sopravvivere l’umanità è costretta ad emigrare nei paesi tropicali.
    Il film è catastrofico ma trasmette un messaggio positivo: l’uomo sta inquinando il globo con l’emissione di gas che stravolgono l’atmosfera ed il clima.
    Ma, nonostante non riesca in tempo ad arrestare tale catastrofe, alla fine l’umanità sopravvive.

    I TdG citano spesso un passo dell’Apocalisse (11:18) dove si legge che Dio “ridurrà in rovina quelli che rovinano la terra”, e sostengono che solo nel nostro tempo la terra (intesa come pianeta) viene rovinata, e quindi il nostro tempo è quello predetto.

    Innanzitutto bisogna osservare che il succitato passo dell’Apocalisse non si riferisce necessariamente alla terra fisica. Coloro che “rovinano” la terra possono essere benissimo persone che agiscono «corrompendone moralmente gli abitanti, riempiendola di peccato e traendo su di essa la rovina» (da un commentario ondine).
    Si tratterebbe quindi di una “rovina” di carattere morale.

    Ma anche supponendo che si parli della rovina del pianeta, come avviene per mezzo dell’inquinamento, i TdG non possono certo dire di non essere altrettanto responsabili di tale “rovina” rispetto al resto dell’umanità.

    I gas nocivi che producono l’effetto serra, per esempio, sono prodotti anche dai gas di scarico delle automobili.
    Vi risulta che i TdG vadano a piedi o che utilizzino qualche combustibile non inquinante?
    Ecco come la WTS ha risposto ad una domanda su tale argomento:
    ANDANDO IN AUTOMOBILE NON SI “ROVINA LA TERRA”?
    «Non crediamo che ci possa riferire a Ri 11:18 all’automobilista che usa la macchina per andare al lavoro o al contadino che usa il trattore, o al passeggero che prende l’aereo, ecc., per quanto anche queste cose contribuiscono all’inquinamento. Sarebbe praticamente impossibile vivere oggi nel mondo senza contribuire involontariamente all’inquinamento. I cristiani non potrebbero nemmeno assolvere il loro dovere di proclamare la Buona Notizia in tutta la terra se non potessero valersi dei moderni mezzi di comunicazione o stampa. La questione è indubbiamente diversa nel caso di coloro che per amore del profitto egoistico rovinano consapevolmente la terra. Basti pensare al potenziale di morte accumulato negli arsenali nucleari e a tutti gli esperimenti delle superpotenze. Certo nel nuovo ordine si troveranno metodi e tecnologie che non turberanno il paradisiaco ambiente naturale. L’avidità e le divisive barriere fra nazioni saranno cosa del passato e tutto questo faciliterà l’umanità ubbidiente nel rispettare le leggi della creazione fisica di Dio. Crediamo che si possa fare appello alla ragione, altrimenti, come disse l’apostolo Paolo in 1Co 5:10 “dovremmo effettivamente uscire dal mondo”, nel qual caso non potremmo più assolvere il ns. mandato di predicazione. (FPA 14.1.82)» - Tratto da
    www.infotdgeova.it/question1.htm#_ftnref17
    Quindi le parole di Ap. 11:18 non si possono applicare a coloro che per necessità usano l’automobile.
    Nella sua risposta la WTS allude al fatto che non sarebbe nemmeno possibile valersi di mezzi di comunicazione come la stampa. Infatti, se non ci fossero le centrali elettriche, che spessissimo utilizzano combustibili inquinanti, come farebbe la WTS a far funzionare le sue tipografie sparse in tutto il mondo? Inoltre, se non fosse possibile abbattere alberi e foreste, come farebbe la WTS ad avere le immense quantità di carta necessaria a stampare le centinaia di milioni di libri, riviste, opuscoli, volantini, ecc. che da decenni vengono diffusi in tutto il mondo?
    I TdG spesso denunciano il fatto che vengono abbattute intere foreste e che tale abbattimento contribuisce all’effetto serra e all’aumento dell’anidride carbonica nell’atmosfera.
    Ma fino a che punto la WTS e tutti si suoi associati può dire di non essere responsabile di tale fenomeno?
    Inoltre, sempre nel campo dell’impiego di risorse energetiche – risorse che vengono quasi sempre prodotte con metodi inquinanti – non mi risulta che i TdG vivano come gli Amish, rinunciando a tutti i prodotti derivanti all’impiego di tale energia: tutti i TdG che vivono nei paesi dove tali risorse sono disponibili usano la corrente elettrica, il riscaldamento e tutte quelle risorse che la moderna tecnologia offre e produce (inquinando).

    Quindi se l’effetto serra ed il riscaldamento del globo, con i conseguenti squilibri climatici, sono causati dall’immissione di sostanze inquinanti da parte del uomo, i TdG sono altrettanto responsabili di chiunque altro di tale “rovina della terra”, e quindi ne dovrebbero anche loro rendere conto a Dio.

