Freeforumzone mobile

Sondaggio: Sangue e trasfusioni

  • Posts
  • OFFLINE
    Achille Lorenzi
    Post: 586
    Registered in: 7/17/2004
    Senior User
    00 12/8/2004 11:04 AM
    Che ne pensate dell'insegnamento della Watchtower secondo cui non sarebbe lecito, perché Dio lo richiede, accettare un'indispensabile trasfusione di sangue, anche a costo della vita propria o dei propri cari (minori inclusi)?

    Al sondaggio possono partecipare tutti, anche chi non è iscritto al forum.

    Achille

    [Modificato da Achille Lorenzi 10/12/2004 22.20]

  • OFFLINE
    Vilandra2
    Post: 34
    Registered in: 10/27/2004
    Junior User
    00 12/9/2004 4:17 PM
    Trasfusione o no...
    aggiungerei al voce...
    insegnamento sbagliato o no, io personalmente non accetto la trasfusione... per questioni mediche..
    Vilandra

    ****************************
    Ho cercato la mia anima
    e non l'ho trovata.
    Ho cercato Dio
    e Lui mi è sfuggito
    Ho cercato il mio fratello, il mio prossimo e...
    ho trovato TUTTI e TRE.
    ******************************
  • OFFLINE
    vally82
    Post: 57
    Registered in: 11/18/2004
    Junior User
    00 12/9/2004 5:40 PM
    Vorrei inserirmi anch'io...
    Io personalmente non condivido l'estremismo di questo insegnamento... però sono sempre a favore della libertà di scelta. La costituzione sancisce il diritto di rifiutare un determinato trattamento sanitario ed è giusto che sia così. Questo però, a mio avviso, se si tratta di una persona capace di intendere e di volere, pienamente cosciente della scelta che dovrà fare.
    Non riesco ad accettarlo però quando si tratta di persone deboli ed indifese come anziani, disabili e bambini, soprattutto perchè sono gli altri a prendere una decisione per loro in situazioni estreme.

    Quindi si alla libertà ma è giusto anche non permettere che questo sentimento superi i limiti dell'arroganza e della coercizione.

    [Modificato da vally82 09/12/2004 17.41]

    Valentina
  • LawWestOfThePecos
    00 12/9/2004 5:55 PM
    Non sono d'accordo...

    Ho votato, ma devo dire che non sono molto d'accordo sulle domande poste.

    La prima e la seconda sono praticamente dei doppioni ( almeno che non abbia capito male io)con la differenza che nella prima c'è il rispetto per il credo altrui che deve comunque sempre esserci.

    Non vedo la differenza fra non essere d'accordo su una cosa e il ritenerla sbagliata. E' ovvio che dal mio punto di vista è sicuramente sbagliata ed inaccettabile ma è la mancanza di quel "rispetto la posizione dei Tdg" che mi ha fatto sorgere dei dubbi e mi ha spinto a votare per la prima opzione.
  • OFFLINE
    Achille Lorenzi
    Post: 596
    Registered in: 7/17/2004
    Senior User
    00 12/9/2004 6:27 PM

    Scritto da: LawWestOfThePecos 09/12/2004 17.55La prima e la seconda sono praticamente dei doppioni ( almeno che non abbia capito male io)con la differenza che nella prima c'è il rispetto per il credo altrui che deve comunque sempre esserci...

    Esiste una certa differenza: nel primo caso si ritiene che quella dei TdG sia una posizione tutto sommato accettabile. Lo penserei anch'io, se però riguardasse solo le scelte degli adulti e se tali scelte fossero veramente libere, senza cioè le sanzioni disciplinari che vengono comminate dalla congregazione ai "trasgressori".
    Nel secondo caso invece tale interpretazione viene rigettata tout court. Ricorda che la domanda include anche il "diritto" dei genitori TdG di rifiutare un'indispensabile trasfusione per i figli minorenni. Dal punto di vista della legge italiana, un simile "diritto" non può essere rispettato. E' semplicemente inaccettabile.

    Ciao
    Achille
  • OFFLINE
    maurizio pederzini
    Post: 51
    Registered in: 7/15/2004
    Junior User
    00 12/10/2004 11:16 AM
    Plagio totale
    >>>ma è la mancanza di quel "rispetto la posizione dei Tdg" che mi ha fatto sorgere dei dubbi e mi ha spinto a votare per la prima opzione.
    ------------------------
    La tua è una posizione di condivisibile moralità, ma, non si tratta di rispettare, pur non condividendolo un "dogma" religioso, come l'interpretazione dei "144000", o la "predicazione di casa in casa". Quì si tratta di un gruppo dirigente che psicologicamente "obbliga" convincendole, delle persone ad un comportamento simile al "suicidio". Persone che non sono malate terminali o con patologie croniche che hanno portato ad atroci sofferenze e dove non esiste nessuna terapia.
    Persone che sono state, purtroppo, portate a credere che Dio preferisce la loro morte piuttosto che una emotrasfusione.
    Ora, nonostante si possa essere dotati di tutta la capacità libertaria e di rispetto altrui, condividere un "plagio mentale" così preponderante, diventa onestamente difficile.
    Ciao
    Maurizio

  • OFFLINE
    vally82
    Post: 61
    Registered in: 11/18/2004
    Junior User
    00 12/10/2004 1:03 PM
    Io credo che se una persona, capace di intendere e di volere, non voglia accettare le trasfusioni in una situazione delicata ed estrema per la sua vita, ergo morire, ed è la stessa persona convinta e sicura, perchè non lasciarla fare?

    Il problema si pone nelle questioni in cui sono implicati i minori o gli interdetti (x la legge italiana)... non posso accettare la coercizione nei confronti dei bambini, per es.

    Quindi se una persona adulta, cosciente e responsabile sente il dovere di prendere una decisione in merito alla sua vita, ben venga.

    Ma ci sono dei limiti per quanto riguarda la libertà altrui. Il cosiddetto "plagio mentale" di cui parlava Maurizio non può e non deve essere tollerato nel momento in cui si decide per la vita di un altro individuo.

    A presto!
    Valentina
  • OFFLINE
    Achille Lorenzi
    Post: 609
    Registered in: 7/17/2004
    Senior User
    00 12/11/2004 8:16 AM
    Trasfusione o no...

    Scritto da: Vilandra2 09/12/2004 16.17
    aggiungerei al voce...
    insegnamento sbagliato o no, io personalmente non accetto la trasfusione... per questioni mediche..

    Certo Vilandra, però qui non stiamo parlando di scelte personali di carattere medico ma di una posizione dettata da motivazioni religiose.
    Il sondaggio quindi non prevede questo genere di obiezioni.
    La domanda introduttiva al sondaggio è:
    «Che ne pensate dell'insegnamento della Watchtower secondo cui non sarebbe lecito, perché Dio lo richiede, accettare un'indispensabile trasfusione di sangue, anche a costo della vita propria o dei propri cari (minori inclusi)?»

    Ciao
    Achille
  • OFFLINE
    Vilandra2
    Post: 41
    Registered in: 10/27/2004
    Junior User
    00 12/28/2004 5:11 PM
    Che sia più o meno giusto io lascerei liberta di coscenza a tutti indendentemente da indottrinamenti religiosi...
    i TdG hanno il sangue...
    popoli africani hanno l'infibulazione delle bambine ecc...
    se andiamo a spulciare ogni religione ha le sue...
    sappiamo bene anche noi essendoci stati dentro che si è così convinti che da quell'ubbidienza dipenda la nostra vita nel rispetto di Dio, che ora a mente lucida non condanno o non me la sento di condannare per incompetenza, o arrivare a togliere la patria potesta a dei genitori perchè sono secondo insegnementi subiti convinti di fare del bene ai propri figli...

    libertà di scelta, che sia essa religiosa o no...
    e non giudicare le scelte che fanno altri perchè non concordi con il nostro punto di vista...

    ecco forse a mio avviso la WTS dovrebbe lasciare libertà di coscenza senza sanzioni di sorta a chi accetta le trasfusioni...

    by
    Vilandra

    ****************************
    Ho cercato la mia anima
    e non l'ho trovata.
    Ho cercato Dio
    e Lui mi è sfuggito
    Ho cercato il mio fratello, il mio prossimo e...
    ho trovato TUTTI e TRE.
    ******************************
  • OFFLINE
    Biceleon
    Post: 40
    Registered in: 7/8/2004
    Junior User
    00 12/28/2004 7:12 PM
    Re: Trasfusione o no...

    Scritto da: Vilandra2 09/12/2004 16.17
    aggiungerei al voce...
    insegnamento sbagliato o no, io personalmente non accetto la trasfusione... per questioni mediche..



