00 10/12/2003 12:53 PM
Scherma, delude fioretto femminile

Il Dream Team finisce giù dal podio

Dopo la pioggia di medaglie degli ultimi giorni, arriva la prima grossa delusione per l'Italia ai Mondiali di scherma a Cuba. Nella finale per il terzo posto del fioretto donne, la squadra azzurra (Scarpa, Vezzali, Trillini e Granbassi) cede alla Romania (45-43 il punteggio per le nostre avversarie) e non riesce a salire nemmeno sul gradino più basso del podio. Le azzurre, favorite alla vigilia, in semifinale si erano arrese alla Russia.


E' stata una finalina avvelenata da molte polemiche quella fra Italia e Romania. Polemiche sui giudici, come spesso accade nella scherma. Sul 43-43 a 17 secondi dalla fine, dopo un lungo inseguimento coronato da successo per merito di una gigantesca Valentina Vezzali, l'arbitro tedesco Roth invertiva letteralmente un verdetto concedendo alla romena Badea una stoccata che era tutta da assegnare alla Vezzali. Poi la Romania chiudeva con un'altra stoccata e conquistava il bronzo.

Ma la tensione era già salita in precedenza. Alla Vezzali era stato inflitto un cartellino rosso (perdita di una stoccata) a causa di un cartellino giallo precedentemente dato alla panchina, cioè ad Andrea Magro. La panchina romena invece è stata graziata, quando è stata ammonita dopo che anche la Badea aveva preso un rosso. A quel punto la squadra romena avrebbe dovuto perdere un'ulteriore stoccata ma cosi non è stato. l finale della gara è stato ad alta tensione. Il CT Andrea Magro ha apostrofato duramente il brasiliano Kramer autorevole esponente della Commissione Arbitrale FIE. Nella spada maschile, gli azzurri si sono piazzati settimi, battendo l'Ucraina 45-43.


Il tuo cuore è libero, abbi solo il coraggio di seguirlo



Amministratrice di: