Luigi's Mansion 2 HD Vieni ad acchiappare i fantasmi con noi su Award & Oscar!

PAPA RATZINGER FORUM Forum, News, Immagini,Video e Curiosità sul nuovo Papa Benedetto XVI

L'inchiostro dell'anima §§§ Poesie da condividere §§§

  • Posts
  • OFFLINE
    Ratzigirl
    Post: 233
    Registered in: 5/10/2005
    Junior User
    00 5/25/2005 8:37 PM
    Sulla scia di una bellissima iniziativa acui non avevo pensato avviata nella cartella "L'omelia del Papa" da Pat, inserisco oggi questa nuova discussione che spero fortemente possa farvi piacere. Si tratta di un piccolo spazio poetico in cui potrete postare le vostre poesie, spirituali o meno, che vi sono entrate nel cuore e che valgono davvero la pena di essere condivise... Fatemi sapere il vostro parere (che poi è la cosa più importante!!!) ^__^


  • OFFLINE
    Ratzigirl
    Post: 276
    Registered in: 5/10/2005
    Junior User
    00 5/27/2005 2:57 AM
    Poesia Per Joseph
    Pallidi fili di seta pura,
    mossi dal sospiro del vento
    accompagnano la tua voce leggera.
    Ed insieme ad altri
    più giovani di te,
    accompagnate il corpo divino
    alle bocche dei fedeli
    e in quel buio vuoto
    della nostra limitatezza,
    si allarga a Cristo la vera Vita.
  • OFFLINE
    !Pat!
    Post: 22
    Registered in: 5/17/2005
    Junior User
    00 5/30/2005 6:52 PM
    Sulla tua bianca tomba
    Ho finalmente trovato il libro con le poesie di Papa Wojtyla, voglio subito dedicare la prima a tutte le mamme. Questa e' quella che dedico' a Sua madre nella primavera del '39.

    [SM=g27821] [SM=g27821] [SM=g27821] [SM=g27821]

    Sulla tua bianca tomba
    sbocciano i fiori bianchi della vita.
    Oh quanti anni sono gia' spariti
    senza di te - quanti anni?

    Sulla tua bianca tomba
    ormai chiusa da anni
    qualcosa sembra sollevarsi:
    inesplicabile come la morte.

    Sulla tua bianca tomba,
    Madre, amore mio spento,
    dal mio amore filiale
    una prece:
    A lei dona l'eterno riposo.

    [SM=g27821] [SM=g27821] [SM=g27821] [SM=g27821]
    Quando l'uomo prega, si pone di fronte a Dio, a un Tu, un Tu divino, e coglie insieme l'intima verita' del proprio "io": tu divino, io umano, essere personale creato a immagine di Dio. GPII.
  • OFFLINE
    pyncopallyno
    Post: 3
    Registered in: 5/29/2005
    Junior User
    00 5/31/2005 7:40 PM
    a proposito di Papa Benedetto XVI
    Cosa voleva affermare dicendo:
    .....umile operaio nella vigna del Signore! (Isaia)
    certamente non lo interessano i frutti di Bacco!


    La Vigna è il popolo di Dio, originariamente i Giudei.
    Il Signore si aspettava di raccoglierne i frutti invece, come al solito, Vi furono le deviazioni dell'uomo.
    Il persorso salvifico ha visto Suo Figlio Gesù sulla terra per salvare l'uomo dalla schiavitù del peccato. Gesù ha detto che Egli è la vera vite e noi siamo i tralci, ogni tralcio che non porta frutto viene tagliato e gettato nel fuoco.
    Il Nostro Papa ci aiutera a restare fermamente attaccati alla vite!
  • OFFLINE
    Ratzigirl
    Post: 394
    Registered in: 5/10/2005
    Senior User
    00 6/1/2005 3:59 AM
    Bellissima Poesia di Karol...leggete!!
    Ditemi se non vi fa pensare a qualcosa...e a qualcuno in particolare....[SM=g27822] [SM=g27822] [SM=g27822]


    Epilogo

    E proprio qui, ai piedi di questa stupenda policromia sistina,
    si riuniscono i cardinali -
    una comunità responsabile per il lascito delle chiavi del Regno.
    Giunge proprio qui.
    E Michelangelo li avvolge, tuttora, della sua visione.
    "In Lui viviamo, ci muoviamo ed esistiamo..."