    Ma in genere non si eseguono trasfusioni per motivi medici? [SM=g27833]

    [Modificato da Biceleon 28/12/2004 19.13]

    ---------
    - Non sine labore -
  • OFFLINE
    berescitte
    Post: 919
    Registered in: 7/13/2004
    Senior User
    00 2/19/2005 11:29 AM
    Io dico che ha ragione lo Schiavo prima maniera. Quando diceva che era da condannarsi chi condannava la legittimità della trasfusione.
    Poi dev'essere avvenuto un qualcosa che non si spiega e che vorrei capire perché (non mi risulta che sia stato indagato questo momento di ictus mentale) e si è detto che invece non va bene.

    Mi aspetto anche che in un futuro si faccia su questo punto di dottrina marcia indietro come per i trapianti. Anche se i TG pensano che non avverrà mai NON HANNO ALCUNA POSSIBILITA' DI ESCLUDERLO.
    ----------------------
    est modus in rebus
  • OFFLINE
    (milky way)
    Post: 267
    Registered in: 7/13/2005
    Junior User
    00 2/18/2006 6:08 PM
    Io sono contraria a ALL INSEGNAMENTO CHE NE FA LA SOCIETA!e vero che ci deve essere liberta di scelta ..ma questa liberta di scelta in questa religione non ce!!!e persone che vorrebbero vivere si lasciano morire solo per una organizzazione che "crede"di essere ispirata da Dio!!..questo non lo trovo giusto.....ciau [SM=g27813]
  • OFFLINE
    vita.libera
    Post: 113
    Registered in: 11/22/2005
    Junior User
    00 2/18/2006 6:20 PM
    ho votato la seconda perche´:
    non sono daccordo sul fatto che si debba imporre il rifiuto tassativo della trasfusione quando nel proprio cuore si desidera farla,dopo tante cure.
    nel momento che si accetta la trasfusione ci si disassocia automaticamente, cosi non mi piace per niente,ma e´quello che succede. [SM=g27816] [SM=x570870]
    conosco dei casi in cui anche quando i valori del sangue erano troppo bassi non fu fatta la trasfusione in presenza di testimone a pazienti incosci in sala operatoria e poi dopo l´operazione tornati in se´ gli furono fatti i comitati giudiziari per assicurarsi che non l´hanno voluta.che tristezza! [SM=g27812]

  • OFFLINE
    (Mario70)
    Post: 127
    Registered in: 7/17/2005
    Junior User
    00 2/18/2006 6:53 PM
    trasfusioni
    Io non posso rispondere perchè manca una scelta importante:

    4)rispetto la scelta dei tdg maggiorenni di non accettare trasfusioni ma non la condivido.

    Mentre un opinione di una persona grande e vaccinata va rispettata in quanto scelta volontaria, cosi non è per i nostri figli minorenni, i quali non possono accettare che qualcun altro prenda decisioni del genere (in quanto si rischia la vita) in loro vece.
    Faccio un esempio con i veghiani, è rispettabilissimo che un adulto scelga di essere un vegetariano totale, ma imporlo ai propri figli a rischio della loro vita è un'altra cosa.
    Se puoi inseriscila come alternativa (che ti costa?) sarei curioso dei risultati.
    Ciao Mario

    "Il messaggio è chiaro. Il nostro amore per Geova dev’essere più forte del nostro amore per i familiari che gli divengono sleali.
    Oggi Geova non mette immediatamente a morte quelli che violano le sue leggi.
    Amorevolmente dà loro l’opportunità di pentirsi delle loro opere ingiuste. Ma come si sentirebbe Geova se i genitori di un trasgressore impenitente continuassero a metterLo alla prova frequentando senza necessità il loro figlio disassociato?"(La torre di Guardia 15 luglio 2011 pagine 31)
  • OFFLINE
    Achille Lorenzi
    Post: 3,176
    Registered in: 7/17/2004
    Master User
    00 2/18/2006 6:53 PM
    Ho inserito una quarta opzione al sondaggio: «Ritengo che gran parte dei Testimoni di Geova si adegui alle prescrizioni del Corpo Direttivo senza averne accuratamente approfondito la coerenza e la fondatezza».