    Ma, come si può notare, dato che una simile interpretazione metterebbe la stessa WTS nelle condizioni di chiudere i battenti, ecco che la responsabilità della “rovina della terra” viene attribuita a coloro «che per amore del profitto egoistico rovinano consapevolmente la terra. Basti pensare al potenziale di morte accumulato negli arsenali nucleari e a tutti gli esperimenti delle superpotenze».
    Quindi è lecito inquinare, ma non se lo si fa per profitto egoistico. E per quanto riguarda i cambiamenti climatici, nessuno scienziato attribuisce tale fenomeno agli esperimenti nucleari, per altro diventati ormai rarissimi.
    Il problema è principalmente attribuito all’emissione di idrocarburi, e a tale emissione, come dicevo, contribuiscono anche i TdG, come tutti gli altri.

    Per quanto riguarda questi cambiamenti climatici, mi sono chiesto spesso da chi fossero stati causati in epoche remote, quando l’umanità o non esisteva o non era assolutamente in grado di interferire con il clima, come si dice stia avvenendo nel nostro tempo.
    Per esempio, cosa causò l’ultima glaciazione, che ebbe termine circa 10.000 anni fa e che nel suo sviluppo portò all’estinzione di intere specie animali, come il mammuth lanoso, l’orso della caverne, la tigre con i denti a sciabola, ecc.?
    Di certo non fu l’uomo a causare questo cambiamento e la relativa scomparsa di molte specie viventi.
    La Geologia ha dimostrato che vi sono state diverse glaciazioni nel corso dei milioni di anni di esistenza della terra (si veda su ciò: www.infotdgeova.it/glaciazione.htm ).

    Ma ci sono state anche in tempo molto recenti dal punto di vista storico dei cambiamenti climatici che certamente non si possono attribuire all’uomo o al suo operato.
    Per esempio, la storia attesta che a fine 1200-inizio 1300 ci fu una “micro-glaciazione”, un fenomeno che ancora non si riesce a spiegare. In Europa ci fu un abbassamento delle medie temperature di 6-10 gradi. Gli autori toscani dicevano che c'erano le foche nel mar Tirreno, una sorta di tundra maremmana e in generale inverni di 9 mesi, insomma una vera "micro era glaciale".

    Infine vorrei osservare che le previsioni apocalittiche legate all’apparente o reale mutamento delle stagioni ci sono sempre state. Notate per esempio questa descrizione:
    Tutto ciò che avviene era predetto; tutto ciò che si vede preannunciato: che le terre divorano le città; i mari portano via le isole; le guerre all'interno ed all'esterno dilaniano i popoli; i regni cozzano contro i regni; la carestia, la peste, o i disastri locali e i numerosi casi di morte devastano un gran numero di paesi; gli umili sono trasformati in grandi ed i grandi in umili; la giustizia si fa rara l'ingiustizia cresce; l'amore delle cose buone si intorpidisce; persino il modo di comportarsi delle stagioni e le leggi dei corpi celesti escono di carreggiata; l'ordine della natura è turbato da presagi funesti e da prodigi: tutte queste cose sono state narrate anticipatamente. Mentre noi le sopportiamo, possiamo leggerle; mentre veniamo a conoscerle, esse si verificano. Il verificarsi di una profezia è, mi sembra, una prova della sua divinità.
    Di quale periodo di tempo si sta parlando? Si noti l'accenno al cambiamento delle stagioni... molti non avrebbero esitazioni nel dire che si tratta di una descrizione dei nostri tempi. Invece... è un brano tratto dell'Apologetico di Tertulliano (XX, 2,3 ).
    Tertulliano visse nel secondo secolo dopo Cristo!
    Anche nel suo tempo quindi esistevano problemi e calamità che facevano credere ai contemporanei di essere vicini alla fine.
    La stessa cosa è avvenuta in tante altre epoche della storia umana, compresa la nostra.

    Saluti
    Achille

    [Modificato da Achille Lorenzi 14/01/2007 20.28]

  • OFFLINE
    flavio2157
    Post: 426
    Registered in: 11/24/2006
    Senior User
    00 1/14/2007 7:00 PM
    Ti stanno sfuggendo dei particolari caro Achille....
    Sono d'accordo con te che la storia si ripete, ma ora ci sono alcune novità....
    Un saluto da Flavio [SM=x570892]
  • )Mefisto(
    00 1/14/2007 7:25 PM
    Se v'interessa, una stagione identica a questa è stata nel lontano 1860. Esistevano già i tdg in questa data, per affermare che l'armaghedon è prossimo?

    [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828]


  • =omegabible=
    00 1/14/2007 7:42 PM
    Re:

    Scritto da: )Mefisto( 14/01/2007 19.25
    Se v'interessa, una stagione identica a questa è stata nel lontano 1860. Esistevano già i tdg in questa data, per affermare che l'armaghedon è prossimo?

