Freeforumzone mobile

non credono nell'inferno!

  • Posts
  • OFFLINE
    PFrancesco
    Post: 289
    Registered in: 8/26/2004
    Junior User
    00 9/10/2007 6:37 PM
    Come ho già postato altre volte San Basilio il Grande aveva un atteggiamento molto prudente verso la filosofia, dalla quale, diceva, bisogna attingere come l'ape dal fiore, solo il polline da elaborare per produrre il miele, rifuggendo da tutto il resto. Ed egli seppe attingere molto bene dal sapere mondano, rimanendo integerrimo allievo del Santo Spirito, come gli altri Padri teofori.
    Quanto alla scolastica, beh... tanto di cappello ...ma ...il mio Dio non è tanto il Dio dei filosofi, quanto piuttosto il Dio di Abramo, Mosè, Giacobbe.......
    San Massimo il confessore faceva una distinzione fra Rivelazione Cosmica e Rivelazione Biblica, che sono in qualche modo complementari, certo, è hanno entrambe come destinatario l'Uomo, fatto a immagine e somiglianza del Creatore. Con la Ragione l'uomo può scoprire alcune cose, anche riguardo all'esistenza di Dio (e dintorni) ma solo partecipando tramite la Grazia all'Infinità del Creatore che ha potere infinito su ogni cosa, egli viene deificato, partecipando infine dell'infinita conoscenza di Dio.
    Infatti, scrive San Massimo che "lo scopo finale" di questo processo è "approdare all'Eterno essere-perfetto, perchè il suo inizio è nell'essere che è Dio". il Beato Agostino ha espresso un concetto simile quando ha scritto "Inquieto è il nostro cuore finchè non trova in Te il suo riposo".
    Il cristiano-ortodosso può ben studiare la scolastica, come può studiare il sufismo o anche la dialettica hegeliana, l'irrazionalismo schopenhaueriano, il nichilismo nietzschiano, l'epistemologia nichilista di certi anarchici della "filosofia della scienza", e può "prendere a prestito" questa o quella espressione, questo o quel termine, questo o quel "concetto", anche del più miscredente dei pensatori (si pensi all'autore della "Maledizione del Cristianesimo"), rivestendoli però e trasfigurandoli nell'essenza alla luce della Rivelazione Soprannaturale (così come fecero i Padri con neoplatonici e altri dotti pagani), Rivelazione Divina che si porge al più analfabeta dei contadini ortodossi più che al più illustre dei docenti in teologia fra gli eterodossi. Lo Spirito Santo ha mostrato al pescatore Pietro e ai suoi fratelli nell'Apostolato che Gesù è il Cristo, lasciando ciechi (abbagliati dal proprio stesso "conoscere") tanti sapienti fra gli scribi, i farisei e i sadducei.

    Shalom
    ****************************
    "Fiume inesauribile della grazia, Spirito Santo, Tu che rimetti i peccati, ricevi la nostra preghiera per il mondo, per i credenti e gli increduli, come per i figli della rivolta: e conducili tutti nel regno eterno della Santa Trinità. Che sia vinto da Te l'ultimo nemico, la morte, e che il mondo, rinascendo attraverso il fuoco purificatore, canti il cantico nuovo dell'immortalità: Alleluya!"
  • OFFLINE
    GianClark
    Post: 8
    Registered in: 9/27/2007
    Junior User
    00 10/1/2007 10:23 PM
    il punto sull' esistenza o meno dell' inferno è dibattuto anche in seno alla Chiesa, anche se solo una parte minoritaria pensa che non esista l'inferno in quanto Dio é talmente tanto carico d'Amore che pperdona tutti....