    Saluti
    Achille
  • OFFLINE
    Cerebrale
    Post: 18
    Registered in: 9/1/2005
    Junior User
    00 2/18/2006 7:37 PM
    Amorale e Criminale
    Sono per la totale libertà di pensiero e di opinione. Ciascuno è libero di credere quello che gli sembra più giusto e convenevole per se stesso. Quello che non và nella posizione dei Testimoni sul sangue non stà nell'interpretazione, ma nell'imporre l'intendimento al quale dicono di essere pervenuti, e di avere diritto di VITA O DI MORTE sugli individui.
    Quello che c'è di amorale e criminale è che insinuino che Dio c'entri con la loro interpretazione, e mettono la colpa su Dio se infine uno ci lascia la pelle. LORO NON SI PRENDONO MAI NESSUNA RESPONSABILITÀ, le cartoline del sangue sono firmate SOLO DAL DETENTORE E TESTIMONI, MAI DALLA WT. Se poi uno muore, è solo scelta sua in tutta coscienza. Ma la coscienza l'hanno forgiata loro. Ecco perché è criminale è come quello che incita al suicidio, ti provvede il modo di operarlo e magari anche i mezzi per farlo, e poi quando uno si suicida,loro pensano di cavarsela pretendendo che era solo colpa di chi si è infine impiccato. Disgustoso. Che si prendano almeno le loro responsabilità e che rispondino davanti ai tribunali di essere stati alla base delle coscienze da loro pervertite da permettere di fare morire i loro figli per essere fedeli ... alla WT non a Dio, che non si è mai sognato di proibire trasfusioni. Anzi, Cristo, quando si trattava di vita o di morte disse che era preferibile che uno violasse la legge sul sabato che prevedeva la morte per lapidazione e salvasse la vita non solo del figlio ma perfino dell ... asino caduto in un pozzo in un giorno di sabato. Ne sono scandalizzato!!!
    Nick!
    .........................................................
    La dove regna l'impostura, non c'è posto per me ! (Vincenzo Vela)
  • aramisdherblay
    00 2/18/2006 7:49 PM
    A me sembra che rispettare la volontà di un TdG di non accettare trasfusioni sia lo stesso che rispettare la volontà di uno su di un ponte con un sasso al collo che sta per buttarsi giù. Il rispetto delle convinzioni altrui ha sempre un confine. Io penso che la convinzione dei TdG sul sangue sia oltre quel confine....
  • .gandhi.
    00 2/18/2006 7:51 PM
    Re:

    Scritto da: Achille Lorenzi 18/02/2006 18.53
    Ho inserito una quarta opzione al sondaggio: «Ritengo che gran parte dei Testimoni di Geova si adegui alle prescrizioni del Corpo Direttivo senza averne accuratamente approfondito la coerenza e la fondatezza».

    Saluti
    Achille


    Hai fatto bene ad aggiungere questa opzione, mi sa che è la più centrata!
  • OFFLINE
    The Red baron
    Post: 579
    Registered in: 7/28/2004
    Senior User
    00 2/18/2006 8:06 PM
    Re: Trasfusione o no...


    Brava Vilandra quoto al 110%

    Ciao, [SM=x570892]


    """Ci sono due tipi di sciocchi;
    quelli che non hanno dubbi,
    e quelli che dubitano di tutto"""
  • OFFLINE
    Achille Lorenzi
    Post: 3,180
    Registered in: 7/17/2004
    Master User
    00 2/18/2006 8:58 PM
    (Mario70) ha scrittO:

    Io non posso rispondere perchè manca una scelta importante:

    4)rispetto la scelta dei tdg maggiorenni di non accettare trasfusioni ma non la condivido.

    Anziché inserire un nuovo punto, ho aggiunto un "maggiorenni" al primo.
    Penso che in questo modo venga espressa anche l'opzione da te suggerita.

    Ciao
    Achille
  • OFFLINE
    Achille Lorenzi
    Post: 3,181
    Registered in: 7/17/2004
    Master User
    00 2/18/2006 9:05 PM
    Achille Lorenzi ha scritto:

    ...Anziché inserire un nuovo punto, ho aggiunto un "maggiorenni" al primo.
    Penso che in questo modo venga espressa anche l'opzione da te suggerita.

    Anzi, ho pensato di cambiare la prima opzione in maniera ancora più decisa, rendendola come quella che tu hai suggerito:
    «Rispetto la decisione dei TdG maggiorenni di rifiutare il sangue ma non la condivido».

