Forum Ufficiale del Clan Pretoriani

PETER PAN

  • Posts
  • OFFLINE
    John Miller
    Post: 182
    Registered in: 2/6/2005
    Location: ROMA
    Age: 34
    Gender: Male
    Job/occupation: Studente
    Ispettore del Clan
    Camper
    00 5/4/2005 12:08 PM
    Sicuramente non sarò nè il primo, nè l'ultimo a dire che questa vita è strana e piena di contrapposizioni. Non sei mai felice di quello che sei e non sei mai soddisfatto di quello che hai... La felicità non è una costante e dura un piccolo istante per poi fare spazio alla noia. A pensarci bene... aveva proprio ragione quel matto di Schopenhauer e pensare che, mentre la profesoressa lo spiegava io ero preso nel lanciare pezettini di gomma al mio compagno spostato in prima fila (spostato perchè nell'intenzione di colpire me, aveva colpito la prof!!!)
    Quando si è ragazzi ci è ingenui e non si sa quel che è giusto veramente, ma si ha quella forza, quella sfacciatagine di sapere tutto e di non avere paura di niente e si ha quella grande voglia di crescere e di diventare adulti.
    Quando si è adulti, si è fragili e si ottiene la consapevolezza di capire che a quello in cui credevi prima era sbagliato, inesistente, stupido. Quando si è adulti, si perdono le ali. si ritorna con i piedi a terra ed è proprio in quel momento che si riesce a capire e a vedere veramente di che pasta è fatta veramente questa vita.
    Ci sono momenti in ci si vorrebbe tornare ragazzi innocenti e stuoidi ma non si può, anche perchè una volta perse le ali... sarà difficile spiccare il volo. Ma vi siete mai chiesti perchè ci sono molte più persone adulte depresse che ragazzi?? Beh... la risposta è palese: quando si diventa adulti, ci si "ammala", ci si aliena e si diventa "sporchi". L'adulto è sempre pronto a diffidare, è sempre cauto ed è affetto da qull'aura negativa. Non ci sono dubbi, essere ragazzi è più bello, più gioioso, più effervescente. Quando si è ragazzi, si è padroni di tutto e di tutti, si ha quella forza interiore di riuscere a vedere dietro ogni angolo, si ha quella speranza e quella voglia di ridere, di fare cazzate, di accettare il mondo e la vita così come sono, beh... quando si è giovani tra il bianco ed il nero non c'è poi così tanta differenza.
    Essere govani o adulti non è una questione anagrafca, ma è una questione mentale, di idee e di forza.
    Dopo questa introduzione... volevo parlarvi di un giovane di circa 40 anni, che d'ora in poi chiamerò "Peter Pan". Ho conosciuto Peter Pan, quattro mesi fa... sono entrato a fare parte di un gruppo di ragazzi che giocano ad un gioco (Counter Striker Source) via Internet. Dopo pochi giorni, mi era già ambientato molto bene con loro e sinceramente mi sono sembrati tutti molto simpatici. Un giorno scoprii, che uno di questi ragazzi aveva circa 40 anni... rimasi inizialmente un pò spiazzato, alla fine mio padre ne ha circa 10 in più!!!!. Comunque da persona educata usai termini con Peter Pan leggermente moderati rispetto agli altri. Ma con il passare del tempo, le cose cambiarono e capii che quell'uomo era dentro di se un ragazzo come me e molte volte anche più ragazzo di me... abbiamo scherzato... ci siamo presi a parolaccie... una volta abbiamo anche avuto una discussione, ma da ragazzi è tutto finito lì... molte volte ci siamo anche invitati a vicenda ad usicre insieme a prendere quel maledetto cappuccino (mi è venuto l'incubo del cappuccino!) e sono sicuro che quel cappuccino ce lo prenderemo insieme... sinceramente, inizialmente avevo un pò di timore, cioè alla fine ho circa 20 anni in meno di Peter Pan e non sono pochi! Però ho capito che persona sei... sei Peter Pan! E come noi hai ancora le ali... non fare morire quel bambino che è in te e sorridi e sii ingenuo e rimani inconsapevole... perchè quella forza che senti dentro è la forza dei ragazzi e tu lo sei.
    Mi raccomando... non mollare mai... sennò una mattina ti sveglierai e non avrai più le ali, e al posto di una mano ti ritroverai un uncino!!