    Poi c'é una fetta + grossa che non nega l'inferno, ma consiglia di predicare pensando + al paradiso che all' inferno

    e Poi la maggioranza che valuta entrambi come esistenti e affermano che é giusto parlare anche dell' Inferno.
    Anche perché per il cattolico non ci sono solamente la Bibbia Vangeli e Atti ma ci sono altri documenti che fanno la Verità di Fede tra cui le visioni Mariane riconosciute, in + di una di queste coloro che hanno avuto le visioni sono state portate a vedere le anime straziate. (fatima)

    ma se non sbaglio anche i veggenti di Madjugorie hanno avuto la grazia di un'esperienza simile, ma di questo non ne sono sicuro.

    in più ieri 30/09 a messa abbiamo letto la parabola del ricco Epulone e lì la parola inferno è detta a chiare lettere...
  • OFFLINE
    Polymetis
    Post: 5,224
    Registered in: 7/8/2004
    Master User
    00 10/2/2007 2:12 PM
    "ma ci sono altri documenti che fanno la Verità di Fede tra cui le visioni Mariane riconosciute"

    Le apparizioni mariane riconosciute non sono assolutamente documenti che stabiliscono verità di Fede, anche perché per le apparizioni riconosciute la Chiesa lascia comunque la libertà al fedele di crederci o meno.

    Ad maiora
    ---------------------
    Ά όταν έκτιζαν τα τείχη πώς να μην προσέξω.
    Αλλά δεν άκουσα ποτέ κρότον κτιστών ή ήχον.
    Ανεπαισθήτως μ' έκλεισαν απο τον κόσμο έξω
    (Κ. Καβάφης)
  • OFFLINE
    Trianello
    Post: 3,182
    Registered in: 1/23/2006
    Master User
    00 10/2/2007 3:53 PM

    punto sull' esistenza o meno dell' inferno è dibattuto anche in seno alla Chiesa, anche se solo una parte minoritaria pensa che non esista l'inferno in quanto Dio é talmente tanto carico d'Amore che pperdona tutti....



    L'esistenza dell'Inferno (inteso come stato e non come luogo) è una verità di fede per i Cattolici. Quello su cui si dibatte è se alla fine qualcuno di noi ci finirà veramente all'Infero. Alcuni teologi hanno proposto, infatti, l'idea che Dio alla fine riuscirà a salvare tutti gli uomini. Comunque, l'Inferno non rimarrebbe "vuoto", poiché ci sarebbero sempre i demòni a "popolarlo".

    -------------------------------------------

    Deus non deserit si non deseratur
    Augustinus Hipponensis (De nat. et gr. 26, 29)

  • OFFLINE
    Mauro di Arcisate
    Post: 604
    Registered in: 10/8/2003
    Senior User
    00 6/15/2008 11:13 PM
    Re:
    Polymetis, 25/11/2006 2.52:

    Veramente per i TdG, che citano male Paolo, la morte cancella ogni peccato, quindi Hitler si ritroverà nella terra paradisiaca per i mille anni di prova insieme agli ebrei che ha sterminato, Solo se fallirà la seconda occasione ci sarà la morte definitiva, lo stroncamento eterno.



    sei sicuro che i TdG dicano questo ?
    io so che Hitler aveva perseguitato e messo a morte pure molti TdG (il triangolo viola) e quindi non sono tanto sicuro di quanto tu dici.

    ciao,
    Mauro



  • OFFLINE
    berescitte
    Post: 5,895
    Registered in: 7/13/2004
    Master User
    00 6/17/2008 9:49 AM
    Vedi Mauro. I TG dicono e non dicono questo.
    Ovvero:
    1) dicono che la morte assolve da ogni peccato (come dice Poly e come trovi scritto chiaramente in Potete pag. 175 paragrafo 3) ;
    2) ma poi non ne traggono le conseguenze (come invece le tira logicamente Poly).

    Quindi nel caso di Hitler, come pure di qualsiasi altro grande criminale della storia, la WT dovrebbe prevedere la risurrezione per dargli l'opportunità di una "rieducazione" e una scelta definitiva. E che sia riannientato solo se la rifiuta.
    Invece si dà il caso che, dimenticandosi di questa regola*, per alcuni soggetti la WT ha preannnunciato la non risurrezione. Ad es. per Adamo, per i Sodomiti [con molti ripensamenti di sì e no] e sicuramente per tutti gli Unti che apostatano.
    ________________________________
    * Regola che serve a tranquillizzare i TG nel momento del trapasso. Essedo molti TG ex cattolici potrebbero avere nostalgia di una buona confessione, no? Allora la WT li assicura che la morte farà loro da assoluzione.
    [Edited by berescitte 6/17/2008 9:52 AM]
    ----------------------
    est modus in rebus

4 / 4