00 6/7/2004 8:35 PM
Grido BASTA!!

Taglio tutto quello che non va di questo ingiusto morire lentamente,strappo il passato,accartocciandolo lo butto alle spalle,lontano da me,da quella che ero. Le parole sprezzanti di chi un tempo asseriva in un'armatura di vuoti convenevoli :"TI VOGLIO BENE"si frantumeranno miseramente tra gli eventi.

Nella polvere che s'è sollevata sul mio viso griderà,straziante la RABBIA,l'ORGOGLIO,il RISPETTO, sopito dalla falsità!Mai più sorrisi,consigli affettuosi,battute improvvisate sul momento per creare allegria in momenti dove l'astio prevale su tutto!

Mai più mani premurose asciugheranno le amare sconfitte,le atroci delusioni,gli scherzi del destino

Bocche stanche non scaraventeranno più chiarimenti,nervosismo,macigni del cuore,velati dal perdono di eventi passati che bruciano nello stomaco ad ogni bicchiere d'ipocrisia trangugiato a piccole dosi (acri).

Mai più spalle scrolleranno di dosso il marcio di ogni giorno che pian piano s'è incrostato in un'opaca patina di tolleranza...

Sarà solo una formale figura a prostrarsi ai vostri occhi,frasi di convenienza e forzati sorrisi udranno le vostre orecchie!Non più affetto,nè comprensione attraverserà il mio cadavere solcato dallamestezza,intriso d'amarezza e del rimpianto di non esser riuscito a zittire il cuore, l'ostinata ingenuità di voler ricevere un abbraccio da chi non fa altro che aprire le braccia per chiuderne i pugni che mi colpiscono violenti la schiena.

"Povera illusa!-grida una voce in me arcana- Davvero credevi di far scaturire profumo dallo sterco?Volevi veramente gridare gridare il tuo esistere,far ragionare le pietre?Non sei altro che un eco di montagna durante una bufera,tutto non fa altro che rimbalzarti contro!" .

Eppure una ragione ci sarà stata in questo mio lottare contro i mulini a vento?Cosa m'ha spinto a planare su questo terreno accidentato per scaraventarmi contro?A cosa sarà valso questo cadere in basso?Se c'è una risposta,"amici miei",la sussurrerà il vento. Sono ormai troppo lontano da quella vecchia terra.La mia vita corre,davanti a me,e non posso più tornare in dietro,nè voltarmi .Son caduta troppe volte per vie scoscese e adesso la mia strada è tutta in salita ,la più breve via verso la rinascita,fuori da quella fossa,quell'oscura e cupa voragine scavata per anni,che mi oscurava il sole,mentre mi seppellivo.E' ora di aprire gli occhi,guardare il cielo e VIVERE!

[SM=x223156]


[Modificato da °Enya° 07/06/2004 20.37]