Freeforumzone mobile

Rolf Furuli e le prove bibliche sul 607 aEV

  • Posts
  • OFFLINE
    Bicchiere mezzo pieno
    Post: 4,106
    Registered in: 8/25/2005
    Master User
    00 12/2/2008 8:11 AM
    Achille Lorenzi ha scritto:


    Non ci sono dubbi da parte degli studiosi sul fatto che il 18° anno di Nabucodonosor fosse il 587 a.C. Parlare di scelte personali in una simile questione è come dire che si deve rispettare il diritto di credere che la terra è piatta o che 2+2=5. Certo, ognuno è libero di credere anche in questo, se vuole, ma ovviamente non può pretendere che le sue “scelte” siano accettate e condivise da chi, basandosi su fatti ed elementi oggettivamente esatti, si rende conto che si tratta di scelte sbagliate.



    Hai perfettamente ragione. Se si considera che addirittura si viene disassociati per una questione del genere. Eppure basta semplicemente che una persona si sinceri andando a valutare gli studi degli storici di settore sulla cronologia babilonese per rendesi conto che grazie ai metodi di datazione dei babilonesi e grazie a diverse strumentazioni che discendono sia dall'archeologia che dallo studio astronomico, le date sono fissare oltre ogni ragionevole dubbio.
    Eppure uno dovrebbe piegare la testa e, per non essere disassociato, accettare il 'punto di vista' della Società (contestato da tutti gli storici però)
    Se questa non è violenza e discriminazione verso le persone io non so onestamente che cosa lo sia!

    Alla prossima

    La verità non è qualcosa di statico ma è basata su una conoscenza progressiva, in grado di mettere in discussione anche i precedenti concetti raggiunti usando il modello del metodo scientifico
  • OFFLINE
    paolonerossonero
    Post: 77
    Registered in: 7/24/2007
    Junior User
    00 12/2/2008 8:32 AM
    E' TRISTE AMMETTERLO
    E' triste ammeterlo,ma la cosa che ora mi fà riflettere è questa impossibilità di esporre il proprio pensiero, il veto di fare domande, senza subirne le conseguenze,il vedere colui che vuole spiegazioni, come colui che semina dubbi e zizzanie, alla faccia dei bereani,ora che posso pensare con la mia testa, avendo riacceso il cervello, e tolto la scheda prestampata,è triste rendersi conto che anche noi come dei pecoroni percorrevamo il percorso obbligatorio dello steccato AMERICANO! cè un detto, come è usuale dire all'interno del gruppo....DETTO MONDANO....(CHI GALERA NON PROVA LIBERTA' NON APREZZA).....Meditate gente meditate....foristi e infiltrati mascherati!!! [SM=x570874]
  • OFFLINE
    Agabo
    Post: 1,288
    Registered in: 7/11/2004
    Veteran User
    00 12/2/2008 8:39 AM
    Re:
    Bicchiere mezzo pieno, 02/12/2008 7.58:

    E' anche interessante notare come, supposta anche esatta la lunghezza di settant'anni dell'esilio ebraico in terra babilonese, la cronologia della Società si basa sulla difesa di tesi precostituite piuttosto che sull'evidenza.
    Se infatti la storia e la Bibbia discordano, anche se questo in base al libro di Johnson e le confutazioni ben argomentate a Furuli, non è affatto vero non è assolutamente detto che l'errore sia nel 587 a.C, ma potrebbe benissimo esserlo sul 539. Se infatti la storia sbaglia, perchè dovrebbe sbagliare sul 587 e non sul 539?
    Guarda caso i Tdg scelgono che l'errore sia sul 587, il che è un'ipotesi ad hoc affinchè rimanga in piedi il loro calcolo cronologico.