    Ciao
    Achille
  • OFFLINE
    barisea
    Post: 14
    Registered in: 11/5/2005
    Junior User
    00 2/18/2006 9:40 PM
    per sbaglio ho cliccato sulla 4!! [SM=x570881] volevo cliccare sulla
    2 risp!!!!
    quoto in pieno milky way quando scrive.....ma questa liberta di scelta in questa religione non ce!!
    sopratutto quando entra in gioco il COMITATO SANITARIO pronto a farti ricordare quale è il volere di dio!!!! [SM=g27812] [SM=g27812] [SM=g27812]






    -
    -
    "Maradona GOOD; Pelé BETTER; George BEST."

    « Ho speso un sacco di soldi per alcol, donne e macchine veloci... Tutti gli altri li ho sperperati. »

    «Nel 1969 ho dato un taglio a donne e alcool. Sono stati i 20 minuti peggiori della mia vita.»
  • OFFLINE
    Muscoril
    Post: 405
    Registered in: 7/8/2004
    Senior User
    00 2/18/2006 9:54 PM
    Diritti e domande
    Carissimi,

    In diversi commenti si condanna il divieto di trasfusione nei confronti di bambini, o circostanze simili, d'accodissimo.

    Altri commenti "rispettano" invece la scelta o il diritto degli adulti che corrono il pericolo di morire (e muoino anche), per niente d'accordo. Quale diritto ha un adulto se ha un coniuge, o peggio ancora dei figli, di lasciarli soli al mondo? Che diritto ha un figlio adulto di lascire soli al mondo i suoi genitori? Chiaramente in quel "soli al mondo" sono compresi sia i sentimenti che aspetti di vita pratica. Forse resterebberole persone sole al mondo, ma anch'essi che diritto hanno di buttare via un dono che hanno ricevuto (la vita)?

    Sono domande a cui io do la mia risposta rispettando quella degli altri, rispetto per le risposte, non per il "diritto" di morire.

    Vostro
    MAtisse
    La verita' non danneggia mai una giusta causa. M. K. GANDHI
  • OFFLINE
    Muscoril
    Post: 406
    Registered in: 7/8/2004
    Senior User
    00 2/18/2006 10:15 PM
    un po' OT
    Carissimi 2°,
    Personalmente ho detto in famiglia che se dovesse succedere accetterei trasfusionie solo in caso di pericolo di morte, o situazioni gravissime, non in altri casi in cui dovesse essere usata la trasfusione solo come sostegno nella patologia.

    Sono senz'altro ancora influenzato (solo) dalle complicazioni mediche che la trasfusione può comportare. Ma onestamente non so quanto per me sia coerente invece accettare altri atti medici che comportano ugualmente anche più pericoli delle trasfusioni. Sempre da incompetente leggo che anche farmaci abbastanza comuni (per non parlare degli altri) possono avere seri pericoli per la salute e per la vita stessa.
    Recentemente ho assistito alla lezione di un primario di chirugia vascolare (io in qualità di volontario ospedaliero). Aggiungo che recentemente sono rimasto impressionato che interventi ormai di routine, con 2 o 3 gioni di ospedalizzazione abbiano un percentuale di mortalità per me preoccupante, ciò nonostante, se necessario mi sottoporrei a tale operazione oggi come lo avrei fatto da TdG.

    Tornando ai TdG, il rifiuto alla trasfuzione dovrebbe essere innazi tutto per motivi religiosi, ma poi si dà anche parecchia enfasi ai pericoli clinici di tale pratica, e sono convinto che questi ultimi non pesino poco sulle scelte del TdG.

    Dei pareri fra i tanti del vostro
    Matisse
    La verita' non danneggia mai una giusta causa. M. K. GANDHI
  • OFFLINE
    irias
    Post: 686
    Registered in: 8/25/2005
    Senior User
    00 2/18/2006 11:23 PM
    quoto dal post di Matisse

    Tornando ai TdG, il rifiuto alla trasfuzione dovrebbe essere innazi tutto per motivi religiosi, ma poi si dà anche parecchia enfasi ai pericoli clinici di tale pratica, e sono convinto che questi ultimi non pesino poco sulle scelte del TdG.