    Chi è Lui?
    Ecco, la mano creatrice dell'Onnipotente Vecchio, diretta verso Adamo...
    Al principio Dio ha creato...
    Costui che vede tutto...

    La policromia sistina allora propagherà la Parola del Signore:
    Tu es Petrus - udì Simone, il figlio di Giona.
    "A te consegnerò le chiavi del Regno".
    La stirpe, a cui è stata affidata la tutela del lascito delle chiavi,
    si riunisce qui, lasciandosi circondare dalla policromia sistina,
    da questa visione che Michelangelo ci ha lasciato -
    Era così nell'agosto e poi nell'ottobre, del memorabile anno dei due conclavi,
    e così sarà ancora, quando se ne presenterà l'esigenza dopo la mia morte.
    All'uopo, bisogna che a loro parli la visione di Michelangelo.
    "Con-clave": una compartecipata premura del lascito delle chiavi, delle chiavi del Regno.
    Ecco, si vedono tra il Principio e la Fine,
    tra il Giorno della Creazione e il Giorno del Giudizio.
    E' dato all'uomo di morire una volta sola e poi il Giudizio!

    Una finale trasparenza e luce.
    La trasparenza degli eventi -
    La trasparenza delle coscienze -
    Bisogna che, in occasione del conclave, Michelangelo insegni al popolo -

    Non dimenticate: Omnia nuda et aperta sunt ante oculos Eius.
    Tu che penetri tutto - indica!
    Lui additerà...
  • OFFLINE
    LaR4CrOfT
    Post: 2
    Registered in: 8/3/2003
    Junior User
    00 6/2/2005 2:10 AM
    This Post has been considered not proper to the forum policy and has been lightly censored by Moderator(s)
    If you want to read contents of censored posts click here
  • OFFLINE
    Ratzigirl
    Post: 411
    Registered in: 5/10/2005
    Senior User
    00 6/2/2005 2:21 AM
    Cara Lara
    Se potessi vedere aldilà di te
    niente ti aspetteresti che non fosse amore.
    Se non credi
    non puoi vedere
    se non vuoi credere
    non puoi sentire.
    Non c'è regalo che tu mi possa fare
    non c'è scherno tu possa usare,
    non c'è corona sulla mia testa,
    nè chiodi su mani e piedi,
    non c'è frustata sulla mia carne
    e nemmenola tua malevola parola nel cuore
    che possa eguagliare
    il Regalo dello Spirito,
    in quella fresca serata d'aprile.
  • OFFLINE
    RATZGIRL
    Post: 66
    Registered in: 5/14/2005
    Junior User
    00 6/2/2005 11:08 AM
    Cara Lara,anch'io ho avuto un periodo "profano",per tanti anni i miei idoli sono stati divi del cinema e cantanti,anch'io ho amato l'effimera bellezza terrena,ma nella mia tenebra non ho mai insultato la luce,o chi in essa viveva.
    L'inferno che tu predici al dolce Joseph è già dentro il tuo cuore,e tu non lo vedi.Il soffio divino alita su di te,e tu non lo senti.Nel deserto dove tu brancoli la parola di Dio ti sussurra all'orecchio,e tu non l'ascolti.Nel tuo cuore non c'è pace,perché non c'è pietà né amore.Io pregherò per te,sorella Lara,perché la Verità ti illumini alla fine del cammino.
    RATZI FOREVER

