00 12/31/2006 5:06 PM
Queste osservazioni sono state espresse da LampaDario in un newsgroup (link):

I TdG affermano che al tempo del diluvio, nel 2370 a.E.V., ci fu uno sconvolgimento climatico dovuto alla rottura della coltre acquea (distesa di sopra) la quale garantiva pure un clima uniforme su tutto il pianeta, e che l'intero pianeta fu sommerso dalle acque, ma non si dovrebbero trovare le prove di tali sconvolgimenti nei carotaggi?

www.galileonet.it/Magazine/mag0643/0643_2.html


Un estratto:
....I ricercatori di Dome C hanno estratto 3.300 metri di ghiaccio (il più vecchio del nostro pianeta), per un totale di circa un milione di anni di storia del clima.
...Abbiamo 150-200 mila anni di ghiaccio con una risoluzione annuale. Soprattutto abbiamo per la prima volta dati confrontabili con quelli dell'emisfero boreale". In Groenlandia si fanno carotaggi più o meno dagli anni Sessanta. Qui nevica molto di più rispetto all'Antartide, con il risultato che in tre chilometri di ghiaccio ci sono solo 120 mila anni di storia dell'atmosfera "scritti" con un'altissima risoluzione. Dalle analisi sul metano (la cui concentrazione nell'atmosfera varia nello stesso modo nei due emisferi) i ricercatori hanno ottenuto due curve sovrapponibili che hanno permesso di sincronizzare le due serie di dati. "Quando siamo andati a confrontare le temperature" continua Maggi "l'andamento generale era lo stesso.
---------
I carotaggi dimostrano che il ghiaccio ricopre le calotte polari come minimo da decine di migliaia di anni.
Certamente quindi anche 43 secoli fa le calotte polari erano ricoperte di una spessa coltre di ghiaccio ed il clima non era quindi mite e temperato in tutta la terra, come sostiene la WTS.

Saluti
Achille

[Modificato da Achille Lorenzi 31/12/2006 17.14]