    Oltre a questo le informazioni mediche o scientifiche che vengono fornite ai TdG dal CD sono inesatte( ci sono TdG ad es che pensano che l'uso dell'eritropoietina come metodo alternativo possa essere applicato anche in situazioni di emergenza quando invece, per ottenere l'effetto terapeutico, occorrono circa 20 giorni!) Esiste il problema rilevato anche in altra discussione del forum di un vizio di informazione per il quale è stata anche sporta denuncia contro la WTS,
    condivido e voto la quarta risposta
    ciao Siria [SM=x570865]
  • OFFLINE
    Muscoril
    Post: 407
    Registered in: 7/8/2004
    Senior User
    00 2/19/2006 12:19 AM
    Re:
    Scritto da: irias 18/02/2006 23.23
    quoto dal post di Matisse

    Tornando ai TdG, il rifiuto alla trasfuzione dovrebbe essere innazi tutto per motivi religiosi, ma poi si dà anche parecchia enfasi ai pericoli clinici di tale pratica, e sono convinto che questi ultimi non pesino poco sulle scelte del TdG.


    Oltre a questo le informazioni mediche o scientifiche che vengono fornite ai TdG dal CD sono inesatte( ci sono TdG ad es che pensano che l'uso dell'eritropoietina come metodo alternativo possa essere applicato anche in situazioni di emergenza quando invece, per ottenere l'effetto terapeutico, occorrono circa 20 giorni!) Esiste il problema rilevato anche in altra discussione del forum di un vizio di informazione per il quale è stata anche sporta denuncia contro la WTS,
    condivido e voto la quarta risposta
    ciao Siria [SM=x570865]
    *****************+
    Ciao Siria,
    ovviamente le informazioni cliniche sono solo quelle fornite, ad arte, dalla WTS. Hanno comunque anche queste, come per tutti gli altri argomenti, un notevole impatto sul TdG, con le conseguenze che si possono immaginare, o che si sono vissute come nel mio caso, e di tanti che sono stati TdG.

    Buonanotte
    Matisse (Brontolo per le amiche) [SM=g27822]
    La verita' non danneggia mai una giusta causa. M. K. GANDHI
  • OFFLINE
    salvian
    Post: 70
    Registered in: 6/13/2005
    Junior User
    00 2/19/2006 8:56 AM
    Non ho capito bene se l'aver cambiato qualche parola nelle domande ne possa cambiare il senso originario.
    Oppure l'aver inserito "in corso d'opera" un nuova domanda potrebbe far pensare a qualcuno che ha già votato che se questa ci fosse stata fin dall'origine avrebbe scelto questa pittosto che un'altra.
    A questo punto il sondaggio potrebbe essere falsato.
    Inoltre credo che le domande di un sondaggio dovrebbero essere completamente diverse una dall'altra, in modo da poter sceglierne una con molta precisione.
    In questo sondaggio io credo di essere d'accordo con tre domande su quattro: la prima perchè io sono per il rispetto dei Tdg maggiorenni (qualora siano liberi) ma non la condivido, la seconda perchè credo che comunque sono scelte sbagliate e inaccettabili (qui si tratta di esporre solo il proprio parere, senza imporre niente ad alcuno), la quarta perchè è altrettanto vero quello che propone la domanda.

    Dovendo sceglierne per forza una sola, io ho votato per la quarta, ma in origine avrei dovuto sceglierne un'altra, visto che questa non era presente.

    Se fosse possibile (tecnicamente e a questo punto) si dovrebbe dare la possibilità di poter cambiare il proprio voto, pur rimanendone espresso uno solo.
    Altrimenti si potrebbe azzerare il tutto e cominciare tutto da capo.

    Sono solo mie considerazioni che lasciano il tempo che trovano, non intendo nel modo più assoluto essere polemico.

    Cordiali saluti a tutti.
    Salvian

    [Modificato da salvian 20/02/2006 7.24]

  • OFFLINE
    (Mario70)
    Post: 129
    Registered in: 7/17/2005
    Junior User
    00 2/19/2006 7:43 PM
    Re: Diritti e domande

    Scritto da: Muscoril 18/02/2006 21.54
    Carissimi,

    Altri commenti "rispettano" invece la scelta o il diritto degli adulti che corrono il pericolo di morire (e muoino anche), per niente d'accordo. Quale diritto ha un adulto se ha un coniuge, o peggio ancora dei figli, di lasciarli soli al mondo? Che diritto ha un figlio adulto di lascire soli al mondo i suoi genitori?
    Vostro
    MAtisse