    Suor RATZGIRL
    Ordine Benedettino delle Suore delle Sante Coccole al Romano Pontefice
  • OFFLINE
    !Pat!
    Post: 25
    Registered in: 5/17/2005
    Junior User
    00 6/2/2005 7:17 PM
    Dispiacere
    Con molto dispiacere vedo che quest'angolo di poesia e' stato sporcato da questa lara, una ragazza povera di idee e di valori e che ha sicuramente poca stima di se stessa. Certo una persona con grandi problemi psicologici, altrimenti non mi spiego tante parole cattive e gratuite.
    Spero che presto abbandoni questo forum!!
    Capisco Ratzi che tu speri in una sua "redenzione", ma non tutti hanno questa fortuna e questa persona, senza sapere chi siamo, di cosa parliamo e senza instaurare un dialogo di confronto civile si mette ad inveire in modo cosi' violento!
    Ti abbraccio e mi dispiace anche per te che sei una persona cosi' sensibile e non meriti questo, ciao Pat.[SM=g27829] [SM=g27829]
    Quando l'uomo prega, si pone di fronte a Dio, a un Tu, un Tu divino, e coglie insieme l'intima verita' del proprio "io": tu divino, io umano, essere personale creato a immagine di Dio. GPII.
  • OFFLINE
    Ratzigirl
    Post: 424
    Registered in: 5/10/2005
    Senior User
    00 6/2/2005 9:46 PM
    Censura
    A titolo informativo: La poesia di Lara è stata censurata: per leggerla ugualmente fate clic dove dice di farlo. E' stata tolta dalla pubblica visione perchè feriva lo spirito di molti che nel forum contribuiscono a renderlo bello.
    Con la mia parola che tali avvenimenti saranno trattati con maggiore severità, vi abbraccio di cuore!
    Grazie a tutti.
  • OFFLINE
    mariadaprile@tiscali.it
    Post: 2
    Registered in: 3/5/2005
    Junior User
    00 6/3/2005 6:17 PM
    Non curiamoci di lei!
    Lasciando assolutamente da parte le parole di Lara(in casi come questi l'indifferenza può rivelarsi la cosa migliore)vorrei soffermarmi sulla poesia di Giovanni Paolo II:EPILOGO.Furono queste infatti le parole che mi rimasero maggiormente impresse nella mente e nel cuore all'apertura del suo testamento spirituale.Inizialmente mi mi sono suonate come una dolce rassicurazione per l'esito dell'imminente conclave...ma dopo l'elezione di Ratzinger le ho considerate un'autentica profezia!! Skizzetta
    PS:scusatemi se non ho postato con il mio nick ma da eranoun paio di giorni che provavo a postare in questa sezione senza riuscirci.
    Skizzetta
  • OFFLINE
    Ratzigirl
    Post: 430
    Registered in: 5/10/2005
    Senior User
    00 6/3/2005 6:40 PM
    La Poesie nelle parle di Nostro Signore
    "Tommaso, tu hai creduto poichè hai veduto,
    in verità ti dico:
    beati coloro che crederanno senza vedere,
    poichè di essi è il Regno dei Cieli"




    La poesia si giudica da sola...[SM=g27821] [SM=g27821] [SM=g27821]
  • OFFLINE
    RATZGIRL
    Post: 73
    Registered in: 5/14/2005
    Junior User
    00 6/3/2005 8:33 PM
    Bellissima...[SM=g27821][SM=g27829]
    RATZI FOREVER

    Suor RATZGIRL
    Ordine Benedettino delle Suore delle Sante Coccole al Romano Pontefice
  • OFFLINE
    Ratzigirl
    Post: 602
    Registered in: 5/10/2005
    Senior User
    00 6/8/2005 4:34 AM
    Caro Joseph
    Più che una poesia, una dedica.
    Perchè tutto l'odio, perchè si deve riversare qui?
    Siamo una piccola comunità adesso,
    che segue Te come la pecora segue il suo pastore,
    e attraverso te seguiamo Lui.
    Amare te, vicario si Cristo in terra è amare Gesù
    amare il proprio pastore di anime
    affidarsi a lui per raggiungere Gesù
    non è deprecabile.
    Invece con male parole veniamo scacciati,derisi e scherniti
    l'amore puro di noi estranei
    dileggiato da chi non ti segue
    visto come perversità,schiacciato dall'indolenza
    sottomesso dalla falsità e dall'ingiustizia.
    Ma risorge, ogni volta che pensiamo
    a come da quella strada buia tu ci hai preso per mano
    e ci hai riportti sulla strada di Gesù.
    Prega per noi Joseph e noi, tuoi fratelli in Cristo
    pregheremo per te.
  • OFFLINE
    RATZGIRL
    Post: 150
    Registered in: 5/14/2005
    Junior User
    00 6/8/2005 11:57 PM
    GRAZIE
    Grazie di cuore Ratzigirl per avere espresso con parole tanto belle il pensiero degli utenti più affezionati del forum,i "veri" fedeli di Cristo e del suo vicario Papa Ratzinger.[SM=x40790]
    RATZI FOREVER