    [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828]





    Ma te dov'eri???? In bagno!!!! [SM=x570867] [SM=x570867] [SM=x570867] [SM=x570867] [SM=x570867] [SM=x570867] [SM=x570867] omega [SM=x570868]
  • OFFLINE
    Achille Lorenzi
    Post: 5,599
    Registered in: 7/17/2004
    Master User
    00 1/14/2007 8:13 PM

    Scritto da: )Mefisto( 14/01/2007 19.25
    Se v'interessa, una stagione identica a questa è stata nel lontano 1860. Esistevano già i tdg in questa data, per affermare che l'armaghedon è prossimo?

    Quando si legge che una stagione come questa non si registra dal 1860 non significa che nel 1860 ce ne sia stata una simile.
    Si intende invece che da quando esistono registrazioni scientifiche della temperatura, cioè dal 1860, questo è stato l'inverno più caldo.

    Saluti
    Achille
  • OFFLINE
    Achille Lorenzi
    Post: 5,601
    Registered in: 7/17/2004
    Master User
    00 1/14/2007 8:52 PM
    Quoto di nuovo queste parole con cui la Società giustifica il fatto che anche i TdG inquinano la terra:
    ANDANDO IN AUTOMOBILE NON SI “ROVINA LA TERRA”?
    «Non crediamo che ci possa riferire a Ri 11:18 all’automobilista che usa la macchina per andare al lavoro o al contadino che usa il trattore, o al passeggero che prende l’aereo, ecc., per quanto anche queste cose contribuiscono all’inquinamento. Sarebbe praticamente impossibile vivere oggi nel mondo senza contribuire involontariamente all’inquinamento. I cristiani non potrebbero nemmeno assolvere il loro dovere di proclamare la Buona Notizia in tutta la terra se non potessero valersi dei moderni mezzi di comunicazione o stampa. La questione è indubbiamente diversa nel caso di coloro che per amore del profitto egoistico rovinano consapevolmente la terra. Basti pensare al potenziale di morte accumulato negli arsenali nucleari e a tutti gli esperimenti delle superpotenze. Certo nel nuovo ordine si troveranno metodi e tecnologie che non turberanno il paradisiaco ambiente naturale. L’avidità e le divisive barriere fra nazioni saranno cosa del passato e tutto questo faciliterà l’umanità ubbidiente nel rispettare le leggi della creazione fisica di Dio. Crediamo che si possa fare appello alla ragione, altrimenti, come disse l’apostolo Paolo in 1Co 5:10 “dovremmo effettivamente uscire dal mondo”, nel qual caso non potremmo più assolvere il ns. mandato di predicazione. (FPA 14.1.82)» - Tratto da
    www.infotdgeova.it/question1.htm#_ftnref17
    Trovo molto significative queste parole.
    Vi si ammette che anche i TdG stanno contribuendo all'inquinamento con la loro attività.
    Ma è vero che "sarebbe praticamente impossibile", come scrive la WTS, "vivere oggi nel mondo senza contribuire involontariamente all’inquinamento". No, ci sono comunità religiose, come gli Amish, che rifiutano ogni genere di invenzione moderna (motori, elettricità, ecc.) vivendo in maniera semplice e a contatto con la natura.


    Amish che arano un campo


    Mezzo di trasporto Amish

    Potrebbero fare così anche i TdG, non vi pare?
    E questa semplicità non impedirebbe di predicare la buona notizia, visto che gli apostoli ed i primi cristiani riuscirono ad evangelizzare il mondo pur non avendo macchine da stampa, elettricità, motori, ecc.
    Ma se i TdG volessero vivere in questo modo, le tipografie della WTS sparse per il mondo dovrebbero chiudere.
    Ecco che allora si deve fare appello alla ragionevolezza (perché fa comodo) e al fatto che non si può mica vivere al di fuori del mondo (perché fa comodo).
    Invece in altri casi, in molti altri casi, quando gli interessi della WTS non vengono toccati, ecco che si manifesta la massima intransigenza, esigendo comportamenti e sacrifici che con la ragionevolezza hanno ben poco a che fare.
    "Due pesi e due misure"....

    Achille
  • OFFLINE
    The Red baron
    Post: 1,091
    Registered in: 7/28/2004
    Veteran User
    00 1/14/2007 9:00 PM

    Ma stiamo scherzando!!!!!!!!!!!!!