    cpt. John Miller

    [Modificato da John Miller 04/05/2005 12.09]

  • OFFLINE
    Mercenario
    Post: 1,046
    Registered in: 5/25/2004
    Location: ROMA
    Gender: Male
    Job/occupation: Web designer -
    Fondatore del Clan - Pretoriano-Tenente
    Professionista
    00 5/5/2005 12:03 AM
    Per il momento...
    grazie John, spero che quello che hai scritto sia un complimento perchè sto avendo un periodo di impegni assurdi e che non mi sarei mai aspettato di vivere e quindi ho letto alla svelta il tuo messaggio, (sono stanchissimo e non perchè sono vecchio intendiamoci ma perchè mi sto facendo nu mazzu tanto) e fra virgolette sto facendo una cosa, che sicuramente è fuori dalla mia portata, ma come dicevi tu prima, io sono un sognatore e sto cercando di realizzare un mio sogno... anche se oramai credo che le ali, volente o nolente, ce le brucino a tutti prima o poi!

    Appena posso ti risponderò a tono... cmq, grazie per il pensiero... il cappuccino è quasi pronto... vado!... ops volevo dire.. VOLO!

    CIAOOO! [SM=x448661]

    Io sono colui che cercavi, altrove... sono quello a cui volevi parlare, ma non lo facevi... sono l'uomo che invidiavi, ma non lo dicevi... son quella persona che ti appariva nel sogno, ma tu non dormivi... sono l'unico che ti può dare una mano... a pagamento... sono un Mercenario!!!





    []xxx(:|;;Merce;;>
  • OFFLINE
    Mercenario
    Post: 1,046
    Registered in: 5/25/2004
    Location: ROMA
    Gender: Male
    Job/occupation: Web designer -
    Fondatore del Clan - Pretoriano-Tenente
    Professionista
    00 5/14/2005 8:59 PM
    Sai John...
    Rimanere un Peter Pan ha i suoi pro e i suoi contro... Io sinceramente non so da che dipenda rimanere ragazzi o divenire adulti, credo che sia soltanto un cambiamento dovuto al tempo o alle esperienze che ognuno di noi vive nella sua vita... Credo che alcune cose ti segnano, ma sta a te percepire il modo migliore di come oltrepassarle... mi spiego, faccio un esempio drastico, ti muore un familiare, bene c'è chi non recupera affatto la perdita o chi la recupera dopo del tempo e chi invece pensa che tutto ha un inizio e una fine, il discorso sta in come te la vuoi giocare la tua partita... io, malgrado tutto, dò sempre un segno positivo alle cose che succedono nel male e nel bene delle stesse, cercando di non dare il giusto peso alle cose, perchè le stesse quando un giorno muoio non me le porto appresso sicuramente... quindi per rimanere (giovani) secondo me non ti devi far strumentalizzare dal dio danaro, devi vivere solo ed esclusivamente per divertirti, cercati un lavoro che ti piace perchè se il tuo lavoro lo odi di sicuro non vivi bene, lavora il minimo indispensabile e cerca di trovare sempre il tempo per fare quello che più ti piace... in poche parole non farti sommergere dalla società! Creati un tuo mondo così come io ho creato il mio, guardando anche quando non ce la fai al domani... perchè il domani arriva sempre anche se tu stai dormendo... cmq non mi sento di dare consigli, ma ti dico una cosa sola, vivi il più naturale possibile anche quando arrivi a livelli altissimi, perchè la vera grandezza sta nelle cose umili...
    Cosa importantissima per essere un Peter Pan...
    NON SPOSARTI MAI E POI MAI... IO SONO SCAPPATO GIA' 4 VOLTE DA QUESTO!!!! E non perchè non volevo assumermi le mie responsabilità... ma proprio perchè non voglio assumermi alcuna responsabilità!

    ^_^ ciao![SM=x448680]

    Io sono colui che cercavi, altrove... sono quello a cui volevi parlare, ma non lo facevi... sono l'uomo che invidiavi, ma non lo dicevi... son quella persona che ti appariva nel sogno, ma tu non dormivi... sono l'unico che ti può dare una mano... a pagamento... sono un Mercenario!!!





    []xxx(:|;;Merce;;>