    Suor RATZGIRL
    Ordine Benedettino delle Suore delle Sante Coccole al Romano Pontefice
  • OFFLINE
    Ratzigirl
    Post: 641
    Registered in: 5/10/2005
    Senior User
    00 6/9/2005 10:21 PM
    POESIA POSTATA DA PAT! : VESTITO DI BIANCO
    Vestito di bianco

    Vestito di bianco [SM=x40804]

    Sei stato scelto,
    uomo su questa terra,
    vestito di bianco.

    Ti ha scelto,
    tra moltitudine per percorrere
    le strade dell'umano per
    arrivare al Divino.

    Immaginare cosa significhi per te,
    esser vestito di bianco,
    non è facile.

    Crediamo nel tuo compito,
    dacci la forza di seguire le tue orme,
    confidiamo nella purezza di quel colore.


    Vestito di bianco,
    tendi la tua mano,
    libera ciò che è bello e puro,
    in Te confidiamo.



    Pat
  • OFFLINE
    mariadaprile@tiscali.it
    Post: 11
    Registered in: 3/5/2005
    Junior User
    00 6/9/2005 11:38 PM
    Una canzone per il terzo millennio
    Bellissima la poesia di Pat! Io ne posto una che ho scritto sul il terzo millennio.
    UNA CANZONE PER IL TERZO MILLENNIO
    C'è una canzone antichissima,tanto quanto il mondo,
    tutti gli uomini nel corso dei secoli l'hanno sempre cantata.
    E' una canzone che parla di sentimenti imprigionati nel nostro cuore,che,come bianche colombe in gabbia
    vorrebbero librarsi in volo...ma ne sono impossibilitate.
    Parla di un pianto silenzioso e disperato,che rimane soffocato,ma trova infine il coraggio di manifestarsi in una piccola,timida,discreta lacrima.
    Parla di un sorriso...che può sbocciare anche grazie a quella lacrima;parla di una mano nera ed una bianca che si stringono.
    Parla di un cammino lungo e denso di ostacoli...ma anche di soddisfazioni immense,tutte da assaporare.
    E soprattutto parla di Dio,il nostro Padre amoroso,
    che dal cielo ci veglia,ci protegge e ci sostiene nei momenti di sconforto
    E adesso?? Perchè quasi nessuno canta più questa canzone?
    Perchè molti hanno dimenticato persino che esiste?
    Se qualcuno prova ad intonarla,per insegnarla anche agli altri,perchè c'è addirittura chi si tappa le orecchie?
    Com'è possibile che,proprio alle soglie del terzo millennio,questa splendida canzone sia stata sostituita
    dal sordo rumore di spari,dalle urla disperate di quanti subiscono violenze ed ingiustizzie?
    E' successo perchè abbiamo dimenticato cos'è la fratellanza,cos'è l'amore.
    Ognuno di noi ha in fondo al proprio cuore
    una strofa di questa canzone,
    quindi, per ricomporre la melodia,è necessario
    che i nostri cuori tornino uniti,
    è necessario che impariamo nuovamente ad amare.
    In questo terzo millennio,
    non lasciamo che la nostra anima venga decomposta dalla cattiveria,dall'intolleranza,dall'odio,dalla superbia...
    avviciniamoci a Dio,cerchiamolo
    negli occhi di un nostro fratello,
    nei piccoli avvenimenti quotidiani
    ed uniti in un'unica voce cantiamo la canzone dell'Amore...
    la canzone che Lui ci ha dettato!
    Skizzetta
  • OFFLINE
    Ratzigirl
    Post: 647
    Registered in: 5/10/2005
    Senior User
    00 6/9/2005 11:59 PM
    POESIA DI JOSEPH RATZINGER.... O___o
    Colui che è la bellezza stessa
    si è lasciato sfigurare il volto,
    sputare addosso,
    incoronare di spine.
    La sacra Sindone di Torino
    può farci immaginare tutto questo,
    in maniera toccante.
    Ma proprio in questo volto,
    così sfigurato,
    appare l'autentica,
    estrema bellezza.