    Io ho una moto da 180 HP che accellera a 0:230 in 10 Sec

    e dovrei fare come gli Amish,

    cmq ho il catalizzatore e inquina poco, forse inquina più un Amish che và al bagno [SM=x570867]

    Suvvia io adoro la tecnologia

    Saluti


    """Ci sono due tipi di sciocchi;
    quelli che non hanno dubbi,
    e quelli che dubitano di tutto"""
  • OFFLINE
    =Marcuccio=
    Post: 12
    Registered in: 1/5/2007
    Junior User
    00 1/15/2007 1:48 PM
    Scrivere un articolo inteso una malcelata giustificazione del proprio inquinamento ci vuole faccia tosta oppure i paraocchi! Per quanto ne so io la WTS ha l’uno e l’altro. Direi che è proprio un suo modus operandi.

    Il discorso di Achille che, a mio modesto giudizio, è valido come critica alla farsesca giustificazione geovista, non deve far dimenticare che ognuno di noi ha sicuramente da fare un esame di coscienza quando si tratta di inquinamento.
    Dalla cicca di sigarette alla gomma da masticare sistematicamente lasciata cadere a terra.

    Dalla luce in camera da letto lasciata accesa alla noia di andare a piedi da casa al panificio dietro l’angolo che ci costringe a prendere la macchina! Questa è la nostra micro-ecologia. Nel nostro micro della nostra oikia (casa) non siamo molto capaci di formulare sensati loghìa (discorsi).

    Per dirla parafrasando Gibran, la nostra casa (oikia) è il nostro corpo più vasto e dovremmo prendercene cura in maniera più efficiente. Questo è fuor di dubbio.

    A livello più macro, è lapalissiano il fatto che gli eventi catastrofici quale maremoti, uragani terremoti ecc… facciano effetto più “oggi” che non “ieri” da un lato perché grazie ai mass media la terra è diventata un “villaggio globale” (cioè le cose si sanno subito…tanto per banalizzare), dall’altro però l’intensità legata a questi fenomeni deve anche farci riflettere. Non tanto sulla fine del mondo imminente con la tattica della psicosi dell’imminente geovista…(d'altronde quando diciamo “venga il tuo regno…” significherà pure qualcosa), ma dovremmo riflettere di più su come stiamo svolgendo il “mandato” di Dio quali “giardinieri” del suo Eden…

    Ogni bene
    Marcuccio
  • =omegabible=
    00 1/15/2007 2:25 PM
    Re: x red

    Scritto da: The Red baron 14/01/2007 21.00

    Ma stiamo scherzando!!!!!!!!!!!!!

    Io ho una moto da 180 HP che accellera a 0:230 in 10 Sec

    e dovrei fare come gli Amish,

    cmq ho il catalizzatore e inquina poco, forse inquina più un Amish che và al bagno [SM=x570867]

    Suvvia io adoro la tecnologia

    Saluti



    Verrà pure il giorno che il motociclettone si scarburerà!!!!
    [SM=x570867] [SM=x570867] [SM=x570867] [SM=x570867] [SM=x570867] omega [SM=g27828]
  • OFFLINE
    flavio2157
    Post: 431
    Registered in: 11/24/2006
    Senior User
    00 1/15/2007 3:39 PM
    Caro Barone Rosso
    Non ti hanno detto che la passione che hai per la motocicletta è una cosa che non si addice a un vero Cristiano, perché metti in pericolo la tua vita?
    Ho sentito anche questo in giro, poi in altri posti ti trovo l'anziano di congregazione che con l'Honda 900 si fa il vialone con la ruota alta.
    Ciò che vale in una congregazione non è detto che valga anche per le altre.....
    Ciao
    Flavio
    [SM=x570892]
  • OFFLINE
    The Red baron
    Post: 1,096
    Registered in: 7/28/2004
    Veteran User
    00 1/18/2007 8:30 PM
    Re:
    Scritto da: flavio2157 15/01/2007 15.39
    Caro Barone Rosso
    Non ti hanno detto che la passione che hai per la motocicletta è una cosa che non si addice a un vero Cristiano, perché metti in pericolo la tua vita?
    Ho sentito anche questo in giro, poi in altri posti ti trovo l'anziano di congregazione che con l'Honda 900 si fa il vialone con la ruota alta.
    Ciò che vale in una congregazione non è detto che valga anche per le altre.....
    Ciao
    Flavio
    [SM=x570892]


    ----------------

    Veramente a Me Tapino m'hanno bacchettato quando ho fatto la moto perchè mi assorbe tempo [SM=x570869]

    [SM=x570892]


    """Ci sono due tipi di sciocchi;
    quelli che non hanno dubbi,
    e quelli che dubitano di tutto"""
  • OFFLINE
    Agabo
    Post: 105
    Registered in: 7/11/2004
    Junior User
    00 5/4/2007 9:36 AM
    www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2007/05_Maggio/04/clima_accordo_o...
    By Agabo.
    Visita:

    "MA COME UN'AQUILA PUO' DIVENTARE AQUILONE? CHE SIA LEGATA OPPURE NO, NON SARA' MAI DI CARTONE " -Mogol
    "Non spetta alla chiesa decidere se la Scrittura sia veridica, ma spetta alla Scrittura di testimoniare se la chiesa è ancora cristiana" A.M. Bertrand
  • OFFLINE
    genesis2000
    Post: 715
    Registered in: 7/11/2005
    Senior User
    00 5/4/2007 6:08 PM
    Un americano con cervello che è da ammirare per la sua onestà morale ha realizzato un film molto interessante:

    Una scomoda verità
    ---------------------------------------------------------
    "Mi chiamo Massimo e avrò la mia vendetta.
    In questa vita o nell'altra."
  • OFFLINE
    benares79
    Post: 6
    Registered in: 8/2/2007
    Junior User
    00 8/22/2007 11:08 AM
    Re:
    genesis2000, 04/05/2007 18.08:

    Un americano con cervello che è da ammirare per la sua onestà morale ha realizzato un film molto interessante:

    Una scomoda verità





    ...mi resta qualche perplessità per alcune cose lette qua e là...

    www.movisol.org/07news044.htm

    www.disinformazione.it/algore_controllo_demografico.htm

    ...poi ovviamente la "verità" non la sapremo mai ora...forse la sapranno i nostri nipoti...
  • OFFLINE
    benares79
    Post: 7
    Registered in: 8/2/2007
    Junior User
    00 8/22/2007 11:19 AM
    Re:
    Achille Lorenzi, 14/01/2007 17.20:

    Ogni qual volta accade qualcosa che crea allarme e preoccupazione a livello mondiale, ecco che i TdG sfruttano la notizia per “dimostrare” che queste cose accadono perché siamo negli ultimi giorni, che la fine è vicina, che bisogna schierarsi dalla loro parte per essere salvati, ecc. ecc.

    Da qualche anno si parla con insistenza delle variazioni climatiche che stanno interessando il globo, e, a giudicare anche dall’anomalo inverno che stiamo attraversando, tali cambiamenti sono difficilmente negabili.
    Ho appena finito di vedere un film su questo argomento, “The Day After Tomorrow”. Vi si ipotizza l’avvento di una nuova glaciazione, causata dall’uomo, che nel giro di pochissimo tempo ricopre gran parte dell’emisfero settentrionale con una spessa coltre di ghiaccio. Per sopravvivere l’umanità è costretta ad emigrare nei paesi tropicali.
    Il film è catastrofico ma trasmette un messaggio positivo: l’uomo sta inquinando il globo con l’emissione di gas che stravolgono l’atmosfera ed il clima.
    Ma, nonostante non riesca in tempo ad arrestare tale catastrofe, alla fine l’umanità sopravvive.

    I TdG citano spesso un passo dell’Apocalisse (11:18) dove si legge che Dio “ridurrà in rovina quelli che rovinano la terra”, e sostengono che solo nel nostro tempo la terra (intesa come pianeta) viene rovinata, e quindi il nostro tempo è quello predetto.

    Innanzitutto bisogna osservare che il succitato passo dell’Apocalisse non si riferisce necessariamente alla terra fisica. Coloro che “rovinano” la terra possono essere benissimo persone che agiscono «corrompendone moralmente gli abitanti, riempiendola di peccato e traendo su di essa la rovina» (da un commentario ondine).
    Si tratterebbe quindi di una “rovina” di carattere morale.

    Ma anche supponendo che si parli della rovina del pianeta, come avviene per mezzo dell’inquinamento, i TdG non possono certo dire di non essere altrettanto responsabili di tale “rovina” rispetto al resto dell’umanità.