    Ovviamente si sa a quale domanda ho risposto essendo stato io a suggerirla (grazie 1000 Achille) volevo precisare una cosa per me importante:
    E' giusto che una persona muoia per un ideale?
    Mi vengono in mente i primi cristiani che preferivano morire piuttosto che sacrificare agli idoli, o mangiare salsicce insanguinate, o recentemente ai militari che sono morti a Nassirija, o ai politici e ai tdg che sono morti nei campi di concentramento per non aver abiurato la propria fede.
    Non sto qui a giudicare se sia giusto o no morire per le trasfusioni, io stesso non ne sono convinto e credo che se fossi in fin di vita le accetterei, il punto è un altro: giusto o sbagliato che sia, queste persone preferiscono morire per il loro ideale piuttosto che vivere con la colpa di aver disubbidito al loro creatore, è giusto non rispettare questa scelta?
    Se non lo è bisognerebbe mettere in discussione il primo punto ossia se sia giusto o no morire per un ideale qualunque esso sia e questo lo trovo difficile da accettare.
    Ecco perchè lascerei alla coscienza dei singoli adulti fare una scelta consapevole senza aver paura di essere giudicati dal cd o chi per lui.
    Ripeto che la cosa fondamentale è quella di non indurre i propri figli ad accettare l'ideale dei genitori quando è a rischio la propria vita, questo non lo accetto e non lo accetterò mai.
    Ciao Mario

    "Il messaggio è chiaro. Il nostro amore per Geova dev’essere più forte del nostro amore per i familiari che gli divengono sleali.
    Oggi Geova non mette immediatamente a morte quelli che violano le sue leggi.
    Amorevolmente dà loro l’opportunità di pentirsi delle loro opere ingiuste. Ma come si sentirebbe Geova se i genitori di un trasgressore impenitente continuassero a metterLo alla prova frequentando senza necessità il loro figlio disassociato?"(La torre di Guardia 15 luglio 2011 pagine 31)
  • aramisdherblay
    00 2/19/2006 7:59 PM
    Re: Re: Diritti e domande

    Scritto da: (Mario70) 19/02/2006 19.43


    Ovviamente si sa a quale domanda ho risposto essendo stato io a suggerirla (grazie 1000 Achille) volevo precisare una cosa per me importante:
    E' giusto che una persona muoia per un ideale?
    Mi vengono in mente i primi cristiani che preferivano morire piuttosto che sacrificare agli idoli, o mangiare salsicce insanguinate, o recentemente ai militari che sono morti a Nassirija, o ai politici e ai tdg che sono morti nei campi di concentramento per non aver abiurato la propria fede.
    Non sto qui a giudicare se sia giusto o no morire per le trasfusioni, io stesso non ne sono convinto e credo che se fossi in fin di vita le accetterei, il punto è un altro: giusto o sbagliato che sia, queste persone preferiscono morire per il loro ideale piuttosto che vivere con la colpa di aver disubbidito al loro creatore, è giusto non rispettare questa scelta?
    Se non lo è bisognerebbe mettere in discussione il primo punto ossia se sia giusto o no morire per un ideale qualunque esso sia e questo lo trovo difficile da accettare.
    Ecco perchè lascerei alla coscienza dei singoli adulti fare una scelta consapevole senza aver paura di essere giudicati dal cd o chi per lui.
    Ripeto che la cosa fondamentale è quella di non indurre i propri figli ad accettare l'ideale dei genitori quando è a rischio la propria vita, questo non lo accetto e non lo accetterò mai.
    Ciao Mario




    A volte è più difficile vivere per un ideale che non morire. Se io ho dei figli, prevale la mia responsabilità nei loro confronti su qualunque ideale. Talvolta ci vuole più coraggio a mettere da parte i propri ideali e vivere per onorare le proprie responsabilità che a morire. Con questo non vorrei sembrare offensivo nei confronti di chi ha sacrificato la vita per un ideale (di questi tempi, poi), anzi... ma vorrei dire che chi non lo fa non è detto che sia da biasimare.....
  • OFFLINE
    irias
    Post: 692
    Registered in: 8/25/2005
    Senior User
    00 2/19/2006 8:06 PM
    [SM=x570892] ciao Mario,
    nella scelta fatta dai TdG siamo consapevoli (documentandolo ampliamente con dati certi)che ciò in cui loro credono è " il cibo spirituale" che viene loro fornito dal CD della WTS, che non ha riscontro nelle Sacre Scritture. Come possiamo non gridare il nostro disaccordo di fronte all'inganno di cui sono vittime queste persone!
    ciao Siria [SM=x570865]
  • 1 / 3

    Passa alla versione desktop