    Joseph Ratzinger

    [Modificato da Ratzigirl 10/06/2005 0.03]

  • OFFLINE
    mariadaprile@tiscali.it
    Post: 47
    Registered in: 3/5/2005
    Junior User
    00 6/20/2005 11:02 PM
    Poesia per il Papa.
    E' nuovamente scesa la sera,
    e mi ritrovo sola,nella mia stanza
    si innalza ancora,semplice,indegna,
    ma pur sempre sincera,sentita e piena d'amore,la mia preghiera al Padre. Il mio sguardo scivola come una impercettibile carezza
    su quelle due bellissime immagini poste sul mio comodino:
    quella di Lolek,il pastore di anime venuto dall'Est,
    con la mano alzata in cenno di saluto e quell'espressione inconfondibile,
    rappresenta il mio incancellabile passato;
    l'altra,la vostra,con quegli occhi cerulei,limpidi e sinceri come quelli di un bambino,
    è il miopresente,il mio futuro.
    Santità,voi non potete sapere quanto state aiutandoe sostenendo questa piccola,fragile pecorella;
    non potete sapere fate suonare a festa le campane di un cuore
    che rischiava di chiudersi in un muto silenziio di solitudine;
    non potete sapere che guardando quella foto,ritrovo sempre pace,serenotà,ma soprattutto pace e spertanza per andare avanti. E' proprio così:i miei dubbi,le mie paure si dissipano perchè so di non esser sola.
    Avete chiesto a noi pecorelle di sostenervi con le nostre preghiere,ed io lo faccio continuamente,
    perchè qualcosa mi dice che,pur non conoscendomi,voi pregate anche per me. Quando rivolgete al padre un pensiero per l'intero gregge,io so che trarrò beneficio dalla vostra preghiera.
    Benedetto siate voi che siete venuto nel Suo nome.
    Una pecorella,la piùpiccola del vostro immenso gregge
    Skizzetta
  • OFFLINE
    Ratzigirl
    Post: 1,651
    Registered in: 5/10/2005
    Veteran User
    00 7/7/2005 3:57 PM
    Poesia di Giona
    Giona è un utente passato oggi dal nostro forum, sono andata io sul suo (credo sia quello che più frequenta) e ho trovato questa poesia che mi ha colpito molto, soprattutto per la sua espressività e il suo simbolismo crudo e malinconico...vi posto di seguito anche il commento che lo stesso Giona ha fatto alla sua poesia, che leggendola e rileggendole, continuo ad apprezzare molto!!

    L'OCCHIO
    Una sera, vicino al pozzo,
    trovai un occhio.
    Era viola
    e tutto insanguinato.
    Lo calciai disgustato.
    Poi guardai nel pozzo
    e ci sprofondai dentro.
    Finii nell'abisso,
    dove le zanne delle cerazidi
    penetravano nella mia carne.
    Così passai all'aldilà,
    per colpa di quell'occhio.



    Analisi di Giona:

    Io ero un bambino spesso ammalato, gran frequentatore di ospedali. Nella poesia ho trasmesso (all'epoca incosciamente) un po' delle mie sansazioni di debolezza estrema, come uno che perdendo l'equilibrio cade rovinosamente ed è incapace di reagire agli stimoli esterni dannosi (nel mio caso le malattie) al punto di morirne.


    Bella davvero Giona, anche se decadente, ti faccio davvero un applauso per la sensibilità[SM=g27822] [SM=g27822]

1