    I gas nocivi che producono l’effetto serra, per esempio, sono prodotti anche dai gas di scarico delle automobili.
    Vi risulta che i TdG vadano a piedi o che utilizzino qualche combustibile non inquinante?
    Ecco come la WTS ha risposto ad una domanda su tale argomento:
    ANDANDO IN AUTOMOBILE NON SI “ROVINA LA TERRA”?
    «Non crediamo che ci possa riferire a Ri 11:18 all’automobilista che usa la macchina per andare al lavoro o al contadino che usa il trattore, o al passeggero che prende l’aereo, ecc., per quanto anche queste cose contribuiscono all’inquinamento. Sarebbe praticamente impossibile vivere oggi nel mondo senza contribuire involontariamente all’inquinamento. I cristiani non potrebbero nemmeno assolvere il loro dovere di proclamare la Buona Notizia in tutta la terra se non potessero valersi dei moderni mezzi di comunicazione o stampa. La questione è indubbiamente diversa nel caso di coloro che per amore del profitto egoistico rovinano consapevolmente la terra. Basti pensare al potenziale di morte accumulato negli arsenali nucleari e a tutti gli esperimenti delle superpotenze. Certo nel nuovo ordine si troveranno metodi e tecnologie che non turberanno il paradisiaco ambiente naturale. L’avidità e le divisive barriere fra nazioni saranno cosa del passato e tutto questo faciliterà l’umanità ubbidiente nel rispettare le leggi della creazione fisica di Dio. Crediamo che si possa fare appello alla ragione, altrimenti, come disse l’apostolo Paolo in 1Co 5:10 “dovremmo effettivamente uscire dal mondo”, nel qual caso non potremmo più assolvere il ns. mandato di predicazione. (FPA 14.1.82)» - Tratto da
    www.infotdgeova.it/question1.htm#_ftnref17
    Quindi le parole di Ap. 11:18 non si possono applicare a coloro che per necessità usano l’automobile.
    Nella sua risposta la WTS allude al fatto che non sarebbe nemmeno possibile valersi di mezzi di comunicazione come la stampa. Infatti, se non ci fossero le centrali elettriche, che spessissimo utilizzano combustibili inquinanti, come farebbe la WTS a far funzionare le sue tipografie sparse in tutto il mondo? Inoltre, se non fosse possibile abbattere alberi e foreste, come farebbe la WTS ad avere le immense quantità di carta necessaria a stampare le centinaia di milioni di libri, riviste, opuscoli, volantini, ecc. che da decenni vengono diffusi in tutto il mondo?
    I TdG spesso denunciano il fatto che vengono abbattute intere foreste e che tale abbattimento contribuisce all’effetto serra e all’aumento dell’anidride carbonica nell’atmosfera.
    Ma fino a che punto la WTS e tutti si suoi associati può dire di non essere responsabile di tale fenomeno?
    Inoltre, sempre nel campo dell’impiego di risorse energetiche – risorse che vengono quasi sempre prodotte con metodi inquinanti – non mi risulta che i TdG vivano come gli Amish, rinunciando a tutti i prodotti derivanti all’impiego di tale energia: tutti i TdG che vivono nei paesi dove tali risorse sono disponibili usano la corrente elettrica, il riscaldamento e tutte quelle risorse che la moderna tecnologia offre e produce (inquinando).

    Quindi se l’effetto serra ed il riscaldamento del globo, con i conseguenti squilibri climatici, sono causati dall’immissione di sostanze inquinanti da parte del uomo, i TdG sono altrettanto responsabili di chiunque altro di tale “rovina della terra”, e quindi ne dovrebbero anche loro rendere conto a Dio.

    Ma, come si può notare, dato che una simile interpretazione metterebbe la stessa WTS nelle condizioni di chiudere i battenti, ecco che la responsabilità della “rovina della terra” viene attribuita a coloro «che per amore del profitto egoistico rovinano consapevolmente la terra. Basti pensare al potenziale di morte accumulato negli arsenali nucleari e a tutti gli esperimenti delle superpotenze».
    Quindi è lecito inquinare, ma non se lo si fa per profitto egoistico. E per quanto riguarda i cambiamenti climatici, nessuno scienziato attribuisce tale fenomeno agli esperimenti nucleari, per altro diventati ormai rarissimi.
    Il problema è principalmente attribuito all’emissione di idrocarburi, e a tale emissione, come dicevo, contribuiscono anche i TdG, come tutti gli altri.

    Per quanto riguarda questi cambiamenti climatici, mi sono chiesto spesso da chi fossero stati causati in epoche remote, quando l’umanità o non esisteva o non era assolutamente in grado di interferire con il clima, come si dice stia avvenendo nel nostro tempo.
    Per esempio, cosa causò l’ultima glaciazione, che ebbe termine circa 10.000 anni fa e che nel suo sviluppo portò all’estinzione di intere specie animali, come il mammuth lanoso, l’orso della caverne, la tigre con i denti a sciabola, ecc.?
    Di certo non fu l’uomo a causare questo cambiamento e la relativa scomparsa di molte specie viventi.
    La Geologia ha dimostrato che vi sono state diverse glaciazioni nel corso dei milioni di anni di esistenza della terra (si veda su ciò: www.infotdgeova.it/glaciazione.htm ).

    Ma ci sono state anche in tempo molto recenti dal punto di vista storico dei cambiamenti climatici che certamente non si possono attribuire all’uomo o al suo operato.
    Per esempio, la storia attesta che a fine 1200-inizio 1300 ci fu una “micro-glaciazione”, un fenomeno che ancora non si riesce a spiegare. In Europa ci fu un abbassamento delle medie temperature di 6-10 gradi. Gli autori toscani dicevano che c'erano le foche nel mar Tirreno, una sorta di tundra maremmana e in generale inverni di 9 mesi, insomma una vera "micro era glaciale".