    Eppure, in base alla storia, noi sappiano che i metodi di datazione dei babilonesi siano ancora più accurati di quelli persiani, giacchè i babilonesi avevano la partcioare cura di descrivere la posizione dei corpi celesti nel momeno stesso in cui redigevano un documento. Questo metodo, ossia la posizione dei pianeti, ha consentito agli storici di poter datare in maniera più semplice gli avvenimenti che non nelle ricerche su documenti di altre civiltà o altri popoli.

    A rigor di logica quindi semmai dovrebbe essere prese per date più certe le date risultanti dai documenti babilonesi piuttosto che quelli della civiltà persiana. Invece la cronologia Tdg sceglie di prendere per certo il 539 piuttosto che il 587. Il motivo è evidente ma sicuramente non possiamo dire che sia dato da lucidità ed obiettività intrinseche quanto piuttosto il desiderio di veder confermate dottrine basilari che affondano la propria storia nella radice della nascita stessa del movimento, come quella dei sette tempi dei gentili additante l'invisibile presenza di Cristo nel 1914.

    Saluti





    Ciao bicchiere,
    tra di noi possiamo dire le cose come stanno veramente e senza perder tempo dietro a certi sedicenti esperti.
    Tutto il discorso sulla cronologia neobabilonese svela i tentativi di nascondimento da parte della WTS di uno dei suoi più grossi abbagli, se non addirittura quello principale, la cronologia del -607-1914 per l'appunto.

    Tutta la teoria della WTS sta in questo: piuttosto che basarsi sulle evidenze storiche e scientifiche (sottolineo scientifiche), la WTS si ostina a proporre quella che non è altro che una tesi confezionata "a tavolino", come se in fatto di cronologia biblica neobabilonese bastasse fare il solito gioco delle "tre carte" che è solita fare in altri casi, ovvero, quello dell'interpretazione dei testi biblici per confondere i suoi adepti. Se tale gioco le riesce altrove, qui invece fa la figura del cioccolataio perchè i calcoli matematico-astronomici fatti sulla base di molti reperti archeologici del periodo storico in oggetto, smascherano tutta la mendacità e l'ipocrisia degli "esperti" geovisti.

    Agabo.

    www.testimonigeova.com

    www.sessantottino.altervista.org/ (Vota il sito)



    "Beati coloro che sanno ridere di se stessi perchè non smettono di divertirsi."
    [Edited by Agabo 12/2/2008 8:45 AM]
    Visita:

    "MA COME UN'AQUILA PUO' DIVENTARE AQUILONE? CHE SIA LEGATA OPPURE NO, NON SARA' MAI DI CARTONE " -Mogol
    "Non spetta alla chiesa decidere se la Scrittura sia veridica, ma spetta alla Scrittura di testimoniare se la chiesa è ancora cristiana" A.M. Bertrand
  • OFFLINE
    rocket74
    Post: 996
    Registered in: 6/25/2008
    Senior User
    00 12/2/2008 1:46 PM
    Per chi non e' stato Tdg e legge sarebbe opportuno del perche' e' cosi' importante parlare del 607,cosa c'entri con l'Organizzazzione di oggi.Credo sia importante il finale di tutto questo discorso....
  • OFFLINE
    Ario_72
    Post: 23
    Registered in: 4/2/2009
    Junior User
    00 4/2/2009 9:08 PM
    Un altro aspetto che va evidenziato, è che 70 settimane di anni ebraici, non sono 70 settimane di anni solari.
    L'anno solare è di 365 giorni e 6 ore, mentre l'anno ebraico è di 360 giorni, 12 mesi precisi di 30 giorni ciascuno.
    Questo fatto non è considerato dai tdg, e da solo sfasa tutti i loro calcoli.

    Faccio una profezia io stesso: verrà il 2014, il 2024, il 2034, il 2044 e non succederà assolutamente niente.
    Ed i tdg continueranno a rimandare la data della distruzione del mondo.

    Marco 13,32 dice che nemmeno Gesù sapeva quale è la data della fine, figuriamoci cosa ne possono sapere i nostri amici che girano per la strada con valigetta e cravatta la domenica mattina.

2 / 2