    Infine vorrei osservare che le previsioni apocalittiche legate all’apparente o reale mutamento delle stagioni ci sono sempre state. Notate per esempio questa descrizione:
    Tutto ciò che avviene era predetto; tutto ciò che si vede preannunciato: che le terre divorano le città; i mari portano via le isole; le guerre all'interno ed all'esterno dilaniano i popoli; i regni cozzano contro i regni; la carestia, la peste, o i disastri locali e i numerosi casi di morte devastano un gran numero di paesi; gli umili sono trasformati in grandi ed i grandi in umili; la giustizia si fa rara l'ingiustizia cresce; l'amore delle cose buone si intorpidisce; persino il modo di comportarsi delle stagioni e le leggi dei corpi celesti escono di carreggiata; l'ordine della natura è turbato da presagi funesti e da prodigi: tutte queste cose sono state narrate anticipatamente. Mentre noi le sopportiamo, possiamo leggerle; mentre veniamo a conoscerle, esse si verificano. Il verificarsi di una profezia è, mi sembra, una prova della sua divinità.
    Di quale periodo di tempo si sta parlando? Si noti l'accenno al cambiamento delle stagioni... molti non avrebbero esitazioni nel dire che si tratta di una descrizione dei nostri tempi. Invece... è un brano tratto dell'Apologetico di Tertulliano (XX, 2,3 ).
    Tertulliano visse nel secondo secolo dopo Cristo!
    Anche nel suo tempo quindi esistevano problemi e calamità che facevano credere ai contemporanei di essere vicini alla fine.
    La stessa cosa è avvenuta in tante altre epoche della storia umana, compresa la nostra.

    Saluti
    Achille

    [Modificato da Achille Lorenzi 14/01/2007 20.28]





    Applausi per Achille!!!
    Concordo appieno!!!

    Ma perché il "corpo direttivo" non spinge e i fratelli e le sorelle a predicare a PIEDI porta a porta e SOLAMENTE CON LA BIBBIA? In fondo dio ci ha lasciato la bibbia no?
    Io che sono diffidente la penso come Achille: forse perché dovrebbero chiudere le tipografie?
    Il problema é che il corpo direttivo in risposta a queste critiche cita il passo in cui si dice che "il signore avrebbe scelto lo schiavo fedele e discreto per dare loro cibo spirituale a suo tempo"...e loro ritenendosi lo "schiavo fedele e discreto" dicono di avere il compito di dare il "cibo spirituale", e questo cibo dicono essere le riviste, i libri ecc.
    In effetti l'organizzazione WT si basa su questo. Da qui parte tutto.
    Mi sapete indicare se c'é nel forum qualche topic in cui si parla di questa loro "verità", che é fondamentale per la sopravvivenza della WT e delle tipografie? Mi interessa molto questo aspetto...sapete ci tengo molto alla salute del pianeta (sia materiale che spirituale)[SM=x570874]
    [Edited by benares79 8/22/2007 11:23 AM]
  • Luteranamanier
    00 8/22/2007 11:52 AM
    Nella mia congregazione quasi tutti i maschi erano di professione "zappatori di terra" chi lo faceva come bracciante e chi in proprio, solo uno di loro era consapevole che se avesse usato la chimica per distruggere gli insetti nocivi avrebbe contribuito a rovinare la terra e quindi avrebbe peccato contro Geova.
    Gli altri argumentavano più meno cosi: tanto deve arrivare il nuovo mondo e Geova aggiustera ogni cosa!
    Oggi non si puo coltivare la terra senza il veleno Geova ha maledetto il suolo.

    Uno addirittura andava a pompare col veleno un uliveto di cui lui sapeva che il proprietario vendeva quell'olio per olio biologico.
    Era un anziano di congregazione, si giustificava che la responsabilità era del proprietario. [SM=x570895]

    Quanta incoerenza sta nelle congregazioni WTG.




    Saluti
    Veronika [SM=x570892]
  • OFFLINE
    benares79
    Post: 9
    Registered in: 8/2/2007
    Junior User
    00 8/22/2007 11:55 AM
    Re:
    Luteranamanier, 22/08/2007 11.52:


    Gli altri argomentavano più meno cosi: tanto deve arrivare il nuovo mondo e Geova aggiustera ogni cosa!
    Oggi non si puo coltivare la terra senza il veleno Geova ha maledetto il suolo.

    Uno addirittura andava a pompare col veleno un uliveto di cui lui sapeva che il proprietario vendeva quell'olio per olio biologico.
    Era un anziano di congregazione, si giustificava che la responsabilità era del proprietario. [SM=x570895]





    Brutta bestia l'ignoranza...fa il gioco dei potenti, che con simili menti ci possono fare ciò che vogliono!
    [Edited by benares79 8/22/2007 11:55 AM]
  • OFFLINE
    mordred
    Post: 25
    Registered in:
    Junior User
    00 8/22/2007 4:17 PM
    C'è un piccolo particolare che per me non è da poco, secondo la scienza, la terra non è sempre stata abitata dall'uomo e se semplicemente l'uomo scomparisse nuovamente distrutto da se stesso e la terra continuasse a vivere? Per me allo stato attuale è il massimo che può accadere [SM=g27830]
    [Edited by mordred 8/22/2007 4:18 PM]
    ________________________________

    Il telefono senza fili !!!
  • OFFLINE
    Kurt_Cobain_
    Post: 102
    Registered in: 5/26/2007
    Junior User
    00 6/23/2008 12:25 PM
    WASHINGTON, 22 febbraio 2004
    Doveva restare un rapporto riservato, ma la stampa britannica è riuscita a entrarne in possesso. Secondo un'indagine top secret inviata dal Pentagono al presidente Usa George W. Bush, il mutamento climatico globale in atto porterà il mondo verso la catastrofe già a partire dal 2020. Lo afferma il quotidiano britannico The Observer, che ha ottenuto copia del documento.


    Il rapporto afferma che molte città europee verranno sommerse dalle acque in seguito allo scioglimento dei ghiacci, la Gran Bretagna avrà un clima simile a quello della Siberia, e nel mondo si scateneranno disordini e rivolte innescati dalla scarsità di cibo.

    Le previsioni tracciate dal rapporto sono spaventose. Secondo gli esperti consultati dal Pentagono, una delle conseguenze del mutamento climatico sarà la proliferazione nucleare, perché molte nazioni si doteranno di armi atomiche per difendere le proprie fonti di alimenti e d'acqua potabile. L'anarchia si diffonderà tra i Paesi più deboli. Nel complesso, afferma ancora il documento, la minaccia del mutamento climatico è assai superiore a quella costituita dal terrorismo.

    Il rapporto ottenuto dal Guardian definisce "plausibile" la catastrofe climatica, che "metterebbe a rischio la sicurezza degli Stati Uniti in circostanze che dovrebbero essere affrontate immediatamente".

    Entro il 2020, afferma il documento, carestia e scarsità di acqua potabile assumeranno proporzioni "catastrofiche" e saranno impossibili da affrontare. Già in epoche passate della Terra vi furono fenomeni simili che portarono alla distruzione delle culture e a vaste emigrazioni di massa. Questo potrebbe ripetersi.

    Uno degli aspetti più inquietanti è che, secondo gli esperti del Pentagono, potrebbe già essere troppo tardi per prendere provvedimenti efficaci. La fase finale della catastrofe potrebbe già essere cominciata, ma cominceremo a sentirne gli effetti soltanto fra cinque anni.”.

    www.e-turchia.com/images/Mutamento_del_clima.jpg

    nibiru2012.it

  • OFFLINE
    predestinato74
    Post: 942
    Registered in: 5/10/2007
    Senior User
    00 6/23/2008 4:08 PM
    mah, queste notizie mi lasciano perplesso. naturalmente questo documento segreto è introvabile, vero?

    mi sembra una storia alla Dan Brown, che parla di documenti segreti che alla fine fine non esistono o sono dei falsi.

    e poi non ricordate? la fine di questo mondo verrà nel 2012!! parola di Maya [SM=x570867]






    "Darò loro un cuore nuovo e uno spirito nuovo metterò dentro di loro."
    "Formatevi un cuore nuovo e uno spirito nuovo."

    Ezechiele



  • OFFLINE
    MatriXRevolution
    Post: 857
    Registered in: 10/12/2006
    Senior User
    00 6/23/2008 10:41 PM

    certo che fare gli uccelli del malaugurio è comodo...

    Se accade una tragedia ecco che arriva la fine del mondo... (che poi fine del mondo non è, caso mai fine dell'umanità...)

    e quando accadono cose positive? Con chi se la prendono? [SM=x570870]

    Ad esempio quanti di voi sanno che il buco dell'ozono si è richiuso?
    Quanti sanno che il morbo della mucca pazza è stato sconfitto?
    Quanti di voi sanno che la crisi petrolifera è un toccasana per la Cambogia, Il Brasile, il vietnam e la Thailandia?
    __Links Interessanti che vi propongo______________ __ _
    La nuova offerta per il Digitale terrestre Dahlia TV: CALCIO, SPORT, EROS, XTREME, EXPLORER E ADULT a solo 6 euro
    Se l'assicurazione auto e moto non ti fa dormire, Dimezzala qui.
    Nasce un nuovo potentissimo sistema per incontrare l'amore in rete.
    ____________________________________________________________________
    Signore, Ti ringrazio di essere Ateo!
  • OFFLINE
    Elyy.
    Post: 19
    Registered in: 6/17/2008
    Junior User
    00 6/24/2008 6:28 PM


    Che bello sentir dire queste cose, Matrix, spero siano proprio vere.

    Un tocco di positività ogni tanto non guasta certo!

    [SM=g1537159] Ely




    "Poca scienza allontana da Dio, ma molta scienza riconduce a Lui". (Louis Pasteur)




    Aggiungimi a Skype
  • Passa alla versione desktop